Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
Pluto619

Controllo temperatura fermentazione chiller e serpentine

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Vorrei auto costruirmi un impianto per il controllo della temperatura di fermentazione.

Possiedo 4 fustini in plastica da 50 litri l'uno, che utilizzerei in contemporanea sia per le basse che per le altre fermentazioni.

Oltretutto vorrei effettuare la winterizzazione nello stesso impianto.

L'idea di base è quella in foto:

1868996112_CellaFermentazioneBirra.thumb.jpg.e74ca416cae21721eb718c90c2c73378.jpg 

L'impianto vorrebbe messo in una stanza a 20 gradi, sia in estate che in inverno.

Non dovrei avere quindi problemi per quanto riguarda il riscaldamento, ma basterebbe solo raffreddare...

I box contenitivi per i fustini saranno realizzati con stylodur, l'isolante in polistirene che si utilizza per l'edilizia, da 8 cm di spessore.

Ogni fermentatore sarà dotato di un controller pid, che regolerà la temperatura sia in fermentazione che in winterizzazione.

Avrei alcune domande:

1. La pulizia delle serpentine ammollo nel mosto, risulterà molto difficoltosa? Immagino che un tubo in polietilene ben avvolto attorno al fermentatore, non mi garantisca uno scambio termico sufficiente, essendo questo in plastica, sbaglio?

2. Mi sto informando per un chiller adeguato, sull'usato...mi chiedono 500€ per una 90 litri con motore da mezzo cavallo...come vi sembra il prezzo? È sufficientemente potente o è anche troppo grande?

Calcolate che il mostro arriverà nei fusti già raffreddato, quindi ad una temperatura intorno ai 20 gradi...per le alte fermentazioni basterà poco o nulla per mantenere la temperatura, per le basse un po' di più...

Il vero nodo cruciale sta nella winterizzazione, che magari mi troverò a dover fare in tutti i quattro i fusti contemporaneamente...non mi interessa se ci vuole un giorno per arrivare a temperatura, l'importante è che funzioni...

3. Non saprei se predisporre l'impianto con 4 pompe, una per ogni fermentatore, o con una singola pompa e 4 elettrovalvole...secondo voi, qual'è la soluzione migliore?

Vi ringrazio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

progetto interessante.

Io ho abortito un idea simile... il mio problema era la tenuta del freezer che usavo per raffreddare e la difficolta delle due pompertte che usavo per il ricircolo della soluzione di acqua e glicole. Partendo da un chiller i problemi che avevo avuto io non dovresti averli (io opero su 2 fermentatori e quindi 2 frigor recuperati mi sono alla fine venuti a costar meno di un chiller e posso dirti che come dimensionamento stavo guardando anche io il mezzo cavallo)

lato pulizie delle serpentine, è rognoso ma gestibile. Esternamente se i fermentatori sono in inox puoi pensare ad una serpentina attorno al fermentatore. Se sono plastica/vetro la vedo poco efficiente come cosa

Unica cosa considerando l'inerzia non so se ti conviene "investire" in 4 PID per pilotare pompe/elettrovalvole... in teoria con un sensore di temperatura anche mono soglia ottieni più o meno lo stesso risultato con 1/4 di investimento. Inoltre avendo il sistema di circolamento del chiller al tuo posto andrei per delle elettrovalvole

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minutes ago, T.Rex said:

progetto interessante.

Io ho abortito un idea simile... il mio problema era la tenuta del freezer che usavo per raffreddare e la difficolta delle due pompertte che usavo per il ricircolo della soluzione di acqua e glicole. Partendo da un chiller i problemi che avevo avuto io non dovresti averli (io opero su 2 fermentatori e quindi 2 frigor recuperati mi sono alla fine venuti a costar meno di un chiller e posso dirti che come dimensionamento stavo guardando anche io il mezzo cavallo)

lato pulizie delle serpentine, è rognoso ma gestibile. Esternamente se i fermentatori sono in inox puoi pensare ad una serpentina attorno al fermentatore. Se sono plastica/vetro la vedo poco efficiente come cosa

Unica cosa considerando l'inerzia non so se ti conviene "investire" in 4 PID per pilotare pompe/elettrovalvole... in teoria con un sensore di temperatura anche mono soglia ottieni più o meno lo stesso risultato con 1/4 di investimento. Inoltre avendo il sistema di circolamento del chiller al tuo posto andrei per delle elettrovalvole

Ho dei fermentatori a botticella in plastica...più avanti andrò sull'inox, ma per ora rimango così...

Ho parlato con un rivenditore della mia zona, che mi ha detto che se la plastica del fermentatore è bianca (dice che in base al colore cambiano le proprietà), mi consiglierebbe un tubo in gomma da avvolgere attorno al fermentatore, e poi una coperture in armaflex, un isolante termico adesivo, con la sonda appiccicata al lato del fermentatore...

La cosa mi piace solo per il fatto che non c'è niente all'interno del mosto...

La cosa invece non mi piace, perché intanto a lavare il fermentatore con tutta quella roba addosso diventerei pazzo, salve non lavarlo mai esternamente, e comunque è un casino...inoltre, credo che l'efficienza del sistema sia se non altro bassa rispetto alla serpentina in inox ad immersione, e la bolletta della corrente costa, sempre di più...

Mi ha oltretutto consigliato delle pompe ad immersione, direttamente nella vasca del chiller...anche qui, non mi piace granché l'idea...voi che pompe usate?

Per la storia dei pid pensavo di prenderli direttamente dalla cina, tanto sono gli stessi che si trovano online sull'amazzone...4 pid mi verrebbero a costare 60/80€...me la cavo con l'lettronica, se ci fosse qualche problema, magari me lo sistemo da me...

Voi, i vari fusti e serpentine in inox, con cosa li lavate per stare tranquilli? Io pensavo di andare di soda e peracetico, ma non so se potrebbero dare problemi con i materiali...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lato pompe avevo provato con pompe immerse da aquario; avevo provato anche a fare scale up come potenza ma i problemi restavano e lì mi ero fermato :p

Lato lavaggio dei fermentatori tendenzialmente acqua e sapone per piatti quando finisco di usarli. Risciacquo con acqua e poi star san prima di riutilizzarli. Ogni 2-3 cotte (o se faccio qualche fermentazione con qualche bestiola) do una lavata con acqua a 60 gradi e pbw.

Il non poter pulire l'esterno diventa un problema più che altro in caso di fermentazioni violente... Indubbiamente il costo sale ma personalmente vedrei quasi meglio serpentina inox nel mosto

Edited by T.Rex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ste benedette serpentine iniziano a preoccuparmi...oltretutto, mi costerebbero quasi 200€, più le aste per la sonda...

Mi sto pian pino convincendo a rivalutare tutto il lavoro:

Se faccio tutto sto accrocchio, già mi conosco, fra un 6 mesi mi ritroverò a voler ricambiare ancora, per via delle serpentine, delle difficili pulizie ecc ecc...

Quindi, sto pensando di fare un upgrade dell'impianto, prendendo 2 fermentatori da 100lt in inox, e rivisitando l'impianto, in modo da poter fare circa 80 litri di mosto a cotta...

Il chiller sarebbe sempre lo stesso...

Piazzo due bei fermentatori, e con una cotta a settimana, potrei garantirmi 2/300 litri di bella birrozza al mese...

Per il raffreddamento, potrei partire con le pompe, un tubo in gomma telata fino al fermentatore, e poi un bel tubetto di rame avvolto stretto stretto, magari da 10mm...

Potrei poi crearmi in casa delle coperte termiche removibili (ho fatto il sarto per anni), ed imbacuccare il tutto...

Piazzo la sonda di temperatura all'esterno, e via andare!

Così facendo, risparmierei un bel casino con le serpentine immerse, avrei il mosto più "protetto", lavorerei con l'inox, e manterrei la stessa produttività con meno lavoro...il solo contro, è il costo dei materiali...ma fatti due conti, credo ne valga la pena...

Voi che dite?

Le serpentine in rame, collegate al fusto, quanti giri dovrebbero essere per far bene il loro lavoro? E di che diametro?

Ho visto delle fasce in gomma, e nutro dei dubbi sull'efficienza...oltretutto, costano un botto, conviene il rame (ed è tutto un dire)...

Altre soluzioni? Ho letto di dei tubi in neoprene una volta...ne vale la pena? Grazie...

Edited by Pluto619

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 17/1/2022 at 07:20, DWZ said:

Copia (1) di IMG_0023 (1).jpg

Nel frattempo sono passato a chiller e fermentatori in inox, ma la tua foto mi incuriosisce...che sistema è?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...