Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sglaber

La mia prima volta:: il responso

Recommended Posts

Facendo seguito al post di consigli che ho scritto un paio di gg fa 8-Sverginamento prima AG, Calcoliamo Birra e dubbi esistenziali!... posso dire che sono appena tornato dalla prima AG dopo anni di EG. Abbiamo usato l'easy grain da 50 litri (il pentolone all-in-one). Bellissima serata, finalmente posso dire di aver birrificato per davvero, o almeno di averci provato. 

Siamo partiti da due kit di pilsner di birramia (per 46 litri -> 10 kg di malto pils + 3 gittate di saaz). Volendo ridurre un po' il litraggio, abbiamo convertito il tutto con un batch di 34 litri e quindi 7.6kg di pils + 0.3 di lolla. Ci si aspettava una OG di 1046, con un eff di impianto presunta di 70%.

Cosa è andato bene: mesh e bollitura seguiti alla lettera, merito della pentola che ci ha guidato passo passo nei vari salti e gestendo tempi e temperature come da ricetta. Inoltre ph a posto (a inizio mash era sul 6.2 corretto verso la fine a 5.5), tintura di iodio okay, in generale nessun intoppo. Anche i litri finali esattissimi (30.5 di mash +17.2 di sparge)

Il risultato: ci si aspettava 1046 di OG e 1039 di preboil, e qui ci sono i problemi: uno scarso 1030 di preboil e una OG di 1035 :unsure:, misurata sia con densimetro a due scale che con il densimetro classico a galleggiamento (a 23°). Al di là di questo dico che è stata davvero una esperienza edificante che ci ha permesso di scoprire bene l'impianto.

Cosa è andato storto: Bella domanda dite voi. Ecco alcune cose che sono successe. 

  • Grani precedentemente macinati. Il kit è arrivato con i grani macinati un mese fa. Conservati bene al buio e al fresco, ed erano croccanti, ma magari hanno perso qualcosa?
  • Selezione grani errati: dovendo usare solo 7.6 kg dei 10 a disposizione, abbiamo setacciato a dovere eliminando praticamente tutte le farine e rimanendo solo con grani rotti. A posteriore forse è stata una scelta controproducente?
  • Mancato whirpool: il braccio per il whirpool non andava bene, quindi per tutta la cotta abbiamo potuto usare solo la pompa di ricircolo (che comunque ha rimestato di continuo la cotta).
  • Sparge e rampe lunghe: per cause tecniche abbiamo dovuto versa l'acqua di sparge un po' a rate (temperatura perfetta a 78°) e poi perdere un po' di tempo per portare il bollitura. Insomma il mosto è rimasto un po' troppo fermo tra mash, sparge e inizio boil.
  • Mancato raffreddamento con serpentina: causa raccordi sbagliati, non abbiamo potuto usarla. Pazienza, rimedieremo. Comunque la densità era errata già al preboil.

 

Ora vorrei capire quali sono le possibili cause. Vorrei evitare di dover sovradosare i grani solo per evitare densità errate. Preferirei azzeccare le giuste dosi.  <_< Cosa ne pensate? Mi date una mano?

 

Edited by Sglaber

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grani già macinati se troppo grossolani come spesso si sente abbassano efficienza, se poi setacci la farina togli amido che gli enzimi trasformeranno in zuccheri fermentabili o non e quindi abbassi ancora efficienza...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se abbiano un qualche peso anche: correggere prima il Ph così da avere per tutto il mash il valore ottimale per gli enzimi? aumentare il tempo del mash? leggere la densità a 20° invece che a 23°?

(e poi vabbeh, nel dubbio si aumentano i grani la prossima volta....)

Edited by ale-75-homeb

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me anche il ph così alto ha rallentato gli enzimi per la conversione, in ogni caso infulisce tanto il fatto che ti abbiano macinato i grani in precedenza.
i kit allgrain generalmente sono macinati grossolanamente perchè non sono stati concepiti per i biap, per quei sistemi puoi macinare fine e sfarinare come un maledetto (da 0,9 a 1,2mm a seconda del grist), basta mettegli una manciata di lolla nel grist e durante il ricircolo il mosto si pulisce

per le tempistiche tra una fase e l'altra, vai tranquillo, l'unico appunto che posso farti è quello di non lasciare scoperte le trebbie durante lo sparge

per il whirlpool è semplice, quel braccetto non serve a niente con quella pompa per ricorcolo, la portata è troppo debole, piuttosto vai di paletta e olio di gomito. in ogni casi, primo o dopo la birra si pulisce lo stesso con un bel cold crash.

mancato raffreddamento potrebbe essere un problema, se non raffreddi velocemente il mosto è possibile che si concentri il dms (o suoi precursori volatili) e te lo ritrovi nella birra finita


la prossima cotta arriva in mash con un ph non più alto di di 5.5
macina a 1.2 e usa lolla di riso direttamente in mash
correggi eventualmente il ph dopo una 10ina di minuti dall'inizio del mash
il whirlpool fallo a mano ;)
raffredda con la serpentina!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come già detto prima l efficienza è la chiave. Sei partito con un efficienza presunta del 70%.
Calcolati l efficienza reale di questa cotta in modo tale da tarare la ricetta per la prossima volta.
Prova a correggere il pH dall' inizio modificando l' acqua ad esempio oppure aggiungendo del limone o dell acido lattico (qualche goccia). Ovviamente tieni d'occhio il valore del pH con cartine tornasole o ph-metro.

Un tip in più: se la densità preboil è differente da quella attesa puoi sempre correggerla.

Se vuoi ti spiego come fare :)

Sent from my ONEPLUS A5000 using Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti ragazzi per i preziosi consigli.

Sicuramente ci daremo dentro con serpentina corretta e grani macinati al momento (abbiamo il mulino, li avevamo presi macinati solo per non aggiungere troppa carne al fuoco al primo giro).

Per quanto riguarda il PH, effettivamente lo abbiamo corretto solo durante il mash e siamo arrivato a 5.5 solo nella fase finale. Si dovrebbe correggere subito l'acqua vero? PErchè per esempio l aValmora che ho usato ha di base 7.2: avremmo dovuto correggerlo subito già prima di inserire i grani di mash?

29 minutes ago, jhonmarra said:

Un tip in più: se la densità preboil è differente da quella attesa puoi sempre correggerla.
Se vuoi ti spiego come fare :)
 

Certamente, volentieri ogni consiglio è ben accetto!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uhm, non basta avere solo il valore del pH dell'acqua, ma devi sapere la sua alcalinità residua e in base al grist, correggere con i sali. Se vuoi semplificarti la vita, ci sono dei tool che calcolano il pH in base all'acqua, il grist e i sali che vuoi aggiungere, ma credo sia da fare più avanti, inizia a prendere dimestichezza con l'impianto

Limitati a correggere il pH usando acido malico/lattico/citrico, mi raccomando di acidificare anche l'acqua di sparge



Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 hours ago, Sglaber said:

Grazie a tutti ragazzi per i preziosi consigli.

Sicuramente ci daremo dentro con serpentina corretta e grani macinati al momento (abbiamo il mulino, li avevamo presi macinati solo per non aggiungere troppa carne al fuoco al primo giro).

Per quanto riguarda il PH, effettivamente lo abbiamo corretto solo durante il mash e siamo arrivato a 5.5 solo nella fase finale. Si dovrebbe correggere subito l'acqua vero? PErchè per esempio l aValmora che ho usato ha di base 7.2: avremmo dovuto correggerlo subito già prima di inserire i grani di mash?

Certamente, volentieri ogni consiglio è ben accetto!

 

 

Io da anni correggo acqua di sparge mash prima d'iniziare il tutto..
Porto sui 5.5 e va bene così..

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 hours ago, ilrost said:

Uhm, non basta avere solo il valore del pH dell'acqua, ma devi sapere la sua alcalinità residua e in base al grist, correggere con i sali. Se vuoi semplificarti la vita, ci sono dei tool che calcolano il pH in base all'acqua, il grist e i sali che vuoi aggiungere, ma credo sia da fare più avanti, inizia a prendere dimestichezza con l'impianto

Limitati a correggere il pH usando acido malico/lattico/citrico, mi raccomando di acidificare anche l'acqua di sparge
 

 

13 hours ago, Tyrion132 said:

Io da anni correggo acqua di sparge mash prima d'iniziare il tutto..
Porto sui 5.5 e va bene così..

 

Grazie Tyrion, grazie Ilrost. A proposito di PH dell'acqua: okay dovrei portarla a 5.5 prima di iniziare. Però inserendo ulteriormente i grani non scenderei (penso Ilrost ti riferissi a quello). Cioè anche in questa cotta la Valmora di base aveva 7.2 (confermato dal PHmetro) ma una volta in mash con i grani era 6.2. Se partissi da 5.5 non rischio di scendere troppo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Sglaber said:

 

 

Grazie Tyrion, grazie Ilrost. A proposito di PH dell'acqua: okay dovrei portarla a 5.5 prima di iniziare. Però inserendo ulteriormente i grani non scenderei (penso Ilrost ti riferissi a quello). Cioè anche in questa cotta la Valmora di base aveva 7.2 (confermato dal PHmetro) ma una volta in mash con i grani era 6.2. Se partissi da 5.5 non rischio di scendere troppo?

No.. La natura, al solito, cerca sempre di mettersi nelle condizioni ottimali..

Se il pH è già giusto, non scenderà eccessivamente..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lato PH se sei uno scansafatiche come me puoi usare anche un paio di cucchiai di una soluzione tampone che ti porta a 5.2. Se parti da un acqua leggera, e non sei troppo addentro alla gestione dei sali in acqua è una soluzione a tempo e sforzo 0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Okay okay.. a sto punto cerco di taralra giusta fin da subito.

Una domanda relativa al PHmetro. La bottiglia di Valmora riportava da etichetta 7.2 e con il PHmetro appena calibrato ottenevo in effetti 7.2. 

Per le prossime cotte posso usare una campione di Valmora come tester per capire se è da calibrare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intendi usarlo come riferimento? Secondo me sì. L'acqua che acquisti al supermercato è super controllata e i valori di durezza, acidità ecc... dovrebbero rimanere sempre identici.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Sglaber said:

Okay okay.. a sto punto cerco di taralra giusta fin da subito.

Una domanda relativa al PHmetro. La bottiglia di Valmora riportava da etichetta 7.2 e con il PHmetro appena calibrato ottenevo in effetti 7.2. 

Per le prossime cotte posso usare una campione di Valmora come tester per capire se è da calibrare?

Ma non morirci troppo dietro..
Una taratura all'anno, per i nostri scopi è già sufficente..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo ottimo.

quindi ricapitolando per efficientare devo

  • ottimizzare estrazione dai malti macinandoli al momento
  • regolare ph dell'acqua di mash subito
  • usare serpentina per abbattere la temperatura post ebollizione
  • bere meno birra mentre produco birra probabilmente :spiteful:

 

Grazie mille ragazzi

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minutes ago, Sglaber said:
  • bere meno birra mentre produco birra probabilmente :spiteful:

Questo mai u.u

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Sglaber said:

Quindi ricapitolando per efficientare devo

  • ottimizzare estrazione dai malti macinandoli al momento
  • regolare ph dell'acqua di mash subito
  • usare serpentina per abbattere la temperatura post ebollizione
  • bere meno birra mentre produco birra probabilmente :spiteful:

Per efficientare dovresti regolare la macinatura il più fine possibile senza che ti si intasi tutta la situazione, macinare prima non influisce sull efficienza quanto (a quello che dicono) sulla fragranza 

Ok il ph

Non influisce sull efficienza il raffreddamento

Questa è una convinzione del tutto errata

Share this post


Link to post
Share on other sites

per la 4° consiglio vivamente di annotare le cose significative su un quadernetto, perchè il giorno dopo non è detto che rimanga memoria proprio di tutto tutto :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minutes ago, ale-75-homeb said:

per la 4° consiglio vivamente di annotare le cose significative su un quadernetto, perchè il giorno dopo non è detto che rimanga memoria proprio di tutto tutto :wacko:

Fa parte di quello che viene definito manico, se non reggi una cotta devi fare più esperienza

Share this post


Link to post
Share on other sites

ricevuto capo: domattina inizio cotta in compagnia di un cornelius, ghiacciato. Prendo appunti non si sa mai, per evidenziare eventuali intoppi la prossima volta e replicare il procedimento.

Dopodomani mattina secondo me ho già sulla scrivania le carte per il divorzio :P

Edited by ale-75-homeb

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 30/9/2019 at 18:40, Simone11 said:

Non influisce sull efficienza il raffreddamento

Questa è una convinzione del tutto errata

Si si infatti mi ero appuntato la serpentina come "errore di procedimento" ma avevo visto che la densità era già bassa prima di bollire.

22 hours ago, ale-75-homeb said:

per la 4° consiglio vivamente di annotare le cose significative su un quadernetto, perchè il giorno dopo non è detto che rimanga memoria proprio di tutto tutto :wacko:

Fatto! Ho creato un foglio con tutti i passaggi e tutte le caselle per segnarmi ogni passaggio, è stato molto utile in effetti.

 

L'unico dubbio che mi rimane è come ottimizzare l'efficienza con la all-in-one. Sono comunque tentato, per la seconda cotta, di spingere un po' sulla quantità dei grani per compensare un eventuale (ma probabile) reiterata bassa efficienza... è una follia o ha un senso?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×