Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
mysobry

Impianto all in one singolo tino braumeister clone

774 posts in this topic

Ciao
Dopo essermi cimentato con l’autocostruzione di varie soluzioni impiantistiche piu’ o meno complesse e sofisticate mi sono messo in testa di realizzare un impiantino il piu’ possibile [b]semplice, leggero,facile da pulire, ultracompatto[/b] da utilizzare anche in appartamento e magari anche (semi)automatico.

Commercialmente questi requisiti hanno un nome e un prodotto …[b] Speidel Braumeister[/b] abbastanza noto e diffuso di cui si possono trovare varie recensioni e esperienze di utilizzo.

[img]http://www.speidels-braumeister.de/media/content/pic/en_technik.jpg[/img]

[url]http://www.speidels-braumeister.de/shop_content.php/coID/29/content/technische-daten.html[/url]

L’idea di fondo e’ quella di utilizzare[b] un unico contenitore[/b] per le varie fasi inserendo all’interno un cilindro piu’ piccolo (malt pipe) nella fase di ammostamento in cui inserire la miscela di grani e ricircolare il mosto attraverso una pompa. La tecnica generale e’ quella del [b]no sparge o BIAB[/b] (brewing in a bag). Il braumeister originale e’ dotato anche un controller che automatizza e temporizza tutte le fasi. Raffreddamento con la classica serpentina a immersione.

Partendo da questi concetti ho raccolto parecchie informazioni nei vari forum su come realizzare una versione casalinga DIY del braumeister…in una prima fase non automatica se non nel controllo di temperatura (con un termoregolatore PID) per poi eventualmente automatizzarla con un micrcontroller (tipo[b] brewtroller[/b])

Le realizzazioni che ho trovato sono molto interessanti e in alcuni casi molto ben fatte…ne linko una giusto come riferimento. Mio obiettivo e’ comunque semplicta’ realizzativa (e basso costo..)

[url]http://hobbybrauer.de/modules.php?name=eBoard&file=viewthread&fid=12&tid=4639&page=1&orderdate=ASC[/url]

Attulmente sono nella fase di disegno della soluzione e recupero delle componenti. Condivido quanto fatto sperando ovviamente in suggerimenti e commenti !

Per prima cosa un disegno 3D fatto con google sketchUP giusto per rendersi conto dell’assemblaggio complessivo e di dimensioni e proporzioni del sistema.

[img]https://lh6.googleusercontent.com/-9FDDwRHoTcU/TmDJHWIE_mI/AAAAAAAAAC0/nkswm_dEqf0/s640/Single%252520Vessel1.jpg[/img]

Per il contenitore esterno ho optato per la classica pentola coibentata di acciaio in vendita dai “krukki”…basso costo…coibentazione che aiuta con le potenze in gioco per ammostamento e bollitura. Ho acquistato la versione da 40 litri…40cm x 40 cm esterni…utili 35x35.

Per il contenitore interno ho optato per un tubo…secondo la versione originale del braumeister. In altre soluzioni ho visto spesso usare una pentola da raccordare poi sul fondo con la mandata della pompa. Ho utilizzato [b]tubo inox per i fumi di scarico delle cappe[/b]…diametro 25 , lunghezza 50 da tagliare, il volume utile totale dovrebbe essere 18-19 litri…sufficiente per 5Kg di malto macinato e quindi 19-20 litri di birra finita.

Nel tubo occorre inserire il doppio fondo a qualche CM dal bordo inferiore e un altro filtro in cima. Per realizzare cio’ ho pensato di utilizzare un [b]doppiofondo forato in polietilene[/b] ritagliato da una fuscella per il formaggio. Il polietilene e’ piu’ facile da lavorare del inox, e’ alimentare, resiste al calore. Sul bordo del tubo l’idea e’ quella di applicare una guarnizione in modo da realizzare la tenuta con il fondo del contenitore esterno. Ancora da studiare l’ancoraggio del tubo…nel braumeister c’e’ un perno centrale filettato e un traversino con un galletto per premere il tutto. Se possibile cercherei una soluzione senza il perno centrale per non forare la pentola.

Riscaldamento elettrico a immersione diretta (ho abbandonato idea di scaldare dall'esterno con resistenze siliconiche) con una resistenza universale da 2,5Kw che ho opportunamente sagomato realizzando due spire che avvolgono il tubo interno. I terminali sono sigillati con appositi connettori e fuoriescono all’esterno (nel disegno di lato ma nella implementazione sul fondo) per essere connessi all’alimentazione 220V

Per la pompa ho optato per una pompa magnetica usata nella circolazione dell h20 sanitaria…marca Laing Ecocirc E1…compatta , robusta e facile da pulire (si smonta il corpo e si estrae la girante)

questo e' quanto ho raccolto

[img]https://lh4.googleusercontent.com/-z6faUXrYy64/TmDJHRcuUuI/AAAAAAAAAC0/di1LL7gd4DY/s640/Single%252520Vessel.jpg[/img]

Per ora e’ tutto …circa 300E di spesa…mi serve ancora un termoregolatore PID con sonda di temperatura e eventualmente un rele’ SSR per pilotare la resistenza.

Per il raffreddamento penso di usare uno scambiatore a piastre che gia’ possiedo.

Evoluzioni successive comprendono il montaggio su un piccolo carrello magari inserendo delle elettrovalvole per il flussi di ingresso/uscita , sensori di volume, e un micorcontroller che automatizzi le varie fasi. Per ora posso farne a meno e fare esperienza con la tecnica BIAB

Che ve ne pare ? suggerimenti o esperienze in merito ?

enjoy
Davide
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao

grazie per il supporto...aggiorno in thread mano a mano che procedo :)

@rico
per sollevare il cilindro interno realizzo una maniglia da agganciare ai lati. Tieni conto che per centrare il cilindro nel contenitore inseiro' 4 distanziatori radiali che possono tornare utili per agganciare la maniglia

@velleitario
si bollitura con resistenza a immersione diretta. Con un controller PID e un rele' SSR dovrei riuscire a modulare la potenza per evitare fenomeni di overboilng

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bellissimo lavoro, complimenti!! :)

Una domanda: ma la serpentina riscaldante sarà  a diretto contatto con il mosto in bollitura? Se sì, non hai paura di fenomeni di caramellizzazione o di bruciature del mosto stesso vicino alla resistenza?

ciao e tienici aggiornati su come proseguono i lavori!

Tony

[url]www.birradio.it[/url]

Share this post


Link to post
Share on other sites

rispondo a un paio i punti

La pompa magnetica e' molto simile in termini di caratteristiche tecniche a quella usata dal Braumeister...nel 20L ne impiega una e nel 50L due. Cambia la marca che nel caso originale e Vortex nel mio caso LAING.
In qualche forum ho letto che la girante del braumeister e' "custom" ovvero specifica per l'impiego con fluidi non perfettamente puliti. Realizzando bene il filtro spero di non aver problemi di particelle in sospensione...o almeno eliminare quelle di dimensioni che potrebbero creare problemi...al solito tutto da provare

Sulla serpentina a bagno nel mosto in bollitura penso ci sia "molta letteratura" e per certi aspetti anche qualche falso mito...
La caramellizzazione degli zuccheri e' le varie reazioni di Mailard sono fenomeni inevitabile anche in altri sistemi...e in alcuni casi anche voluti ! :)

Se si pensa che in certi stili si aggiungono malti speciali proprio per dare note di caramello...:)
Ho visto impianti (USA) con fuochi diretti o resistenze a bagno e bevuto birre stratosferiche...

In generale mio obiettivo primario e' : semplicità  realizzativa, semplicità  utilizzo, semplicità  manutenzione...il che comporta necessariamente qualche compromesso...e gli effetti sul mosto della resistenza a bagno mi sembra accettabile

Un accorgimento che non pregiudica semplicita' e puo' essere utile ad avere il controllo delle reazioni in bollitura e' quello di controllare la potenza della resistenza durante la bollitura (anche per evitare fenomeni di overboil).
Avendo optato per un controllo elettronico via SSR posso ridurre manualmente la potenza della resistenza una volta raggiunta la temperatura in un range 0-100%.

nel week end fatto ancora un po' di lavoro...a breve un update ;)

ciao
Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
anche io sto facendo impianto con uso resistenze a immersione (per sparge e boil) e ho quadro elettrico dove posso decidere potenza da usare appunto per non avere overboil.molto interessante cmq.magari ho letto male ma anche per mash usi resistenze a immesione?io ho ideato sistema bagnomaria con resistenza appunto nell'intercapedine tra 2 pentole (una dentro altra) e se nn funziona penso di fare architettura tipo herms.
ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Cacio

alcuni commenti...per lo sparge ovviamente non e' un problema avere una resistenza a bagno...per fortuna H20 non si caramella :D:D !

Sul boil e' questione di filosofia...ci sono pro e contro in tutte le soluzioni...sicuramente un sistema con vapore , valvola modulante e PLC e' meglio di una resistenza immersa...ma forse per un sistema HB non e' percorribile..e nel mio caso obiettivo principale e' la semplicita'.
Un paio di domande sulle resistenze usate...che tipo di resistenze hai trovato? che densita' di potenza utilizzi ? io ho avuto difficolta' a trovare resistenze a bassa densita' di potenza sagomate per il mio tino e sono ricorso a una resistenza "general pourpose" da sagomare.
Che tipo di controller usi per modulare la potenza ? automatico o manuale ? ci sono varie soluzioni per controllare un carico resistivo ...SCR...PWM... qualche esperienza in merito ?

Sul mashing tieni conto che il mio progetto non e' HERMS o RIMS...ma una via di mezzo legata alla tecnica BIAB..in pratica ho un ricircolo costante del mosto nelle trebbie e contestuale riscaldamento dello stesso..sempre per contatto con resistenza a bagno.

L'idea del mash a bagnomaria e' sicuramente valida..:).ma piu' complicata [|)]

Ho visto anche realizzazioni singolo tino con tecnica del bagmomaria...in pratica contenitore esterno con h2o e resistenze, contenitore interno con mosto e aspirazione della pompa di ricircolo, contenitore ulteriormente interno (malt pipe) con malto, filtri e mandata della pompa..in pratica il braumeister a sua volta immerso in un bagnomaria !!
Interessante ma un bel casino per l'idarulica dovendo far attraversre i raccordi verso l'esterno ben 3 tini.

Resta in me idea di scaldare il tutto dall'esterno in manira diffusa con le resistenze siliconiche flessibili..(vedi mio post)...per ora ho desistito per costi e non garanzia di riuscire a effettuare il boil con le potenze in gioco.


enjoy
Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
il mio impianto non è automatizzato, lo potrebbe essere in futuro.cmq io ho 2 resistenze a immersione in acciaio anche l'attacco e queste sono per pentola sparge e per boil.le 2 resistenze sono collegate a quadro elettrico che ha 3 interruttori per resistenza per decidere potenza.a sua volta poi a questo quadro saranno collegati termostati con sonda per controllare temperatura.
x mash: sistema bagnomaria è un esperimento al max poi posso fare herms ho visto qualche esempio su internet.cmq adesso ci sarebbe sonda che rileva temp della pentola interna (dove c'è mosto).termostato regola resistenza che sta nell'intercapedine.fondamentale sarà  coibentare bene il tutto.se nn funzionasse riempio intercapedine tipo con iso a schiuma e tanti saluti.tanto la resistenza l'ho pagata poco.
poi appunto avendo già  pompa e vari collegamenti dovrei fare scambiatore soltanto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come promesso qualche aggiornamento sulla costruzione complice il week end di "lavoro"

Ho realizzato i [b]supporti del pentolone[/b] con del scatolato di recupero con al fondo dei pedini regolabili che mi aiuteranno a mettere il sistema in bolla. Ho tagliato lo scatolato in modo da creare 4 alette forate e ancorare la gamba con 4 rivetti sul fondo del pentolone (parete esterna)

[img]https://lh6.googleusercontent.com/-7DzSCJCAQeQ/TmDJHc8AavI/AAAAAAAAAC0/lB9sxh71tZk/s640/Single%252520Vessel2.jpg[/img]

Ho realizzato [b]3 staffe inox[/b] in modo da tenere allineate e bloccate le spire della resistenza e creare un distanziatore dal fondo della pentola.

[img]https://lh4.googleusercontent.com/-1rS29mo0lkY/TmDJHUfqXfI/AAAAAAAAAC0/Y8hmge7qZdM/s640/Single%252520Vessel5.jpg[/img]

Ho infine realizzato il [b]doppiofondo[/b] partendo da una fuscella per formaggi in polietilene a cui ho staccato il fondo. Opprtunamente ridotto di misura il fondo forato si incastra perfettamente nell’asola che c’e’ nel tubo inox della stufa. Anche se il doppiofondo rimane bloccato nell’asola ho ordinato del silicone adatto per alimenti per siglillare il tutto. Sul bordo inferiore ho poi relizzato una guarnizione di tenuta con un tubetto di silicone (da acquario) da 5mm che ho tagliato longitudinalmente..anche questo da siliconare.

[img]https://lh3.googleusercontent.com/-UzwUBbaG2Fc/TmDJHT2RsxI/AAAAAAAAAC0/_Eo2TFRZF6M/s640/Single%252520Vessel3.jpg[/img]

Infine ho talgiato il tubo a 32 cm..un paio di cm meno del pentolone.

[img]https://lh5.googleusercontent.com/-tYkcomxM99A/TmDJHUo3MOI/AAAAAAAAAC0/NAVbCjJW5tw/s640/Single%252520Vessel4.jpg[/img]

Il dubbio che ho e’ che il volume utile del mio malt pipe di 12L sia un po’ piccolo per ammostare 4-5 kg di grano…purtroppo la misura successiva dei tubi da stufa inox e 30cm…troppo grande per il pentolone da 35.

Qualcuo sa dove reperie dei tubi inox (o polietilene alimentare) di dimensione intermedia…??

Stay tuned

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bel lavoro!

4-5 kg assorbiranno 4-5l d'acqua, quindi potresti anche starci dentro, il problema spazio ti si presenterà  quando dovrai fare birre con gravità  un po' più alte che necessiteranno magari di 6-7 kg. Quello che mi fa pensare, è come possa influenzare l'efficienza del sistema il lasciare tutti i grani in uno spazio così compatto, e con una superficie di filtraggio così piccola (e di conseguenza uno strato molto alto di grani).

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Chris ha scritto:

Bel lavoro!

4-5 kg assorbiranno 4-5l d'acqua, quindi potresti anche starci dentro,
[/quote]

Concordo con la valutazione di Chris …Il problema e’ che all’interno del malt pipe la miscela deve essere abbastanza fluida per consentire alla pompa di ricircolare il mosto e farlo traboccare dal bordo superiore
Pensavo a miscele con almeno 3L per kg di grani e per 19 litri di mosto post bollitura a media densita’ occorrono come rilevi 4-5kg di grani…15 o piu’ litri di H20 e il volume dei grani

Stavo pensando di allungare il tubo interno per aumentare il volume…[b]anche oltre il bordo della pentola esterna[/b]…tanto il mosto ricade all’interno per cui non vedo problemi.

Il punto e’ capire fino a quanto la pompa riesce a superare un dislivello tra il bordo superiore del malt pipe e il livello del mosto nella pentola…

[img]https://lh6.googleusercontent.com/-pqDrRASxzCI/TmDJHRgM6UI/AAAAAAAAAC0/hxTclW6UY9w/s512/single%252520vessel%252520quote.jpg[/img]

Ho provato a fare un disegno con quote esatte
Contenitore interno 35x35 pari a 33,6 litri
Malt Pipe 25x 38cm
Altezza doppiofondo 2cm
Distanza filtro superiore dal bordo 1cm
Ne risulta un volume utile di 25x35 pari a 17L che potrebbe andare bene

In questa soluzione il tubo esce 3 cm dal contenitore esterno…e il dislivello da superare potrebbe essere di una decina di Cm….da capire se la pompa ce la fa…

Ci medito ancora su…

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusa, ma il tubo per canne fumarie hai detto in INOX, ma che inox?
Alimentare è 316, non penso che il tuo lo sia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]zannal ha scritto:

Scusa, ma il tubo per canne fumarie hai detto in INOX, ma che inox?
Alimentare è 316, non penso che il tuo lo sia.
[/quote]

ciao l'elemento usato e' una canna fumaria monoparete in accaio inox AISI 316 L che mi risulta compatibile con h20 potabile e alimenti in generale

[url]http://www.inoxtechitalia.it/prodotto.asp?id=&idCat=ITT&idSottoCat=ELEMENTI%20RETTILINEI&pagina_corrente=33[/url]

ciao
Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Qualche aggiornamento sullo stato di avanzamento del progetto

Ho realizzato le [b]connessioni per l’elemento risaldante[/b] piegando i due terminali e forando il fondo per inserire i due connettori passanti.


[img]https://lh5.googleusercontent.com/-00bjVELh4zI/TmDJHS3reAI/AAAAAAAAAC0/zhkRsrCypcY/s720/Single%252520Vessel6.jpg[/img]

Ho realizzato le [b]connessioni della pompa [/b]di circolazione forando il fondo e inserendo due scarichi in ottone. L’aspirazione rimane nella camera tra il contenitore esterno e il malt pipe, la mandata l’ho posizionata nel centro. I giunti in ottone consentono di smontare rapidamente la pompa per manutenzione. Il collettore sul fondo e’ filettato all’interno (3/8) e questo puo’ essere utile per collegare una spray ball o un tubo per il whirpool…
Ho realizzato un ultimo foro per un collettore di aspirazione da collegare il rubinetto di uscita. Ho preferito una connessione sul fondo rispetto a una a parte per vari motivi: svuotare completamente il pentolone, fondo piatto anziché parte curva, etc..

[img]https://lh6.googleusercontent.com/-Ei4e-UAqhe8/TmDJHeFERCI/AAAAAAAAAC0/ggyGFzGvsMU/s720/Single%252520Vessel7.jpg[/img]

Resta da realizzare la parte elettrica (sto aspettando il termoregolatore PID) e un meccanismo per garantire la tenuta del malt pipe sul fondo del contenitore esterno.
L’idea e’ quella a di usare un meccanismo di molle/elastici in modo da esercitare la pressione del malt pipe sul fondo. Devo studiarci ancora…vi aggiorno online

Stay tuned

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Qualche aggiornamento sull’avanzamento del progettino

Ho completato la parte meccanica e idraulica installando i piedini, collegando la pompa, il rubinetto di uscita e realizzando il sistema di tenuta a pressione del malt pipe.

Quest’ultimo e’ costituito da un profilato di lega rigida ad H in cui ho fatto un paio di incisioni per adattarlo al bordo superiore del malt pipe e le cui estremita’ sono ancorate con molle alle maniglie del pentolone.

Devo ancora trovare le molle giuste e sto valutando di usare dei perni filettati con un galletto in testa per regolare la pressione…ma il principio e’ quello per cui la barra trasversale esercita pressione sul malt pipe e garantisce la tenuta sul fondo attraverso una guarnizione…

[img]https://lh3.googleusercontent.com/-sDBTbwSFs8A/TmDJHckl1PI/AAAAAAAAAC0/DNdSW8dlsRI/s720/Single%252520Vessel8.jpg[/img]

E su questo punto ho riscontrato i primi problemi: al primo collaudo riempiendo di h20 il pentolone e attivando la pompa il livello nel malt pipe non sale ! [V] nonostante la pompa abbia una discreta protata come potete vedere in questo video.

[url]http://youtu.be/ZXSKIUfXVzg[/url]

Fatto un po’ di esperimenti e verifiche…ad esempio riepiendo il malt pipe (avendo cura di chiudere con un tappo il coruito della pompa) di h20 per vedere se trafilava verso la pentola esterna…e mi sono reso conto che il problema e’ dato dalla scarsa tenuta della guarnizione sul fondo.

Sto cercando di ovviare al problema reperendo una guarnizione piu’ adatta (quella attuale e’ ricavata da un tubo si silocone per acquario tagliato longitudinalmente e siliconato sul bordo del malt piep) e cercando di eliminare tutte le imperfezioni del bordo inferirore del malt pipe dovute al taglio con il flessibile. Se qualcuno a suggeimenti ben venga ! [:27]

Spero di risolvere entro breve questo problema bloccante e procedere con la parte elettronica e di controllo :)

Aggiornamenti dopo ferragosto..

Enjoy
Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Davide
La pompa dove la hai recuperata? E per quanti soldi? Io ne ho una Tellarini per il mio impanto che sinceramente mi ha stufato alla grande. Potrei utilizzare pure io una pompa come questa per i trasferimenti del mosto, quale è la temperatura massima di lavoro?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Davide, complimenti per questa ennesima realizzazione..
Ti chiedo una cosa, dato che vorrei tornare anche io ad un impianto elettrico per motivi di praticità  rispetto al gas: hai già  provato a fare la bollitura anche di semplice acqua con la resistenza? hai visto se 2,5 kw sono sufficienti per far bollire 25-30 litri di mosto ottenendo i canonici 4-5 lt di evaporazione oraria??

grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now