Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Salve,

Sono nuovo nel forum e ho aperto questo topic per chiedere dei consigli per una cotta. Navigando in internet non sono ruscito a trovare una birra che risponda alle caratteristiche che vorrei avere. Chiedo se possibile di indicarmi uno stile, o ancora meglio una ricetta, che rispecchi queste caratteristiche. Vorrei una birra ad alta fermentazione poco amara, bionda, con un corpo medio e dei sentori maltati, abbastanza secca e beverina, adatta alle giornate estive e quindi dissetante. Vorrei che non superasse i 5 gradi alcolici. Ero orientato verso la kölsch ma ho scoperto che deve essere fatta fermentare con i lieviti liquidi, che preferirei evitare. Avevo preso in considerazione anche APA e IPA ma le trovo troppo amare. Per le blonde ale invece non ho trovato ricette che mi soddisfacessero, preferirei evitare infatti mash monostep. Avendo a disposizione già il malto best pils vorrei utilizzare quello, mi andrebbe bene anche una birra 100% malto pilsner.

Share this post


Link to post
Share on other sites

kolsch secco c'è il lallemand che pare essere un buon candidato. che paura hai del mash monostep?

Share this post


Link to post
Share on other sites

come lieviti secchi c'è anche il k97 della fermentis; non so darti un paragone con quello della lallemand perchè quest'ultimo ce l'ho in frigo ma non l'ho ancora usato

se posso dirti la mia fammi dire che kolsh fatta bene è un bel canchero;  controllo temperatura di fermentazione indispensabile, necessità di winterizzare, inoltr poi c'è il giochino di bilanciamento tra pilsner e malto di grano che beh... è un giochino di equilibri.

Poi beh come le biter sarebbe da preferire gestirla in cask a caduta, ma quest'ultima è più una pignoleria che altro 

partendo da come la descrivi forese una belgian single è un ostacolo più gestibile.

ma anche una apa (o una semplice ordinary bitter) puoi un po' giocarci un po' con la luppolatura spostandola più verso l'aroma di lupollo che verso l'amaro e tirar fuori birre non amare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Corpo medio e kolsch però sono due cose diverse. Comunque non sei obbligato a seguire uno stile, puoi prenderne uno e interpretarlo come vuoi: tipo pils + 5-10% carapils per dare note maltate, mash basso (max 65°), per fare un mosto fermentabile, 25 IBU di luppolo, a 60 minuti e a 20 minuti, scelto secondo i sentori che vuoi dare alla birra, e us-05 per fermentare

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok. In base a quello che mi dite meglio rinunciare alla Kölsch data l'inesperienza. Mi orienterei su una Blond Ale (non ho ancora del tutto chiara la differenza fra Blond Ale e Trappist Single). Buttando giù la ricetta con il software mi verrebbe una roba del genere:

92% malto pilsner, 8% carapils

Mash a 65° per 60 minuti e 78° per 10

Luppoli Styrian Goldings, prima gettata 60 minuti e seconda 20 minuti di uguale peso (avevo pensato anche a del Mittelfrueh a 5 minuti per l'aroma, che ne pensate?)

Lievito US-05, ma avevo considerato anche il T-58 dal momento che dovrebbe essere più in stile belga per i sentori speziati, avete delle opinioni su questo lievito?

OG 1052,   FG 1014,   IBU 17.5,   Grado alcolico 5.2%

Share this post


Link to post
Share on other sites

la Blonde Ale è uno stile americano, una APA più scarica di luppolo, e con note fruttate anche dal lievito, oltre che dal luppolo. la trappist single è una ale leggera fermentata con lievito belga

per la kölsch ti serve: controllo di temperatura, lievito liquido (i secchi sono inadeguati) e un po' di manico per bilanciare malto e luppolo verso il basso. il mio consiglio, se non vuoi organizzarti con starter, agitatori magnetici etc. è fare una cotta da 12-15 litri di bitter con una busta di wyeast 2656, e poi sulla fondazza buttare il mosto di kölsch, per avere una fermentazione lineare.

sulla tua ricetta userei l'US-05, ma per gusto personale. secondo me gli esteri del T-58 appesantirebbero troppo la birra e si mangerebbero gli aromi di luppolo. per una birra facile, secca e da bere a secchiate andrei di lievito neutro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quello che ho letto la Blond Ale (senza e) è uno stile belga. Comunque la kölsch la metterei da parte, magari proverò a brassarla in futuro. Per quanto riguarda la ricetta potrebbe andare? Meglio monostep o soste per a-amilasi e b-amilasi? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me la scelta della ricetta e del lievito dipende tutto dalla temperatura alla quale farai fermentare.
Per quello che vorresti se hai meno di 22-23 gradi una California common non sarebbe male con lievito M54 o M44.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 hours ago, aletime said:

Ok. In base a quello che mi dite meglio rinunciare alla Kölsch data l'inesperienza. Mi orienterei su una Blond Ale (non ho ancora del tutto chiara la differenza fra Blond Ale e Trappist Single). Buttando giù la ricetta con il software mi verrebbe una roba del genere:

92% malto pilsner, 8% carapils

Mash a 65° per 60 minuti e 78° per 10

Luppoli Styrian Goldings, prima gettata 60 minuti e seconda 20 minuti di uguale peso (avevo pensato anche a del Mittelfrueh a 5 minuti per l'aroma, che ne pensate?)

Lievito US-05, ma avevo considerato anche il T-58 dal momento che dovrebbe essere più in stile belga per i sentori speziati, avete delle opinioni su questo lievito?

OG 1052,   FG 1014,   IBU 17.5,   Grado alcolico 5.2%

come ricetta ci sta; al tuo posto userei mittelfrueh in tutte le gettate, ma questo solo perché lo amo particolarmente.

Unico dubbio la temperatura di saccarificazione; non so se usi un 3 tini o un sistema biab/biap. Nel secondo caso salirei a 67 (questo perché con queste tecniche vai ad avere un mash più liquido e cambia un po' l'attività degli enzimi e quindi con 65 rischi una birra tendenzialmente verso il secco)

Come lievito se non hai un sistema di controllo di temperature l'US-05 credo sia una delle scelte migliori. Anche se dovesse scappare alto come temperature ti da delle note di frutta gialla (albicocca/pesca) che su una birra così potrebbero stare anche bene

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, T.Rex said:

come ricetta ci sta; al tuo posto userei mittelfrueh in tutte le gettate, ma questo solo perché lo amo particolarmente.

Unico dubbio la temperatura di saccarificazione; non so se usi un 3 tini o un sistema biab/biap. Nel secondo caso salirei a 67 (questo perché con queste tecniche vai ad avere un mash più liquido e cambia un po' l'attività degli enzimi e quindi con 65 rischi una birra tendenzialmente verso il secco)

Come lievito se non hai un sistema di controllo di temperature l'US-05 credo sia una delle scelte migliori. Anche se dovesse scappare alto come temperature ti da delle note di frutta gialla (albicocca/pesca) che su una birra così potrebbero stare anche bene

Ho un sistema a tre tini a caduta, quindi meglio aumentare la temperatura  di mash o la tengo a 65° (oppure meglio optare per un mash a più step)?

Vada per l'US-05 allora. Per il sistema di controllo temperatura avevo pensato a una camera di fermentazione in polistirene raffreddata da un frigobar e riscalata da una qualche resistenza, il tutto controllato da un temostato. Che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...