Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
mysobry

Impianto all in one singolo tino braumeister clone

Recommended Posts

[quote]mysobry ha scritto:

Eccomi...nuovo adepto e thread sempre caldo...bene bene..
In merito al sensore PT100 alla fine ho optato per una versione filettata con diametro 8mm. La lunghezza dipende un po' dal contenitore che usi e dove piazzi il doppiofondo. Una coppia di guarnizioni garantisce la tenuta

Dove piazzare il sensore non e' irrilevante...vicino alla mandata...vicino alla aspirazione...a bagno nel malt pipe...ogni soluzione ha i suoi pro e contro in termini di precisione di rilevazione della temperatura e controllo del processo.
La cosa importante e' a posteriori tarare il temoregolatore per compensare eventuali offset rispetto alla temperatura effettiva. A tale scopo io uso sempre un termometro a mercurio di precisione come riscontro immerso per qualche centimetro alla sommita' del malt pipe.
Una volta tarato offset e preso dimestichezza con il processo il tutto risulta molto stabile e controllabile.
Non ho mai provato a effettuare un ciclo di "autoapprendimento" del PID.

buona costruzione
Davide

[/quote]

Grazie Davide, come ho scritto anche a Demetrio, ho acquistato la sonda.
Un altro problema che mi pongo è quello del whirlpool... non mi pare di aver letto nulla a riguardo, ma forse mi sbaglio... come te la cavi in questo caso?
é possibile secondo te realizzare un ulteriore foro, questa volta tangente alla parete ed utilizzare la pompa per questo scopo dotandola ovviamente di valvola che escluda la presa sul fondo (bisognerebbe forse invertire il flusso)?
...a proposito, la pompa che hai utilizzato, come reagirebbe al passaggio della "pappetta" di luppolo?
grazie ancora

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]oscar1 ha scritto:

Grazie Davide, come ho scritto anche a Demetrio, ho acquistato la sonda.
Un altro problema che mi pongo è quello del whirlpool... non mi pare di aver letto nulla a riguardo, ma forse mi sbaglio... come te la cavi in questo caso?
é possibile secondo te realizzare un ulteriore foro, questa volta tangente alla parete ed utilizzare la pompa per questo scopo dotandola ovviamente di valvola che escluda la presa sul fondo (bisognerebbe forse invertire il flusso)?
...a proposito, la pompa che hai utilizzato, come reagirebbe al passaggio della "pappetta" di luppolo?
grazie ancora

[/quote]

Bella domanda quella del whirpool...ci ho pensato e ho visto anche le soluzioni di altri. L'idea di base era quella di riutilizzare la pompa di ricircolo con un dispositivo mobile collegando alla mandata centrale nel tino un tubo opportunamente sagomato per avere un flusso tangenziale.
Il problema e' a fine bollitura andare a avvitare o agganciare con qualche sistema di innesto rapido il tubo per il whirpool immegendolo nel mosto bollente. Avevo escluso un sistema permanente con ulteriore foro nel tino e valvole di deviazione (semplicità  prima di tutto)
Tieni poi conto che la portata della pompa non e' cosi' elevata per creare un vero vortice.

Tutte queste considerazioni mi hanno fatto desistere nel realizzare un vero e proprio whirpool...lo faccio tranquillamente mano con un paletttone e olio di gomito :D

Quando poi posso uso i sacchetti per il luppolo onde evitare troppi residui e intasamenti della pompa

I risultati finali sono sempre ottimi...magari un pelo di residuo nel primario ma preferisco cosi' che complicare il sistema.

Il mio driver per questo tipo di impianto e' sempre stata la semplicità  !

enjoy
Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao,
innanzitutto complimenti per il progetto e relativa realizzazione a mysobry!! Ormai ho imparato a memoria tutta la discussione per capire bene come realizzare un impianto simile al suo.
Per la parte "meccanica"di taglio,incastro eccetera me la sono cavata,ma per la parte elettrica non ci siamo proprio per cui vorrei chiedere se qualcuno ha la pazienza di spiegarmi come effettuare i collegamenti,che fili usare eccetera tra corrente,interruttori e PID e a proposito di PID come funziona? Ho capito che tiene la temperatura dell'acqua costante ma poi qualcuno ha parlato di autoapprendimento.. [:212]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao, se vuoi posso mandarti uno schema a prova di ............ Hobbista non elettricista.....................
Ho appena finito di preparare gli schemi per il mio termoregolatore, ma puoi tener tranquillamente buono per qualsiasi termoregolatore.
se mi mandi il tuo indirizzo mail anche in Pm te lo giro

Per quel che riguarda il pid, non è altro che un algoritmo che calcola quando iniziare a staccare e riattaccare per restare il piu possibilie vicino alla temperatura di Set.

Occhio che poi vogliamo vedere le foto dell'impianto finito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]elpablo707 ha scritto:

Ciao,
innanzitutto complimenti per il progetto e relativa realizzazione a mysobry!! Ormai ho imparato a memoria tutta la discussione per capire bene come realizzare un impianto simile al suo.
[/quote]

grazie per i complimenti...un nuovo adepto del progetto...molto bene..aspettiamo la tua realizzazione !

[quote]
qualcuno ha la pazienza di spiegarmi come effettuare i collegamenti,che fili usare eccetera tra corrente,interruttori e PID e a proposito di PID come funziona? Ho capito che tiene la temperatura dell'acqua costante ma poi qualcuno ha parlato di autoapprendimento.. [:212]
[/quote]

La parte elettrica fortunatamente e' la piu' facile...piu difficile da spiegare che da realizzare...
Per la pompa un semplice interrutto on off che alimenta la pompa
Per il PID sul retro c'e' una morsettiera e tipicamente i collegamenti sono chiaramente indicati
Due fili per alimentazione del PID (eventualmente metti interruttore)
Due fili per collegare la sonda di temperatura
Due fili che vanno al rele' SSR

Il rele' a sua volta oltre ai due fili del PID ha un filo che va alla 220V e uno che va alla resistenza...
Appena ho un secondo disegno schema e lo posto

Inizia a tagliare...forare...limare...saldare..incollare...quella è la parte difficile !

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per le foto probabilmente sarà  dopo capodanno perchè dovrebbe essere babbo natale a portarmi la pompa ma in questo periodo di solito le spedizioni sono un pò rallentate..
Per il discorso elettrico la mia idea generale si rivela quindi giusta,però mi mancano i dettagli..tipo se un cavo da 220 va al relè,l'altro dove va,poi tutti i collegamenti spina-interruttore-pompa e spina-interruttore-PID e altre cosette del genere..
Però non voglio diventare molesto con le mie mille domande per cui intanto riguardo per bene le foto che hai postato sperando di capirci di più e poi approfitterò del tuo schema quando sarà  pronto! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Prima cotta dell'anno ...anzi DOPPIA cotta ..:D viste le temperature una Vienna e una Marzen
la semplicità  e praticità  del giocattolo unita alla tecnica BIAB mi ha consentito di produrre due birre in un giorno..dalle 10 del mattino alla sera alle 17....in relax :D:D

video HD
[url]http://youtu.be/yCQrCgQ7THw[/url]

enjoy..buon anno..buone cotte !
Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
dopo un po' ditempo finalmente ho terminato il mio clone !!!ringrazio mysobry che mi ha dato l'idea guardando questo forum!!!
ho copiato in pieno il tubo per stufe anche se l'ho trovato un po' sottilino,per la pompa ho adottato quella cinese comunque sempre food.
resistenza in incoloy sagomata.
ho adottato il perno filettato per avere meno problemi di tenuta alla guarnizione effettuata con quel bicomponente che diventa solido in 5 minuti.
nel malt pipe in fondo ho ritagliato 2 fogli di rete inox aisi 304 e inseriti nell'intaglio del tubo,mentre sopre ho utilizzato il disco del lautern tun che avevo li in cantina inutilizzato.

ecco il link delle foto:
[url]https://plus.google.com/photos/106313023311732590556/albums/5832474444135095073[/url]

buona birra !
ricky

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]cowric ha scritto:

dopo un po' ditempo finalmente ho terminato il mio clone !!!ringrazio mysobry che mi ha dato l'idea guardando questo forum!!!
[/quote]

Complimenti ! ottima realizzazione...:D semplice ed efficace

Sono contento che a valle del mio contributo iniziale l'adesione e l'interesse si sia trasformato in realizzazioni concrete ..ora aspettiamo anche gli altri !

Qualche domnada/commento
L'utilizzo del perno centrale mi sembra una ottima idea e migliore come tenuta e robustezza rispetto al mio sistema di serraggio.
Hai utilizzato una qualche guarnizione sul fondo del malt pipe ? o la pressione che eserciti con il dado superiore e sufficiente a garantire una tenuta metallo su metallo?
Non vedo la sonda di temperatura (forse filo volante)..in caso dove pensi di piazzarla ?

un commento sui terminali della resistenza..suggerisco di isolarli con una scatoletta a tenuta stagna...c'e' la 220v in giro e h20 e un po' di nastro mi sembra pericoloso [:25]

ugualmente per motivi di sicurezza non avrei messo il pannello di controll sotto il rubinetto di uscita...

per il resto molto bello e semplice

aspettiamo video primo collaudo e prima cotta ..avrai grandi soddisfazioni dal BIAB elettrico [:129]

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao!!!!!!
si sotto il malt pipe ho effettuato la guarnizione con quel bicomponente rosa,col perno che tiene schiacciato sul fondo ottengo una buona tenuta(non perfetta eh..un pochino perde ma la pompa fa' tranquillamente il suo ricircolo senza problemi).
per quanto riguarda le estremita' della resistenza ci ho messo due pezzi di canalina tondi tagliati e poi il nastro,volevo mettere una scatoletta,ma poi ho ragionato che l'importante e' che in caso di malaugurata uscita di acqua e meglio che siano separati ,mentre con una centralina unica se tu non vedi e si riempe di acqua tocca entrambi i poli creando cortocircuito.
sarebbe forse meglio due scatolettine chiuse ma separate,allora si' sarebbe perfetto ci pensero'!
per la centralina sotto hai ragione ci avevo pensato ma esteticamente mi piaceva l'idea di averla sotto.
ho tenuto comunque il rubinetto molto piu' avanti con una prolunghetta quiandi non dovrei avere problemi,ed in piu' ho tenuto la centralina solo appoggiata alla piastra saldata in modo che quando e' in funzione posso spostare la centralina di lato,mentre se devo spostare la pentola per metterla via la aggancio con un'elastichino.
la sonda per adesso ho preferito tenerla libera perche' quella che ti danno nel kit pid sestos ha il filetto troppo sottile per agganciarla,forse piu' in la' ne compro un'altra anche se mi prende male fare un'altro foro!!!ormai e' una gruviera sotto!!!!![8D]
nel link trovi anche il video dove ho fatto la prova solo con h20 e mi sembra positiva un buon ricircolo,speriamo bene!!!:D
ora ho preso una pausa perche' devo costruirmi una camera di fermentazione sul balcone di casa!!!appena trovo un frighetto sono pronto per la cotta!!!(non vedo l'ora!)
io ti ringrazio per avermi dato l'idea(non conoscevo il braumeister)
ed il fatto di abbandonare 3 pentole 2 fornelloni e bombola mi sembra il paradiso!!!abbandono la cantina per farla comodamente a casa!!!
ho letto che la saccarificazione nin questo sistema e' piu' lungo fino a due ore e' vero?
ed anche che bisogna considerare il 20%in piu' di materiale per ovviare alla piu' scarsa efficienza e' vero?
ciao
buona birra!!!!!!!:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
grazie per i chiarimenti...mi sembra tutto congruente e sensato
non resta che collaudare !
per la camera di fermentazione..dai un occhio ai miei post e ne trovi una versione a celle di peltier...non economica e semplice come un frigo ma nuovamente molto compatta, semplice da usare e high tech !

In merito alle tue domande...sfatiamo due falsi miti
la saccarificazione avviene nei tempi ordinari...a meno che non usi percentuali elevate di malti non modificati con i moderni malti ricchi di enzimi non hai alcun problema (falso mito dell'elevata diluizione degli enzimi)
L'efficienza complessiva dipende da tanti fattori ma in generale è un altro falso mito che il BIAB e' molto meno efficiente...una macinatura leggermente piu' fine e una manciata di malto in piu' compensa tranquillamente l'assenza di sparging.

enjoy
Davide

[quote]cowric ha scritto:

ciao!!!!!!

io ti ringrazio per avermi dato l'idea(non conoscevo il braumeister)
ed il fatto di abbandonare 3 pentole 2 fornelloni e bombola mi sembra il paradiso!!!abbandono la cantina per farla comodamente a casa!!!
ho letto che la saccarificazione nin questo sistema e' piu' lungo fino a due ore e' vero?
ed anche che bisogna considerare il 20%in piu' di materiale per ovviare alla piu' scarsa efficienza e' vero?
ciao
buona birra!!!!!!!:D

[/quote]

Share this post


Link to post
Share on other sites
si qualcosa avevo visto ma tu come elettronica sei un vero e proprio genio!!!!!!!!!io non so' se sarei in grado,le avevo valutate le celle di peltier,ma non saprei da che parte iniziare,si trovano kit con celle e dissipatori belli pronti?io ho un frighettino di quelli caldo freddo con una cella da 65w ma penso sia un po' pochino vero?

[quote]mysobry ha scritto:

grazie per i chiarimenti...mi sembra tutto congruente e sensato
non resta che collaudare !
per la camera di fermentazione..dai un occhio ai miei post e ne trovi una versione a celle di peltier...non economica e semplice come un frigo ma nuovamente molto compatta, semplice da usare e high tech !

In merito alle tue domande...sfatiamo due falsi miti
la saccarificazione avviene nei tempi ordinari...a meno che non usi percentuali elevate di malti non modificati con i moderni malti ricchi di enzimi non hai alcun problema (falso mito dell'elevata diluizione degli enzimi)
L'efficienza complessiva dipende da tanti fattori ma in generale è un altro falso mito che il BIAB e' molto meno efficiente...una macinatura leggermente piu' fine e una manciata di malto in piu' compensa tranquillamente l'assenza di sparging.

enjoy
Davide

[quote]cowric ha scritto:

ciao!!!!!!

io ti ringrazio per avermi dato l'idea(non conoscevo il braumeister)
ed il fatto di abbandonare 3 pentole 2 fornelloni e bombola mi sembra il paradiso!!!abbandono la cantina per farla comodamente a casa!!!
ho letto che la saccarificazione nin questo sistema e' piu' lungo fino a due ore e' vero?
ed anche che bisogna considerare il 20%in piu' di materiale per ovviare alla piu' scarsa efficienza e' vero?
ciao
buona birra!!!!!!!:D

[/quote]
[/quote]

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]cowric ha scritto:

si qualcosa avevo visto ma tu come elettronica sei un vero e proprio genio!!!!!!!!!io non so' se sarei in grado,le avevo valutate le celle di peltier,ma non saprei da che parte iniziare,si trovano kit con celle e dissipatori belli pronti?io ho un frighettino di quelli caldo freddo con una cella da 65w ma penso sia un po' pochino vero?

[/quote]

sono un grande estimatore delle celle di peltier e sto lavorando a un nuovo progettino..so che molti non sono favorevoli al loro utilizzo (efficienza..) ma in alcune applicazioni sono davvero uniche (capacita' di controllo, assenza parti meccaniche , reversibilita' caldo freddo)
In merito alla realizzazione della cella quello che posso dirti e' che la parte meccanica e' sempre la piu' complicata...l'elettronica (o il software) piu' alla portata.
Se parti gia' da un frigghetto ti semplifichi la vita...puoi poi aumentare la potenza (e il sistema di controllo) ma per 20L di birra se non hai temperature estreme non servono potenze esagerate (il processo di fermentazione genera calore ma in maniera moderata) ...importante e' andare a regime in qualche ora e avere un sistema stabile e preciso..

prova a "studiare" le varie soluzioni se poi ti orienti al peltier ne parliamo !

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
[url]http://shop.solarproject.co.uk/sp2020-easy-connect-water-circulation-pump-%C3%82%C2%A3230-p-10.html[/url]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi permetto anch'io di fare i complimenti sia a mysobry che a cowric e volevo approfittare per chiedere se fosse possibile fare una guida dettagliata di una cotta con il clone Braumeister o BIAB elettrico da voi realizzato.
Grazie a questa discussione e' venuta anche a me la voglia di realizzare un clone del famoso Braumeister e sicuramente mi aggiungero' con la mia modesta esperienza ai vostri commenti.
Complimenti ancora per la bellissima esperienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi accodo ai tanti reply e sottopongo la mia questione.
Vorrei replicare questa esperienza ma ho un dubbio sul dimensionamento della pentola anche in vista di OG alte.
C'è una qualche formula per calcolare la capacità  limite del tutto?
Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]pupatino ha scritto:

Mi permetto anch'io di fare i complimenti sia a mysobry che a cowric e volevo approfittare per chiedere se fosse possibile fare una guida dettagliata di una cotta con il clone Braumeister o BIAB elettrico da voi realizzato.
[/quote]

Grazie per i complimenti e mi fa sempre piacere vedere che questo thread e' sempre "cool"

in merito alla tua richiesta pui dare una occhiata a qualche video che ho fatto durante la fase sperimentale lo scorso anno

[url]http://youtu.be/uQIQUxqv408[/url]

[url]http://www.youtube.com/watch?v=yCQrCgQ7THw&feature=share&list=UUbHbpcUKpylP6pqQstqklow[/url]

non sono esattamente una documentazione completa di tutto il processo ma ti danno idea di come funziona il giocattolo.

In effetti potrebbe essere una idea di fare un video tutorial su tutto il processo BIAB con il braumeister clone

Da allora una decina di cotte e sempre soddisfatto del prodotto finale e dei requisiti per cui l'ho costruito: semplicità ' , compattezza, facilita' utilizzo.

per la cronaca domenica ho cotto una california common...

[IMG]https://lh6.googleusercontent.com/-eeeX7Q4KRHM/UWwM_znmzeI/AAAAAAAABbU/AdqrbO3DQFA/s640/P1000798.JPG[/IMG]

[IMG]https://lh6.googleusercontent.com/-ux1T4GYt6b4/UWwNHAhpXYI/AAAAAAAABbc/vMaXDtsv7so/s640/P1000802.JPG[/IMG]

buon progetto !
Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie 1000, x la risposta è per la tua disponibilità  verso chi è ancora alle prime armi. Ti avevo appena scritto in privato chiedendoti sempre maggiori dettagli sul funzionamento e su tutto il processo BIAB. Augurandomi che quando avrai in po di tempo farai un video tutorial del processo , ti ringrazio anticipatamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Visto che si era discusso di resistenze da usare in questo tipo di pentola, ho trovato in rete questi prodotti, che ne dite?

[URL]http://www.emp.it/emp_editor/FILES/C03-06%20Riscaldatori%20tubolari.pdf[/URL]

[URL]http://www.itsensor.it/resistenze-riscaldanti-1/resistenza-schermata-dritta.html[/URL]

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]pupatino ha scritto:

Ti avevo appena scritto in privato chiedendoti sempre maggiori dettagli sul funzionamento e su tutto il processo BIAB.
[/quote]

sul processo BIAB in generale ti suggerisco di documentarti indipendentemente dal fatto di usare un impianto come il braumeister o la pentola e il sacco.

nel forum c'e' apposita sezione con tanto di miniguide per i BIABisti

[url]http://forum.areabirra.it/forum/forum.asp?FORUM_ID=42[/url]

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×