Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
mase

12/13 Giugno no al nucleare le alternative ci sono

Recommended Posts

Ho letto con attenzione i vari post in questo topic in quanto sono molto interessato alla questione nucleare e devo dire che tutti hanno espresso opinioni rispettabili con dati oggettivi ed un pensiero che trascende il semplice isterismo di massa dovuto alla crisi Giapponese. Per questo devo dire che indipendentemente dal Si o No il vostro voto sarà  un voto "meritato" .

Il problema però sta nei milioni di Italiani la cui massima fonte d'informazione è Studio Aperto, che non conosce minimamente la situazione energetica Italiana, che per loro utilizzare il nuculare ( come dice Homer Simpson ) equivale a distruggere il mondo e che senza nessuna nozione di base millantano un piano energetico basato sul fotovoltaico ed eolico.

Questa gente è in netta maggioranza su ogni tipologia di votante minimamente informato ( che sia pro o contro ) e trovo ABERRANTE che abbia il potere di fare e disfare progetti tenici e di assoluta importanza come quello energetico.

Nonostante sia stato solo un neonato durante il referendum dell' 87 crescendo e con l'utilizzo di internet ho avuto la possibilità  di reperire informazioni sul disastro di Chernobyl da verie fonti e per quanto sia stato devastante arrivare al referendum è stato un colpo al cuore per la politica energetica Italiana. Non voglio allargarmi sulla situazione Ucraina, ma molti sapranno che per far incendiare il reattore è stata necessaria una quantità  concatenata di eventi assurda e irripetibile. Però è bastato l'allarmismo per far si che l'Italia abbandonasse il nucleare, nonostante mezza Europa continuasse imperterrita nei suoi piani e come se la radioattività  in caso di disastro rispettasse i confini nazionali. 24 anni dopo la storia non si ripete per nulla, nonostante i media, gli allarmisti e gli ambientalisti amino allacciare i due eventi. Si stiamo di fronte ad un incidente dovuto ad uno Tsunami alto 10 metri che nessuno si aspettava ( massimo 6 metri ) ed è giustissimo rivedere certi piani di sicurezza affinchè si sia coperti su tutti i fronti di rischio, anche quelli più improbabili. Ma no, non stiamo di fronte ad una seconda Chernobyl, i Giapponesi stanno contenendo al meglio la fuoriuscita radioattiva e nonostante si siano avendo dei problemi con l'acqua marina è una situazione che si risolverà  con 0 morti dovuti alle radiazioni ed una bonifica completa dell'area. Eppure il terremoto era di una forza inaudita, così come lo tsunami, eppure tutte le altre centrali nucleari hanno retto e si sono spente automaticamente durante la scossa; centrali nucleari di 40 anni fa, ricordiamolo.

Il nucleare è un ottimo mezzo di produzione elettrica che da decenni sta dando i suoi frutti nei più disparati paesi del mondo, tutte le nazioni del G8 utilizzano il nucleare, tranne l'Italia, tutte le nazioni del G20 utilizzano il nucleare, tranne l'Italia. ( con Turchia e Indonesia che per il momento stanno in fase di pianificazione )

Le percentuali variano dal 3% del fabbisogno energetico dell'Olanda al 70% della Francia. L'Italia con il ritorno al nucleare arriverebbe a coprire il 3%, che sembra un numerino insignificante ma si tratta pur sempre di 17GW di potenza per una decina di centrali sparse sul territorio Italiano, ad un prezzo di 20 miliardi di Euro. Molti storciano il naso di fronte a questi costi e questa piccola percentuale, ma poi non sanno che per arrivare all'equivalente di 17GW prodotti dal nucleare con il fotovoltaico ci vorrebbero circa 212 centrali solari da 0,08GW , con la copertura di 0,8km² di area l'una ad un costo di 60 miliardi di euro totale. Questa stima è presa dalla centrale solare più potente d'Italia e la seconda più potente del mondo ( 0,08GW di potenza, 0,8km² di area utilizzata, costo 300 milioni di euro ). L'unico modo per rientrare nei costi di una centrale centralizzata che produca in media sui 1,5GW di potenza è quello a carbone/petrolio/gas, ma il carbone/petrolio/gas sono inquinanti e l'Italia ne è già  piena, infatti abbiamo una sovrapacità  produttiva per quanto riguarda gli impianti, ma poi dobbiamo importare le materie prime. La stessa cosa si farebbe con l'uranio, ma le quanità , i costi, e le tempistiche sono del tutto differenti. Con poche tonnellate di uranio si può mandare avanti una centrale per anni, con poche "tonnellate" di petrolio/carbone/gas non vai avanti neanche per un giorno. E fidatevi preferirei avere sottocasa una centrale nucleare che una a petrolio.
Destino vuole che io abiti in una zona estremamente montuosa e che il rinnovabile possa essere utile con la produzione di percentuali importanti: sto parlando ovivamente dell'idroelettrico; L'Italia produce il 15% del suo fabbisogno con l'idroelettrico, eppure nessuno parla dei disastri compiuti ad intere vallate e bacini idrografici per poter arrivare a questo. Interi ecosistemi fatti morire con la cementificazione. Ma va bene così, si tratta di rinnovabile e rinnovabile è bene no ? E chissenefrega se in Giappone sono morte centinaia di persone a causa del crollo di una diga durante il terremoto che ha cancellato dalle cartine il loro paese. Quelle persone non sono morte avvelenate da radiazioni, sono morte per un incidente che può capitare. Spero capiate il mio sarcasmo, come i media e l'allarmismo possano plagiare le opinioni della massa e di come il resto non venga minimamente trattato lasciandolo nel dimenticatoio.

Per il momento solare ed eolico sono sulla bocca di tutti ma quasi nessuno ne sa niente, l'importante è pronunciare le paroline magiche " nucleare = morte, ce la vuoi una centrale sottocasa ? Basta inquinare il mondo, si alle rinnovabili ! "
Per evitare fraintendimenti io sono favorevolissimo al rinnovabile, sarcasmo sull'idroelettrico apparte è un ottimo modo per produrre energia elettrica, mentre il solare può diventare un'ottima fonte di integrazione domestica. Riusissimo veramente a mettere dei pannelli fotovoltaici/solari su ogni tetto d'Italia riusciremmo a rendere semi-indipendente almeno il privato, ma di sicuro non l'Italia intera come alcuni millantano. Al momento è un'utopia, però è giusto che i nuovi standard di costruzione edile contemplino la possibilità  di inserire questi pannelli.
Per l'eolico invece l'Italia non è per nulla adatta, siamo il paese più bello del mondo e non è così ventoso come si pensa. Se decine di km di pale possono essere auspicabili in Olanda o Danimarca, magari in mezzo al gelido mare del Nord è tutt'altro discorso vederli nel nostro territorio... Un deturpamento ambientale senza precedenti... Fioccano le teorie per massimizzare l'efficenza mettendole sulle montagne, che non abbastanza martoriate dall'idroelettrico dovrebbero sobbarcarsi pure queste pale... il tutto per una produzione del tutto insignificante, no, non ne vale la pensa secondo me.
Per quanto riguarda biomasse e geotermico sono abbastanza ignorante, ma benvenga l'utilizzo del teleriscaldamento bruciando i rifiuti ( nonostante si abbia dell'inquinamento atmosferico )

Mi accorgo d'aver scritto un poema e ci sta ancora tanto che vorrei scrivere, mi piacerebbe poter parlare dello stoccaggio delle scorie e quello che da sempre affligge l'Italia : le collusioni con la mafia con gli appalti regalati che potrebbe essere il vero problema del nucleare in Italia, e su questo non so che dire, siamo si un paese di banane, ma siamo anche la settima economia del mondo...

Aspetto pareri

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Chris ha scritto:

Sarei anche contrario al nucleare, perchè ritengo l'uomo una scimmia incapace di gestire simili complessità  senza farsi male, per eccesso di lucro o carenza di razionalità . Tutti gli incidenti nucleari di livello mondiale (tre in 60 anni: Three Miles Island, Chernobyl, Fukushima) hanno come base errori umani nel gestire l'ordinario o l'emergenza.

Ma dietro al movimento anti nucleare, insieme a tanti genuinamente contrari per ideale o per filosofia che apprezzo e rispetto, sono convinto che ci siano le ombre lunghe e generose del potere petrolifero, che in modo molto meno idealista e più pragmatico vede il nucleare come l'unica minaccia seria al monopolio energetico de facto, quello stesso che mantiene mezzo mondo destabilizzato in quello scontro che è null'altro che l'affrontarsi delle diverse lobby petrolifere mondiali, ognuna schierata da qualche parte, finanziate dai nostri pieni alle nostre belle auto. Decenni di conflitti, milioni di morti: ma il dibattito è sul nucleare!

La realtà , che nessuno ammetterà  mai, è che il no al nucleare non è un sì al rinnovabile, ma è un defilatissimo quanto sonoro SI al petrolio, alle guerre che finanzia direttamente od indirettamente, alla devastazione ambientale che causa ed ha causato negli ultimi decenni, all'inquinamento ed alle malattie che favorisce - ad oggi, non avessi altre scelte preferirei cento volte su cento vivere vicino ad una centrale nucleare che ad una raffineria.
[/quote]

Straquoto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma secondo voi la corsa all'uranio, quando il petrolio non sarà  piu disponibile, non produrrà  guerre??chi ha miniere di uranio(in italia non ne abbiamo) lo regalerà ?
non sarà  solo un passaggio di testimone?che poi passaggio...boh mi hanno insegnato che i soldi vanno sempre nella stessa direzione!

@italianduke il tuo discorso regge tranne che per:

[quote]Italianduke ha scritto:

...ma molti sapranno che per far incendiare il reattore è stata necessaria una quantità  concatenata di eventi assurda e irripetibile. .......24 anni dopo la storia non si ripete per nulla, nonostante i media, gli allarmisti e gli ambientalisti amino allacciare i due eventi. Si stiamo di fronte ad un incidente dovuto ad uno Tsunami alto 10 metri che nessuno si aspettava ( massimo 6 metri ) ed è giustissimo rivedere certi piani di sicurezza affinchè si sia coperti su tutti i fronti di rischio, anche quelli più improbabili. Ma no, non stiamo di fronte ad una seconda Chernobyl, i Giapponesi stanno contenendo al meglio la fuoriuscita radioattiva e nonostante si siano avendo dei problemi con l'acqua marina è una situazione che si risolverà  con 0 morti dovuti alle radiazioni ed una bonifica completa dell'area. Eppure il terremoto era di una forza inaudita, così come lo tsunami, eppure tutte le altre centrali nucleari hanno retto e si sono spente automaticamente durante la scossa; centrali nucleari di 40 anni fa, ricordiamolo.

[/quote]

ldove ho evidenziato in rosso, se noti. non hai fatto altro che ripetere il concetto che i DISASTRI nucleari di cernobyl e fukushima sono stati causati [b]da una serie di eventi [/b]che vanno ben oltre a quello che l'UOMO aveva considerato possibile..però guarda caso sono successi...ed è stato questo il motivo che mi ha convinto piu di ogni altra cosa che il nucleare non è controllabile, è stato proprio lo spegnimento del sistema di raffreddamento(effettuato mediante motori a scoppio e anche qui il petrolio servirebbe ancora..)causato dallo tsunami che nessuno mai aveva previsto potesse arrivare così in alto a creare il disastro alla centrale in giappone...
poi ricordo è successo in giappone non in un paese di pezzenti..

quello che ho evidenziato in blu, è al limite del ridicolo, peccato che non c'è nulla da ridere visto il disastro immondo che sta succedendo e che guarda caso studio aperto e tutte le televisioni, a te tanto care, stanno tacendo...
pensi che stiano tacendo perchè i giapponesi hanno risolto tutto?tu sai cosa vuol dire scaricare in ambiente quell'acqua?ne hai una vaga idea?sei pronto a scommettere su quel numero ZERO riferito ai morti?sei pronto a riparlarne tra 10anni con statistiche ospedaliere su tumori leucemie e malformazioni dei bambini che nasceranno nei prossimi anni?sei pronto a scommettere che quel mare è distrutto?e tutto il suo ecosistema?per migliaia di km2?sai la legge di azione e reazione...
hai una vaga idea di cosa succede a cernobyl ancora oggi?sei sicuro che una diga che crolla e spazza via 300 persone o anche 400 o anche 1000 persone sia un problema maggiore?

poi io sono il primo a dire che il solare e i pannelli solari sono una fregatura e uno specchietto per le allodole...tra 20anni voglio vedere che ce ne facciamo dei pannelli quando li dovremo smaltire...ma il nucleare non è la soluzione al petrolio ma solo il passaggio di testimone..il nucleare non è uno sviluppo..


Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]TNT650R ha scritto:

ma secondo voi la corsa all'uranio, quando il petrolio non sarà  piu disponibile, non produrrà  guerre??chi ha miniere di uranio(in italia non ne abbiamo) lo regalerà ?
non sarà  solo un passaggio di testimone?che poi passaggio...boh mi hanno insegnato che i soldi vanno sempre nella stessa direzione!

@italianduke il tuo discorso regge tranne che per:

[quote]Italianduke ha scritto:

...ma molti sapranno che per far incendiare il reattore è stata necessaria una quantità  concatenata di eventi assurda e irripetibile. .......24 anni dopo la storia non si ripete per nulla, nonostante i media, gli allarmisti e gli ambientalisti amino allacciare i due eventi. Si stiamo di fronte ad un incidente dovuto ad uno Tsunami alto 10 metri che nessuno si aspettava ( massimo 6 metri ) ed è giustissimo rivedere certi piani di sicurezza affinchè si sia coperti su tutti i fronti di rischio, anche quelli più improbabili. Ma no, non stiamo di fronte ad una seconda Chernobyl, i Giapponesi stanno contenendo al meglio la fuoriuscita radioattiva e nonostante si siano avendo dei problemi con l'acqua marina è una situazione che si risolverà  con 0 morti dovuti alle radiazioni ed una bonifica completa dell'area. Eppure il terremoto era di una forza inaudita, così come lo tsunami, eppure tutte le altre centrali nucleari hanno retto e si sono spente automaticamente durante la scossa; centrali nucleari di 40 anni fa, ricordiamolo.

[/quote]

ldove ho evidenziato in rosso, se noti. non hai fatto altro che ripetere il concetto che i DISASTRI nucleari di cernobyl e fukushima sono stati causati [b]da una serie di eventi [/b]che vanno ben oltre a quello che l'UOMO aveva considerato possibile..però guarda caso sono successi...ed è stato questo il motivo che mi ha convinto piu di ogni altra cosa che il nucleare non è controllabile, è stato proprio lo spegnimento del sistema di raffreddamento(effettuato mediante motori a scoppio e anche qui il petrolio servirebbe ancora..)causato dallo tsunami che nessuno mai aveva previsto potesse arrivare così in alto a creare il disastro alla centrale in giappone...
poi ricordo è successo in giappone non in un paese di pezzenti..

quello che ho evidenziato in blu, è al limite del ridicolo, peccato che non c'è nulla da ridere visto il disastro immondo che sta succedendo e che guarda caso studio aperto e tutte le televisioni, a te tanto care, stanno tacendo...
pensi che stiano tacendo perchè i giapponesi hanno risolto tutto?tu sai cosa vuol dire scaricare in ambiente quell'acqua?ne hai una vaga idea?sei pronto a scommettere su quel numero ZERO riferito ai morti?sei pronto a riparlarne tra 10anni con statistiche ospedaliere su tumori leucemie e malformazioni dei bambini che nasceranno nei prossimi anni?sei pronto a scommettere che quel mare è distrutto?e tutto il suo ecosistema?per migliaia di km2?sai la legge di azione e reazione...
hai una vaga idea di cosa succede a cernobyl ancora oggi?sei sicuro che una diga che crolla e spazza via 300 persone o anche 400 o anche 1000 persone sia un problema maggiore?

poi io sono il primo a dire che il solare e i pannelli solari sono una fregatura e uno specchietto per le allodole...tra 20anni voglio vedere che ce ne facciamo dei pannelli quando li dovremo smaltire...ma il nucleare non è la soluzione al petrolio ma solo il passaggio di testimone..il nucleare non è uno sviluppo..



[/quote]

L'uomo sarà  sempre in balia della natura, ci saranno sempre eventi che spiazzeranno ogni possibile previsione e anche errori umani, ma questo non vuol dire che bisogna accantonare un metodo di produzione energetica che ha provato di essere più che valido.. Chernobyl ha avuto il suo pesantissimo impatto sulla vita di migliaia di persone e su un'ampia zona di terreno, ma seppur gravi i danni comparati all'inquinamento atmosferico prodotti dalla combustione di combustibili fossili, lasciamelo dire, è infinitesimale... Sai quante persone muoino ogni anno a causa dell'inquinamento ? Sai quante persone si beccano tumori,sai quanti ecosistemi finiscono a puttane ?
Hai ragione, la fissione nucleare non è un'alternativa valida al petrolio, ma è l'unico metodo ( assieme all'idroelettrico ) che concretamente riesce a produrre più di 1GW di potenza da una centrale, per tutto il resto bisogna bruciare petrolio/carbone/gas. Per ogni GW prodotto in modo diverso dalla combustione di quella merda è un +1 per l'ambiente..

La soluzione vera al problema energetico sarà  la fusione nucleare, ma questo è un ambito sperimentale che necessiterà  di decenni di studi..Fino ad allora sarebbe ottimale cercare di consumare meno petrolio/gas/carbone possibile ed io ci vedo nella fissione un'ottima opzione...

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]TNT650R ha scritto:

ma secondo voi la corsa all'uranio, quando il petrolio non sarà  piu disponibile, non produrrà  guerre??chi ha miniere di uranio(in italia non ne abbiamo) lo regalerà ?
[/quote]

Beh, regalare no, ma ci sono differenze notevoli: le maggiori scorte di materiale fissile sono in paesi nettamente più stabili rispetto al medio oriente (Australia, Canada, Kazakhistan) e le riserve minori sono diffuse praticamente su tutto il pianeta, rendendo pressochè impossibile la formazione di cartelli protezionistici. Poi, le scorte sono sufficienti per qualche secolo, anche ipotizzando una conversione totale dall'oggi al domani. Non è una situazione neppure lontanamente paragonabile a quella petrolifera.

[quote]tu sai cosa vuol dire scaricare in ambiente quell'acqua?[/quote]

Equivale a sputare nel mare per abbassarne la salinità , più o meno. La quantità  di radioattività  rilasciata giornalmente dal pianeta, nella superficie ma soprattutto dai vulcani sottomarini in forma di Radon è enormemente superiore. Sai qual'è l'attività  umana quotidiana più pericolosa in termini di radioattività ?

Bruciare carbone.

Le centrali a carbone rilasciano nell'atmosfera quantità  rilevati di isotopi radioattivi, compresi uranio e radio. Ma anche la carbonella del barbecue, per intenderci eh... anche se in scala, quindi non preoccuparti per gli spiedini :) Anche perchè il veleno vero, prodotto dall'estrazione quanto dal consumo di carbone, non è radioattivo ma immensamente più devastante per l'ambiente e per la nostra salute.

Non sto sparando ipotesi, intendiamoci, solo riportando dati reperibili tranquillamente in rete. Poi, ognuno è libero di ragionarci sopra come crede. Io aggiungo solo un punto finale: ma tutta la radioattività  rilasciata negli ultimi 60 anni dagli esperimenti nucleari sottomarini russi, americani, francesi, inglesi, cinesi... che fine ha fatto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
buon giorno, innanzitutto, voglio scusarmi con italian_duke per il tono aggressivo che ho usato, rileggendolo sono stato davvero scortese con lui che ha solo esposto le sue idee.

per rispondere a entrambi, io che ho lavorato nel compartimento atmosfera di milano, vi posso dire che spegnendo le centrali termoelettriche, non risolvete il problema inquinamento, perchè è dimostrato che a inquinare maggiormente sono le caldaie delle abitazioni e delle industrie oltre che le auto ma in minor parte...la dimostrazione di questo è l'inghilterra che ben si fosse una delle prime utilizzatrici del nucleare, il suo inquinamento fino a qualche anno fa era il peggiore d'europa, le cose sono nettamente migliorate da quando lo stato ha obbligato a sostituire tutti gli impianti di riscaldamento sia civili che industriali...
ora con il nucleare non penso che avremo il riscaldamento elettrico(però onestamente non so..) e le auto elettriche, ma forse addirittura legherebbe queste due cose di piu al petrolio...
poi una combustione non completa condotta a T non adeguate produce ipa(non la birra)e altri aromatici cancerogeni, che però danno il classico profumo tanto invitante alla carne...ma che il carbone produca isotopi radioattivi onestamente mi è nuova.

anche il fatto di sputare nel mare è un po allucinante...non credo che fukushima diventerà  un centro balneare...e non credo neanche che sia così piccolo la contaminazione giornaliera...

infine è vero che la geografia dell'uranio ci è favorevole....adesso...o forse ieri...perchè oggi ci sono i nuovi megamercati che si avviano ad avere un boom economico di dimensioni abnormi , che non sono molto "cristiani"..

gli esperimenti nucleari sottomarini pensi che siano innoqui?



tutto questo discorso però è rivolto al nucleare in generale e non al nucleare in italia....perchè qui si apre un vaso di pandora....
il mio collega fu incaricato alle ispezioni a Borgo Sabotino(ex nucleare di latina)prima di avviare le operazioni di smaltimento della centrale usata per meno di un anno e poi dovuta spegnere per problemi STRUTTURALI dovuti a matreriali non idonei...
e vi garantisco che i dati che mi ha dato fanno stringere il culo.
un altro esempio è invece quello del centro di smaltimento vicino a torino, portato in luce dalle iene un mesetto fa...c'è fuoriuscita del liquido radioattivo che ha già  inquinato la falda...
dare il nucleare da costruire alla mafia è come giocare una roulette russa con 7 pallottele nel tamburo..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io penso che sia necessaria una corretta informazione, la qual cosa pare essere molto difficoltosa, non solo nel nostro paese, per motivi diversi, sui quali non mi dilungherò.
Vorrei solo dire che dal primo giorno delle esplosioni alla centrale di Fukushima dovute, dicevano, all'idrogeno generato dalla termolisi dell'acqua, pare che nessuno abbia pensato che tale reazione chimica si sviluppa a temperature superiori a 2000°C, temperature alle quali il nocciolo metallico del reattore non poteva rimanere integro.........ma si sono affrettati nel dire che il nocciolo invece era integro............ i contatori geiger hanno detto la verità ..........
Mi scuso se ho scritto inesattezze; non è mia intenzione contribuire ad una cattiva informazione, quindi se qualche fisico all'ascolto mi vuole smentire, ben venga........
E tralasciamo anche le centrali teorizzate dal nobel Rubbia a sicurezza intrinseca, nelle quali la reazione nucleare è sostenuta dall'esterno del reattore, con un acceleratore di particelle che si può spegnere come una lampadina........non esiste un modello commerciale e non esisterà  per almeno 10 o 20 anni.....però mi pare una buona ideuzza...........
Il problema della sicurezza delle centrali è un falso problema, perchè se è vero che la tecnologia è in continua evoluzione quindi quello che oggi è ritenuto assolutamente sicuro, non lo sarà  più tra 5 o 10 anni; se correttamente progettate (il sito è parte integrante dle progetto), realizzate e monitorate, l'evento catastrofico è remoto.
Forse in Giappone avrebbero fatto meglio a non costruire una centrale nucleare a rischio tsunami. Penso che si sarebbe potuto prevedere un simile evento, anche se mi pare strano dirlo perchè non penso di essere più furbo degli ingegneri che hanno scelto il sito e l'hanno progettata........o forse il sito non l'hanno scelto gli ingegneri ed i geologi.........non sò.........
Il problema vero è nella gestione e nello smaltimento delle scorie radiottive. Come ricordava TNT, a Saluggia (VC) giacciono scorie nucleari in una piscina lesionata da diverse alluvioni............ Magari non tutti sanno, ma questo deposito di scorie è molto più pericoloso di una centrale funzionante.........
Questo è il risultato di pochi anni di attività  nucleare in Italia...........
Il progetto di nuove centrali non può prescindere dal progetto sui metodi per l'eliminazione delle scorie. E di questo vorrei sentire parlare...........
Riflettiamo anche su questo punto...........

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]che il carbone produca isotopi radioattivi onestamente mi è nuova[/quote]

Non è nuova, tutt'altro, ma fa parte di quelle tante cose che non raggiungono l'opinione pubblica con la stessa efficiacia - il perchè questo non avviene, te lo lascio aperto a qualunque interpretazione. Se vuoi informarti a riguardo, puoi leggerti questo:

[url]http://www.unscear.org/docs/reports/annexb.pdf[/url]

Personalmente, m'intristisce il clamore che i giornali tessono attorno all'acqua di Fukushima, quando abbiamo fatto esplodere gigatoni e quintali di uranio arricchito a livelli militari senza che nessuno ci mettesse becco o ricordasse che il più grande disastro marino - che chissà  perchè è scomparso ad una velocità  pazzesca da TUTTI i giornali - il disastro del golfo del Messico, ha fatto danni incommensurabilmente maggiori e incurabili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
del carbone come ho detto non avevo mai sentito (mica posso sapere tutto)nulla ma ci credo e mi informerò, anche se di centrali a carbone in italia non mi sembra ne abbiamo molto(ma anche di questo non sono sicuro).
sull'acqua di fukushima io a dire il vero non sento tanta campagna mediatica..anzi tutto il fattaccio giapponese è stato offuscato dalla guerra in libia e dai clandestini...non se ne sente piu parlare da un po a dire il vero....
il disastro nel messico io mica lo giustifico ma io non sono così convinto che quello in giappone sia piu ridotto...e non lo sono proprio per niente!come non giustifico il petrolio ma il nucleare non è la soluzione come non lo è il fotovoltaico...e metterci a costruire adesso centrali nucleari è una spesa enorme, sempre considerando come vanno i lavori pubblici in italia vedi la tav che 1 km costava 3 volte rispetto a francia spagna e germania..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ahahahah....ma se non si riesce nemmeno a costruire dei termovalorizzatori in campania....e forse nemmeno quello costruito funziona più....ahahahah....e volete costriuire delle centrali atomiche...ahahahah......e come dare una moto ad un bambino che va sulla bici con le rotelle...ahahahah....si stampa dopo 5 metri....matematico...:D:D:D:D
Poi se proprio si facessero che siano distribuite su tutto il paese da nord a sud....isole comprese...:D
Per costruirle ci vorebbe l'esercito a difesa del sito......e forse non basterebbe...;)...sai che casini...[8D]

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]conco ha scritto:

Ahahahah....ma se non si riesce nemmeno a costruire dei termovalorizzatori in campania....e forse nemmeno quello costruito funziona più....ahahahah....e volete costriuire delle centrali atomiche...ahahahah......e come dare una moto ad un bambino che va sulla bici con le rotelle...ahahahah....si stampa dopo 5 metri....matematico...:D:D:D:D
Poi se proprio si facessero che siano distribuite su tutto il paese da nord a sud....isole comprese...:D
Per costruirle ci vorebbe l'esercito a difesa del sito......e forse non basterebbe...;)...sai che casini...[8D]
[/quote]

Ma poi...vogliamo continuare con questa vergogna delle cose fatte con la protezione dell'esercito?
che democrazia è dove il popolo deve essere controllato con l'esercito per costruire una cosa che il popolo(sovrano??????????) non vuole?
Ma scherziamo o cosa?
Costruire le centrali in Italia????......ahahahahaha(mi associo alla risata)....centrali che costerebbero come tutte le cose in italia il triplo di quello che costano negli altri paesi per accontentare sempre i soliti tre papponi..........ahahahaha(mi associo alla risata).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io lo dico sempre, l'unica cosa che ci potrà  salvare è l'invasione di una Civiltà  superiore alla nostra.

Cmq anche se non ci saranno le potenziali radiazioni di una catastrofe nucleare, moriremo avvelenati di qualcos'altro; come già  sta avvenendo se non ve ne siete accorti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]velleitario ha scritto:

Io lo dico sempre, l'unica cosa che ci potrà  salvare è l'invasione di una Civiltà  superiore alla nostra.

Cmq anche se non ci saranno le potenziali radiazioni di una catastrofe nucleare, moriremo avvelenati di qualcos'altro; come già  sta avvenendo se non ve ne siete accorti...
[/quote]

Quoto, entrambe le cose, con il sangue, il dna e l'anima. Molto più facile la seconda, a meno che i cinesi non ne approfittino prima che vengano pure loro amalgamati, soprattutto perché non ce ne stiamo accorgendo, presi come siamo a combattere quello che non capiamo più che quello che vediamo di fronte ai nostri occhi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Chris ha scritto:

[quote]velleitario ha scritto:

Io lo dico sempre, l'unica cosa che ci potrà  salvare è l'invasione di una Civiltà  superiore alla nostra.

Cmq anche se non ci saranno le potenziali radiazioni di una catastrofe nucleare, moriremo avvelenati di qualcos'altro; come già  sta avvenendo se non ve ne siete accorti...
[/quote]

Quoto, entrambe le cose, con il sangue, il dna e l'anima. Molto più facile la seconda, a meno che i cinesi non ne approfittino prima che vengano pure loro amalgamati, soprattutto perché non ce ne stiamo accorgendo, presi come siamo a combattere quello che non capiamo più che quello che vediamo di fronte ai nostri occhi.
[/quote]
Per civiltà  superiore non mi riferivo al genere umano... ma a qualche essere vivente di un'altra galassia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
azz..i cinesi esseri superiori è grave....la verità  è che sulla terra gli esseri superiori sono gli animali anche se noi pensiamo di essere piu intelligenti...loro vivono su questa terra da prima di noi e non l'hanno mai rovinata...

cmq il vostro discorso secondo me non regge...io lo leggo così:
"visto che tanto di qualcosa dovremo morire, aumentiamo i rischi"

come quelli che non hanno soldi per magniare e quei pochi euro che gli restano vanno a giocarseli in una macchinetta perchè tanto avrebbero fame lo stesso....ha senso?
ed è il concetto che esprimo io quando dico che il nucleare non è un evoluzione ma solo una pezza temporanea che poi dovremo smazzarci..

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]velleitario ha scritto:
Per civiltà  superiore non mi riferivo al genere umano... ma a qualche essere vivente di un'altra galassia.
[/quote]
Beh, quello sarebbe il massimo! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
a dimenticavo una piccola cosa , io penso che il nucleare non si farà  mai in italia non ci sono i 40 miliardi di euro che servono, allora perchè lo vogliono?
be perchè qualche centinaio di milioni di euro per profumate consulenze ci sono eccome !

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]pistillone ha scritto:

a dimenticavo una piccola cosa , io penso che il nucleare non si farà  mai in italia non ci sono i 40 miliardi di euro che servono, allora perchè lo vogliono?
be perchè qualche centinaio di milioni di euro per profumate consulenze ci sono eccome !
[/quote]

c.v.d.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]conco ha scritto:

Ahahahah....ma se non si riesce nemmeno a costruire dei termovalorizzatori in campania....e forse nemmeno quello costruito funziona più....ahahahah....e volete costriuire delle centrali atomiche...ahahahah......e come dare una moto ad un bambino che va sulla bici con le rotelle...ahahahah....si stampa dopo 5 metri....matematico...:D:D:D:D
Poi se proprio si facessero che siano distribuite su tutto il paese da nord a sud....isole comprese...:D
Per costruirle ci vorebbe l'esercito a difesa del sito......e forse non basterebbe...;)...sai che casini...[8D]
[/quote]

Purtroppo l'ignoranza della gente è bestiale...

Rifiutarsi con tutte le forze di far costruire un termovalorizzatore e poi nuotare nell'immondizia è una delle cose più ridicole che abbia mai visto

Share this post


Link to post
Share on other sites
[url]http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/22/limpianto-nucleare-di-sessa-aurunca-23-anni-per-chiuderlo-e-mezzo-miliardo-di-euro/113026/[/url]

Share this post


Link to post
Share on other sites
beh napoli piange l'immondizia nelle strade ma solo il 20% paga l'apposita tassa..

Share this post


Link to post
Share on other sites
qualcuno ha sentito le dichiarazioni ufficiali di questi giorni, rilasciate dalla TEPCO?
su telegiornali non è stato detto nulla, io l'ho scoperto perchè dopo la motogp hanno parlato del GP del giappone che non si farà  perchè la situazione a fukushima non è affatto sicura come dichiarato dai risponsabili...

[url]http://www.giornalettismo.com/archives/121145/ora-e-ufficiale-fukushima-come-chernobyl-livello-7/2/[/url]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oramai ci siamo, in giro per la rete, sui manifesti e in televisione vedo tanta propaganda per i 4 SI senza però andare a spiegare le ragioni della scelta.
Sul nucleare si è detto veramente poco (forse abbiamo fatto più noi dentro questo forum dove ognuno di noi ha contribuito con notizie e rudimenti in materia) hanno puntando soprattutto su strategie politiche e sensazionalismo, anche con le tariffe sull'acqua sono stati molto telegrafici; sugli altri 2 quesiti buio completo non si è detto quasi nulla.


Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]velleitario ha scritto:

Oramai ci siamo, in giro per la rete, sui manifesti e in televisione vedo tanta propaganda per i 4 SI senza però andare a spiegare le ragioni della scelta.
Sul nucleare si è detto veramente poco (forse abbiamo fatto più noi dentro questo forum dove ognuno di noi ha contribuito con notizie e rudimenti in materia) hanno puntando soprattutto su strategie politiche e sensazionalismo, anche con le tariffe sull'acqua sono stati molto telegrafici; sugli altri 2 quesiti buio completo non si è detto quasi nulla.



[/quote]

Sai Velle che pensavo stessa cosa ieri sera.
Io come già  detto sono sontrario al nucleare,però giustamente bisogna ammetere che il nostro paese ha assolutamente bisogno di rendersi maggiormente indipendente per quel che riguarda la produzione di energia,bisogna trovare delle soluzioni,non basta esclusivamente dire si o no.
Stesso discorso sull'acqua,non ci ho capito nà  mazza....se privati investono su migliorie delle reti idriche poi giustamente devono avere un rientro del capitale investito,ma basta che sia un rientro,e non una privatizzazione del bene.....
insomma ci ho capito ben poco.....tanti si tanti no tanti astenetevi...ma poche spiegazioni chiare e non faziose al riguardo...bah.:(

Share this post


Link to post
Share on other sites
sicuramente farne un discorso politico è una completa stronzata...secondo me i partiti non dovrebbero schierarsi per il si o per il no.non è che se uno è di "destra"deve essere a favore e viceversa...non ha senso..allora tanto vale il referendum..tanto vale che decidano loro in parlamento, chi ha la maggioranza vince.

per il discorso acqua, non p stato detto nulla..però bisognerebbe riflettere perchè adesso la gestione dell'acqua in italia è pietosa e a memoria ma potrei sbagliarmi il 40%dell'acqua di rete viene dispersa, la percentuale aumenta nelle regioni del centro sud dove già  ce nè poca...
nelle altre regioni d'europa la dispersione si aggira dal 10 al 20%....
cosa vuol dire? che la rete idrica fa schifo...e che ci sarebbe da investire grossi capitali, piu della ordinaria manutenzione..
lo stato non la fa....ma i privati che entrano, sarebbero in grado di farla???boh

invece il nucleare...tutti parlano di risparmio energetico...vero...nessuno discute...ma in italia ci sono i soldi per costruire le centrali (con costi faraonici tripli rispetto all'europa come tutti i lavori in italia)e i siti di stoccaggio?
siamo sicuri che riusciremo ad abbattere i costi in un tempo utile?







poi OT ho letto sul sole 24 che ci sono voci che i greci stiano per brevettare la fusione nucleare e che il debito è dovuto a quello......ok forse si parla ancora di 30 anni prima di vedere i risultati......ma...se ci fossero noi ancora dietro al nucleare obsoleto?

boh
per il legittimo impedimento invece lo voglio per me mica per i politici!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×