Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
Bax

Birra, alla spina ? piu' buona?

Recommended Posts

La birra alla spina e in bottiglia della stessa marca sono uguali?
A me sembra molto piu' buona quella alla spina!!!
E' una mia impressione.....??!!
Grazie
Bax

Share this post


Link to post
Share on other sites
a mio modesto parere dipende da almeno 3 motivi

1. come ? spillata una birra
2. ? un tipo di birra "da bottiglia"?
3. [me lo ha spiegato alessio durante una cena] quanta strada c'? [proprio in "metri di tubo"] tra il fusto e la spina...

ma ci sono tanti altri motivi..

Hai aperto una bella discussione!
simone

amministratore del forum di Areabirra.it
contatto MSN:roversi83@hotmail.com

Share this post


Link to post
Share on other sites
In teoria il modo pi? corretto di bere la birra, a mio parere, ? in bottiglia, o dove possibile a caduta. La spillatura, infatti, immette nella birra alcuni gas che, in certi casi, modificano il gusto; a volte poi una manutenzione non troppo rigorosa delle apparecchiature causa un accumulo di residui, che risulta in un retrogusto quasi di vino da quattro soldi, davvero sgradevole. Per? dico 'in teoria', perch? il pi? delle volte, in pratica, la stessa birra ? effettivamente migliore alla spina. Questo perch? la birra, come il vino, ? un prodotto delicato, e una conservazione non corretta delle bottiglie pu? danneggiarla tanto quanto fanno gli inconvenienti legati alla spillatura, se non di pi?. Il mio consiglio ? di optare per la bottiglia qualora il locale sia affidabile e competente; se poi si tratta di consumo 'casalingo', ? sempre meglio informarsi su come trattare ciascun prodotto.

C'? poi un secondo fattore, gi? citato da Simone: ci sono birre 'da spina' e birre 'da bottiglia'. Queste ultime, oltre a moltissime birre generalmente 'di qualit?', sono, naturalmente, quelle condizionate in bottiglia, e in genere quelle pi? liquorose. Tra le prime invece, oltre alle pi? neutre, ci sono parecchie ale inglesi e scozzesi; una curiosit?: nella diatriba senza fine su quale sia la differenza tra old ale e barley wine, molti esperti britannici individuano come elemento decisivo proprio il tipo di consumazione ideale; alla spina quella delle old ale, pi? secche e leggere, in bottiglia quella dei barley wine, pi? liquorosi e forti.

Insomma, siamo da capo: dipende dalla birra e da chi la serve. Per mio conto, se la birra in questione non ha caratteristiche particolarmente legate a uno dei due metodi, e se le condizioni di servizio sono ideali, scelgo la bottiglia. Se invece le condizioni non ci sono, la spina pu? addirittura essere pi? affidabile.



Scritto Da - kevin on 01 Giugno 2005 22:25:16

Share this post


Link to post
Share on other sites
esattissimo tutto quello che avete detto!

aggiungo una nota tecnica per quanto riguarda l'impiantistica della birra...

un buon impinato di spillatura infatti ? determinante per potere spillare una buona birra, vi spiego in linea di massima quali sono le condizioni migliori

a) avere la cella di raffreddamento e non le serpentine, la cella ? una specie di frigorigereo gigante, che utilizza una combinazione si serpentine (tipo frigo) e di aria fredda e deumidificafa (tipo climatizzatore). questo unito alle luci ultraviolette che in genere le iluminano, che offrono sterilizzazione dai batteri, (in combinazione coi neon, che si accendono solo per vederci) rendono l'atmostera perfetta per la conservazione dei fusti...

b) avere un impianto corto, possibilemnte con le tubature in rame trattato o acciaio inossidabile, questo perch? le relativa brevit? di un impianto permette di usare una quantit? di gas inerte (molto bassa) e che di disperde immediatamente in quanto non attacca al bicchiere (CHE DEVE ESSERE BAGNATO)

c) l'altezza da terra dell'impianto, infatti la birra deve cadere da almento 100 cm pi? in alto del fusto, perch? la differenza se pur minima di pressione facilita il non aumento della gasatura della birra..


infine bisogna spendere una parola er i fusti...

la consizione ideale ? lo stoccaggio al fresco e al buio, in una cella a umidit? constrollata, gli sbalzi di temperatura, fanno si che la birra assorba un retrogusto acido che viene trasmesso dai fusti stessi, le birre pi? colpite sono sopratutto le rosse, principalemtne le ale inglesi, questo proprio per la loro composizione e sapore...
molte di queste birre infatti utilizzano oggi fusti misti plastica (poliuretano espanso alimentare) e acciaio, questo per la caratteristica di non rilasciare odori, questi fusti permettono solo la spillatura a caduta...

nel prossimo episodio invece vi scrivo delle bottiglie... ora me ne vado in piscina... ciao

Alessio
" pan parsot....

MSN:poeta_armato@hotmail.com

Share this post


Link to post
Share on other sites
perfettamente concorde su tutto,anch'io personalmente quando si pu? preferisco la bottiglia,versandola inoltre come prediligo (considerando il fattore bravura barman x la spillatura).

Share this post


Link to post
Share on other sites
sicuramente nn c? nulla da aggiungere alle vostre spiegazioni tecniche, io porto solo la mia esperienza emotiva..
direi che tanto a mio parere, oltre che dal tipo di birra, dipende dal tipo di impianto di spillatura e da chi te la spilla. pi? e pi? volte mi ? capitato di bere una birra spillata da gente capace in un buon impianto, per esempio celli, e bere la stessa birra in un posto che nn aveva invece caratteristiche di quel livello e avere l'impressione di bere due birre completamente diverse...
dal punto di vista emotivo, dicevo, io preferisco sempre la birra alla spina, sar? che sono abituato bene in quanto a impianti e spillatori, per? io la vedo cos?...
altre cose, gente che di birra ne sa pi? di me mi ha sempre detto che ? referibile bere birra alla spina essendo meno pastorizzata e a quel punto assume ungusto piu fine ma soprattutto ? meno satura di Co2... e poi soprattutto badare al consumo, dove c? molto consumo ? sicuramente meglio...

saluti.




Scritto Da - coda di lupo on 21 Settembre 2005 19:06:41

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]quote:
In teoria il modo pi? corretto di bere la birra, a mio parere, ? in bottiglia, o dove possibile a caduta. La spillatura, infatti, immette nella birra alcuni gas che, in certi casi, modificano il gusto; a volte poi una manutenzione non troppo rigorosa delle apparecchiature causa un accumulo di residui, che risulta in un retrogusto quasi di vino da quattro soldi, davvero sgradevole. Per? dico 'in teoria', perch? il pi? delle volte, in pratica, la stessa birra ? effettivamente migliore alla spina. Questo perch? la birra, come il vino, ? un prodotto delicato, e una conservazione non corretta delle bottiglie pu? danneggiarla tanto quanto fanno gli inconvenienti legati alla spillatura, se non di pi?. Il mio consiglio ? di optare per la bottiglia qualora il locale sia affidabile e competente; se poi si tratta di consumo 'casalingo', ? sempre meglio informarsi su come trattare ciascun prodotto.

C'? poi un secondo fattore, gi? citato da Simone: ci sono birre 'da spina' e birre 'da bottiglia'. Queste ultime, oltre a moltissime birre generalmente 'di qualit?', sono, naturalmente, quelle condizionate in bottiglia, e in genere quelle pi? liquorose. Tra le prime invece, oltre alle pi? neutre, ci sono parecchie ale inglesi e scozzesi; una curiosit?: nella diatriba senza fine su quale sia la differenza tra old ale e barley wine, molti esperti britannici individuano come elemento decisivo proprio il tipo di consumazione ideale; alla spina quella delle old ale, pi? secche e leggere, in bottiglia quella dei barley wine, pi? liquorosi e forti.

Insomma, siamo da capo: dipende dalla birra e da chi la serve. Per mio conto, se la birra in questione non ha caratteristiche particolarmente legate a uno dei due metodi, e se le condizioni di servizio sono ideali, scelgo la bottiglia. Se invece le condizioni non ci sono, la spina pu? addirittura essere pi? affidabile.



Scritto Da - kevin on 01 Giugno 2005 22:25:16
[/quote]

Non mi resta che quotare il tutto...anche se ultimamente sto avendo modo di apprezzare birre, belghe, solitamente disponibili in bottiglia, anche alla spina.
Il modo di spillatura ? vitale, quello a caduta purtroppo non ? sempre apprezzato e dipende soprattutto da come viene effettuata; la pulizia ? FONDAMENTALE, per quanto riguarda l'impianto, e se questa c'? credo che la distanza percorsa nei tubi non influisca; ogni birra ha la propria tipologia di spillatura, se particolare soprattutto.
Esempio, la Leffe spillata come si deve, con un buon colpo iniziale ed una giusta caduta, ne fanno un nettare degno degli dei;spillata male diventa una birra di cui ? impossibile percepire ils apore, il gusto e di conseguenza il piacere.
cmq..sperando di non uscire dal seminato, ho assaggiato la Bons Voeux alla spina questo week end, e anche in bottiglia: in entrambi i casi ECCELLENTE, per lo meno per i miei gusti.
Cosi' come la moinette, che a mio parere da' il meglio nella caraffa da litro piuttosto che nel bicchiere per la piccola.
Sempre pareri, sia chiaro...
PS: ho pure assaggiato la Kilkenny Cream a caduta, nel bicchiere a tulipano...non prendetemi per profano, ma a me ? piaciuta....

Totally Addicted to BELGIAN BEER

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao a tutti,
sono un po' in ritardo per trattare di questa questione, pero'.............
allora facciamo un po' di chiarezza:
le differenze sostaziali sono, birra in fusto=freschezza del prodotto, quindi la garanzia che se trattata come si deve la birra in fusto e' sostanzialmente migliore,
se non ci sono le garanzie di quanto sopra ? meglio optare per la stessa in bottiglia in quanto la durata del prodotto e maggiore, naturalmente utilizzando il giusto bicchiere e il giusto metodo si spillatura, ed anche qui' bisognerebbe aprire un'ulteriore parentesi, .........prossimamente.
poi ci sono birre e birre, le rifermentate in bottiglia non sempre sono infustabili perche il lievito immesso per la rifermentazione non si stabilizza e quindi crea un eccesso di anidride carbonica arrivando a provocare lo scoppio del fusto stesso, succede anche con alcune bottiglie, specialmente d'estate,...............
e ora vi lascio xche' il corpo chiama riposo....... riprendo il tutto domani ciao et b.notte

Miky

Scritto Da - MIKY 60 on 19 Novembre 2005 18:37:27

Share this post


Link to post
Share on other sites
b.giorno a tutti,
riprendo la discussione da dove l'avevo lasciata stanotte, mi sono riletto le varie parti ed ho notato che mancano dei passaggi, se vi sembrero' troppo rompi ditemelo che mi fermo,
la discussione sara' lunga, nelle serate di degustazione, che propongo nel locale, questa parte si prende circa due lezioni, questo da l?idea di quanto ci si possa soffermare su questo punto,
cominciamo dall'impianto, cio' che scrive phate sulla cella e' vero ma bisogna aggiungere qualcosa
distinguiamo la cella come tale da un locale predisposto allo stoccaggio ideale dei fusti,
se teniamo i fusti in cella il prodotto sara servito tutto ad una temperatura, non sempre idonea a tutti i tipi di birra, sappiamo infatti che lager, pils ecc hanno una temperatura di servizio diversa da una abbazia, artigianale o un qualsiasi altro prodotto birrario, questo perche la bassa temperatura appiattisce i sapori ed i profumi di queste birre, pero nella cella il prodotto ha una durata maggiore perche non subisce sbalzi di temperatura dallo stoccaggio fino alla fine del prodotto. altro dato positivo per la cella e' che a parita' di lunghezza del pitone,(il pitone non ? altro che un tubo di materiale isolante che contiene le linee della birra piu' un tubo dove passa acqua fredda per mantenere il birra fresca anche durantele soste di lavoro),
permette di utilizzare una contropressione piu bassa, la contropressione e la pressione del gas (anidride carbonica o carboazoto(miscela composta dal 70% di anidride carbonica ed il 30% di azoto, che si utilizza
per le stout o ale inglesi ed anche per le weiss dove non ci sia un grosso consumo in modo che non si saturino troppo di gas) che viene immessa nel fusto per vincere la naturale pressione esistente nel fusto stesso e quindi permettere la spillatura della birra.
l'impianto migliore in assoluto ?: locale mantenuto a temperatura costante, intorno ai 15 gradi, tramite impianto di condizionemento, in modo che la birra dal momento che arriva nel locale si stabilizzi, per poi passare nei cooler che porteranno la temperatura del prodotto ad una gradazione ideale, e quindi differenziata nelle varie tipologie birrarie, per essere servita.
una cosa importantissima, ad ogni cambio fusto, la linea va risciaquata tramite passaggio di acqua in modo tale che si pulisca da eventuali residui depositati sulle pareti dei tubi, oltre che ad un periodico (solitamente ogni 30 gg max) programma di pulizia con prodoti idonei anche alla igienizzazione dell'impianto nella sua completezza, l'immissione di acqua nei tubi, oltre alla pulizia, serve anche a dare continuita nel passaggio dall'acqua alla birra evitando quindi spreco del prezioso liquido, data l'incomprimibilita dei liquidi, quando finisce l'aqua inzia ad uscire birra e non schiuma. Vi ? mai capitato di bere una birra dal profumo di uovo marcio?, di una birra troppo gasata e che sa di ferro ecc ecc,questo ? il risulato di una cattiva gestione dell'impianto,........................................................................
ora vi lascio , il dovere mi chiama, fatemi sapere se devo continuare.................................
b.giornata a tutti



Miky

Scritto Da - MIKY 60 on 19 Novembre 2005 18:37:53

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao ragazzi volevo dire anche io la mia:

beh vi do una notizia intanto sulla leffe visto che ne parlavate sopra,
sapete che la leffe da un anno a questa parte ha presentato la nuova spillatura dalla bottiglia (la villecouv? penso si scriva cos?) che con il coltelllo tagliano la schiuma??? e lo fa LA LEFFE intesa come produttore!!!!!credo sia un omicidio levare quel buon gusto di malto(che tra l'altro si sente molto bene dalla bottiglia un po' meno dalla spina!!!)
quindi vorrei solo sottolineare una cattiva gestione da parte degli importatori che non insegnano ai gestori di pub il vero modo di spillare una birra!!!
perci? la differenza tra spina e bottiglia secondo me varia molto dal modo che vengono preparate e seervite!!!!
poi per il discorso CO2 posso dirvi di leggere la mia discussione sul bicchiere sensazionale di gigi stecca che non vi ripeto qui....

hola!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Imparando dal babbo....
Ogni birra alla spina ha u suo metodo di spillatura, piu' o meno.
Io ho provato birre spillate in modi diversi, e vi assicuro che la resa le distingue chiaramente.
La birra a caduta da molta piu' soddisfazione, ? solitamente gasata al punto giousto, e il sapore non ? intaccato dal gas.
Poi v sono casi particolari, come ad esempio la Kilkenny Cream a caduta nel bicchiere a tulipano, che acquista un'amarognolo di tutto rispetto e molto piu' carattere che nel tipico bicchiere da pinta, spillata in due tempi.
In entrambi i modi la birra ? comuqnue buona e inimitabile.

Per quanto riguarda le birre in bottiglia, posso citare il mio esempio con la Ceres: versata normalmente o peggi bevuta a collo, si ha una birra terribilmente alcolica di cui ? impossibile gradire; versata nel modo insegnato a mio padre da G.Stecca nel bicchiere alto, simile a quello per frapp?, ne bevevo 3-4 di seguito ed era FANTASTICA!
ZERO gonfiore, ZERO dayafter sul divanoc cadaverico....


Poi ci sono molte birre buone sia alla spina che in bottiglia, anche perch? solitamente ? difficile che abbiano le stesse caratteristiche.
Ultimamente ho aggraziato il mio palato con BONS VOEUX e WATOU TRIPEL!!!
semplicemente divine...

Totally Addicted to BELGIAN BEER

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono d'accordo con sidney79ita anzi d'accordissimo, io per lavoro frequento locali di tutti i tipi dove si trovano miglioni di tipi di birre......alla spina...in bottiglia...a volte spinate talmente male che il barista bisognerebbe legarlo a un palo e dargli fuoco, a volte senti che l'impianto ? veramente poco pulito e bisognerebbe devastare il locale, a volte te le versano nei bicchieri da succo di frutta....quando c'? casino fanno questo ed altro....poveri noi.., ma a volte ti bevi delle cose veramente sublimi e se poi t'informi su come funziona l'impianto tutte le volte ti sentI rispondere "...a caduta..".....veramente FANTASTICA.......

Stefano Bolzonella

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...