Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
BeerNoob

Birra non carbonata correttamente

Recommended Posts

Salve, ho letto diverse discussioni qui sul forum, ma non sono riuscito a trovare una causa definitiva al problema di carbonazione di questa ultima cotta. Ho fatto finora 4 kit, 2 e+g e ho voluto fare il passo verso il biab. Mai avuto problemi di carbonazione prima. La birra è in bottiglia ormai da 5 settimane, quando stappo sento il gas, ma poi se è a 5 gradi non fa schiuma ed è piatta, se la temperatura della bottiglia è più elevata, fa un velo di schiuma per poi svanire quasi subito ed è più frizzante. Che possa essere un errore dovuto al nuovo metodo utilizzato? Problemi di temperatura troppo alta in fermentazione e in rifermentazione?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao! Se fosse solo un problema di schiuma potrebbe essere un problema di procedimento, ma se è proprio piatta il problema è solo di carbonazione... Dacci qualche info in più! :D stile? Temperature di mash? Temperature di fermentazione? Quanti g/litro di zucchero hai usato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da come lo descrivi, sembra dovuto a un'assenza di lieviti per la rifermentazione; il gas che avverti all'apertura potrebbe essere CO2 residua dall'imbottigiamento.

Le probabili cause sono un errore di procedura dopo la fermentazione (poco zucchero? disinfettante in eccesso nelle bottiglie?)

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minutes ago, Blackbread said:

Ciao! Se fosse solo un problema di schiuma potrebbe essere un problema di procedimento, ma se è proprio piatta il problema è solo di carbonazione... Dacci qualche info in più! :D stile? Temperature di mash? Temperature di fermentazione? Quanti g/litro di zucchero hai usato?

Sarebbe dovuta essere una Strong Brown Ale, dico sarebbe dovuta perché la OG è stata di 10 punti sotto a quella aspettata (1050). Temperatura di mash è oscillata molto purtroppo, sicuramente il mio errore più grave (oscillando anche di 5 gradi (65-70) Temperatura di fermentazione anche lì un disastro (24 gradi ma con picchi di 26), ho usato una bustina di Lallemand Abbaye Belgian Style Ale per 23 litri. 5 g di zucchero per litro. Insomma, un completo disastro, ci sono tanti errori da sistemare. La cosa che mi sembra strana è che da fredda è completamente piatta, a temperatura ambiente è abbastanza carbonata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minutes ago, corbaccio said:

Da come lo descrivi, sembra dovuto a un'assenza di lieviti per la rifermentazione; il gas che avverti all'apertura potrebbe essere CO2 residua dall'imbottigiamento.

Le probabili cause sono un errore di procedura dopo la fermentazione (poco zucchero? disinfettante in eccesso nelle bottiglie?)

Ho usato 5 grammi litro e raffreddato la soluzione di priming. Per detergere le bottiglie prima dò una passata con il sapone per piatti, sciacquo per bene, poi uso il chemipro oxi e lascio agire per qualche minuto, poi risciacquo tutto accuratamente. Non mi aveva mai tradito questo metodo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lato schiuma la causa potrebbe essere tranquillamente il fatto delle temperature ballerine, soprattutto in fermentazione... Per la carbonazione però non dovrebbero influire... Hai detto che le hai lasciate 5 settimane? A che temperatura?

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minutes ago, Blackbread said:

Lato schiuma la causa potrebbe essere tranquillamente il fatto delle temperature ballerine, soprattutto in fermentazione... Per la carbonazione però non dovrebbero influire... Hai detto che le hai lasciate 5 settimane? A che temperatura?

A temperatura ambientale, circa 28 gradi. In generale non sono per nulla soddisfatto. Nel travaso pre-imbottigliamento ho notato un velo sulla birra, simile a quando non si spolvera qualcosa da un po'. Non so se sia un'infezione, al gusto non noto nulla di strano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caspita 28° sono tantini... Sopra i 30° tanti lieviti muoiono... Non vorrei fosse questo il problema... Se vuoi birrificare in questa stagione o ti fai una camera di fermentazione o vai sui lieviti kweik.. il velo sulla birra non è detto che sia un'infezione, potrebbero essere solo gli olii del luppolo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente il metodo di sanitizzazione è da rivedere. Il Chemipro OXI non è un sanitizzante. Dovresti provare a misurare la densità e il ph di una di queste birre.

Potrebbero anche essere i tappi che sfiatano. A me è capitato di avere questo problema su alcune bottiglie col tappo a macchinetta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, Blackbread said:

Caspita 28° sono tantini... Sopra i 30° tanti lieviti muoiono... Non vorrei fosse questo il problema... Se vuoi birrificare in questa stagione o ti fai una camera di fermentazione o vai sui lieviti kweik.. il velo sulla birra non è detto che sia un'infezione, potrebbero essere solo gli olii del luppolo!

Hai ragione, purtroppo avevo fatto scorte ad aprile, convinto di fare subito una cotta. È arrivato giugno e finalmente mi sono deciso. La prossima la faccio ad agosto con il kveik e vediamo che succede.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minutes ago, eamaxb said:

Sicuramente il metodo di sanitizzazione è da rivedere. Il Chemipro OXI non è un sanitizzante. Dovresti provare a misurare la densità e il ph di una di queste birre.

Potrebbero anche essere i tappi che sfiatano. A me è capitato di avere questo problema su alcune bottiglie col tappo a macchinetta.

I tappi sono a corona. Il chemipro oxi non ti nego che lo uso per il prezzo irrisorio, per questo non mi sono deciso a comprare un sanificante vero e proprio, ma devo migliorare anche questo aspetto della produzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute ago, BeerNoob said:

I tappi sono a corona. Il chemipro oxi non ti nego che lo uso per il prezzo irrisorio, per questo non mi sono deciso a comprare un sanificante vero e proprio, ma devo migliorare anche questo aspetto della produzione.

Puoi usare la candeggina che costa ancora meno ed è efficace. La diluisci in acqua fredda a 4ml/l, una ventina di minuti di contatto e poi risciacqui con acqua molto calda.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sinceramente non darei la colpa all'oxy; vero che "legalmente" i prodotti base ossigeno non sono sanificanti, ma se usati correttamente (acqua 40-50 gradi, tempo di contatto almeno 10 min, concentrazione di prodotto corretta) il loro lo fanno. Per quanto usando fusti imbottiglio sempre meno sulle bottiglie continuo ad usare degli oxy e a livello infezioni (grattata nel sottoventre) non ho mai avuto sorprese.

La candeggina resta comunque una valida alternativa (se parliamo di vetro)

Mi viene più da pensare a qualche problema a livello di lievito. Non conosco benissimo l'abbaye di lallemand ma potrebbe esser in stop lui. Ti consiglierei di dargli ancora un po' di tempo magari aprendo una bottiglia alla settimana per capire se si sia addormentato o sia proprio defunto

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minutes ago, T.Rex said:

sinceramente non darei la colpa all'oxy; vero che "legalmente" i prodotti base ossigeno non sono sanificanti, ma se usati correttamente (acqua 40-50 gradi, tempo di contatto almeno 10 min, concentrazione di prodotto corretta) il loro lo fanno. Per quanto usando fusti imbottiglio sempre meno sulle bottiglie continuo ad usare degli oxy e a livello infezioni (grattata nel sottoventre) non ho mai avuto sorprese.

La candeggina resta comunque una valida alternativa (se parliamo di vetro)

Mi viene più da pensare a qualche problema a livello di lievito. Non conosco benissimo l'abbaye di lallemand ma potrebbe esser in stop lui. Ti consiglierei di dargli ancora un po' di tempo magari aprendo una bottiglia alla settimana per capire se si sia addormentato o sia proprio defunto

Probabilmente l'ho ucciso con queste temperature :80:, intanto continuo a monitorarla e questo inconveniente mi sarà di lezione. Usare solo lieviti kveik in estate. Qualcuno mi ha anche detto che può essere un problema di underpitching.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche se sei in underpitching è difficile che non riferimenti... Al massimo ti ritrovi gusti sgradevoli nella birra, ma deve cmq carbonare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minutes ago, T.Rex said:

sinceramente non darei la colpa all'oxy; vero che "legalmente" i prodotti base ossigeno non sono sanificanti, ma se usati correttamente (acqua 40-50 gradi, tempo di contatto almeno 10 min, concentrazione di prodotto corretta) il loro lo fanno. Per quanto usando fusti imbottiglio sempre meno sulle bottiglie continuo ad usare degli oxy e a livello infezioni (grattata nel sottoventre) non ho mai avuto sorprese.

La candeggina resta comunque una valida alternativa (se parliamo di vetro)

Mi viene più da pensare a qualche problema a livello di lievito. Non conosco benissimo l'abbaye di lallemand ma potrebbe esser in stop lui. Ti consiglierei di dargli ancora un po' di tempo magari aprendo una bottiglia alla settimana per capire se si sia addormentato o sia proprio defunto

Certo, non è detto che sia colpa del Chemipro OXI, anche perchè non si sa se si tratta di infezione (e pare di no). Il mio era un discorso generico, avendo a disposizione la candeggina, personalmente preferisco. Meglio ancora lo starsan che non va risciacquato :D 

Tornando alla carbonazione, se effettivamente hai ucciso il lievito, potresti tentare di aprire le bottiglie e inoculare un lievito da rifermentazione, anche se in effetti è uno sbattone.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minutes ago, eamaxb said:

Certo, non è detto che sia colpa del Chemipro OXI, anche perchè non si sa se si tratta di infezione (e pare di no). Il mio era un discorso generico, avendo a disposizione la candeggina, personalmente preferisco. Meglio ancora lo starsan che non va risciacquato :D 

Tornando alla carbonazione, se effettivamente hai ucciso il lievito, potresti tentare di aprire le bottiglie e inoculare un lievito da rifermentazione, anche se in effetti è uno sbattone.

È uno sbattone non tanto ritappare, quanto ordinarlo, dato che dovrei fare almeno 60 euro di spesa per non pagare le spedizioni.:nea:

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minutes ago, BeerNoob said:

È uno sbattone non tanto ritappare, quanto ordinarlo, dato che dovrei fare almeno 60 euro di spesa per non pagare le spedizioni.:nea:

Quello che sto per scrivere potrebbe essere un'enorme stupidaggine. E' un'idea malsana che mi è venuta in questo momento.

Ma se usassi un lievito da vino o da idromele? Quelli si trovano facilmente in tutti i negozi di enologia e per "semplicemente" rifermentare non credo alterino il profilo della birra (controllando chiaramente prima l'attenuazione).

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, eamaxb said:

Quello che sto per scrivere potrebbe essere un'enorme stupidaggine. E' un'idea malsana che mi è venuta in questo momento.

Ma se usassi un lievito da vino o da idromele? Quelli si trovano facilmente in tutti i negozi di enologia e per "semplicemente" rifermentare non credo alterino il profilo della birra (controllando chiaramente prima l'attenuazione).

Guarda, dopo aver visto gente su YouTube che usa i panetti di lievito fresco per la fermentazione, non mi sembra strano più nulla :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esperienza personale:

Rifermentazione sempre ok con passata con Oxi di bottiglie pulite (30-40 cotte)

Rifermentazione a volte problematica con Starsan ben scolato (10-15 cotte)

Sono ritornato all'Oxi da tre anni, sempre bene (gesto scaramantico obbligatorio)

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, corbaccio said:

Esperienza personale:

Rifermentazione sempre ok con passata con Oxi di bottiglie pulite (30-40 cotte)

Rifermentazione a volte problematica con Starsan ben scolato (10-15 cotte)

Sono ritornato all'Oxi da tre anni, sempre bene (gesto scaramantico obbligatorio)

Siamo concordi sul fatto che probabilmente il lievito sia morto, dato che avrò sforato probabilmente i 30 gradi in rifermentazione. Chemipro oxi ammetto di averne usato più del solito forse, ma ho risciacquato e messo a scolare le bottiglie. Spero solo che non ricapiti di nuovo. Quantomeno spero che sia stato quello il problema, altrimenti non saprei dove sbattermi la testa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi son spiegato male mi sa

30 gradi tendenzialmente un lievito non muore (parliamo per di più di un belga... direi che a quelle temperature sguazzano dando il meglio e/o il peggio delle loro nature esteriche)

Potrebbe essere piantato; non conosco l'abbeye ma ricordo esperienze di blocchi per 7-10 giorni e ripartenze con il nottingham (sempre della lallemand) 

 

Aprire e aggiungere lievito... personalmente non lo rischierei. i rischi di infezione sono dietro l'angolo (per non parlo dell'ossidazione e fammi dire anche dello sbattimento per farlo misurando il lievito bottiglia per bottiglia).

 

Domanda che però non abbiamo fatto, il "dolcino" da zucchero da priming lo senti ancora? perchè se non c'è più quello fammi dire potrebbe essere anche un problema della boccola della tappatrice e quindi il "rifermentato" si è perso

Edited by T.Rex

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minutes ago, T.Rex said:

mi son spiegato male mi sa

30 gradi tendenzialmente un lievito non muore (parliamo per di più di un belga... direi che a quelle temperature sguazzano dando il meglio e/o il peggio delle loro nature esteriche)

Potrebbe essere piantato; non conosco l'abbeye ma ricordo esperienze di blocchi per 7-10 giorni e ripartenze con il nottingham (sempre della lallemand) 

 

Aprire e aggiungere lievito... personalmente non lo rischierei. i rischi di infezione sono dietro l'angolo (per non parlo dell'ossidazione e fammi dire anche dello sbattimento per farlo misurando il lievito bottiglia per bottiglia).

 

Domanda che però non abbiamo fatto, il "dolcino" da zucchero da priming lo senti ancora? perchè se non c'è più quello fammi dire potrebbe essere anche un problema della boccola della tappatrice e quindi il "rifermentato" si è perso

No, non sento per nulla il dolce. Come faccio a capire se la boccola è andata? Non ho altre tappatrici per fare un confronto 

Edited by BeerNoob

Share this post


Link to post
Share on other sites
49 minutes ago, T.Rex said:

Domanda che però non abbiamo fatto, il "dolcino" da zucchero da priming lo senti ancora? perchè se non c'è più quello fammi dire potrebbe essere anche un problema della boccola della tappatrice e quindi il "rifermentato" si è perso

Che poi ripeto, mi sembra davvero strana come cosa, a temperatura ambiente la schiuma c'è e la CO2 si sente sempre quando stappo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cmq facendo 2 calcoli, se hai raggiunto i 26° in fermentazione con 5g/l di zucchero sei sui 1,9/2 vol di co2, ci credo che sia quasi piatta... Secondo me hai solo sbagliato la quantità di priming... (Oltre al controllo di temperatura)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...