Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
dany_

Infustare nei kornelius keg

Recommended Posts

Salve a tutti mi sto documentando per infustare la birra nei kornelius keg, volevo una info da chi già infusta.

Procedendo con la carbonazione normale non forzata quando arriviamo a spillare essendo il tubo in basso in quella specie di cavità la birra esce torba? Dopo quante pinte si riesce ad avere una birra senza il lievito del fondo? Se invece si procede con la carbonazione forzata non si ha dormazione di fondo? Un saluto a tutti e grazie del supporto

 

Inviato dal mio SM-A750FN utilizzando Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, io al momento metto la Birra nel Keg quando mi mancano una decina di punti di densità. 

Per evitare il problema ho tolto il tubo lungo della Birra e l'ho sostituito con quello corto del gas al quale ho applicato il tubo in silicone con il galleggiante. Questo per pescare sempre dall'alto.

In alternativa potresti pensare di tagliare un pezzo di tubo lungo della Birra in modo da non pescare direttamente sul fondo. Perderesti qualcosa, ma almeno non peschi il fondo.

Io comunque dopo il Cold Crash vado a trasferire la Birra in Mini Keg da 5 lt o in bottiglia, mettendo sul tubo di trasferimento un filtro con cartuccia.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho 2 fusti,  se ricordo bene ho tagliato 2 cm il tubo di pescaggio, essendo bombato , anche se fai carbonatazione forzata, perdi pochissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 20/1/2020 at 08:50, Menga said:

Ciao, io al momento metto la Birra nel Keg quando mi mancano una decina di punti di densità. 

Per evitare il problema ho tolto il tubo lungo della Birra e l'ho sostituito con quello corto del gas al quale ho applicato il tubo in silicone con il galleggiante. Questo per pescare sempre dall'alto.

In alternativa potresti pensare di tagliare un pezzo di tubo lungo della Birra in modo da non pescare direttamente sul fondo. Perderesti qualcosa, ma almeno non peschi il fondo.

Io comunque dopo il Cold Crash vado a trasferire la Birra in Mini Keg da 5 lt o in bottiglia, mettendo sul tubo di trasferimento un filtro con cartuccia.

 

Scusate se vado un pelino OT.

Aiutami a capire perchè fai così che mi interessa...

Tu fai terminare la fermentazione nel KEG ma poi non spilli da quel KEG. L'idea che mi sono fatto è che travasando nel KEG, 10 punti prima della fine, non rischi troppa ossigenzazione perchè l'O2 introdotto nel travaso se lo rimangia il lievito.

Poi fai cold crash nel KEg, cosa che ti permette di non introdurre O2 (come accade a fare cold crash nei fermentatori) e poi infusti e imbottigli in contropressione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 23/1/2020 at 11:29, ale-75-homeb said:

Scusate se vado un pelino OT.

Aiutami a capire perchè fai così che mi interessa...

Tu fai terminare la fermentazione nel KEG ma poi non spilli da quel KEG. L'idea che mi sono fatto è che travasando nel KEG, 10 punti prima della fine, non rischi troppa ossigenzazione perchè l'O2 introdotto nel travaso se lo rimangia il lievito.

Poi fai cold crash nel KEg, cosa che ti permette di non introdurre O2 (come accade a fare cold crash nei fermentatori) e poi infusti e imbottigli in contropressione?

Io, se non faccio tutta la fermentazione direttamente nel Keg, fermento fino a quando mancano 10 punti circa. Ovviamente travaso saturando il Keg ricevente di CO2 per evitare di ossigenare la birra. 

Collego la spunding valve al Keg settandola alla corretta pressione ed arrivo a FG. Dopodiché abbasso a 2 gradi o meno regolando pian piano la pressione sulla spunding. 

Alla fine mantengo a bassa temperatura fino al travaso in contropressione nei fustini o in bottiglia.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, grazie, tutto chiaro tranne 1 cosa: perchè quando raffreddi regoli pian piano la pressione sulla valvola? a che serve? la pressione non dovrebbe semplicemente diminuire?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, ale-75-homeb said:

Ok, grazie, tutto chiaro tranne 1 cosa: perchè quando raffreddi regoli pian piano la pressione sulla valvola? a che serve? la pressione non dovrebbe semplicemente diminuire?

La pressione diminuisce ma non a sufficienza da portarti al valore desiderato. Se non tocchi nulla avrai una pressione maggiore.

Io ti consiglio di sfiatare gradualmente perché se lo fai tutto in un colpo rischi che si formi molta schiuma che potrebbe uscire (Nel caso fossi al limite del KEG) e potrebbe rimettere in sospensione la fondazza che si è appena depositata sul fondo. 

Io mi faccio una tabellina con i valori corretti per ogni temperatura. Durante il raffreddamento, ogni tanto controllo e regolo la spunding alla pressione corretta per la temperatura raggiunta. Cosi posso sfiatare poco alla volta.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

CHIARISSIMO! in effetti è proprio vero che fino a che non sperimenti, o qualcuno te lo spiega... da solo non ci arrivi (parlo x me ovviamente).

scusate di nuovo l'OT.... e grazie Menga!

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 27/1/2020 at 23:59, ale-75-homeb said:

CHIARISSIMO! in effetti è proprio vero che fino a che non sperimenti, o qualcuno te lo spiega... da solo non ci arrivi (parlo x me ovviamente).

scusate di nuovo l'OT.... e grazie Menga!

Comunque tieni presente che sono tecniche che a mio avviso possono preservare al meglio una Birra. Il problema è che se a monte la Birra fa cagare, non la migliorano di certo.

Inoltre questa tecnica non permette margini di errore perché lo paghi caro sulla qualità della Birra. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 hours ago, Menga said:

Comunque tieni presente che sono tecniche che a mio avviso possono preservare al meglio una Birra. Il problema è che se a monte la Birra fa cagare, non la migliorano di certo.

Vabbeh, su questo non si discute, ma non è vero il contrario: metti caso che io azzecchi una birra "buona" ma poi la sputtano ossidandola nei travasi, facendo cold-crash nel fermentatore (e incamerando o2), e infustandola...

In ogni modo prima di decretare definitivamente che le mie birre fanno e faranno sempre cagare, voglio togliermi ogni dubbio metodologico :lol:

20 hours ago, Menga said:

Inoltre questa tecnica non permette margini di errore perché lo paghi caro sulla qualità della Birra. 

Qui mi perdo... a cosa ti riferisci?

Inoltre, chiedendo ancora scusa a dany_ per l'OT che però mi sta fornendo "un sacco di input e output" (cit.), mi chiedevo: ma perchè non sfiati prima di fare cold-crash?

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 30/1/2020 at 15:23, ale-75-homeb said:

Qui mi perdo... a cosa ti riferisci?

Inoltre, chiedendo ancora scusa a dany_ per l'OT che però mi sta fornendo "un sacco di input e output" (cit.), mi chiedevo: ma perchè non sfiati prima di fare cold-crash?

intendevo dire che se metti il mosto a contatto con l'ossigeno (anche minimamente) non hai nulla che protegga dall'ossidazione. In caso di rifermentazione in bottiglia invece avresti il lievito che mangiandosi lo zucchero andrebbe almeno in parte a consumarti l'ossigeno residuo,

Io sfiato pian piano nel fare cold crash.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×