Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Baffo_Brews

Dettagli su priming & tecniche/attrezzature migliori da utilizzare per il risultato migliore.

Recommended Posts

Salve a tutti :hi:
Dopo diverse letture su Priming, vorrei avere qualche chiarimento & Sondare.... Voi cosa usate??

Sono alle prime armi e non ci e' voluto molto a capire che il dosatore dello zucchero per priming che esce dai kit per principianti.... e' un aggeggio infernale.
Dopo le prime due birre da kit ....usando il destrosio  & zucchero da tavola....per sperimentare la carbonazione differente :) Vorrei capire il metodo migliore per avere un priming facile, veloce e con ottimo risultato.

Al momento ho letto di molte tecniche diverse....voi quale usate?

- Priming con il dosatore di zuccheri standard da kit
- Con soluzione di acqua e zucchero direttamente nel fermentatore pre imbottigliamento 
- Siringa graduata con soluzione di zucchero e acqua 

Oppure? Se ce ne sono altri....fatevi avanti pure a scrivere. 
Vorrei sapere di esperienze con diverse tecniche e risultati in base alla fatica e tempo perso.

Grazie mille....spero questo topic possa aiutare e delucidare altri principianti come me. :good:

Share this post


Link to post
Share on other sites

per citare quelo, la seconda che hai detto

scaldi poca acqua ci sciogli lo zucchero e butti in fermentatore ( c'è chi prima lascia raffreddare, io di solito lo butto caldo, anche perché su 20-25 litri un bicchiere di roba calda non ti fa danni ); per evitare stratificazioni, quando imbottigli ogni 7-8 bottiglie dai una timida rimestata al mosto

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pure io apro una bottiglietta da 1/2 litro ne levo la metà aggiungo lo zucchero agito fino a scioglimento e butto nel fermentatore ed ogni 4-5 bottiglie agito il mosto con la pala.


Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minutes ago, T.Rex said:

quando imbottigli ogni 7-8 bottiglie dai una timida rimestata al mosto

 

9 minutes ago, Agos said:

ogni 4-5 bottiglie agito il mosto con la pala.

 

pure io quando mi bevo una birra ogni 2 minuti agito il bicchiere per evitare stratificazioni, dai giovini le stratificazilni non esistono

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

lo so che probabilmente è una antica leggenda che viene portata avanti, ma è come un rito  mistico oramai, se non lo facessi probabilmente mi sentirei in colpa :unknw:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sento in colpa a rimestolare troppo, 

giro timidamente ogni 15 lt circa.

se l'unica soluzione per imbottigliare fosse stata, riempire una siringa ogni bottiglia...  avrei cambiato hobby, <_< non diciamo cazzate... avrei bevuto birra liscia

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevamo (Simone aveva) già chiarito la differenza tra soluzione e sospensione: non è necessario rimestolare una volta che lo zucchero è completamente sciolto. Io però ogni tanto disubbidisco e un colpetto glie lo do lo stesso, più che altro perché ho sempre paura di non aver mescolato bene prima.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

con siringa graduata soluzione di acqua e zucchero bottiglia per bottiglia

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per le risposte. :D

Altra domanda...... se fate il priming direttamente nel fermentatole..... come fate a prendere una misurazione precisa del mosto (per precisa intendo molto precisa)....
Io uso bidoni/fermentatori in plastica che hanno solo gradi per Litro. Per quello stavo optando per la siringa, diciamo per la precisione più che altro (Anche se ovviamente e' difficile sapere esattamente al millesimo, quanti birra si mette in una bottiglia) 

Ho visto prima le aste per misurazioni liquidi (anche se non mi convincono troppo).... oppure mi consigliate di farmi le tacche più precise a partire dai 20 litri a 25....direttamente sul lato del fermentatore?

Onestamente vorrei fare una cosa quanto più precisa sia possibile.
Grazie again :hi:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
11 hours ago, cicquetto said:

con siringa graduata soluzione di acqua e zucchero bottiglia per bottiglia

Quanto e' grande la siringa che usi? 

Stavo pensando di prendere una cosa del genre....

https://www.amazon.it/B-PRIME-Siringa-marinata-professionale-capacità/dp/B01KC9PQ70/ref=sr_1_5?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&amp;crid=R7VSH7ZVGXU6&amp;dchild=1&amp;keywords=siringa+per+alimenti&amp;qid=1589447294&amp;sprefix=siringa+per+al%2Caps%2C236&amp;sr=8-5
 

 

Edited by Baffo_Brews

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

 

Grazie mille per le risposte.  

Altra domanda...... se fate il priming direttamente nel fermentatole..... come fate a prendere una misurazione precisa del mosto (per precisa intendo molto precisa)....

.... oppure mi consigliate di farmi le tacche più precise a partire dai 20 litri a 25....direttamente sul lato del fermentatore?

 

 

Tacche precise io ho fatto 5, 10, 15 (che servono a poco o nulla), poi da 19 in su ogni 0.5.

 

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io uso una siringa normalissima da 5 ml.

Doso sempre 5 ml di una soluzione di zucchero alla concentrazione necessaria per avere la CO2 che voglio.

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Baffo_Brews said:

Grazie mille per le risposte. :D

Altra domanda...... se fate il priming direttamente nel fermentatole..... come fate a prendere una misurazione precisa del mosto (per precisa intendo molto precisa)....
Io uso bidoni/fermentatori in plastica che hanno solo gradi per Litro. Per quello stavo optando per la siringa, diciamo per la precisione più che altro (Anche se ovviamente e' difficile sapere esattamente al millesimo, quanti birra si mette in una bottiglia) 

Ho visto prima le aste per misurazioni liquidi (anche se non mi convincono troppo).... oppure mi consigliate di farmi le tacche più precise a partire dai 20 litri a 25....direttamente sul lato del fermentatore?

Onestamente vorrei fare una cosa quanto più precisa sia possibile.
Grazie again :hi:

Io sono per le soluzioni semplici. Se il tuo fermentatore non è graduato, usi una brocca graduata, oppure una bottiglia di plastica dell'acqua, e metti acqua dentro il fermentatore finché raggiungi i litri desiderati. Poi fai una tacca all'esterno.

Così puoi essere molto preciso, comunque conta che un quarto di litro in più o in meno su venti litri non fanno differenza. Non è così importante la precisione al milligrammo/litro.

Tanto non puoi sapere con esattezza quanto fermenterà in bottiglia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, dfat said:

Io uso una siringa normalissima da 5 ml.

Doso sempre 5 ml di una soluzione di zucchero alla concentrazione necessaria per avere la CO2 che voglio.

cristo santo, ma allora esistete davvero....

io pensavo che fosse solo una cosa da newby, tipo quando il primo giorno di lavoro, mandi l'apprendista a prendere un secchio di corrente.. o cose cosi'

non perche sia sbagliato il sistema, anzi probabilmente meno invasivo, ma allora utilizzate la vaccinapolli.

vabbe io sono insofferente nei lavori noiosi

addirittura sto abbozzando una macchina per lavare le bottiglie, non perche siano molto sporche. ma per non doverci guardare dentro ogni singola bottiglia 

:80:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Ribadisco

 

 

...apro una bottiglietta da 1/2 litro ne levo la metà aggiungo lo zucchero agito fino a scioglimento e butto nel fermentatore ed ogni 4-5 bottiglie agito il mosto con la pala.

 

Nulla di più semplice ;)

 

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

 

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Agos said:

 

 

Ribadisco

 

 

 

 

Nulla di più semplice ;)

 

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

 

 

 

Però così facendo un po' di ossigeno andrà a finire nel mosto. Se però dalla tua esperienza non noti problemi di ossidazione, allora è valido anche questo sistema. Anzi, magari lo faccio pure io, perché far bollire l'acqua e poi raffreddarla è un'altra delle tante piccole cose noiose da fare.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Però così facendo un po' di ossigeno andrà a finire nel mosto. Se però dalla tua esperienza non noti problemi di ossidazione, allora è valido anche questo sistema. Anzi, magari lo faccio pure io, perché far bollire l'acqua e poi raffreddarla è un'altra delle tante piccole cose noiose da fare.
Due girate delicate non vigorose non mi hanno mai dato problemi e volendo una volta disciolto e solo una fissa rimescolare (delicatamente).

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

pensavo all'acqua che aggiungi, che potrebbe essere carica di ossigeno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo non ci ho mai pensato...
Uso solitamente acqua oligominerale naturale e la verso evitando lo splash colandola sopra il mestolo o piegando leggermente il fusto.


Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

perché tutti ce l'avete così a morte con l'ossigenazione… mi sembra di essere tornato ai tempi in cui la fobia era le infezione da luppolo usato per il dh...

ossidare è bene, ossidare è buono, ossidare è vita…

Se non volte ossidare a sto punto fermentate a pressione e imbottigliate in contropressione… se no per quanto poco comunque ossidate. Costa un po' atttrezzarsi ma a sto punto evitate anche il priming 

sarà che amo le inglesi dove un po' di ossidato ci sta sempre bene… ma anche quando son andato a colonia ho il ricordo vivido di queste kolsh spettacolose, ma che volenti o nolenti una punta di ossidazione te la davano sempre

Edited by T.Rex
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia kolsh però dopo 3 mesi è diventata rosa, credo ossidazione forse o magari ho fatto qualche altra cappella, non so. Sicuramente non ho una fobia, però sai in testa un pensiero tipo di provare a fare travasi sui fusti jolli in contropressione, o altre diavolerie da pro, considerando che ho già fusti e bombole ecc ..

Inviato dal mio Moto G (5) Plus utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
2 hours ago, Pils said:

La mia kolsh però dopo 3 mesi è diventata rosa, credo ossidazione forse o magari ho fatto qualche altra cappella, non so. Sicuramente non ho una fobia, però sai in testa un pensiero tipo di provare a fare travasi sui fusti jolli in contropressione, o altre diavolerie da pro, considerando che ho già fusti e bombole ecc ..

Inviato dal mio Moto G (5) Plus utilizzando Tapatalk
 

rosa per troppa troppa CO2 :yahoo:

Edited by T.Rex

Share this post


Link to post
Share on other sites
La mia kolsh però dopo 3 mesi è diventata rosa, credo ossidazione forse o magari ho fatto qualche altra cappella, non so. Sicuramente non ho una fobia, però sai in testa un pensiero tipo di provare a fare travasi sui fusti jolli in contropressione, o altre diavolerie da pro, considerando che ho già fusti e bombole ecc ..

Inviato dal mio Moto G (5) Plus utilizzando Tapatalk


Cazzo sembrava di farsi una pinta di rosé...ci mancherà.
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...