Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Qualcuno di voi ha mai provato questo leggendario lievito?
Esperienze?
E' davvero così neutro nonostante le alte temperature? Non lascia off-flavors o altri difetti?
Temperature massime a cui lo avete provato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comincia far caldo ma la voglia e tanta

Cmq no ma pure io lo vorrei provare...

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Tyrion132 said:

Qualcuno di voi ha mai provato questo leggendario lievito?
Esperienze?
E' davvero così neutro nonostante le alte temperature? Non lascia off-flavors o altri difetti?
Temperature massime a cui lo avete provato?

Penso di provarlo nel giro di 1-2 settimane. vi faró sapere. il mio pronostico é che no, non é neutro, ma chi lo usa ha le papille gustative interrotte. Spero che caghi fuori esteri tipo arancia, come dicono, e non solventi. sarebbe già un successo in quel caso.

IMG_20200622_173817.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, didinho said:

Penso di provarlo nel giro di 1-2 settimane. vi faró sapere. il mio pronostico é che no, non é neutro, ma chi lo usa ha le papille gustative interrotte. Spero che caghi fuori esteri tipo arancia, come dicono, e non solventi. sarebbe già un successo in quel caso.

IMG_20200622_173817.jpg

È il mio stesso timore!! XD

Sono sempre scettico su queste novità.. :D

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Adatto per fermentazioni tra i 20° e i 40°C, permette risultati ottimali a nel range di temperatura tra 30°C e 40°C"

Ma che cazz!?!?
Quindi per tirare fuori gli esteri si va sopra i 40? ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provata la versione non commerciale, quella che vendono in norvegesi si FB per capirci. Pazzesco con tanti esteri al limite superiore (tanta ma tanta arancia su una SMASH pilsner e styrian golding), neutro nel limite inferiore. Usato su un'IPA con aggiunta di mango e ananas, piacevolissima da bere. Qualcosa cambia probabilmente in questa versione ripulita ma dovrebbe essere come descritto. Cmq fermentato fino a 39 gradi senza alcoli fastidiosi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Ho provato qualche settimana fa il Lagherta della WHC in una neipa. Starter di una notte con maltosio. Ha lavorato a 21 gradi circa, ci ha messo 10 giorni a raggiungere la densità finale, esteri contenuti di miele (si sentono bene) e frutta tropicale ma niente di estremo. Zero off flavours.  Ha lavorato bene, rispetto ad un lievito secco usato a 17 gradi mi ha dato un qualcosa in più. Rispetto i classici lieviti liquidi è decisamente più gestibile.
Ha un diacetile molto forte nella prima settimana che potrebbe spaventare ma alla fine sparisce senza far nulla. Forse perchè a 21 gradi è abbastanza rallentato.

Edited by st_c

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, st_c said:

Ho provato qualche settimana fa il Lagherta della WHC in una neipa. Starter di una notte con maltosio. Ha lavorato a 21 gradi circa, ci ha messo 10 giorni a raggiungere la densità finale, esteri contenuti di miele (si sentono bene) e frutta tropicale ma niente di estremo. Zero off flavours.  Ha lavorato bene, rispetto ad un lievito secco usato a 17 gradi mi ha dato un qualcosa in più. Rispetto i classici lieviti liquidi è decisamente più gestibile.
Ha un diacetile molto forte nella prima settimana che potrebbe spaventare ma alla fine sparisce senza far nulla. Forse perchè a 21 gradi è abbastanza rallentato.

21 hours ago, Tyrion132 said:

 

Mah, se si sentono esteri nonostante il luppolo che ci va in una neipa, proprio pulito non é. Poi sarà ottimo per fare spremute di luppolo estivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
On 26/6/2020 at 19:48, didinho said:

Mah, se si sentono esteri nonostante il luppolo che ci va in una neipa, proprio pulito non é. Poi sarà ottimo per fare spremute di luppolo estivo...

Posso dire che a 22 gradi non è neutro, però conta che nella neipa sto sotto i 30 IBU e ho valutato gli esteri prima del dry hopping, quindi potrebbe essere che con amari da IPA vengano coperti. 
Poi a parere mio se si cerca la neutralità in alta fermentazione non convengono ne i liquidi ne i kveik.

Edited by st_c

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

ho provato come ceppo il voss fermentato a 35 su una neipa l'hanno scorso. Dava sentori di frutta non troppo marcati che si legavano bene con i luppoli australiani che avevo usato

riutilizzato lo stesso ceppo che mi ero essicato per una farmhouse ale con la segale sempre a 35, Le note di lievito erano totalmente distanti dallo "sporco" delle classica belgian farmahouse, anche qui tende a dare un po' di frutta (pesca, forse anche melone) ma la birra era decisamente piacevole (tanto che in poco più di due mesi dai 25 litri che erano ora ho in cantina le ultime 2 bottiglie.. )

Ora ho lì unpaio di buste della versione disidratato della lallemand ma non l'ho ancora usato

Attenzione che non si può fare di tutti i kveik un fascio i singoli ceppi hanno caratteristiche e comportamenti diversi (in teoria quello della lallemand dovrebbe essere un voss)

relativamente d usarlo a bassa temperatura… boh… per me non ha senso… vero che girando tra i soliti forum US si legge di gette che fa "presunte pils" fermentando on dei kveik tra i 24-28 gradi ( se non ricordo male parlano dell'hornidal più che del voss ) ma personalmente mi convince poco come cosa.

Edited by T.Rex

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

mi correggo parlno dell'oslo non dell'honrindal per pils e anche per kolsh… vi prego una kolsh con il kveik no :sorry:

Edited by T.Rex

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 hours ago, T.Rex said:

ho provato come ceppo il voss fermentato a 35 su una neipa l'hanno scorso. Dava sentori di frutta non troppo marcati che si legavano bene con i luppoli australiani che avevo usato

riutilizzato lo stesso ceppo che mi ero essicato per una farmhouse ale con la segale sempre a 35, Le note di lievito erano totalmente distanti dallo "sporco" delle classica belgian farmahouse, anche qui tende a dare un po' di frutta (pesca, forse anche melone) ma la birra era decisamente piacevole (tanto che in poco più di due mesi dai 25 litri che erano ora ho in cantina le ultime 2 bottiglie.. )

Ora ho lì unpaio di buste della versione disidratato della lallemand ma non l'ho ancora usato

Attenzione che non si può fare di tutti i kveik un fascio i singoli ceppi hanno caratteristiche e comportamenti diversi (in teoria quello della lallemand dovrebbe essere un voss)

relativamente d usarlo a bassa temperatura… boh… per me non ha senso… vero che girando tra i soliti forum US si legge di gette che fa "presunte pils" fermentando on dei kveik tra i 24-28 gradi ( se non ricordo male parlano dell'hornidal più che del voss ) ma personalmente mi convince poco come cosa.

Concordo, provato sul limite superiore è come da descrizione, pare difficile tirare fuori una neutra sul limite inferiore. Poi mai dire mai ma mi sembra difficile

Share this post


Link to post
Share on other sites

oggi parte il test. sto facendo un mosto 100% pils, con un luppolaccio neutro solo in amaro.

Fermentazione splittata, a 24 gradi e una piccola parte in casa, a 30°.

vedremo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non capisco, addiruttura dare una menzione speciale in una tappa del concorso mobi per chi usa questo lievito... mi sembra un po esagerato. Alla fine è un lievito che tiene botta alle alte T e che ha i suoi esteri come altri o lo sottovaluto io?

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 hours ago, noritaka100 said:

Non capisco, addiruttura dare una menzione speciale in una tappa del concorso mobi per chi usa questo lievito... mi sembra un po esagerato. Alla fine è un lievito che tiene botta alle alte T e che ha i suoi esteri come altri o lo sottovaluto io?

fammi dire che ha il suo fascino… poi come dicevo sopra ogni ceppo ha le sue caratteristiche ma quello che ho provato non è assolutamente un lievito così sporco come alcuni lo dipingono, anzi fammi dire che rispetto al "belga medio" è un bel lievito lineare, pulito e prevedibile. 

infine beh... è il trend del momento

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cotta fatta sabato, og 1048, dopo 72 ore la porzione a 30 gradi é scesa a 1008, attenuazione apparente 82%.

Per ora gli off-flavor ci sono, é simile  a un us-05 usato sopra i 23-24 gradi. Pensavo di lasciare un altro paio di giorni a 30° e poi abbattere la temperatura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

imbottigliate sia la versione fermentata a 30° che quella a 24°. attenuazione apparente 83%, finito a 1007, da OG 1048.

no fenoli, no solventi, esteri moderati, tipo arancio, forte gusto di pane di segale stantio nel fondo del bidone che ho assaggiato. e mentre imbottigliavo, una puzzetta che ricorda il rutto post-brasato (che però ho già sperimentato in fermentazioni con brettanomiceti, e dovrebbe andarsene con qualche settimana di bottiglia)

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 4/7/2020 at 06:13, didinho said:

oggi parte il test. sto facendo un mosto 100% pils, con un luppolaccio neutro solo in amaro.

Fermentazione splittata, a 24 gradi e una piccola parte in casa, a 30°.

vedremo.

il luppolaccio era il Northern Brewer, grezzo e ruvido, ma se usato in amaro dovrebbe essere un pochino più morbido, l'ho usato parecchio in questi mesi e quindi lo conosco abbastanza bene da identificarne il profilo e capire cosa c'è in più nella birra, dato dal lievito.

e in più c'è parecchio, altro che profilo pulito: gli esteri tipo arancia e frutta gialla li ho trovati, medio-bassi, accettabili; ma c'è anche un pelo di solvente e di fenoli amari (tipo lievito belga secco fuori controllo, ma molto più bassi). tutti off-flavor che si notano in una birra neutra e in un teku, ma probabilmente se fate una IPA ignorante da grigliata estiva, con una carrettata di luppolo, vengono sovrastati tranquillamente.

ho fatto anche una prova di essicamento, in forno ventilato a 50°C per un'oretta e ho lasciato lì tutto, tra 2-3 giorni controllerò il risultato, questo autunno proverò a vedere se dopo essicamento il lievito riparte, se cambia profilo o meno, se viene contaminato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Aggiorno anche la mia esperienza in progress; dopo il liquido preso dall'inghilterra questa volta sto usando il secco della lallemand. 

Fermentazione (partita a 37 e lasciata scendere fino a 30) ancora più veloce con tanto di blow off fatto ( fortuna che ho sostituito i gorgogliatori col tubo fi blow off da un po' ). Dopo 2 giorni di fermentazione è praticamente a fg

Devo dire che il fruttato ( sugli stessi toni indicati da didino arancia, ma anche un mela/albicocca  ) che già percepivo nel liquido qui lo sento un peletto di più, ma sinceramente nel complesso della birra non mi dispiace ( è una wit con speziatura molto parca; la porta un po' fuori stile ma al palato è gradevole ). Sui solventi invece devo dire che non li ho trovati, nemmeno ora che, essendo ancora in fermentazione dovrebbero essere più accentuati.

Stasera travaso e credo che le farò fare un paio di giorni di fresco prima di mandarla in bottiglia.

Per il resto a livello di processo sono comodi da usare… tener su la temperatura è più facile da gestire che abbassarla, a raffreddare il mosto si impiega un terzo del tempo e fermentazione chiuse tranquillamente in una settimana sono un bel vivere…. Posso quindi anche capire che alcuni li stia prendendo in considerazione come lieviti a tutto campo. Per quelle che sono le mie esperienze mi vien da pensare:

  • americana o simil ci sta va bene, soprattutto se i luppoli non sono i classicissimi ma sono dei pacifici o dei fruttati in genere e lato luppolo si usa con un po' di cattiveria in late/step/dh
  • sull'inghilterra ho qualche dubbio.. quel fruttatino non mi dispiace ma mi sembra un po troppo "su" per una bitter… penso che proverò lo stesso a farci una bitter o una stout e vedere come va
  • sulla germania no. serve qualcosa di più pulito. Forse qualche altro ceppo di kveik è meglio del voss in questo 
  • per il belgio invece è forse troppo poco caratterizzante (spezie non ne trovo) ma anche qui vale la stessa obiezione di sopra…  parliamo di un ceppo di kveik e almeno per ora gli altri "fratellini" negli shop italici non si vedono

 Domanda che pongo, qualcuno ha già avuto modo di usarli su OG importanti?

Edited by T.Rex
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiungo anche il mio contributo su questi lieviti avendone provato uno con la scusa del caldo, per la precisione il voss secco venduto con etichetta mangrove jack.

 

La ricetta che ho scelto era adatta a far venir fuori il carattere del lievito, una blonde ale (OG 1.043) con pils e pale in pari proporzione, un po' di frumento maltato e un po' di crystal chiaro. Taurus in amaro e circa 1 gr/l di mandarina bavaria in whirlpool per i canonici 20 minuti, per un totale di 18 ibu. Mosto uscito dallo scambiatore a 33°, ho volutamente underpitchato (ommadonna che parola che ho scritto..) utilizzando 4 bustine da 10gr per 125 litri. 4 ore dopo c'era già molta attività, la fermentazione mi ha portato fino a 38° per poi diminuire lentamente nei giorni successivi. Ho sentito banana e tanto alcool dal gorgogliatore ma ho tirato dritto. Dopo 5 giorni FG (1.006!) stabile, 24 ore di abbattimento e poi fusti e bottiglie.

 

Ho usato questa ricetta perché la conosco bene e l'ho provata con molti lieviti diversi, so esattamente cosa aspettarmi. Non è bombardata di luppolo, il che lascia la scena al lievito. Però questa volta il risultato è stato inatteso: vista la FG mi aspettavo una birra secca, invece presenta un piacevole corpo morbido con una texture quasi setosa. A tal proposito, proprio a causa del corpo, il bilanciamento della birra risulta più "dolce" che con altri lieviti. Il fruttato che è venuto fuori si sposa bene col mandarina bavaria: agrumi, ma anche frutti gialli a nocciolo, pesca ed albicocca. Banana sparita, alcool idem, off flavor strani non ne sento. Una bella birra, piacevole, appagante, estiva ma non troppo.

 

Userò di nuovo questo lievito, probabilmente ancora con la blonde che mi ha positivamente colpito ma sicuramente proverò altri ceppi, in particolare mi incuriosisce l'hornidal. Non credo ci farei IPA e simili, mi terrorizza fare un dry hop da 1.5kg, che son soldini, a 35°. E non credo lo userei a temperature più basse, avrebbe poco senso perché probabilmente abbassando la temperatura si allungano i tempi di fermentazione e diventa più neutro. Lo vedo molto bene, visti i risultati, su stili "cicciotti" tipo strong ale, christmas, imperial quellochevepare etc. dove corpo e fruttato sono i benvenuti. Forse azzarderei anche una bock.

 

Consigli:

-Usatelo come va usato, quindi underpitch tra i 30 e i 40°c

-Floccula violentemente quindi una volta che avete FG stabile non aspettate ad imbottigliare altrimenti vi ritrovate con poco lievito in sospensione e ci mette una vita a carbonare.

-Per lo stesso motivo non eccedete con l'abbattimento, otretutto non è necessario visto che floccula molto bene

-Se volete un lievito neutro cercate altrove

 

Spero sia utile a qualcuno..

 

Inviato dal mio SM-T585 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...