Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
JackTrab

Lampade Spot per alzare la temperatura

Recommended Posts

Salve a tutti..
Siccome a casa non ho mai una temperatura di 20°C, secondo voi per poter alzare la temperatura del fermentatore potrei utilizzare una lampada spot di quelle che si usano per scaldare tacchini e i terrari dei rettili? :D
La mia idea era di mettere eventualmente il fermentatore in uno scatolone di dimensioni abbastanza grandi per evitare troppe dispersioni di calore, fissare la lampada sopra al fermentatore ad almeno mezzo metro di altezza e collegarla ad un termostato (un apparrecchio che stacca la corrente quando si scende sotto di una certa temperatura impostabile), così posso mantenere costante, spero, la temperatura della mia fermentazione.

Che dite, può essere una buona idea? Preciso che ho il fermentatore in inox, quindi c'è rischio che per irraggiamento il metallo possa scaldarsi troppo e in modo poco omogeneo..

Eventualmente riutilizzerei lo stesso sistema anche per il priming..

Qualcuno di voi ha mai provato qualcosa di simile? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
mmm maio provato di certo....la tecnologia dei tacchini applicata alla birra è interessante però...
Il punto è che dovresti cercare di ottenere un ambiente a temperatura omogenea. Il giochetto "calore non distribuito equamente" cosi di primo acchito mi da da pensare che il risultato non sarà  il massimo proprio per tale motivo. Magari mi sbaglio.
Per il priming credo che sia piu facile con quella lampada mantenere le bottglie dentro lo scatolone a temperatura piu o meno omogenea rispetto al fermentatore...

Ma a casa non hai una stanza dove ci sia una temperatura piu o meno costante e INTORNO ai 20 gradi? (se ne hai 18 piuttosto che 22 va bene uguale eh)...gli sbalzi tra giorno e notte li abbiamo un po tutti...un paio di gradi piu o meno non camboiano la sostanza, sono temperature indicative quelle di 20 - 25 gradi per i lieviti ad alta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Purtroppo le stanze di temperatura più alta sono quelle in cui la mia famiglia passa la maggior parte del tempo, non voglio che la produzione della birra diventi un peso per i miei, e tanto meno che loro diventino un peso per me, quindi preferivo fare le cose un po' in privato senza disturbare.. ^^ Ovviamente il privato implica stanze più fredde.. :|

Se riesco in un qualche modo ad evitare che i raggi vadano diretti sul fermentatore magari riesco ad ottenere un riscaldamento omogeneo.. Mmmhh.. pondererò..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma il consumo di quelle lampade vale il gioco??? Hai provato a pensare ad una brew belt? Qualcuno mi ha anche parlato della resistenza che si usa negli acquari, pare funzioni egregiamente se immerso nella birra, ma io non so dirti quanto sia vero!

Share this post


Link to post
Share on other sites
secondo me ti conviene intanto coibentare un pò il contenitore, con del polistirolo o polistirene (e quindi tantovale che elimini il cartone)

poi, visto che parli di usare un termostato mi pare di capire che tu abbia un minimo di dimestichezza per fare i collegamenti, quindi al limite ti consiglierei di fare come abbiam fatto noi: compri una di quelle stufette elettriche portatili in un centro commerciale o negozio di elettrodomestici, possibilmente la meno potente che trovi (spesa < 15€, noi avevam speso 12) poi gli fai una minima modifica in modo che la ventola giri sempre e tenga in movimento l'aria, mentre la resistenza sia controllata dal termostato

posizioni la stufa sul fondo rivolta contro le pareti e non direttamente contro il fermentatore. In questo modo l'aria circola sempre ed è abbastanza omogenea, e solo quando si raffredda la stufa si accende, senza comunque sparare aria diretta contro il fermentatore.
Il metodo è comodo e veloce, l'unico difetto che abbiamo riscontrato è che in media le stufette son dimensionate per una potenza un pò eccessiva per i nostri scopi e quando si accendono, nonostante siano controllate dal termostato, scaldano un pò troppo, quindi magari la temperatura anzichè oscillarti tra 19 e 20 magari ti va tra 19 e 21...

Share this post


Link to post
Share on other sites
A rigor di massima la mia idea nasceva dall'esigenza di spendere poco niente, perciò vorrei evitare la brewbelt per adesso..
Se mi dite che i cavetti riscaldanti per rettili funzionano come la brew belt, ci posso fare un pensierino.. (Ho una coppia di iguane e anche qualche metro di quei cavetti..)

Le lampade spot consumano poco, sono da 40-60w, e se la collego ad un termostato sarà  più tempo spenta che accesa, ma il problema è l'irraggiamento e la temperatura poco omogenea. (magari posso usarla per il priming..)

L'idea della stufa con la ventola è ottima, però ahimé non sono pratico di collegamenti.. Possiedo già  una stufa elettrica in disuso con termostato interno, ma come dici tu, dovrei modificarla per far sì che la ventola funzioni di continuo.. Altro problema, la stufa non consuma un po' troppo? Per quanto può essere piccola, si aggira comunque intorno ai 1000w..

Grazie comunque a tutti per i consigli.. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]JackTrab ha scritto: Altro problema, la stufa non consuma un po' troppo? Per quanto può essere piccola, si aggira comunque intorno ai 1000w..
[/quote]

devi considerare che una stufa da 1000 W rispetto ad una lampada da 50 W, consuma 20 volte di più ma scalda anche 20 volte prima, per cui quando si accende resta accesa ad esempio 1 minuto contro 20 della lampada. Morale della favola a fine giornata il consumo in Wh (e quindi in soldi) è identico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
io uso una brewbelt e non ho assolutamente problemi; qua a Cagliari sta facendo freddino e l'ho usata, ora è regolare a 20 gradi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guarda io ho utilizzato un termoriscaldatore per acquari (15 euro) che predispone già  di una sorta di termostato,ho immerso il fermentatore in un bidone pieno d'acqua in cui ho inserito il termoriscaldatore (non mi fido ad inserirlo diretto nella birra), e la fermentazione è andata alla grande...te lo consiglio!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×