Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
marcovzz

Mi aiutate a capire cosa h la mia prima E+G?

Recommended Posts

Ciao a tutti,
ho imbottigliato la mia prima E+G il 19 Giugno e sono proprio soddisfatto, come prima ricetta ho fatto una ale chiara abbastanza leggera circa 3,5°.

Sto conservando le poche bottiglie rimaste in garage che in questo periodo raggiunge anche i 27/30 gradi, da qualche giorno ho notato delle macchie biancastre in cima alla birra, vi posto delle foto. Ho provato ad assaggiarla e il sapore non sembra male tantomeno l'odore (nessuna puzza strana), ho provato anche ad agitare le bottiglie e messe in frigo non ricompaiono le macchie.

Secondo voi che può essere?

[img]http://www.webalice.it/marcovzz/birra1.jpg[/img]

[img]http://www.webalice.it/marcovzz/birra2.jpg[/img]

[img]http://www.webalice.it/marcovzz/birra3.jpg[/img]

Share this post


Link to post
Share on other sites
sinceramente non mi è mai capitato, il fatto che scompaiano con l'abbassamento della T mi fa pensare che sia una alterazione comunque legata alla (troppo) elevata T del tuo garage, non adatta alla conservazione delle birre...

Share this post


Link to post
Share on other sites
io dico fioretta...

tipica del vino è un infezione dovuta allo scarsa igiene...prolifera se cè stata un pò di ossidazione inevitabile nella birra...resiste in ambiente acidi e con alcool fino a 15°...può sia essere odore che inodore...sparisce con l'agitazione del liquido per poi riformarsi...

e oltretutto questa bastarda si ciba di alcool...

perchè scompare con l'abbassamento della temperatura? non lo so, forse decanta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
fioretta?
mi sembra strano...durante la fermentazione non ha riscontrato problemi...di norma si verifica in quel momento o sbaglio?
poi diffiilmente non lascia sgradevoli odori

Share this post


Link to post
Share on other sites
anche a me sembra strano che sia fioretta, sia per l'attenzione nella sanitficazione sia perchènon ha alcun cattivo odore anzi ancora si sente l'aroma del luppolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
se tu mi garantisci di aver lavato bene le bottiglie allora escludo completamente la fioretta.
per gli odori cattivi possono anche non sentirsi nei primi tempi, però a lungo la fioretta fa riprodurre batteri acetici e quindi anche cattivi odori, solo che stiamo parlando già  di mesi!

Share this post


Link to post
Share on other sites
le bottiglie dopo averle lavate con scolvolino e sapone, le ho riempite con acqua e candeggina diluita per circa mezz'ora un'ora per poi risciacquarle con acqua e metabisolfito.

Un dubbio forse potrei averlo per i tappi, che erano in una confezione nuova e sigilllata, non li ho lavati con acqua e candeggina ma sciacquati con acqua e metabisolfito. Le bottiglie comunque sono state sempre tenute in verticale e la birra non dovrebbe essere mai andata in contatto con i tappi.

Voi come mi consigliate di risciacquare i tappi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]HellFireSam ha scritto:

proteine non direi... non sono bianche e non galleggiano... oenstamente non ne ho idea!
[/quote]
sì è vero! le proteine vanno sul fondo della bottigli[B)]

Share this post


Link to post
Share on other sites
grazie ragazzi per l'aiuto, ma sono troppo curioso di sapere cosa siano quelle particelle biancastre.
Più che altro vorrei evitare che ricompaiano nella prossima birra che farò.

Sono però convinto che sia dovuto alla temperatura troppo alta del mio garage, in questi giorni che è più bassa le macchie sembrano sparite, senza agitare ne toccare le bottiglie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
in una birra che ho fatto a giugno, ho gli stessi rimasugli..però il problema è che la birra fa schifo e non sono riuscito a bere neanche una bottiglia...[|)]
hano tutte sapore sgradevole(ne ho aperte 3 e tutte uguali..non l'ho ancora buttata solo percè sto male al pensiero..

la cosa strana e fortunata è che a quella ho concatenato la cotta per sfruttare il lievito (belgian abbey III) e fare la birra di natale..è fortunatamente quest'ultima non si è ammalata!!!!se no era 40 litri da buttare anziche 20...

da questo ho concluso che l'infezione non l'ha presa durante la fermentazione, ma dopo l'ultimo travaso o direttamente in bottiglia..ora se fosse vera la seconda ipotesi almeno qualche bottiglia dovrebbe essere salva..ma data la presunta totalità  del fallimento, deduco che l'infezione l'ha presa nel travaso...anche se sono sicuro di aver effettuato tutto come da routin...quindi penso che la sfiga sia piu potente di qualsiasi disinfettante!!

a proposito, voi come fate a lavare e sanificare fermentatori e bottiglie?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per le parti in plastica (fermentatori e ammenicoli) utilizzo la mia pozione super segreta a base di aceto e ipoclorito di sodio, che uso anche per lavare e condire contemporaneamente l'insalata e della quale ho già  diffusamente trattato in passato. A forza di parlarne bene, me la sto tirando.......prima o poi ci scappa il guaio........
Insisto sempre sulla pulizia, fondamentale.
Le bottiglie le tratto con detergente alcalino per usi enologici in modo da ripulirle perfettamente da ogno residuo (la cosa non è scontata...), dopo di chè le risciacquo al momento di utilizzarle con il meta e semplice scolatura. Anche qui, mai avuto problemi (mi tocco a due mani.....).
Ciao TNT

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un dubbio mi viene riguardo allo zucchero per la carbonatazione.

Ho fatto sciogliere del normale zucchero di casa (nel barattolo della prima colazione per intenderci) in acqua calda a circa 70°, una volta raffreddato a circa 20 gradi l'ho messo nel secondo fermentatore, prima di imbottigliare.

Ma chi mi dice che lo zucchero che ho usato era perfettamente sano?
A 70 gradi non si abbatte alcuna carica batterica, voi come procedete durante questa fase?

Grazie per l'aiuto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esatto,se lo facevi bollire una decina di minuti eri tranquillo.;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]marcovzz ha scritto:

Un dubbio mi viene riguardo allo zucchero per la carbonatazione.

Ho fatto sciogliere del normale zucchero di casa (nel barattolo della prima colazione per intenderci) in acqua calda a circa 70°, una volta raffreddato a circa 20 gradi l'ho messo nel secondo fermentatore, prima di imbottigliare.

Ma chi mi dice che lo zucchero che ho usato era perfettamente sano?
A 70 gradi non si abbatte alcuna carica batterica, voi come procedete durante questa fase?

Grazie per l'aiuto
[/quote]
certamente è meglio far bollire il tutto, però c'è anche da dire che lo zucchero è un ambiente assai sfavorevole per la crescita di batteri o muffe credo per via del grande potere osmotico che esercita sulle cellule(mai visto zucchero andato a male :)). magari poi mi sbaglio però, è una mia idea;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...