Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Salve a tutti mi è arrivato il kit con 2 fermentatori e i 3 kit di malti

I malti sono un Traditional Finland (birra "bock"), un premium lager e una Winter che dato il nome immagino sia piu' corposa e invernale.

Tra la Bock e la Lager ho delle specifiche particolari ambientali da rispettare che potrebbero compromettere la produzione? Per scegliere la cosa piu' facile.

Inoltre ho un paio di domande

1- Che acqua uso? L'acqua del rubinetto che ho è piuttosto dura e con molto calcio. Uso acqua discount comunque minerale liscia oppure acqua distillata? 

2- Quando dice di aggiungere acqua fredda nel kit intende temperatura ambiente o frigo?

3- Ho il metabisolfito come sanitizzante. Devo sanitizzare anche i fusti di plastica?

Grazie

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto vedendo alcuni video. Ok i fusti vanno sanitizzati, mi sono risposto da solo.

Questo sanitizzante non va risciacquato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, allora... L'acqua va benissimo quella in bottiglia, se dici che l'acqua del rubinetto non è buona... L'acqua distillata non penso proprio che vada bene... 

L'acqua fredda ti serve per diluire la latta e per raffreddare il mosto, ma conta che devi portare ad una temperatura intorno ai 20 gradi, quindi non è il caso che sia acqua fredda di frigorifero... 

TUTTO quello che entra in contatto con il mosto va sanificato, ma il metabisolfito non è un sanificante... Se non hai altro, ti conviene riempire il fermentatore con acqua fredda e candeggina(4 ml al litro, di quella non profumata), metti dentro tutto quello da sanificare e lasci agire per 5 min... Poi risciacqui con acqua calda

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Grazie per le info. Allora il metabisolfito a che serve di preciso?

Per quanto riguarda i malti a disposizione, quale dei due consigliate?

Edited by Flaterik

Share this post


Link to post
Share on other sites

E scusate ancora le mille domande, ma ad esempio alla prima cotta sanitizzerò solo quello che mi serve per il primo fermentatore giusto? Il tubo di travaso, il secondo fermentatore ecc ha senso pulirli ora che poi li userò dopo una settimana? Non si ricontaminano?

Share this post


Link to post
Share on other sites
E scusate ancora le mille domande, ma ad esempio alla prima cotta sanitizzerò solo quello che mi serve per il primo fermentatore giusto? Il tubo di travaso, il secondo fermentatore ecc ha senso pulirli ora che poi li userò dopo una settimana? Non si ricontaminano?
Pulire le cose quando ti servono mi sembra una buona idea

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è differenza tra pulire e sanitizzare! Pulisci fermentatori e tubi dopo che li hai usati, mentre sanitizzi poco prima di usarli!:D

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours ago, Flaterik said:

Grazie per le info. Allora il metabisolfito a che serve di preciso?

Per quanto riguarda i malti a disposizione, quale dei due consigliate?

Buonasera se posso dare un consiglio, non si affidi molto al bisolfito. Questo è un antifermentativo efficace contro gli acetici, ma non sicuro contro tutto il resto. Piuttosto valuti l'utilizzo della candeggina. 5 ml per litro vanno bene. Successivamente un buon risciacquo e poi una passata preventiva con acqua tiepida di oxisan reperibile su birramia. 

Buona birra a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, ho acquistato candeggina. Sulla scatola c'e' scritto Densoattiva, cambia qualcosa sui dosaggi? Che parametri devo vedere per capire la giusta dose per la pulizia ? A questo punto faro' lavaggio con camdeggina e risciacquo con acqua tiepida e un ulteriore passaggio con il metabisolfito in attesa di acquistare oxi online. Con quest'ultimo da quanto ho capito faccio lavaggio e sanitizzazione senza dover risciacquare giusto?

Oggi faccio la prima cotta. Voglio fare la doppia fermentazione come consigliato quindi usare il secondo fermentatore non solo per il travaso pre imbottigliamento. Dopo quanti giorni si fa il primo passaggio da un fermentatore all'altro? Ci sono parametri specifici da verificare? Nel passaggio durante la fermentazione c'e' il rischio di bloccarla o rovinarla?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente ho sempre usato la candeggina classica, quindi non so dirti le dosi per la densoattiva.... 

Per il discorso travaso... Normalmente lascio fermentare una settimana, poi travaso, poi lascio un'altra settimana. Prima di imbottigliare controllo che l'FG sia stabile, se no lascio ancora in fermentatore qualche giorno. Se la fermentazione ti sembra bloccata, alza la temperatura di qualche grado. Il travaso in sé immette ossigeno, quindi rischi di ossidare la birra, ma se lavori per bene non ci sono problemi, devi splashare il meno possibile. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 hours ago, Flaterik said:

Grazie, ho acquistato candeggina. Sulla scatola c'e' scritto Densoattiva, cambia qualcosa sui dosaggi? Che parametri devo vedere per capire la giusta dose per la pulizia ? A questo punto faro' lavaggio con camdeggina e risciacquo con acqua tiepida e un ulteriore passaggio con il metabisolfito in attesa di acquistare oxi online. Con quest'ultimo da quanto ho capito faccio lavaggio e sanitizzazione senza dover risciacquare giusto?

Oggi faccio la prima cotta. Voglio fare la doppia fermentazione come consigliato quindi usare il secondo fermentatore non solo per il travaso pre imbottigliamento. Dopo quanti giorni si fa il primo passaggio da un fermentatore all'altro? Ci sono parametri specifici da verificare? Nel passaggio durante la fermentazione c'e' il rischio di bloccarla o rovinarla?

Buonasera. Per la candeggina basta che non abbia profumi per cui più classica è meglio è! Per le dosi rimangono sempre le stesse 5ml su 1 lt di acqua.

Faccia parecchi risciacqui per levare ogni residuo di candeggina e poi proceda con l'ultimo in acqua tiepida e bisolfito.

Leggi l'articolo sulla sanitizzazione https://www.ilbirraiomatto.it/come-fare-la-sanitizzazione

Per quanto concerne la "doppia fermentazione" quella riguarda l'imbottigliamento. Nel suo caso si parla di travaso che migliora la pulizia della birra ed evita estrazioni di sapori indesiderati ad opera dei sedimenti. Ma occhio a non splashare perché si crea ossidazione come dice giustamente  @Blackbread.

Comunque solitamente si esegue il travaso quando il gorgogliatore rallenta, cosa che avviene all'incirca dopo 7-10 giorni. 

Leggi l'articolo sulla fermentazione https://www.ilbirraiomatto.it/la-fermentazione-della-birra/

Buona birra a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora piccolo update:

Sono abbastanza soddisfatto della prima cotta. Ho fatto probabilmente molti errori che so già di aver individuato , almeno quelli che ho capito.

Ho lavato con candeggina densoattiva. Non ho idea cosa cambi dalla normale. La % indicata era <5% così ho usato le stesse dosi suggerite, 5ml (presi da siringa) per litro. Poi ho risciacquato con acqua tiepida/calda. Il fermentatore in doccia. Terminato il risciacquo ho passato tutto con il Metabisolfito.

Ho fatto bollire la birra come suggerito nel pdf di Bertinotti. Ho provato poi ad abbassare la temperatura velocemente ma non abbastanza. Così mi sono ritrovato un mosto a 32/30 gradi. Ho aspettato qualche ora con il coperchio aperto (ERRORE? può essere successo qualcosa) e avvolgendolo di ghiaccio , abbassando con aria condizionata la temperatura della stanza.

Sui 28 gradi ho aggiunto il lievito (che avrei dovuto attivare in precedenza e non l'ho fatto).

Il risultato e' un OG di 1038 , corretto di +2 a 1040 per via del densimetro tarato a 20° mentre la temperatura del mosto era 28°

Temperatura del mosto appunto 28°

Ora ho spostato tutto in GARAGE con una temperatura ambientale che non ho calcolato ma direi sui 25° estivi e 14° invernali. In seguito dopo aver imbottigliato sposterò il tutto in cantina dove la temperatura sarà un paio di gradi inferiore.

Speriamo bene!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
10 minutes ago, Ilbirraiomatto.it said:

Buonasera. Per la candeggina basta che non abbia profumi per cui più classica è meglio è! Per le dosi rimangono sempre le stesse 5ml su 1 lt di acqua.

Faccia parecchi risciacqui per levare ogni residuo di candeggina e poi proceda con l'ultimo in acqua tiepida e bisolfito.

Leggi l'articolo sulla sanitizzazione https://www.ilbirraiomatto.it/come-fare-la-sanitizzazione

Per quanto concerne la "doppia fermentazione" quella riguarda l'imbottigliamento. Nel suo caso si parla di travaso che migliora la pulizia della birra ed evita estrazioni di sapori indesiderati ad opera dei sedimenti. Ma occhio a non splashare perché si crea ossidazione come dice giustamente  @Blackbread.

Comunque solitamente si esegue il travaso quando il gorgogliatore rallenta, cosa che avviene all'incirca dopo 7-10 giorni. 

Leggi l'articolo sulla fermentazione https://www.ilbirraiomatto.it/la-fermentazione-della-birra/

Buona birra a tutti

Grazie mille. Ho appena aggiornato il commento quì sopra con tutto quanto ho fatto. Ok perfetto per il travaso

P.s

Per la doppia fermentazione, intendo il corrispettivo della secondaria che ho letto nel suo articolo. Grazie per le preziose informazioni

Edited by Flaterik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarebbe stato meglio lasciar raffreddare il mosto col tappo e magari l'inoculo farlo ad una temperatura un po' più bassa ma x le prime volte tutto è concesso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno, concordo a pieno con il coperchio. Va sempre tenuto chiuso, in quanto il raffreddamento è una fase molto delicata della birrificazione. 

Non esisti a contattare in futuro se desidera maggiori informazioni. 

Buona birra a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, noritaka100 said:

Sarebbe stato meglio lasciar raffreddare il mosto col tappo e magari l'inoculo farlo ad una temperatura un po' più bassa ma x le prime volte tutto è concesso

Si l'ho fatto un po' con il tappo un po' senza perche' scendeva troppo lentamente.

Quindi non ci sono problemi se attendo tra il mostro e i l'inoculo? faccio con coperchio chiuso senza gorgogliatore e attendo che scende la temperatura?

Ero cosciente della temperatura troppo alta ma avevo paura che non si potesse, una volta aggiunto lo zucchero al mosto, attendere troppo tempo. LA prossima volta la prendo con piu' calma.

Pensavo di usare anche acqua di frigo nella miscelazione per ottenere piu' velocemente la temperatura opportuna del mosto? Si può fare?

 

Stamattina la temperatura era scesa a 26° e il gorgogliatore aveva acqua tutta su un lato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non inoculare subito lo lievito è sempre un rischio, ma tieni presente che stai mettendo mosto bollito in un contenitore santificato, quindi il rischio è relativamente basso... Inoltre meglio inoculare lo lievito un paio di ore dopo ma a temperatura corretta, piuttosto che farlo subito ma ad una temperatura troppo alta. Ovvio che se lo tieni li in attesa dello lievito per giorni e giorni il discorso cambia! 

Usare acqua fredda di frigo è un'ottima soluzione con i kit luppolati

L'acqua su un lato vuol dire che la fermentazione è partita, ma dovresti raffreddare ancora, perché 26 gradi sono davvero troppi... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minutes ago, Flaterik said:

Si l'ho fatto un po' con il tappo un po' senza perche' scendeva troppo lentamente.

Quindi non ci sono problemi se attendo tra il mostro e i l'inoculo? faccio con coperchio chiuso senza gorgogliatore e attendo che scende la temperatura?

Ero cosciente della temperatura troppo alta ma avevo paura che non si potesse, una volta aggiunto lo zucchero al mosto, attendere troppo tempo. LA prossima volta la prendo con piu' calma.

Pensavo di usare anche acqua di frigo nella miscelazione per ottenere piu' velocemente la temperatura opportuna del mosto? Si può fare?

 

Stamattina la temperatura era scesa a 26° e il gorgogliatore aveva acqua tutta su un lato

Il raffreddamento come detto in precedenza è una fase molto delicata. Un cosiglio è di procurati una serpentina di raffreddmento. Si può autocostruire con un tubo di rame (quello da idraulico) oppure acquistarla pressi i negozi di homebrewing in rete. 

Qui trovi spunti a riguardo. https://www.ilbirraiomatto.it/il-raffreddamento-del-mosto-nella-birra/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho abbassato la temperatura a 24 gradi intanto...  Ma una volta iniziata la fermentazione si puo' aprire il coperchio? Mi piacerebbe vedere cosa succede dentro e quanto sta' schiumando

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, Flaterik said:

Ho abbassato la temperatura a 24 gradi intanto...  Ma una volta iniziata la fermentazione si puo' aprire il coperchio? Mi piacerebbe vedere cosa succede dentro e quanto sta' schiumando

Assolutamente no! Il fermentatore va lasciato stare. Bisogna visionare solo a che temperatura lavora.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, Ilbirraiomatto.it said:

Assolutamente no! Il fermentatore va lasciato stare. Bisogna visionare solo a che temperatura lavora.

Perfetto grazie, nel mentre sto' spulciando tutti i suoi articoli, veramente interessanti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Continuo a stressarvi. Temperatura stabile 24° abbondanti.

Nonostante il tappino l'acqua nel gorgogliatore era quasi svuotata. Ne ho rimessa un pò.

Vedo che non c'è gorgoglio continuo e non c'e' mai stato. Diciamo fa una "gorgoliata" ogni 30 secondi o poco meno.

C'e' qualche problema? Quando mi consigliate di rimisurare la densità?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, sei ancora un po' troppo alto come temperatura... Per la prossima birra cerca di stare in un range più basso (18/20)

Per il discorso del gorgogliatore, non spaventarti, se il tappo del fermentatore ha una microperdita, potrebbe anche non gorgogliare per nulla. La densità la puoi misurare anche tutti i giorni volendo, ma non ne vale la pena... Puoi misurarla quando fai il travaso, così ti togli tutti i problemi! :D

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che lievito hai usato?

comunque tieni d'occhio l'acqua a volte quando parte la fermentazione in modo esagerato succede. Tu rabocca sempre se vedi che non ci sta acqua. A 10 giorni dalla cotta fai la misurazione della densità... e poi travasa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×