Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
shottolo

bottiglie e candeggina

Recommended Posts

ciao a tutti
ovviamente la domanda è da neofita :D
ho spulciato le varie discussioni e doc vari e mi è venuto un dubbio sull'uso della candeggina per sanitizzare
ho recuperato al mio solito pub delle bottiglie con tappo meccanico e le ho lavate in acqua calda, subito dopo le ho messe una decina di minuti sommerse in acqua a candeggina classica (1 cucchiaino da tea ogni litro di acqua fredda).
Ho provveduto a risciacquare abbondantemente con acqua fredda.
i dubbi sono:
- non vorrei ammazzare nessuno (eheheh) quindi siamo sicuri che non ho fatto una cagata con le dosi?
- dovevo risciacquare con acqua calda? Da alcune parti leggo con acqua fredda, in altre con acqua fredda... boh

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io con candeggina poi passo tutto moooolto per bene acqua bella calda più volte.
Poi c'e chi dopo utilizza il metabisolfito per ripassare il tutto senza sciaquare per levare ulteriormente l'odore di candeggina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
si si
io pensavo di procedere così: lavo le bottiglie ritirate dal pub subito con candeggina e le lascio lì, pulite, in attesa di dover imbottigliare (magari un mese dopo) e poco prima di doverle realmente utilizzare le ripasso con il metabisolfito.
Se fosse vero che dovevo usare acqua bollente e non fredda conviene ora risciacquarle o posso evitarlo secondo voi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sul libro di faraggi consiglia un cucchiao ogni 10 litri, con questa diluizione mai avuto problemi. Tempo di contatto 20-30 minuti.
Certo bottiglie e fermentatore li pulisco bene subito dopo l'uso e quindi mi resta solo da sanificarli...

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]shottolo ha scritto:

si si
io pensavo di procedere così: lavo le bottiglie ritirate dal pub subito con candeggina e le lascio lì, pulite, in attesa di dover imbottigliare (magari un mese dopo) e poco prima di doverle realmente utilizzare le ripasso con il metabisolfito.
Se fosse vero che dovevo usare acqua bollente e non fredda conviene ora risciacquarle o posso evitarlo secondo voi?
[/quote]

No,prima lavale molto bene e passale con lo scovolino.
E inutile passarle con candeggina e poi lasciarle lì un mese...a che pro?.
In ogni caso poi dovrai rifrlo prima di imbottigliare...;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
mia esperienza:
per bottiglie del bar :sciacquo con candeggina e poi lavaggio in lavastoviglie senza sapone, la sera prima di imbottigliare

per bottiglie dove già  ho imbottigliato : appena finisco la birra pulisco ogni deposito solido,stocco in cartoni, lavastoviglie senza sapone la sera prima di imbottigliare

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io utilizzo detergente alcalino DD per rimuovere ogni deposito (quindi lavarle bene, come dice il buon conco), le risciacquo con acqua calda e le ripongo asciutte; una passata di meta con l'avvinatore prima dell'imbottigliamento.
E' pur vero che la candeggina, essendo basica, è anch'essa un buon detergente (oltre che sanificante), quindi equipollente al DD......

PS: @conco: equipollente è un sinonimo di equivalente..........:D:D:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma quante ne sai.......:D:D......Nico docet.:D


@Smilzon la sera prima non so poi quanto sia efficace,io cerco di fare l'operazione appena prima di utilizzare le bottiglie.;)
E non parlarmi di lavastoviglie in questo periodo...:(:D:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]conco ha scritto:

Ma quante ne sai.......:D:D......Nico docet.:D


@Smilzon la sera prima non so poi quanto sia efficace,io cerco di fare l'operazione appena prima di utilizzare le bottiglie.;)
E non parlarmi di lavastoviglie in questo periodo...:(:D:D
[/quote]

lo so che sarebbe melgio il giorno stesso però così non mi devo sveglare 2 ore prima per accendere la lavastoviglie, di solito imbottiglio la domenica mattina.

a proposito hai risolto ? di che marca è?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho risolto sborsando un bel pò di eurini....:(
Il problema per le bottiglie e che così facendo vai a perdere la sanificazione...almeno penso dall'alto della mia ignoranza...:D
2 ore di sonno sono però sempre 2 ore di sonno...preziose.:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Nico ha scritto:

Io utilizzo detergente alcalino DD per rimuovere ogni deposito (quindi lavarle bene, come dice il buon conco), le risciacquo con acqua calda e le ripongo asciutte; una passata di meta con l'avvinatore prima dell'imbottigliamento.
E' pur vero che la candeggina, essendo basica, è anch'essa un buon detergente (oltre che sanificante), quindi equipollente al DD......

PS: @conco: equipollente è un sinonimo di equivalente..........:D:D:D
[/quote]

Ti posso fare una piccola nota? Il detergente DD non so quanto possa essere efficace contro virus e batteri. Oltre ai batteri che possono nuocere alla birra in caso di recupero di bottiglie dai bar io penserei anche a batteri e virus patogeni per l'uomo (es. bottiglia bevuta a canna da individuo con epatite...). Quando ho cercato una soluzione per la pulizia delle bottiglie di recupero avevo trovato che il miglior modo per igienizzzare (cioè eliminare la quasi totalità  dei batteri) è usare la candeggina, magari a diluizioni un pò più concentrate e allungare i tempi di contatto. Il detergente DD non so quanto possa uccidere batteri e soprattutto virus...
La mia scaletta di bottiglie recuperate al bar è:
- riasciacquo per togliere fondiglia o schifezze interne e esterne
- ammollo in detergente DD per rimuovere incrostazioni e etichette (questo passaggio lo faccio solo con bottiglie molto sporche o etichette ostinate tipo la Poretti Bock)
- ammollo in acqua e candeggina per almeno 24h (il tempo è solo per mia comodità ...un'ora è più che sufficiente)
- risciacquo bottiglie con acqua molto calda e riposizione in scatoloni
prima dell'imbottigliamento:
- passaggio con avvinatore con metabisolfito o utilmamente con Chemipro
- scolatura residuo e imbottigliamento.

Ovviamente il tutto IMHO...

Share this post


Link to post
Share on other sites
La tua procedura è impeccabile!
Sono abituato a riutilizzare bottiglie che ho acquistato (piene ma pure vuote....), quindi non mi pongo il problema di una sanificazione preventiva.
Nel caso specifico di riutilizzo di bottiglie di dubbia provenienza, concordo che l'utilizzo di candeggina sia una garanzia di salubrità , tanto più che il risciacquo eliminerà  ogni residuo.
Hai fatto bene a precisare!
Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Nico ha scritto:

La tua procedura è impeccabile!
Sono abituato a riutilizzare bottiglie che ho acquistato (piene ma pure vuote....), quindi non mi pongo il problema di una sanificazione preventiva.
Nel caso specifico di riutilizzo di bottiglie di [b]dubbia provenienza[/b], concordo che l'utilizzo di candeggina sia una garanzia di salubrità , tanto più che il risciacquo eliminerà  ogni residuo.
Hai fatto bene a precisare!
Ciao
[/quote]

Meglio ricordarlo! Ho un amico che ha iniziato coi kit e che sta facendo ogni possibile danno contro la sua salute.....
Per le bottiglie che acquisto o anche bottiglie con già  mia birra dentro una volta bevute le risciucquo molto bene con acqua bollente e le ripongo. Il passaggio in candeggina lo faccio solo nel caso di bottiglie infette o incrostate. Poi ovviamente prima di imbottigliare si DEVE sanitizzare!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sai com'è, certe volte si ragiona come se tutti fossero nelle stesse nostre condizioni, dando per scontato alcune cose che non lo sono.
Rassicuriamo tutti dicendo che con le dovute precauzioni non ci sono problemi a recuperare le bottiglie usate!
Io utilizzo sempre il DD: mi sono fatto una bottiglia con la soluzione pronta ed ogni volta che svuoto una bottiglia, ne verso due dita dentro dopo averla risciacquata e lascio agire una settimana (i miei cicli sono settimanali.....:D): spesse volte (quasi sempre), quando vado al risciacquo finale pre scolatura e immagazzinamento, ci sono abbondanti tracce di residui, segno che il detergente fa bene il suo sporco lavoro.
Una bottiglia priva di residui è il presupposto per non avere problemi futuri.....
Ciao a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io sanitizzo le bottiglie con candeggina, acqua fredda e un cucchiaio da minestra per 10 litri d'acqua, dopo 20 minuti di contatto passo le bottiglie bene una sola volta con acqua calda, le scolo velocemente, passo il metabisolfito con l'avvinatore, lascio agire 5 minuti e infine ripasso la bottiglia con acqua calda.

Avevo letto sul forum Mobi un topic a riguardo, scritto da un utente molto esperto (mi sembra BBTex), che consigliava di passare il metabisolfito perchè reagiva con eventuali residui di candeggina, trasformandoli in qualche sale che ora non ricordo (io e la chimica non andiamo molto d'accordo). Comunque per farla breve si affermava che il metabisolfito elimina i residui di candeggina, in modo che anche se non abbiamo il naso fine per capire se si è sciacquato le bottiglie abbastanza si può star tranquilli perchè i residui sono eliminati dal metabisolfito.

Inoltre questa procedura ci evita di sprecare un sacco di acqua calda in risciacqui, pur dandoci la sicurezza che la bottiglia non presenti residui ;)

Ciao ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io faccio così da anni: dopo aver bevuto, risciacquo subito la bottiglia con sola acqua, riempio fino all'orlo con acqua tiepida e 1 cucchiaino di varecchina, e lascio almeno 2gg, così annullo ogni forma di vita :-) e detergo da incrostazioni e biofilm.

Quando raggiungo un buon numero di bottiglie, le svuoto e le lavo con acqua e detersivo per piatti, e ripongo nello scolabottiglie.
Quando sono perfettamente asciutte, tappo con cellophane e le conservo (mesi, anni).

Al momento dell'uso, preparo una soluzione molto leggera di metabisolfito, e faccio 1-2 spruzzi con questo
[url]http://www.mr-malt.it/product_info.php?products_id=372[/url]
ma è giusto uno scrupolo per essere sicuro di avere eliminato eventuali tracce di varecchina.

La soluzione di varecchina, a contatto per qualche giorno col vetro, rimuove incrostazioni e biofilm che il detergente DD non è mai riuscito a rimuovere; questa per lo meno è la mia esperienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]ilmere ha scritto:

Sei sicuro che la lavastoviglie riesca ad entrare all'interno delle bottiglie?
[/quote]

[:o)]Ma o ha una lavastoviglie davvero piccola o la vedo dura....:D:D
A parte gli scherzi penso che chi usa questa prassi faccia affidamento sulle temperature elevate che raggiunge la lavastoviglie,che crea anche parecchio vapore,che penetra all'interno delle bottiglie.;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]conco ha scritto:

[quote]ilmere ha scritto:

Sei sicuro che la lavastoviglie riesca ad entrare all'interno delle bottiglie?
[/quote]

[:o)]Ma o ha una lavastoviglie davvero piccola o la vedo dura....:D:D
A parte gli scherzi penso che chi usa questa prassi faccia affidamento sulle temperature elevate che raggiunge la lavastoviglie,che crea anche parecchio vapore,che penetra all'interno delle bottiglie.;)
[/quote]

[^][^][^][^]

per adesso mai avuto problemi , però ripeto lo faccio solo per le mie bottiglie, per quelle prese al bar la prima volta faccio l'ìammollo prima con acquia calda per togliere l'etichetta, poi lavo con candeggina e alla fine lavaggio in lavastoviglie.

Ot la parte che odio di più è quella dell'imbottigliamento

Share this post


Link to post
Share on other sites
ieri ho imbottigliato con alcune bottiglie nuove (ho usato solo il meta dopo averle lavate solo con acqua) e con alcune trattate precedentemente con candeggina (1 cucchiaino tea su litro di acqua fredda e risciacquo con acqua fredda abbondante)... mi sembrava di notare un leggero odore di candeggina così le ho risciacquate con acqua bollente abbondante e poi meta... posso andare tranquillo o rischio di ammazzare qualcuno? :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io metto mezzo tappo di candeggina dentro le bottiglie con acqua calda. Sciacquo con acqua calda e passo con il meta.
Non sono ancora morto (anche se chi mi vede oggi potrebbe dire il contrario....) [xx(]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Domanda:
Ho ereditato dei bei contenitori in vetro scuro, che contenevano sostanze chimiche.
Svuotati e lavati, rilavati con soda caustica, ma rimane un alone di deposito sulle pareti. con cosa posso pulirli per esser certo che siano sani? vorrei utilizzarli per starter e simili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]sailor13 ha scritto:

Domanda:
Ho ereditato dei bei contenitori in vetro scuro, che contenevano sostanze chimiche.
Svuotati e lavati, rilavati con soda caustica, ma rimane un alone di deposito sulle pareti. con cosa posso pulirli per esser certo che siano sani? vorrei utilizzarli per starter e simili.
[/quote]
Quali tipi di sostanze chimiche!![:67]?
Il vetro dovrebbe essere inerte per eccellenza, indipendentemente da cosa conteneva, il fatto che sia scuro non aiuta a capire se è perfettamente pulito.
Mi sono trovato in una situazione simile per pulire damigiane incrostate da anni da utilizzare come fermentatori. Le ho provate tutte (acidi, sode, candeggina, saponi, sassolini, sabbia, pistola del compressore, acqua dalla gomma ad alta presione e soprattutto acqua molto calda - non usare assolutamente benzina o cose oleose) fino a che a vista le superfici mi parevano pulite. Poi fai questa prova: metti un po' d'acqua calda potabile, scuoti, fai raffreddare e assaggi. Se non noti odori-sapori particolarmente strani direi che è tutto ok.

Riguardo i post precedenti, io tengo tutto a mollo in secchi (si può utilizzare lo zapap) con acqua e candeggina, anche dei giorni (bastano 20 minuti, ma se rimangono immerse sono sicuro della sterilità ). Essendo molto diluita la soluzione di acqua e candeggina non è affatto pericolosa e si risciacqua facilmente poco prima di imbottigliare. Non ritengo necessario passare ulteriormente la soluzione di solfito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Mr Pilsner ha scritto:

[quote]sailor13 ha scritto:

Domanda:
Ho ereditato dei bei contenitori in vetro scuro, che contenevano sostanze chimiche.
Svuotati e lavati, rilavati con soda caustica, ma rimane un alone di deposito sulle pareti. con cosa posso pulirli per esser certo che siano sani? vorrei utilizzarli per starter e simili.
[/quote]
Quali tipi di sostanze chimiche!![:67]?
Il vetro dovrebbe essere inerte per eccellenza, indipendentemente da cosa conteneva, il fatto che sia scuro non aiuta a capire se è perfettamente pulito.
Mi sono trovato in una situazione simile per pulire damigiane incrostate da anni da utilizzare come fermentatori. Le ho provate tutte (acidi, sode, candeggina, saponi, sassolini, sabbia, pistola del compressore, acqua dalla gomma ad alta presione e soprattutto acqua molto calda - non usare assolutamente benzina o cose oleose) fino a che a vista le superfici mi parevano pulite. Poi fai questa prova: metti un po' d'acqua calda potabile, scuoti, fai raffreddare e assaggi. Se non noti odori-sapori particolarmente strani direi che è tutto ok.

Riguardo i post precedenti, io tengo tutto a mollo in secchi (si può utilizzare lo zapap) con acqua e candeggina, anche dei giorni (bastano 20 minuti, ma se rimangono immerse sono sicuro della sterilità ). Essendo molto diluita la soluzione di acqua e candeggina non è affatto pericolosa e si risciacqua facilmente poco prima di imbottigliare. Non ritengo necessario passare ulteriormente la soluzione di solfito.
[/quote]contenevano reagenti che mio padre adoperava per le sue composizioni di minerali, quindi acidi, sali etc.etc.
due bottiglie sono perfettamente pulite, una ha un alone biancastro sulle pareti, volevo esser sicuro prima di riadoperarla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×