Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Ince1993

Idromele come prima volta!

Recommended Posts

Buongiorno a tutti! 

avrei bisogno di una mano, prima di esporvi i miei dubbi premetto che non ho alcuna esperienza in fermentazione alcolica, non ho mai fatto birre o vini, sono letteralmente partito da 0 e quindi siate pazienti se mi manca qualche nozione basilare e soprattutto se dico qualcosa che non vi torna correggetemi senza problemi perchè sicuramente mi farete un favore!

parliamo prima del materiale necessario:

ho fatto alcune ricerche su internet per capire come non buttare via mesi di attesa e speranze, mi son procurato due damigiane da 5 litri (foto allegate), l'intenzione sarebbe di fare 5 litri di idromele da acacia (vorrei ottenere un idromele dolce) e 5 litri di idromele da millefiori che mi piacerebbe aromatizzare con della frutta (qui è vitale un vostro consiglio per non fare disastri, anche qui vorrei ottenere un idromele dolce)

quindi arriviamo al miele, ho comprato da un apicultore di fiducia 2kg di miele per tipo.

devo ancora procurarmi due gorgogliatori (ho visto che su amazon si trovano facilmente, consigli???) e il lievito! qui parte il problema! cosa usare e dove comprare? ho letto tanti pareri discordanti, sulla guida su questo sito ho visto che consigliavate lieviti liquidi specifici, ma dove li compro? io abito tra Milano e Monza, penso ci sia qualche posto in cui acquistare ma sinceramente non ne conosco!

poi il prodotto per pulire le damigiane e tutto ciò che entrerà in contatto con l'idromele, ho letto che è importantissimo, sapete darmi dritte sia su cosa usare che sul dove acquistare?

passiamo alle procedure:

detto in maniere povere fluidifico il miele a bagnomaria, poi mischio con acqua con basso contenuto di sali, lascio a temperatura inferiore agli 80° per 10'/15', raffreddo velocemente a bagnomaria, verso nella damigiana e aggiungo il lievito, da adesso parte la fermentazione che durerà dalle 3 alle 6 settimane a seconda di come lavorerà il lievito, quando il mosto sarà schiarito e il lievito si sarà depositato sul fondo si passa alla maturazione, cambiando contenitore lascio maturare per X mesi, per poi imbottigliare.

se non ho scritto sciocchezze ora avrei bisogno di togliermi questi dubbi:

- come detto sopra vorrei aggiungere della frutta nei 5 litri di miele millefiori, so che bisogna inserirli nella fase di cottura o subito dopo durante la fermentazione, cosa è meglio usare? devo anche farlo cuocere col mosto? 

- lievito: come detto sopra cosa usare e dove comprare?

- in cosa travasare per la maturazione?

- prodotto per la pulizia : cosa usare e dove comprare?

- fase di fermentazione: c'è chi dice di rimescolare tutti i giorni il mosto con una vigorosa agitata e chi dice di lasciar riposare senza mai toccarlo, chi dice senza luce chi dice  che non importa, preattivare o no, help!

- fase di maturazione: le condizioni devono essere le stesse della fase di fermentazione? 

- come ottenere un idromele dolce e non secco? a cosa stare attento? è tutta una questione di tempi? come capisco quando è tempo di imbottigliare?

 

grazie a tutti quelli che mi vorranno aiutare!

WhatsApp Image 2020-11-22 at 16.52.52.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites

In primis benvenuto; provo a rispondere in linea alle tue domande

- come detto sopra vorrei aggiungere della frutta nei 5 litri di miele millefiori, so che bisogna inserirli nella fase di cottura o subito dopo durante la fermentazione, cosa è meglio usare? devo anche farlo cuocere col mosto? 
  Onestamente  non ho mai tagliato con frutta, li ho sempre lasciati al naturale. Da quel che ho sempre letto però sarebbe da aggiungere a fermentazione finita frutta pastorizzata. Metterlo all'inizio e soprattutto non pastorizzato rischi una deriva selvaggia... che per l'amor di dio può essere interessante, ma eviterei se sei alle prime armi

- lievito: come detto sopra cosa usare e dove comprare?
- come ottenere un idromele dolce e non secco? a cosa stare attento? è tutta una questione di tempi? come capisco quando è tempo di imbottigliare?
  Metto assieme queste due. Qui si apre un mondo, puoi andare da dei neutri di birra, a degli specifici da idromele a dei lieviti da vino. Importante tener d'occhi la tolleranza alcolica perchè è dalla tolleranza alcolica del lievito che va a definire il fatto che l'idromeele sia dry o sweet. Dove acquistare, beh i classici 4-5 negozi online di homebrewing che trovi citati nella sezione materiali

- in cosa travasare per la maturazione?
  Io uso dame di vetro. Dopo il primo mese- mese e mezzo in fermentatore classico da 25 litri porto in dame da vetro da 5 o da 3 litri e lo lascio lì qualche mese, tappando con un palloncino (in modo che se c'è ancora un po' di fermetazione residua non partono tappi o quant'altro). Per ottenere un finito molto crystal dopo le prime 4-6 settimane di fermentazione quando sono in maturazione faccio ancora un altro paio di travasi

- prodotto per la pulizia : cosa usare e dove comprare?
  Anche qui puoi affidarti ai tanti thread sulla sanificazione che trovi nel forum. Personalmente mi sento di consigliarti pulizia con candeggina e sanificazione con un prodotto no rinse a base ossigeno

- fase di fermentazione: c'è chi dice di rimescolare tutti i giorni il mosto con una vigorosa agitata e chi dice di lasciar riposare senza mai toccarlo, chi dice senza luce chi dice  che non importa, preattivare o no, help!
  Mai toccarlo.

- fase di maturazione: le condizioni devono essere le stesse della fase di fermentazione? 
  tendenzialmente quello che ti da il profilo aromatico del prodotto sono le condizioni nella prima fase... in maturazione beh se stai a temperatura cantina sei tranquillo. Se hai la possibilità di dargli una botta (1-2 gg) di freddo prima dei travasi che va ad aiutare la flocculazione e a compattare la fonda di lievito meglio

Edited by T.Rex

Share this post


Link to post
Share on other sites

SCUSATE RAGAZZI, SALVE. VOLEVO CHIEDERVI SE AVETE MAI PROVATO AD AROMATIZZARE L'IDROMELE CON DELLA SCORZA DI LIMONE NON TRATTATO.... VI E' PIACIUTO? E'POSSIBILE FARLO?

AVEVO PENSATO DI AGGIUNGERE DELLE SCORZE NELL'ISTATNTE STESSO CHE INIZIA LA FERMENTAZIONE... E' GIUSTO? O MEGLIO METTERLO IN FASE DI IMBOTTIGLIAMENTO?

GRAZIE IN ANTICIPO...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avrei bisogno di un consiglio sul dove/come procurarmi il lievito per l'idromele... avete dei consigli? Non so più dove sbattere la testa :help:

Share this post


Link to post
Share on other sites

gentilissimo! vedo che nella descrizione dice che è adatto a tutti i tipi di idromele, io che vorrei ottenerne uno dolce a cosa devo stare attento? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono per niente esperto di idromele, non mi piace particolarmente.

Posso dirti come si fa con il sidro: ci sono due tecniche per renderlo dolce:

La prima è che si mettono più zuccheri di quanti sia capace di fermentarne il lievito, la seconda è che si blocca la fermentazione prima che arrivi alla fine, lo si mette al freddo perché deposito e lo pastorizza per uccidere il lievito.

Per averlo dolce devi guardare quale è il limite alcolico del lievito e dosare acqua e miele di conseguenza.

qui trovi un piccolo calcolarore per aiutarti:

https://gotmead.com/blog/the-mead-calculator/

Il mangroove jack tollera fino a 18% ABV. quindi devi metterci più zuccheri che per andare a 18 ABV.

Se ne vuoi uno meno alcolico parti su di un lievito da birra che si fermi prima. Sul quale scegliere cerca su google o penso anche nel 3d di questo fourm.

Cercati una guida su come fare l'idromele, qui ne trovi una, non so che valga: https://gotmead.com/blog/making-mead/

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo il link che mi hai dato piuttosto complicato :help:

Il lievito mi è arrivato e ho tutto il necessario per iniziare, l'unica paura che mi rimane a questo punto è il non ottenere un idromele dolce.

Se qualcuno avesse altri consigli sono tutto orecchie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che lievito hai preso alla fine? Quale è il suo limite alcolico?

Per avere un idromele dolce devi mettere più miele di quanto sia capace di fermentarne il lievito. Oltre un certo livello di alcool il lievito si addormenta e non fermenta più.

La prima cosa che bisogna capire in una fermentazione è che il lavoro non lo facciamo noi, ma il lievito.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Pie11 said:

Che lievito hai preso alla fine? Quale è il suo limite alcolico?

Per avere un idromele dolce devi mettere più miele di quanto sia capace di fermentarne il lievito. Oltre un certo livello di alcool il lievito si addormenta e non fermenta più.

La prima cosa che bisogna capire in una fermentazione è che il lavoro non lo facciamo noi, ma il lievito.

 

o fermare prima la fermentazione.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora:

Esattamente l'ultimo dell'anno ho iniziato la fermentazione con 2 dame da 5 litri.

ho fatto esattamente come da istruzioni, il primo con acacia ed il secondo con millefiori, ho rinunciato per il momento ad aromatizzare.

ho usato il lievito linkatomi da @Pie11 poco più sopra.

ho usato 2kg di miele e 3l di acqua in ogni damigiana, SENZA portare a volume dopo aver fatto la pastorizzazione del miele, quindi un minimo si sarà ristretto.

vedendo che la bustina da 10g di lievito è pensata per far fermentare 23l di prodotto ho fatto la proporzione ed ho usato poco più di 2 gr di lievito per dama (purtroppo sono sprovvisto di bilancino di precisione, quindi ho fatto quello che ho potuto con la bilancina per alimenti)

il mosto di millefiori sta fermentando molto bene, per intenderci in questo momento fa una bolla di gas ogni 4 secondi, mentre l'acacia è molto più lenta, fa una bolla di gas ogni 8 secondi. non ho fatto alcuna differenza tra le due preparazioni, l'unica cosa che ho fatto è dare un agitata all'acacia qualche ora dopo averla preparata, perchè quando ho messo il lievito sono stato un po timido (per paura di fare vaccate) nell'agitare e ho visto che qualche piccolo sporco di lievito era rimasto sul vetro della damigiana.

la mia intenzione sarebbe quella di far fermentare fino all'ultimo di febbraio e poi lasciare le damigiane sul balcone (riparate ma al freddo) per qualche giorno per essere sicuro di fermare la fermentazione, per poi imbottigliarle O travasarle O lasciarle in dama a maturare per altri 4/8 mesi.... però su tutta questa parte accetto consigli.

pareri sul perchè tutta questa differenza di fermentazione tra le due dame? e consigli su tempi e metodi di maturazione e sull'interruzione della fermentazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io il lievito lo avrei messo tutto.

Viste le densità a cui sei credo servano più degli 0.5g/l che hai messo.

La fermentazione dipende da 1000 fattori, tra cui la temperatura. Se in uno hai messo più lievito scalderà di più e andrà più rapida (se l'ambiente è freddo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Pie11 said:

Io il lievito lo avrei messo tutto.

Viste le densità a cui sei credo servano più degli 0.5g/l che hai messo.

La fermentazione dipende da 1000 fattori, tra cui la temperatura. Se in uno hai messo più lievito scalderà di più e andrà più rapida (se l'ambiente è freddo).

Ook, pensavo di aver fatto la cosa giusta facendo le proporzioni, adesso se io aggiungessi lievito sarebbe un problema? Pensavo ad attivare un pò di lievito sciogliendolo in acqua per poi aggiungerlo ai mosti tramite una siringa (magari bucando la base del gorgogliatore, poi basterebbe un piccolo quadratino adesivo per tappare il microforo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io toglierei il tappo del gorgogliatore, metterei il lievito precedente reidratato in un pò di acqua minerale e chiuderei il tutto il più in fretta possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto il lievito va in saturazione...e quello che ti resta in busta dopo un po' lo butti. Tanto vale che ce lo metta tutto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok, seguendo i vostri consigli l'altroieri ho aggiunto il lievito a entrambe le dame, utilizzando tutta la busta.

ho smanettato un po per evitare l'ingresso di aria nelle dame e dovrei essere riuscito ad aggiungere il lievito senza fare danni.

la situazione non è cambiata, la dama con il millefiori fermenta bene (continua a fare una bolla ogni 4 secondi) mentre quella con l'acacia ne fa una ogni 15 secondi, davvero non capisco...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno di nuovo!

Volevo aggiornarvi e chiedervi consiglio.

Le mie due dame da 5 litri sono ancora ferme dove son sempre state, ma da qualche giorno (forse addirittura 1 settimana) ho notato che il mosto di millefiori si è completamente fermato.

Ricordo che, come scritto più sopra, questo mosto aveva una grandissima produzione di gas rispetto alla dama di acacia, non capisco, può essere che abbia già finito la fermentazione? Dopo solo 1 mese? Però non mi sembra che stia diventando limpido.

Invece l'acacia ha rallentato un poco ma continua la fermentazione.

I consigli che vi chiedo sono:

Cosa faccio con il millefiori? Si è effettivamente arrestato.

Cosa faccio con l'acacia? tornando al discorso iniziale, voglio ottenere un idromele dolce, quando interrompo la maturazione e con quali metodi? (Pensavo di aspettare fino a metà/fine febbraio e lasciarlo fuori la sera, coperto ma al freddo)

Grazie in anticipo a chiunque mi aiuterà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, è possibile che abbia finito di fermentare. A questo punto fai che filtrarlo.
Non sono stato a rileggermi tutti i post, ma se lo vuoi dolce O ti fai la tabellina prima tra i rapporti "sopportazione del lievito" e "zucchero nel miele" O devi assaggiare. Nel secondo caso se non filtri con una pompa, quest'estate ricomincerà a fermentare, perchè puoi lasciarlo al freddo quanto vuoi, puoi strafiltrarlo con i filtri da aceto quanto vuoi, ma un po' di lievito resterà sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 19/2/2021 at 05:54, Triskyus said:

Sì, è possibile che abbia finito di fermentare. A questo punto fai che filtrarlo.
Non sono stato a rileggermi tutti i post, ma se lo vuoi dolce O ti fai la tabellina prima tra i rapporti "sopportazione del lievito" e "zucchero nel miele" O devi assaggiare. Nel secondo caso se non filtri con una pompa, quest'estate ricomincerà a fermentare, perchè puoi lasciarlo al freddo quanto vuoi, puoi strafiltrarlo con i filtri da aceto quanto vuoi, ma un po' di lievito resterà sempre.

grazie per il consiglio.

adesso nei miei piani originali dovevo proseguire filtrando ed imbottigliando e quindi proseguendo la maturazione direttamente nelle bottiglie.

ma non penso che farò così, vedo che entrambi i mosti sono molto sporchi, nonostante abbiano fatto entrambi molto sedimento.

penso che filtrerò e rimetterò dentro altre dame da 5 litri ed aspetterò ad imbottigliare (2/3/4 mesi?).

Cosa ne pensi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Ince1993 said:

grazie per il consiglio.

adesso nei miei piani originali dovevo proseguire filtrando ed imbottigliando e quindi proseguendo la maturazione direttamente nelle bottiglie.

ma non penso che farò così, vedo che entrambi i mosti sono molto sporchi, nonostante abbiano fatto entrambi molto sedimento.

penso che filtrerò e rimetterò dentro altre dame da 5 litri ed aspetterò ad imbottigliare (2/3/4 mesi?).

Cosa ne pensi?

serve a poco se non ad ossigenarlo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

filtrare è sempre un attività delicata da fare in ambito home.... servono membrane molto sottili, pompe, evitare che il prodotto finisca a contatto con l'aria ecc ecc

sinceramente lo sconsiglio fortemente

io lo lascio un 5-6 mesi in dame, travasando con le solite attenzioni, lasciando poco spazio sopra e chiudendole con un palloncino (per gestire eventuali ritorni di fermentazione).

Ovvio questo non ti garantisce lo stop della fermentazione, ma per le mie esperienze per fare questo in ambito home l'unica è lavorare sulla tolleranza alcolica del lievito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per il momento sto seguendo il tuo consiglio t.rex, ho lasciato le dame dove sono, senza fargli nulla, stanno per compiere 4 mesi di maturazione.

una volta raggiunto il 5°/6° mese come procedi? dal tuo messaggio mi pare di capire che travasi in un altra dama mettendo un palloncino per eventuale fermentazione, ma questo per quanto? 

oppure è a mia discrezione?

poi fai altri travasi oppure quando decidi di imbottigliare procedi direttamente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sa che mi son spiegato male :P

comunque dato che sei a 4 mesi travaserei con tutte le dovute attenzioni in dame tappare con palloncini e li lascerei almeno ancora un mesetto o due 

io di solito faccio un mesetto di fermentazione in fermentatore inox (faccio 20-22 litri una volta all'anno, anno e mezzo). dopo un 5-6 settimane di fermentazione faccio cold crash per 2-3 giorni e travaso in dame da 5-3 litri cercando di lasciare poco spazio vuoto e chiudendo con un palloncino.

lascio lì un 5-6 mesi ma non è tanto per fermentare, quando sono in dama la fermentazione al 99% è terminata siamo già in fase di maturazione. Il palloncino è una sorta di sicurezza aggiuntiva.
Infatti anche il tempo che le lascio lì dipende da quanto limpida diventa. Una volta che come limpidezza mi soddisfa vado di raffreddamento e travaso in un fermentatore per imbottigliare (lasciando anche qui indietro la fondina, ma se hai la giusta pazienza è compatta e lasciarla indietro non è un gran problema).

Se vuoi un idromele mosso/frizzante in questa fase procedi con il priming e imbottigli, se vuoi restare sul fermo imbottigli senza priming. Considera che dato il lungo tempo di maturazione per completare il priming ci va almeno un altro mesetto e per avere un prodotto maturo un altro paio di mesi.

E fidati che se hai la resistenza stoica a farlo durare di più ancora meglio :P 
Come concetto siamo sulla falsa riga di un barley wine, più tempo aspetti più migliora. Ovviamente dato che si parla di qualcosa che dovrà star lì tanto tempo va da sè che l'attenzione alla sanificazione deve essere maggiore che su una normale birra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...