Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Andre76

Difficoltà ad avere un prodotto decente

Recommended Posts

Posted (edited)

Ciao a tutti

Innanzitutto mi scuso per la noia che questo mio post potrebbe infondere... ma direi che è nato il bisogno di confrontarmi con chi ne sa più di me. 

Sono un neofita dell'homebrewing, da sempre appassionato di birra, il periodo di lock down ha fatto sì che mi dotassi di un kit e di relativi malti preparati per provare a cimentarmi con la birra fatta in casa. 

Arrivo al sodo... Ho provato a preparare tre tipi di birra con tre malti preparati ed i risultati sono stati a dir poco deprimenti:

Mangrove Jack's Belgian Abbey: fermentazione fermatasi al quarto giorno, atteso ancora 4 giorni prima di imbottigliare, la densità finale non si è schiodata da 1020. Imbottigliato per non buttare via tutto con relativo zucchero in bottiglia, il primo assaggio dopo due settimane in bottiglia.... sapore di sidro e mela, una schifezza.. 

Mangrove Jack's Irish Red Ale con dry hopping con infusione tramite calzetta...fermentata per 9 giorni con gorgogliatore che non si è mai fermato, sembrava la volta buona.... Densità finale 1011 contro 1015 richiesta su confezione. Risultato... sembra di bere del Porto!! Liquoroso, non sembra neanche birra. Inoltre il colore è marrone, ho usato lo zucchero di canna....non ho ancora capito quanto potere colorante abbia lo zucchero di canna... Per la preparazione di questa birra mi sono dotato di tutta la pazienza possibile, mai aperto il fermentatore, mai assaggiata durante la fermentazione... 

Mangrove Jack's Ginger Beer (su richiesta di mia moglie), sembrava tutto ok, fermentata per 7 giorni, l'assaggio dalla bottiglia a distanza di una settimana....poligrina, imbevibile. 

Ho ancora un kit da provare, una Australian Pale Ale, ma mi rendo conto di avere ormai quasi desistito. 

Ma è possibile avere una birra bevibile utilizzando i malti preparati??? 

Specifico che per tutti e tre i tipi di birra la fermentazione è avvenuta in un ambiente buio, un'area della taverna di casa, a 19 gradi ambientali praticamente costanti e 18/20 gradi segnalati dal termometro del fermentatore. 

Grazie a tutti e mi scuso ancora per questo post da novellino disperato. 

Edited by Andre76

Share this post


Link to post
Share on other sites

avere una camera di fermentazione che mantenga le temperature attorno ai 17 invece che ai 20 sicuramente aiuterebbe, ma sono le tue prime cotte, non si può avere tutto

detto questo ammetto che alle mie prime birre (non ho mai fatto kit, sono partito in allgrain) mi sarei bevuto qualsiasi cosa quindi magari tu sei già un po' più "evoluto"... in tal caso no, una birra da kit (almeno quelle che ho assaggiato) non potrà mai dare un risultato decente a mio parere, logico che sei fai birre in all grain puoi tranquillamente fare peggio

comunque tutti quelli che fanno kit dicono di dare un bel po' di tempo, tipo 3-4 mesi alle birre perchè si assestino un attimo

 

ps. specie i lieiviti Mangrove Jack's tendono a piantarsi in fermentazione, o almeno a me è successo puntuale tutte e 3 le volte che li ho utilizzati, devi dargli il giusto tempo e essere certo che la fermentazione sia terminata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao! Guarda, dai kit puoi tirare fuori qualcosa di bevibile, ma ricordati che sono sempre kit, non puoi fare miracoli.. In ogni caso mi sembra di capire che ti regoli con il termometro adesivo sul bidone... Quelli non sono per nulla affidabili! Non hai una camera di fermentazione? Per avere buoni risultati secondo me è fondamentale, soprattutto nei primi giorni di fermentazione. 

1 hour ago, Andre76 said:

Inoltre il colore è marrone, ho usato lo zucchero di canna

Lo zucchero di canna colora, ma nn così tanto, il fatto è ke i kit sono il risultato di una bollitura concentrata, quindi sono già più scuri in generale. Non aspettarti di fare una birra "bionda" da kit, al massimo verrà ambrata. 

 

1 hour ago, Andre76 said:

sapore di sidro e mela

Prova ad usare l'estratto di malto al posto dello zucchero. in teoria se esageri con lo zucchero ti può portare ad un sapore sidroso, mentre il gusto dil mela potrebbe essere a causa di temperature troppo alte. Sono solo ipotesi, ma spero ti siano d'aiuto... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto grazie a tutti per le risposte. 

Si ho usato un mix di estratti di malto secco e zucchero in tutte(a dir la verità nella Ginger Beer solo zucchero) , ho cercato in effetti di documentarmi un po' prima di comprare il materiale e così non sono andato di solo zucchero.... 

L'ultima che proverò a fare è una Australian Pale Ale con un kit e+g, sperando che questa tecnica possa garantire risultati migliori dei malati preparati. 

Non so quanto io sia evoluto(a dir di mia moglie non tanto!) ma sicuramente sono un gran consumatore di birra artigianale (Guinness a parte! È l'unica birra industriale che bevo a palate). Sono un turista da birra da sempre, io e mia moglie andiamo dove ci porta la birra :-) Belgio, Irlanda, Inghilterra, Germania, Australia (birre artigianali top!) , Seattle (che birre a Seattle!!).... mi posso definire un grande appassionato, e dopo questo primo tentativo, sicuramente condito da miei errori, mi rimane il dubbio che i malti preparati siano un po' uno specchietto per allodole.... 

Proverò con e+g e che dio me la mandi buona, e grazie ancora per le risposte

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh dipende da dove poni la tua asticella… 

da un kit puoi tirar fuori qualcosa del livello di una buona artigianale? no; per quello serve l'ag e serve anche tanto "manico" (puoi riuscirci anche con l'eg ma essere "estrattisti top" è forse più difficile che fare buone birre in ag)

da un kit puoi tirar fuori qualcosa di più bevibile dell'industriale media? con un po' di attenzione sì

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minutes ago, T.Rex said:

beh dipende da dove poni la tua asticella… 

da un kit puoi tirar fuori qualcosa del livello di una buona artigianale? no; per quello serve l'ag e serve anche tanto "manico" (puoi riuscirci anche con l'eg ma essere "estrattisti top" è forse più difficile che fare buone birre in ag)

da un kit puoi tirar fuori qualcosa di più bevibile dell'industriale media? con un po' di attenzione sì

Beh si, il tuo messaggio mi da comunque speranza in una certa maniera, nel senso che per un consumo casalingo qualcosa di godibile quindi lo si può produrre con gli strumenti da hobbista. 

Ci riproverò, poi se capirò che non sono tagliato lascerò il campo e continuerò ad essere un fruitore

Grazie! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Andre76, da ciò che scrivi hai una certa dimestichezza con le Birre, checché ne dica tua moglie...che da ciò che leggo pure lei è avvezza. 

Sui kit devi tenere conto del livello a cui certe persone sono, se bevi solo ed esclusivamente birra industriale, cosa che io comunque non disdegno a priori, il tuo livello di paragone quello è. 

E pure un kit può apparire chissà che. 

Anche se poi inevitabilmente anche quello col tempo, in genere, porta ad una voglia di approfondire e dunque ad una maggior consapevolezza...a volte non sempre. 

E come fare la pasta con i 4 salti in padella...si viene anche una pasta discreta...ma insomma, i limiti quelli sono, certo se uno non sa cuocere un uovo si stupirà pure del risultato di un 4 salti in padella eh. 

Con e+g già inizi ad avere più libertà, non a livello di ag ma è un passo avanti.

Da ciò che leggo inoltre mi verrebbe da chiederti come curi sanificazione. 

E da dirti che hai troppa furia...troppa fretta...prima regola dell hb e aver calma...sempre.;)

 

P. S io di cose prodotte da hb, ok hb bravi con anni di esperienza, ho bevuto cose a livello di microbirrifici top...robe che te le sogni pure dai pro...ci va esperienza, tanta esperienza e bravura. Ma si può fare eccome... 

Edited by conco

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, conco said:

Andre76, da ciò che scrivi hai una certa dimestichezza con le Birre, checché ne dica tua moglie...che da ciò che leggo pure lei è avvezza. 

Sui kit devi tenere conto del livello a cui certe persone sono, se bevi solo ed esclusivamente birra industriale, cosa che io comunque non disdegno a priori, il tuo livello di paragone quello è. 

E pure un kit può apparire chissà che. 

Anche se poi inevitabilmente anche quello col tempo, in genere, porta ad una voglia di approfondire e dunque ad una maggior consapevolezza...a volte non sempre. 

E come fare la pasta con i 4 salti in padella...si viene anche una pasta discreta...ma insomma, i limiti quelli sono, certo se uno non sa cuocere un uovo si stupirà pure del risultato di un 4 salti in padella eh. 

Con e+g già inizi ad avere più libertà, non a livello di ag ma è un passo avanti.

Da ciò che leggo inoltre mi verrebbe da chiederti come curi sanificazione. 

E da dirti che hai troppa furia...troppa fretta...prima regola dell hb e aver calma...sempre.;)

 

P. S io di cose prodotte da hb, ok hb bravi con anni di esperienza, ho bevuto cose a livello di microbirrifici top...robe che te le sogni pure dai pro...ci va esperienza, tanta esperienza e bravura. Ma si può fare eccome... 

Ciao conco grazie per la tua risposta. 

Per fretta intendi tempi di fermentazione e di assaggio? Per assaggiare una birra da kit quanto è consigliato aspettare? Prendiamo ad esempio la Irish Red ale (anche se mi sto chiedendo se il suo sapore liquoroso sia sintomo di una birra non più recuperabile) 

Per quanto riguarda la sanificazione lavo fermentatore e strumenti annessi prima con acqua e amuchina e poi con acqua calda e sapone per i piatti per poi santificare con il metabisolfito comprato insieme al kit

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parlavo di mosto nel fermentatore. 

Da ciò che leggo in bottiglia dopo...la prima 8 giorni, la seconda 9 giorni 3 la terza 7 giorni. 

Sono un po pochini...magari stadi già a fg (final gravity), ovvero aveva terminato di fermentare (forse), ma devi anche dare tempo l lievito di depositarsi un po...ci va calma. 

Poi se non era a fg reale noterai che birra col tempo tenderà a gasarsi molto...se resterà stabile invece direi che ti è andata bene. 

Temperature tue sono un po alte. 

Poi dipende da lievito e stile...ok.

Lavorando alto lievito lavora più veloce, ma non sempre è un bene...anche se c'è da dire che nemmeno sempre è un male...come dicevo dipende da mastro birraio lievito.

Amuchina va già bene, non credo debba essere diluita poi. 

Io uso direttamente candeggina, diluita, quella si, io oramai vado ad occhio ma su forum trovi dosi esatte...lasciar a contatto per un po di tempo, e poi risciacquo con acqua calda per bene. 

Ma se vuoi va bene anche passare dopo metabisolfito. 

Comunque non ti abbattere e non pretendere chissa che dai kit...sono quello che sono.... ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

considera che il difetto che segnali sulla irish sa proprio di fermentazione scappata alta di temperatura (il sentore liquoroso). Inoltre i vari kit di irish red ricalcano quella che era la vecchia Kilkenny quindi decisamente più caramellosa e dolciosa rispetto ad altri esempi di questo stile

Il sentore sidro/mela verde è legato allo zucchero ed è abbastanza tipico sui kit che hanno alte percentuali di zucchero, lieviti non eccelsi e questo sentore è accentuato da temperature di fermentazione altine

la buona notizia è che, anche se non spariranno, lasciandole maturare questi due sentori dovrebbero diminuire un po.

Sulla ginger beer vado un po' più a spanne (non le amo tantissimo e non ho mai provato a farle) ma in teoria in una ginger beer classica il grosso dei fermentabili sono zuccheri semplici… il sentore chimico potrebbe proprio essere la mela verde da tanti zuccheri semplici con in più un sapore di zenzero un po' sopra le righe… anche qua prova ad farla maturare un po' di più

 

Edited by T.Rex
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie davvero a tutti per i preziosi consigli e anche per l'incoraggiamento... 

Risultato è che mi avete fatto tornare la voglia di riprovarci e oggi mi sono lanciato sulla mia prima e+g. 

Trattasi di un kit e+g di una Australian Pale Ale. Devo dire che già sin dagli inizi gli odori, colori e sapori sono tutta un'altra storia rispetto all'esperienza con i malti preparati. 

Unico neo.... La OG doveva essere 1054 ed invece mi è venuta 1043.... non me la spiego, probabile ci sia qualche motivo o errore di cui non sono consapevole.... La quantità di acqua nelle varie fasi è stata rispettata in accordo con le istruzioni... 

Comunque.... grazie ancora a tutti e prima cosa che farò sicuramente è allungare i tempi di fermentazione e maturazione. Per quanto riguarda la temperatura dell'ambiente non saprei come fare diversamente, la taverna è l'ambiente più fresco che ho. 

IMG-20200602-WA0007.jpeg

IMG-20200602-WA0005.jpeg

IMG-20200602-WA0019.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...