Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
prael

Pid inkbird ITC 100 vh: consigli

Recommended Posts

Ciao a tutti sto usando un vt100 per controllare una resistenza  per boiler, dopo aver fatto un mio settaggio "circa" e dopo aver fatto l'autotuning.

Ma mi sono restati parecchi dubbi su quel "circa", nonostante abbia visionato più volte una interessante videoguida citata anche nel forum: non sono un tecnico e forse certi particolari sfuggono. Anche perché nel video si propongono settaggi per controllare un forno....avete dei consigli si come meglio settare per controllare la temperatura e comandare la resistenza? O lascio fare tutto solo all'autotuning?

Inoltre, uso un secondo ITC gemello, soltanto per leggere la temperatura di mash. Uso due sonde identiche, Pt100, di BAC. Sono appoggiate vicine tra loro, sullo stesso piano. Mentre vi scrivo, una rimane fissa su 24,5° - 24,6° e in minuto, varietà...boh... 1-2 volte in +/-. La seconda, segna una temperatura che varia in continuazione tra 24,0 e 24,3. Ma lo fa in continuazione, 42 volte nell'ultimo minuto. Sarà possibile?

Tra l'altro quest'ultima dovrebbe leggere il mash, ma se balla così...

Allego immagine, scusate il disordine.

Consigli?

Grazie per la doppia attenzione.

Paolo.

IMG_20190928_164444.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le sonde le hai tarate, se no falle con la medesima temperatura, per il settagio  lascia fare in auto, ad una temperatura 66/70 gradi, io lo fatto a 68 è in un intervallo di temperatura tra 63/75 mi spacca il decimo di grado, in meno è in più mi sballa un po’ ma poco meno 0,3 gradi poco significativo, per la bollitura sapere la temperatura non ti serve metti 110 gradi e vai 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie

Quindi è superfluo perdermi tra i vari parametri? A parte la corretta selezione della sonda e l'aggiustamento della temperatura rilevata, intendo dire...

Vado di autotuning e bon...?

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah, una tolleranza fra uno strumento e l'altro mi sembra normale. Se ci aggiungi che sei dentro al grado centigrado di tolleranza, io mi accontenterei!

Il fatto poi che uno strumento oscilli di 0,3° non mi sembra un grosso problema.

Tempo fa mi ero letto e avevo cercato di capire tutto il libretto di istruzioni... credo di non avere modificato praticamente mai nessun settaggio. Forse l'unica cosa che avevo fatto era di inserire un "ritardo" fra le accensioni del bollitore, nel mio caso un fornellone a metano, visto che avevo paura che ad accenderlo e spegnerlo troppo rapidamente, mi andasse a quel paese il relè che controlla la valvola che fa uscire il gas... ma nel tuo caso essendo il tutto elettrico il problema non si pone.

Autotuning e via! Io lo faccio ad ogni cotta perchè ad ogni cotta ho volumi diversi di acqua (quindi diversa inerzia termica del sistema) e temperature ambiente diverse. Faccio autotuning con la sola acqua per portarla alla temperatura alla quale intendo buttare dentro i grani. Quando ha finito, inizio il mash.

ciao,

Ale

Edited by ale-75-homeb

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours ago, ale-75-homeb said:

Io lo faccio ad ogni cotta perchè ad ogni cotta ho volumi diversi di acqua (quindi diversa inerzia termica del sistema) e temperature ambiente diverse. Faccio autotuning con la sola acqua per portarla alla temperatura alla quale intendo buttare dentro i grani. Quando ha finito, inizio il mash.

Non credo che serva ogni volta, per il volume di acqua non so quanto sia diversa, io faccio cotte sia da 15 litri che da 35 con volumi di 20 litri di differenza è non mi è cambiato nulla, la temperatura ambiente non c’entra assolutamente, l’unica cosa che possa fare la differenza è la potenza della resistenza, se tari con 2000w non è lo stesso se la fai funzionare con 2500w

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 hours ago, ale-75-homeb said:

mah, una tolleranza fra uno strumento e l'altro mi sembra normale. Se ci aggiungi che sei dentro al grado centigrado di tolleranza, io mi accontenterei!

Certo, non è molta differenza (e comunque la appianerei intervenendo sull'apposito parametro).

In realtà mi lascia più interdetto il diverso comportamento di lettura: il pid a sinistra modifica la temperatura 1, 2 volte al minuto. Mentre , nello stesso tempo il pid di destra, ho provato a contare anche 42 volte in un minuto.

Edited by prael

Share this post


Link to post
Share on other sites

si, ho lo stesso comportamento con due stc, ma l'ho interpretato come una differenza a livello di circuito: quello che aggiorna più lentamente semplicemente fa una media delle letture "istantanee"...

Almeno, io me la sono spiegata così... perchè alla fine la lettura "media" in quel minuto, è quella...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, salvo81 said:

Non credo che serva ogni volta, per il volume di acqua non so quanto sia diversa, io faccio cotte sia da 15 litri che da 35 con volumi di 20 litri di differenza è non mi è cambiato nulla, la temperatura ambiente non c’entra assolutamente, l’unica cosa che possa fare la differenza è la potenza della resistenza, se tari con 2000w non è lo stesso se la fai funzionare con 2500w

Io non sono del tutto d'accordo: se hai volumi diversi l'inerzia del sistema è parecchio diversa, e il PID serve proprio per fare fronte a quella. Anche se hai temperatura esterna diversa (e per diversa io intendo estate 30° e primavera 10°) avrai una differente dispersione da parte del sistema, che disperderà maggiormente se il delta-t è maggiore.

Detto questo è probabile che all'atto pratico non cambi assolutamente nulla :) ma io questo non sono in grado di capirlo! e probabilmente è così nel tuo caso visto che il sistema ti funziona bene!

Altro discorso è che, intanto che scaldo l'acqua, mi costa poco rifare ogni volta l'apprendimento...

Edited by ale-75-homeb

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 hours ago, ale-75-homeb said:

Io non sono del tutto d'accordo: se hai volumi diversi l'inerzia del sistema è parecchio diversa, e il PID serve proprio per fare fronte a quella. Anche se hai temperatura esterna diversa (e per diversa io intendo estate 30° e primavera 10°) avrai una differente dispersione da parte del sistema, che disperderà maggiormente se il delta-t è maggiore.

A me non cambia nulla ne d’estate che d’inverno, e neanche con volumi di acqua differenti, parlo di 20 litri, io non faccio autotuning perché uso ardbir, se dovrei mettermi a settare ogni volta che cambio volume o temperatura esterna andrei a comprarmi la birra fatta, prima di ardbir usavo ITC 100 è l’ho settato una sola volta...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×