Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
raippl

Rifermentazione in camera di fermentazione ?

Recommended Posts

Ciao a tutti,

ho effettuato la mia prima birra da KIT English IPA di Brewferm (12LT). 

Ho usato

- estratto di malto al posto dello zucchero 

- lievito US05 (tutta la bustina)

- Acqua San Gemini ricca di calcio 331mg/l.

Ho messo il fermentatore nella camera di fermentazione con inkbird a 18 gradi (+/- 0,5) con sonda attaccata al fermentatore e non interna.

Ho aspettato che la temperatura arrivasse a 18° ed ho inoculato il lievito ed ho ossigenato.

Dopo circa 20 giorni di fermentazione tra18 e 20 gradi e 3 giorni di laghering a 2/3 gradi ho finalmente imbottigliato. vi mando la foto del primo fermentatore con l'us-05 dopo il travaso:

IMG_20220922_100341.thumb.jpg.0b5f3d89cae30d1c906ecdd665c7a873.jpg

adesso ho rimesso le birre nella camera di fermentazione ma a quanto gradi dovrei impostare l'inkbird? 

Dopo quanto finisce la rifermentazione ? ho letto 15 GG giusto?

Sono in trepidazione perchè la camera di fermentazione mi serve per un'altra birra. E' stata fatta con un frigo piccolo e ci entra soltanto un fermentatore, non entrano anche le bottiglie :-(

ma poi  dove dovrei tenere le birre in seguito?

Scusate ma sto cercando di imparare il più possibile quindi non voglio fare 23 litri di birra ed aspettare di finirla.. Ho comprato il fermentatore piccolo da 16 litri e per la prossima dovrei fare una ricetta E+G da 10 litri. Quindi l'idea è di farne una dietro l'altra per imparare il più possibile. Vivo a Roma e non ho una cantina ma un garage dove fa piuttosto caldo, attualmente di giorno ci sono acnora 25/26 gradi.

più in generale a questo punto per fare quello che vorrei fare avrei bisogno di:

- una camera di fermentazione con per la nuova birra dove mettere il fermentatore

- una camera di fermentazione per le bottiglie della vecchia birra 

- un frigo per la maturazione

Aiutooo.

Ho anche un vecchio congelatore che non funziona, ho letto che potrei utilizzarlo ad esempio per la rifermentazione mettendo delle bottiglie ghiacciate ma ho paura di rovinare tutto. Oppure potrei prendere un frigo più grande per la fermentazione e rifermentazione.

Voi come vi regolate?

Grazie

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aspetta aspetta, non tutti abbiamo a disposizione lo spazio per 3 o + frigoriferi/congelatori!:D quello essenziale è quello per la camera di fermentazione, e su questo non ci piove.

Per la rifermentazione e relativa maturazione si fa quello che si può! 25 gradi sono tanti ma non sono eccessivi, puoi tranquillamente tenere le bottiglie a temperatura ambiente, magari la birra si rovinerà prima, ma non è immediata la cosa...

Eventualmente visto che hai detto che hai un congelatore che non va, potresti stoccare le bottiglie li dentro e come dicevi mettere un paio di bottiglie ghiacciate per evitare che la temperatura salga troppo... Senza troppi sforzi dovresti riuscire a stare sotto i 25gradi.

Piccolo appunto, (forse l'avevo già scritto sull'altro tread ma non ricordo!:P) se fai kit o e+g non stare a farti troppi problemi sull'acqua... È importante principalmente in fase di mash, ma con gli estratti (luppolati o meno) il mash è già stato fatto da chi li ha prodotti, quindi non cambia nulla un'acqua o un'altra...

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la rifermentazione dell'us05 ti basta una stanza tra i 12 e i 30 gradi di temperatura ambiente, meglio se tra i 15 e i 25.

La quantità di zucchero da fermentare è pochissima, e non ti cambierà l'aroma della birra.

In più fermentando solo saccarosio non ti produrrà quantità enormi di sottoprodotti.

La mia cantina varia tra i 15 e i 18 gradi (21 questa estate, ma non mi era mai successo). Ho sempre rifermentato li.

Edited by Pie11
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aspetta, diminuisci un po' il range.... Meglio tra 18 e 20! Oltre i 20 mi aveva portato un sacco di mela verde, fastidiosissimo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Strano con l'us-05. L'ho fatto fermentare anche abbastanza alto (inizato a 22°C e finito a 25°C) per vedere se si spicciava di più e non me lo ha mai fatto o non me ne sono accorto. Può essere che sotto il luppolo non l'ho individuato.

O forse sotto pressione o in ambiente non si rimangia l'acetaldeide.

Edited by Pie11

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'us-05 produce acetaldeide. Come tutti i lieviti.

Ma poi in qualche settimana se la rimangia tutta. Ma come lievito è lento. Io non gli faccio mai il cold crash prima di 4-6 settimane, e ne aspetto altrettante dopo averlo imbottigliato.

Sei sicuro di non avere fatto il cold crash o imbottigliato troppo in fretta?

Edited by Pie11

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, faccio sempre almeno 5/7 GG di cold crash dopo che l'fg è stabile x almeno 4 GG...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una volta fatto il cold crash, il lievito è sfinito.

Se c'è acetaldeide, diacetile o altre schifezze, li restano, a meno di non rimettere lievito all'imbottigliamento, come fanno inglesi e belgi.

Per avere una birra bella pulita bisogna lasciarla riposare a temperatura da fermentazione con il lievito attivo. Da qualche prova l'us-05 ci mette 2-3 settimane a mangiarsi il diacetile.

L'us-05 lo lascio almeno due settimane a fg, se voglio una birra pulita. Fa almeno un mese dall'inoculo al cold crash. Se voglio accelerare metto del cbc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono d'accordo... Ci mette più tempo ma non è vero che non riassorbe i composti come l'acetaldeide... Non stiamo pastorizzando, quindi il lievito è ancora attivo (stanco e stressato per carità), ma sempre attivo... Se no non riuscirebbe a rifermentare in bottiglia e saremmo sempre obbligati a inoculare lievito da riferimentazione... Poi per carità, se gestiamo male la fermentazione e ci sono un sacco di off flavour nella birra è difficile (se non impossibile) che riesca a riassobirli...

Tempo fa ho fatto una pils, la temperatura mi è scappata e ha rilasciato un sacco di acetaldeide... Imbottigliato cmq dopo 2 settimane di lagerizzazione, è riuscito cmq a riassorbirla quasi tutta

Edited by Blackbread

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende molto dai lieviti e da come si fa il cold crash.

I lieviti da bassa tendono di meno ad addormentarsi al freddo.

Fai un cold crash sul wlp530 e non ti rifermenterà nemmeno, a meno di non inoculare di nuovo.

Ho fatto una biere de garde con il k97 (1 mese di cold crash) e ci ha messo 3 mesi a diventare frizzante.

Se fai un cold crash, di lievito ne rimane pochino in sospensione. Quindi il tempo per riassorbirsi la schifezza aumenta considerevolmente.

Se usi l'us-05 su di una birra non luppolata, servono settimane perché ripulisca. E se fai il cold crash prima che abbia finito rimane tutto li.

A basse temperature fermenta, ma è molto ma molto lento, penso il più lento tra i lieviti ad alta fermentazione che ho utilizzato.

Edited by Pie11

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...