Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

https://www.fermentobirra.com/dark-style-come-usare-al-meglio-i-malti-scuri/

Il tutto è partito da qua, mi è capitato sott'occhio questo articolo è ho avuto la brutta idea di dargli un occhio.. Non sono arrivato al fondo, perchè l'occhio che avevo deciso di dargli si è suicidato e l'altro ha iniziato a sanguinarmi una volta arrivati al cold stepping..
La mia critica al riguardo è di come venga d'isincentivato l'uso dei tostati, cercando in tutti i modi di limitarne le caratteristiche.. Quasi come se l'obbiettivo fosse colorare una birra, senza però dargli i sentori tostati.. Idee, vecchie, vecchissime che hanno portato il panorama delle stout italiane ad essere decisamente sottotono e con pochi esemplari davvero buoni.. Vero è che il 90% dei bevitori non apprezza le stout e un prodotto meno caratteristico è più facilmente vendibile, ma questo è un altro discorso..
Come giustamente mi fa notare il buon @T.Rex, ogni homebrewer ha le sue preferenze e i suoi gusti e giustamente cerca di assecondarli e creare birre che incontrino il suo gusto..

Però, se a me non piacessero i luppoli, non scriverei un articolo sulle IPA dando consigli quali:
-Usate l'hop-bag, così estraete meno amaro.
-Mettete poco luppolo negli ultimi minuti, così da avere aromi meno invadenti
-Fate dry-hop con massimo 0,5 g/l
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiamato in causa rispondo

Allora... I malti tostati per me non sono solo l'arsh acido-fumuso di un abuso diblack e/o roasted. Fumo e aciditá accenate, ci stanno; ma non deve violentare l'equilibrio della bevuta.

Poi il segreto sta sempre nell'equilibrio...

Riprendi l'esempio delle ipa 0.5 grammi litro in dh e caramelli da bock non si possono sentire... Ma allo stesso modo ipa senza una punta di corpo, con un amaro da sverniciare le ringhiere e 50gr/l di luppolo in dh... Beh sono anche peggio

Poi ribadisco quanto detto di lá con il cold stepping un 6-7 anni fa mi ha fatto venir fuori una stout che sentiva di fondo di caffè quindi se nessuno mi tortura non lo rifarò mai più

Inviato dal mio G8232 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Mi hai quotato di la, in it dell'ot, ma rispondo di qua. 

Nemmeno io sono arrivato alla fine...e sbagliato lo so, ma come te piango lacrime di sangue. 

Mi da tristezza che se non erro e un pro.

E come se un pittore non sapendo usare un colore usasse un succedano, una scorciatoia...tristezza.

Poi ok, lui vende, e siccome il 95 % di chi beve birra non ama le nere...fanno nere che lo sono solo nell'aspetto. 

Poi magari lui mitiga...o così si dirà...boh.

Ora tralasciando il tutto...vorrei fare un passo indietro. 

Io lo sai Mattia che sono un curiosone. 

E da buon curiosone la mia domanda è sempre quella...perché? 

Io faccio fatica a comprendere. 

Ai tempi delle black ipa mi divertii a fare la zanza. 

Con il roast. 

In mash. 

Ma sapevo che ci stava. 

Come sempre e questione di equilibrio. 

Non è facile, ma si può fare. 

E allora perché non lo facevano? 

Sto maledetto perché. 

Perché non sanno/non hanno tempo/non vogliono/non credono che un equilibrio sia possibile. 

Perché inoltre chi poi le beve non è un bevitore di stout, siamo in Italia non in UK...e inutile, ammettiamo anche questo. 

A me ha sempre fatto strano vedere la soddisfazione di chi beve birre nere che nere non sono...sembra quasi che faccia figo bere una birra nera a volte...a me, che sono come sono, mi lascia basito ciò. 

Cioè fra noi hb, bere le lesbische fa molto figo...ma a me raramente piacciono, non mi sognerei mai di bere perché è da figo o da intenditore...una cosa o mi piace o non mi piace. 

Se non mi piace non la bevo. 

In tutto questo la mia idea di base è sempre stata....boh.

E tale rimarrà 

E andassero tutti a cagare la merda...ahahah 

Edited by conco
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, conco said:

Mi hai quotato di la, in it dell'ot, ma rispondo di qua. 

Nemmeno io sono arrivato alla fine...e sbagliato lo so, ma come te piango lacrime di sangue. 

Mi da tristezza che se non erro e un pro.

E come se un pittore non sapendo usare un colore usasse un succedano, una scorciatoia...tristezza.

Poi ok, lui vende, e siccome il 95 % di chi beve birra non ama le nere...fanno nere che lo sono solo nell'aspetto. 

Poi magari lui mitiga...o così si dirà...boh.

Ora tralasciando il tutto...vorrei fare un passo indietro. 

Io lo sai Mattia che sono un curiosone. 

E da buon curiosone la mia domanda è sempre quella...perché? 

Io faccio fatica a comprendere. 

Ai tempi delle black ipa mi divertii a fare la zanza. 

Con il roast. 

In mash. 

Ma sapevo che ci stava. 

Come sempre e questione di equilibrio. 

Non è facile, ma si può fare. 

E allora perché non lo facevano? 

Sto maledetto perché. 

Perché non sanno/non hanno tempo/non vogliono/non credono che un equilibrio sia possibile. 

Perché inoltre chi poi le beve non è un bevitore di stout, siamo in Italia non in UK...e inutile, ammettiamo anche questo. 

A me a sempre fatto strano vedere la soddisfazione di chi beve birre nere che nere non sono...sembra quasi che faccia figo bere una birra nera a volte...a me, che sono come sono, mi lascia basito ciò. 

Cioè fra noi hb, bere le lesbische fa molto figo...ma a me raramente piacciono, non mi sognerei mai di bere perché è da figo o da intenditore...una cosa o mi piace o non mi piace. 

Se non mi piace non la bevo. 

In tutto questo la mia idea di base è sempre stata....boh.

E tale rimarrà 

E andassero tutti a cagare la merda...ahahah 

Un poeta, come sempre! XD

Mi trovi concorde in tutto.. Riguardo all'articolo, non ho nemmeno prestato attenzione da chi l'ha scritto.. E mi va bene così.. Così se un giorno assaggiassi le sue stout non sarò prevenuto..

Sul bere le birre nere, lo disse anche il boss in una delle sue dirette, un po' di cultura inizia a farsi e qualcuno inizia ad apprezzarle davvero.. Ma la maggior parte le bevono perchè si sentono fighi, se poi sono super alcoliche tanto meglio.. Probabilmente è dovuto al connubio ideale che abbiamo tra guinness e rugby, non lo so..
Molti poi, si bevono con la stessa soddisfazione una belga scura e una stout, senza coglierne le differenze.. E non perchè non le sentano ovviamente, ma perchè non interessa.. E' nera, mi sento potente a bere un qualcosa che rimanda all'oscurità, tanto basta.. ;(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
53 minutes ago, Tyrion132 said:

https://www.fermentobirra.com/dark-style-come-usare-al-meglio-i-malti-scuri/

Il tutto è partito da qua, mi è capitato sott'occhio questo articolo è ho avuto la brutta idea di dargli un occhio.. Non sono arrivato al fondo, perchè l'occhio che avevo deciso di dargli si è suicidato e l'altro ha iniziato a sanguinarmi una volta arrivati al cold stepping..
La mia critica al riguardo è di come venga d'isincentivato l'uso dei tostati, cercando in tutti i modi di limitarne le caratteristiche.. Quasi come se l'obbiettivo fosse colorare una birra, senza però dargli i sentori tostati.. Idee, vecchie, vecchissime che hanno portato il panorama delle stout italiane ad essere decisamente sottotono e con pochi esemplari davvero buoni.. Vero è che il 90% dei bevitori non apprezza le stout e un prodotto meno caratteristico è più facilmente vendibile, ma questo è un altro discorso..
Come giustamente mi fa notare il buon @T.Rex, ogni homebrewer ha le sue preferenze e i suoi gusti e giustamente cerca di assecondarli e creare birre che incontrino il suo gusto..

Però, se a me non piacessero i luppoli, non scriverei un articolo sulle IPA dando consigli quali:
-Usate l'hop-bag, così estraete meno amaro.
-Mettete poco luppolo negli ultimi minuti, così da avere aromi meno invadenti
-Fate dry-hop con massimo 0,5 g/l
 

ma testa di pigna non dice di fare estrazione a freddo ma di usarla per valutare con poco sbatti l'apporto dei malti, anzi nelle fasi finali dell'articolo la scondiglia

testa di pigna

 

Edited by Simone11

Share this post


Link to post
Share on other sites
Just now, Simone11 said:

d'isincentivato

mi sanguinano gli occhi

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, Simone11 said:

mi sanguinano gli occhi

E c'hai anche ragione! XD

 

 

12 minutes ago, Simone11 said:

ma testa di pigna non dice di fare estrazione a freddo ma di usarla per valutare con poco sbatti l'apporto dei malti, anzi nelle fasi finali dell'articolo la scondiglia

testa di pigna

 

Ero troppo traumatizzato dalla parte prima perchè il mio livello di attenzione rimanesse alto abbastanza.. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
38 minutes ago, conco said:

Perché inoltre chi poi le beve non è un bevitore di stout, siamo in Italia non in UK...e inutile, ammettiamo anche questo. 

dai Conco fai il bravo...

puoi immaginare che come età dato che credo di esser vicino più a te che tyr ho passato la gioventù negli irish pub o pseudo tali che si trovavano, tra guinness, Kilkenny , Murphy e beamish… quando andava bene ci scappava una smithwick… anche perché negli altri bar trovavi la nastro azzurro o la sans souci che non per proprio un bel bere… insomma il panorama era tale che anche una tennet's era considerato "bere bene" :sorry:

Poi si può fare una stout senza il "graffio" del roasted? per me no. Dare profondità a quel l'aroma con altri malti scuri? per me ci sta… se poi riesci a tirar fuori una roba non troppo agressiva solo col roasted… beh chapeau. Io non ci riesco :unknw:

 

aggiungo poi sul 90% di quell'articolo anche io ho i vostri stessi dubbi… però… beh qualche spunto interessante c'è

Giusto per "calibrare" i palati, se le conoscete posso chiedervi un parere su:

blackout
confine
nubia
O'Hara stout
St. peter cream

Edited by T.Rex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cazzo la Malgy ha ragione...ahahah...e che come leggo estrazione a freddo...niente svalvolo, non ci riesco...ahahah 

6 minutes ago, T.Rex said:

dai Conco fai il bravo...

puoi immaginare che come età dato che credo di esser vicino più a te che tyr ho passato la gioventù negli irish pub o pseudo tali che si trovavano, tra guinness, Kilkenny , Murphy e beamish… quando andava bene ci scappava una smithwick… anche perché negli altri bar trovavi la nastro azzurro o la sans souci che non per proprio un bel bere… insomma il panorama era tale che anche una tennet's era considerato "bere bene" :sorry:

Poi si può fare una stout senza il "graffio" del roasted? per me no. Dare profondità a quel l'aroma con altri malti scuri? per me ci sta… se poi riesci a tirar fuori una roba non troppo agressiva solo col roasted… beh chapeau. Io non ci riesco :unknw:

Hai ragione, di nero io bevevo ben poco anni e anni fa...e parlo di 30 anni fa eh, piu belgio, quasi solo Belgio. 

E... ci si riesce si. 

Ci riuscivano prima di noi eh. 

Poi io come dice la malgy adovo...e non faccio testo. 

41 minutes ago, Tyrion132 said:

Un poeta, come sempre! XD
 

Ahahah poeta perché la penso come te. 

Però la Malgy ha ragione....siamo due teste di pigna... :rofl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minutes ago, T.Rex said:

dai Conco fai il bravo...

puoi immaginare che come età dato che credo di esser vicino più a te che tyr ho passato la gioventù negli irish pub o pseudo tali che si trovavano, tra guinness, Kilkenny , Murphy e beamish… quando andava bene ci scappava una smithwick… anche perché negli altri bar trovavi la nastro azzurro o la sans souci che non per proprio un bel bere… insomma il panorama era tale che anche una tennet's era considerato "bere bene" :sorry:

Poi si può fare una stout senza il "graffio" del roasted? per me no. Dare profondità a quel l'aroma con altri malti scuri? per me ci sta… se poi riesci a tirar fuori una roba non troppo agressiva solo col roasted… beh chapeau. Io non ci riesco :unknw:

 

aggiungo poi sul 90% di quell'articolo anche io ho i vostri stessi dubbi… però… beh qualche spunto interessante c'è

Giusto per "calibrare" i palati, se le conoscete posso chiedervi un parere su:

blackout
confine
nubia
O'Hara stout
St. peter cream

Purtroppo non le conosco..

 

2 minutes ago, conco said:

Ahahah poeta perché la penso come te. 

Però la Malgy ha ragione....siamo due teste di pigna... :rofl:

Io veramente ce l'avevo con l'ultima frase!

Comunque l'avevo detto che non avevo terminato la lettura.. Quando scritto prima della parola cold steeping, è già sufficiente a farmi passare la voglia di leggere il resto.. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minutes ago, conco said:

 

Hai ragione, di nero io bevevo ben poco anni e anni fa...e parlo di 30 anni fa eh, piu belgio, quasi solo Belgio. 

 

io mi fermo a 25 dai :P

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
58 minutes ago, T.Rex said:

io mi fermo a 25 dai :P

Io in effetti sono stato basso eh. 

Sarebbero 36...da prima birra...avevo 16 anni. 

Da prima birra decente...che era belga col tappo di sughero... 35....forse firse 34...ma più 35 credo.:D:cray:

Edited by conco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Finalmente il pc...che con cel faccio una fatica del diavolo sia a leggere che a scrivere.....allora....mo me lo leggo.

Birre a bassa og, sulle percentuali sono d'accordo, sempre di equilibrio parliamo, e ne vedo certe che hanno schiuma marrone come fossero delle ris.

D'accordo che decorticati danno meno problemi.

Assolutamente non sono d'accordo su non utilizzo di roasted (o chocolate supongo), il black non lo amo molto, ma volendo per me volendo....solo che non voglio....per cui.

Carafa già detto....su discorso crystal non sono affatto d'accordo, non e strettamente necessario....poi dipende da stile e da cosa si vuol fare, se mi òparla di oatmeal puà metterci pure il frumento fosse per me....ahahahah....ma allora specifica.

Per ris, ok, poi va beh pils o pale cazzo cambia....monaco adovo, per me e si, poi dipende da cosa si vuol fare, ma ok.

Perché escludere malto black a prescindere?

Vero che e invasivo, ma basta lavorare su percentuali e valutare su cosa lo metti.

E il discorso che facevo su colore e pittore....unito al no al roast in basse og.

Estrazione a freddo per valutare mati tostati...boh mai fatta...a me solo estrazione a freddo mi fa venir pelle d'oca....ahahahah......ma boh.

Poi inizia a parlare a vario titolo di grist, vari malti e (anche no) tostati, sto leggendo veloce eh che starei lavorando...di ph e sali....secondo sue esperienze.

Nelle stout fa mas in.....boh io lo faccio in tutte le birre mash in....ahahahah....non so se intende protein rest....va beh lasciamo perdere.

Usa lieviti neutri...usa o uk, io proverei irish se fossi in lui, ma non sono lui....ma anche un t-58 con la sua bassa attenuazione e sempre stato un mio pallino che non ho mai affrontato....certo si va nel belgio, ma sui tostati ci sarebbe da divertirsi per me.

Poi oramai ci sono un infinità di lieviti.

Ovvio i puliti, tipo usa, o poco sporchi tipo uk so er mejo...su stili classici.

Infine peated...a me non piace molto, e va usato con parsimonia come giustamente dice...ma in ogni caso, se leggesse, prova il rauch al posto del peated....percentuale molto più importante....se lo mangia a colazione....:D

Io sono convinto che ogni malto ha il suo perché, poi quel perché va incastonato in un grist adatto e al lievito adatto, per dire io non amo peated, magari sono solo io che l'ho sempre usato male...non e che il peated fa schifo....sia chiaro.

Per concludere chiedo scusa per aver letto articolo prima in maniera superficiale, non diceva ciò che credevo, diceva cose che non sempre mi trovano d'accordo, alcune volte assolutamente non lo sono....ma sono visioni "personali"....per cui.:pardon:

 

 

 

 

Edited by conco

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, conco said:

Finalmente il pc...che con cel faccio una fatica del diavolo sia a leggere che a scrivere.....allora....mo me lo leggo.

Birre a bassa og, sulle percentuali sono d'accordo, sempre di equilibrio parliamo, e ne vedo certe che hanno schiuma marrone come fossero delle ris.

D'accordo che decorticati danno meno problemi.

Assolutamente non sono d'accordo su non utilizzo di roasted (o chocolate supongo), il black non lo amo molto, ma volendo per me volendo....solo che non voglio....per cui.

Carafa già detto....su discorso crystal non sono affatto d'accordo, non e strettamente necessario....poi dipende da stile e da cosa si vuol fare, se mi òparla di oatmeal puà metterci pure il frumento fosse per me....ahahahah....ma allora specifica.

Per ris, ok, poi va beh pils o pale cazzo cambia....monaco adovo, per me e si, poi dipende da cosa si vuol fare, ma ok.

Perché escludere malto black a prescindere?

Vero che e invasivo, ma basta lavorare su percentuali e valutare su cosa lo metti.

E il discorso che facevo su colore e pittore....unito al no al roast in basse og.

Estrazione a freddo per valutare mati tostati...boh mai fatta...a me solo estrazione a freddo mi fa venir pelle d'oca....ahahahah......ma boh.

Poi inizia a parlare a vario titolo di grist, vari malti e (anche no) tostati, sto leggendo veloce eh che starei lavorando...di ph e sali....secondo sue esperienze.

Nelle stout fa mas in.....boh io lo faccio in tutte le birre mash in....ahahahah....non so se intende protein rest....va beh lasciamo perdere.

Usa lieviti neutri...usa o uk, io proverei irish se fossi in lui, ma non sono lui....ma anche un t-58 con la sua bassa attenuazione e sempre stato un mio pallino che non ho mai affrontato....certo si va nel belgio, ma sui tostati ci sarebbe da divertirsi per me.

Poi oramai ci sono un infinità di lieviti.

Ovvio i puliti, tipo usa, o poco sporchi tipo uk so er mejo...su stili classici.

Infine peated...a me non piace molto, e va usato con parsimonia come giustamente dice...ma in ogni caso, se leggesse, prova il rauch al posto del peated....percentuale molto più importante....se lo mangia a colazione....:D

Io sono convinto che ogni malto ha il suo perché, poi quel perché va incastonato in un grist adatto e ul lievito adatto, per dire io non amo peated, magari sono solo io che l'ho sempre usato male...non e che il peated fa schifo....si chiaro.

Per concludere chiedo scusa per aver letto articolo prima in maniera superficiale, non diceva ciò che credevo, diceva cose che non sempre mi trovano d'accordo, alcune volte assolutamente non lo sono....ma sono visioni "personali"....per cui.:pardon:

 

 

 

 

Io invece non sono d'accordo sulle basse percentuali di tostati nelle basse OG..
In percentuale sul grist, ne uso molto di più in una dry stout che in un imperial..

Da quando ho scoperto il brown poi, ci picchio ancora di più.. Ma il brown non lo considererei un vero e proprio tostato..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena inziato a leggere ma già “dark & coffee forward” (seconda riga) mette a dura prova la mia pazienza.

Sono vecchio, lo so......

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, Tyrion132 said:

Io invece non sono d'accordo sulle basse percentuali di tostati nelle basse OG..
In percentuale sul grist, ne uso molto di più in una dry stout che in un imperial..

Da quando ho scoperto il brown poi, ci picchio ancora di più.. Ma il brown non lo considererei un vero e proprio tostato..

Beh dai il brown non e un roast, un chocolate o un black....e più gentile.

Di conseguenza si può osare di più con percentuale.

Anche se brown lo conosco davvero poco, me ne decantasti già le lodi.

Lo usai anni e anni fa...troppi anni fa (8-9?)...e su birre perfettibili di sicuro.

Poi oh...solo per fare uno stupido esempio, una dry ebc 100 o più....dai....che senso ha?

 

4 minutes ago, dfat said:

Ho appena inziato a leggere ma già “dark & coffee forward” (seconda riga) mette a dura prova la mia pazienza.

Sono vecchio, lo so......

Lo siamo entrambi...e stato mio errore di ieri....ahahahah

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute ago, conco said:

Beh dai il brown non e un roast, un chocolate o un black....e più gentile.

Di conseguenza si può osare di più con percentuale.

Anche se brown lo conosco davvero poco, me ne decantasti già le lodi.

Lo usai anni e anni fa...troppi anni fa (8-9?)...e su birre perfettibili di sicuro.

Poi oh...solo per fare uno stupido esempio, una dry ebc 100 o più....dai....che senso ha?

 

Concordo che il brown non è come gli altri..
Prima o poi mi piacerebbe fare una birra solo con lui, ma ad oggi l'ho sempre accompagnato al roasted..
Ma comunque rimango su percentuali ben più alte (di roast) del 5-6% dell'articolo.. Se erano quelle le cifre, l'ho già scordato! XD

Concordo nel dire che 100ebc  su una dry non sono necessari (qualcuno ha detto TNT?? Era lui vero che la fece?).. Ma per arrivare a quelle cifre di serve ben più del 15% di roasted in una bassa og..

Poi ok, c'è a chi non piace l'harshness del roasted.. A me un po' è sempre rimasta, non l'ho mai eliminata del tutto.. Ma usando chocolate e black non ho ottenuto nemmeno lontanamente la complessità e il sapore del solo roasted.. Aggiungendo poi che ho sempre preferito limare il più possibile la quantità di malti che metto nel grist, ho sempre preferito usare solo roasted e abbandonare gli altri tostati..

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minutes ago, conco said:

Finalmente il pc...che con cel faccio una fatica del diavolo sia a leggere che a scrivere.....allora....mo me lo leggo.

Birre a bassa og, sulle percentuali sono d'accordo, sempre di equilibrio parliamo, e ne vedo certe che hanno schiuma marrone come fossero delle ris.

D'accordo che decorticati danno meno problemi.

Assolutamente non sono d'accordo su non utilizzo di roasted (o chocolate supongo), il black non lo amo molto, ma volendo per me volendo....solo che non voglio....per cui.

Carafa già detto....su discorso crystal non sono affatto d'accordo, non e strettamente necessario....poi dipende da stile e da cosa si vuol fare, se mi òparla di oatmeal puà metterci pure il frumento fosse per me....ahahahah....ma allora specifica.

Per ris, ok, poi va beh pils o pale cazzo cambia....monaco adovo, per me e si, poi dipende da cosa si vuol fare, ma ok.

Perché escludere malto black a prescindere?

Vero che e invasivo, ma basta lavorare su percentuali e valutare su cosa lo metti.

E il discorso che facevo su colore e pittore....unito al no al roast in basse og.

Estrazione a freddo per valutare mati tostati...boh mai fatta...a me solo estrazione a freddo mi fa venir pelle d'oca....ahahahah......ma boh.

Poi inizia a parlare a vario titolo di grist, vari malti e (anche no) tostati, sto leggendo veloce eh che starei lavorando...di ph e sali....secondo sue esperienze.

Nelle stout fa mas in.....boh io lo faccio in tutte le birre mash in....ahahahah....non so se intende protein rest....va beh lasciamo perdere.

Usa lieviti neutri...usa o uk, io proverei irish se fossi in lui, ma non sono lui....ma anche un t-58 con la sua bassa attenuazione e sempre stato un mio pallino che non ho mai affrontato....certo si va nel belgio, ma sui tostati ci sarebbe da divertirsi per me.

Poi oramai ci sono un infinità di lieviti.

Ovvio i puliti, tipo usa, o poco sporchi tipo uk so er mejo...su stili classici.

Infine peated...a me non piace molto, e va usato con parsimonia come giustamente dice...ma in ogni caso, se leggesse, prova il rauch al posto del peated....percentuale molto più importante....se lo mangia a colazione....:D

Io sono convinto che ogni malto ha il suo perché, poi quel perché va incastonato in un grist adatto e al lievito adatto, per dire io non amo peated, magari sono solo io che l'ho sempre usato male...non e che il peated fa schifo....sia chiaro.

Per concludere chiedo scusa per aver letto articolo prima in maniera superficiale, non diceva ciò che credevo, diceva cose che non sempre mi trovano d'accordo, alcune volte assolutamente non lo sono....ma sono visioni "personali"....per cui.:pardon:

 

Beh alla fine la pensiamo meno diversamente da quello che sembrava 

Sui caramelli se parliamo di cose un po' più cicciotte (almeno 6-7%) ci stanno e man mano che si sale mi sembrano anche necessario. Su una dry sotto i 5 per me è no; su una dry oltre alla malto base "preferito" vedo qualcosa di fiocchi e qualche scuro ( personalmente vado di roasted e carafa; ma fintanto che ce l'avevo a casa mettevo anche un pochetto di chocolate ).

Poi sulle alte og onestamente non mi esprimo più di tanto… birre scure ad alta gradazione ne faccio poche (a memoria credo di aver fatto solo una volta un RIS) come "ripetitiva"con un certo ABV ho solo la shwarz luppolata che balla sui 7-8%

Lato lieviti sono per i neutri… beh insomma se il mio amato Windsor arrivasse a fare qualcosa di dry userei quello ma non ce la fa… Ovviamente l'irish specifico è un altra cosa; l'ho usato una volta qualche anno fa… ma i liquidi sono un rompimento che preferisco evitare

Rauch e peated… beh non mi emozionano come malti; vero che li ho usati pochissime volte (il rauch credo mai…)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
7 minutes ago, T.Rex said:

 

Beh alla fine la pensiamo meno diversamente da quello che sembrava 

Sui caramelli se parliamo di cose un po' più cicciotte (almeno 6-7%) ci stanno e man mano che si sale mi sembrano anche necessario. Su una dry sotto i 5 per me è no; su una dry oltre alla malto base "preferito" vedo qualcosa di fiocchi e qualche scuro ( personalmente vado di roasted e carafa; ma fintanto che ce l'avevo a casa mettevo anche un pochetto di chocolate ).

Poi sulle alte og onestamente non mi esprimo più di tanto… birre scure ad alta gradazione ne faccio poche (a memoria credo di aver fatto solo una volta un RIS) come "ripetitiva"con un certo ABV ho solo la shwarz luppolata che balla sui 7-8%

Lato lieviti sono per i neutri… beh insomma se il mio amato Windsor arrivasse a fare qualcosa di dry userei quello ma non ce la fa… Ovviamente l'irish specifico è un altra cosa; l'ho usato una volta qualche anno fa… ma i liquidi sono un rompimento che preferisco evitare

Rauch e peated… beh non mi emozionano come malti; vero che li ho usati pochissime volte (il rauch credo mai…)

Sul cicciotto anche io uso i cara, assolutamente..
Ma nell'articolo parla di basse OG all'inizio.. E' lì i cara non ci stanno per niente, non in una dry stout almeno.. In una brown ale forse sì, ma ecco non lo definirei lo stile per eccellenza dei tostati!

Ho usato il windsor tante volte per le stout, anche nelle dry.. Alla fine lascia un filo di ciccia, ma non troppa..
Però per la prossima proverò altro.. Devo ammettere che per quanto apprezzi quel filo di corpo che lascia (sì, forse anche questo non la rende proprio una dry stout, ma vabbè.. :D ) rimane troppo sporco e cozza un po' con i tostati..


P.s. Facciamo che vado a leggermi l'articolo va.. Così la smetto di sparare critiche a caso.. :D 

Edited by Tyrion132

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahahah....ma tnt e pazzo.

La Black Wind of Revenge era ebc sui 200....credo pure di più.:lol:

Ma era una imperial se non erro....o almeno aveva un bel abv.;)

Poi oh, lui e pazzo di suo eh...

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minutes ago, conco said:

Ahahah....ma tnt e pazzo.

La Black Wind of Revenge era ebc sui 200....credo pure di più.:lol:

Ma era una imperial se non erro....o almeno aveva un bel abv.;)

Poi oh, lui e pazzo di suo eh...

Ah ok! Non ricordavo fosse un'imperial!



Comunque mi sono letto l'articolo.. Effettivamente il peggio è all'inizio..
Dopo seppur non d'accordo su alcune cose, si rientra decisamente più in roba sensata..

Tornando alla parte che più mi ha fatto male, con il 6% di tostati su un'OG di 1045 hai 40 di ebc..
Ora, è vero che non tutte le birre con malti tostati sono dry stout, ne esistono moltissime altre (in cui forse a dirla tutta non userei il roasted).. Ma in tal caso stava a lui specificare.. LA birra tostata, quella dove i malti scuri sono protagonisti in assoluto, è la dry stout o a grandi linee, le stout in generale..
40 ebc....
Il mio latte e caffè al mattino è più scuro.. E ripeto, latte e caffè, non caffè macchiato! In più aggiungerci altrettanti cara.. Per me è assolutamente un NO gigantesco.. Stai facendo una birra che sembri scura, sperando possa essere accettabile da tutti.. e per fare questo le tarpi le ali e la sminuisci..

Continuo a non aver letto il nome del birraio in questione, meglio così.. Chissà se avrò mai modo di assaggiare le sue produzioni! :)



Comunque alla fine aveva ragione Didì, la parte più interessante dell'articolo è quella sul chocolate rye! XD
Magari lo provo prima o poi! Vediamo dove lo vendono..

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Tyrion132 said:

Tornando alla parte che più mi ha fatto male, con il 6% di tostati su un'OG di 1045 hai 40 di ebc..

in effetti fare una birra scura col 5% di malti torrefatti è impossibile...

poi, oh, lui deve venderle le sue birre, a ettolitri. se ci mette il crystal nella stout, la fa più morbida e la gente se la sgarganella volentieri, ha ragione lui. personalmente preferisco dry stout bruciacchiate, senza tracce di caramello. magari i birrai lo mettono, non si percepisce sulla lingua, ma abborbidisce il tutto... chi lo sa. nel caso bisogna fare i complimenti al birraio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute ago, didinho said:

in effetti fare una birra scura col 5% di malti torrefatti è impossibile...

poi, oh, lui deve venderle le sue birre, a ettolitri. se ci mette il crystal nella stout, la fa più morbida e la gente se la sgarganella volentieri, ha ragione lui. personalmente preferisco dry stout bruciacchiate, senza tracce di caramello. magari i birrai lo mettono, non si percepisce sulla lingua, ma abborbidisce il tutto... chi lo sa. nel caso bisogna fare i complimenti al birraio.

Per me non ha ragione lui.. Ha torto marcio..

Ma, commercialmente parlando sì, ha ragione lui.. Ma per me, che non ho un birrificio, continua a rimanere sbagliato.. :D

Per caso tu sei riuscito a trovare il chocolate rye?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Tyrion132 said:


Tornando alla parte che più mi ha fatto male, con il 6% di tostati su un'OG di 1045 hai 40 di ebc..
 

1 hour ago, didinho said:

in effetti fare una birra scura col 5% di malti torrefatti è impossibile...

 

 

 

Ahahah....Didi mi fa morire....:lol:

In ogni caso controllato or ora.

Mia dry og 50.

6% di roast.

ebc 55.

Che per me sufficiente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
13 minutes ago, conco said:

 

Ahahah....Didi mi fa morire....:lol:

In ogni caso controllato or ora.

Mia dry og 50.

6% di roast.

ebc 55.

Che per me sufficiente.

Ma davvero???
Mi hai scioccato..

Quella che ti avevo fatto avere aveva tipo il doppio.. Ora cerco..


Porco boia non la trovo..
Possibile che non fosse una dry stout? o possibile che fosse nel 2017?? 


P.s. Però aspetta, c'è solo il roasted come tostato?

Edited by Tyrion132

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...