Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
ale-75-homeb

aiuto x teoria spillatura

Recommended Posts

Fra poco proverò a infustare in un cornelius per la prima volta e sono molto spaventato dalla spillatura.

Vengo da una bruttissima esperienza con dei fustini da 5 litri con lo spillatore a bombolette di co2. Non sono mai riuscito a spillare birra minimamente gasata e ho bevuto taaaanta schiuma... credevo di essere per questo diventato più furbo e ho quindi comprato dei cornelius keg, una bombola di CO2 e rubinettino di plastica nera da pochi soldi.

Ora però sto mettendo in dubbio la mia furbizia schiuma-indotta: ho infatti infusatato un paio di litri di prova, fatto carbonatazione all'americana, spillato.

Risultato: ancora e solo schiuma (sob).

Poi ho provato a sgasare il fusto fino a che la birra appena scendeva: birra gasata!

Quindi vi chiedo: come si fa?!? ho fatto un cerca sul forum con "spillatura" e credo di aver capito che il fusto vada "sgasato" prima della spillatura (e applicata una pressione di 10 psi), che la birra più fredda è e meno sgasa, che ci sono tabelle che permettono di calcolare la lunghezza dei tubi (ma questo preferirei evitarlo se possibile....).

Io ero veramente illuso che bastasse la birra fredda, la stessa pressione nel fusto (a cui è stata gasata la birra) e magari un rubinetto con compensatore.... ingenuo.

grazie anticipatamente per le risposte, ciao,

Alessandro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo è un sistema che in ben pochi usano..
Io per esempio ho sempre e solo imbottigliato..

Confido però che qualcuno arriverà.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh, infatti ho qualche dubbio, a posteriori, se sia stata una scelta sensata.... soprattutto se la birra, una volta avviato il fusto, dura poco (verificherò). (nel caso invece duri li utilizzerò per il consumo quotidiano)

La fantasia che sto facendo in questi giorni è di utilizzare nuovamente i fustini da 5 litri, riciclandoli. Così eviterei di imbottigliare (ma soprattutto di lavare le bottiglie!).

A questo proposito ho intenzione di costruirmi un attacco fatto in casa, per spillare i fustini, con gli attacchi ball lock. Quelli che si trovano in germania costano un capitale e non hanno gli attacchi.

Se ci riesco, forse riesco ad usare i fustini per spillare invece dei corny, che magari userò come passaggio intermedio (stoccaggio), prima di riempire i fustini.

mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho un sistema per spillare i fustini da 5 litri! Non lo uso più perché oramai l'alcolismo mi ha portato a farmi un kegerator in salotto e quelli da 5 erano troppo piccoli..
Se vuoi lo cerco e ti mando le foto

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

le guardo volentieri, anche se lo voglio con gli attacchi ball lock :D, e di questi ne ho visto solo 1 tipo in vendita da un rivenditore italiano che costavano ancora di più di quelli tetteschi! :blink:

Però spiegami come spilli dai fusti nel kegerator per favore! Oggi ho fatto un altro test con i cornelius sacrificando 1 altro litro di IPA dal fermentatore (ha quasi finito di fermentare... l'ho cotta 21 giorni fa... però è buona!!!)...

L'ho carbonata all'americana (scuotendo) e ho provato a spillarla a 10 psi.... riesco ad evitare la troppa schiuma ma la carbonazione è quello che è (forse l'ho carbonata poco in effetti).

mannaggia l'alcolismo e mannaggia all'hobby!

 

Edited by ale-75-homeb

Share this post


Link to post
Share on other sites

io voglio spillare delle APA/IPA: voglio le bollicine, non birra quasi liscia e tanta schiuma! poi la schiuma fa certamente la sua figura, per carità, ma io vengo dalla tradizione italiana delle pils spillate nei pub... tante bolle e niente schiuma. Come diavolo fanno!?!? sto rivalutando la lunghezza del tubo per abbassare, tramite la resistenza al flusso, la pressione (strada facendo).... mah!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti posso dire come faccio io, cornelius da 18 litri a circa 10 gradi, nemmeno ci provo a far rollare il fusto, lo carico a 4 bar per due volte a distanza di circa 3-4 giorni ( 4 bar è circa il limite della valvola di sicurezza, e quella pressione mi assicura anche una chiusura perfetta del coperchio, che altrimenti rischia qualche microperdita sulla guarnizione ), poi in frigo a circa 6 gradi, pressione di spillatura poco meno di mezzo bar, ed è praticamente pronta per l'uso.

Per aumentare o diminuire la carbonazione basta variare di decimi la pressione, lo faccio raramente durante il mese.

C'è chi sconsiglia il rubinetto con compensatore perché dice che nel cono dove smorza il flusso si formano vortici che generano schiuma, io invece te lo consiglio vivamente, fusto freddo sempre alla stessa temperatura, regolazione bassa della pressione, compensatore regolato a dovere, e gli unici problemi che avrai saranno con il fegato ;).

Non avere fretta, riempi bene il fusto senza arrivare fino al tubo interno del gas, onde evitare docce di birra nelle manovre di attacco, usa una bilancia per la quantità, io ne uso una da 40kg con risoluzione 5g, togli la tara ( circa 4 kg più tubi e attacchi, azzeri la bilancia quando è tutto sopra), e ci metti 18 kg esatti di birra attraverso il connettore della birra, in modo da non splashare. 

A fusto pieno avrai modo di fare prove più veritiere, con risultati sicuramente più stabili che con 1 litro di birra in 18 litri di gas.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille!

non vedo l'ora che finisca la fermentazione primaria per provare a infustare!

Il problema poi sarà lasciarli maturare quei fusti!

ciao,

Alessandro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

finita la fermentazione ho riempito tutti e tre i fusti; due provo a dimenticarmeli in cantina per un mesetto almeno, con il terzo sto sperimentando.

Onestamente ancora non ho capito come ottenere risultati riproducibili. Mi sembra che la situazione migliore sia spillare da dentro al frigo, quindi col fusto a temperatura controllata (e bassa), senza che venga scosso.

Ieri avevo il compleanno di mia figlia in giardino e, verso la fine, ho lasciato a bocca aperta i papà tirando fuori un fusto di birra che ho tentato di spillare... il risultato è stato comunque bevibile, ma tanta schiuma! c'era molto caldo, forse piano piano la temperatura è salita... o forse portando fuori il fusto l'ho scosso (ma questo non dovrebbe influire... o si?...

Le condizioni di partenza (in frigo) erano 5-6 gradi con carbonazione minima tipo 0,5-1 bar. Portato fuori il fusto l'ho sgasato completamente e ho applicato la minima pressione possibile per far uscire la birra.

Vabbeh, continuerò a sperimentare (e a bere! slurp/ahimè). Medito anche di comprarmi il nuovo libro di Bertinotti sulla spillatura.

Nel frattempo, appena mi arrivano le filettatrici, provo a costruirmi lo spillatore per i fustini da 5 litri. Se riesco forse spenderò meno per stoccare la birra e avrò un sistema più "flessibile". for-se!

Ciao,

Alessandro

Edited by ale-75-homeb

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono andato a riguardare le tabelle sulla carbonazione in funzione della temperatura. Ho preso il primo sito che mi capitava (mondobirra) da cui si evince che a circa 5 gradi la birra "incamera" 1,5 volumi di CO2.

Quindi se io faccio carbonazione forzata e poi sgaso completamente il fusto, la birra mi tiene dentro 1,5 volumi anche se porto a zero la pressione della CO2 soprastante.

A questo punto io applico qualche decimo di bar per far uscire la birra del fusto e ottengo la birra che ho bevuto questo we: poco gasata (ma accettabile) con buona schiuma. Se invece forzo un po' più di CO2, per esempio 1 bar a 5° non riesco a spillare che schiuma. stesso discorso probabilmente se la temperatura sale.

In conclusione: vorrei aumentare la carbonazione della birra nel bicchiere, ma non so come evitare la formazione di schiuma!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fa come ti ha scritto Thor e sei a posto

Inviato dal mio Moto G (5) Plus utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Ho trovato le risposte. Alcune sono contenute qui e c'è anche un calcolatore excel, anche se non capisco esattamente tutte le voci (un po' più avanti c'è anche la versione con unità di misura "europee").

https://www.homebrewtalk.com/forum/threads/beer-line-length-and-pressure-calculator.35369/

I mio problema nasceva proprio dall'accoppiata sfavorevole di diametro e lunghezza del tubo che ahimè sono le sole "grandezze" in gioco che possono essere modificate per incrementare "dolcemente" la resistenza al flusso di birra. Con un tubo più stretto e più lungo la birra rallenta nei tubi senza perdere carbonazione (non capisco il perchè ma è così); al rubinetto la birra arriva più lenta (con meno pressione, e la co2 è rimasta dentro) e quindi la caduta di pressione generata dal rubinetto è minore, meno turbolenze, meno bolle.

Nel mio setup il tubo corto e "largo" faceva arrivare la birra al rubinetto con tanta pressione, poi nel rubinetto (che andava tenuto molto chiuso per evitare una fontana) la pressione crollava e si liberava la CO2.

Questo è, a mio parere, il motivo per cui il party star deluxe NON può funzionare, ma forse la spiegazione è ancora più complessa...

Ciao,

Alessandro

Edited by ale-75-homeb
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Dopo tante prove mi sento di confermare quanto detto sopra: in sostanza bisogna usare tubi piccoli!

Ne ho preso uno dal ferramenta che non riesco ad infilare nell'attacco del ball-lock tanto è piccolo (il diametro interno è 3,5mm contro i 7mm dell'attacco ball-lock). Per riuscire a collegarlo l'ho dovuto scaldare col phon (quello x sverniciare) e piantargli dentro un oggetto conico per deformarlo a caldo.

il risultato è ottimo: con un metro circa di tubo e un rubinetto senza compensatore (da 3€) riesco a spillare senza impazzire con la schiuma con il fusto a 0,5/0,8 bar!

Usando un tubo più lungo le cose migliorano ulteriormente: ci metto più tempo a spillare ma non perdo una bolla!

 

 

20190616_235526.jpg

ciao,

Alessandro

Edited by ale-75-homeb

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 2/6/2019 at 13:25, ale-75-homeb said:

--------

Le condizioni di partenza (in frigo) erano 5-6 gradi con carbonazione minima tipo 0,5-1 bar. Portato fuori il fusto l'ho sgasato completamente e ho applicato la minima pressione possibile per far uscire la birra.

------

Sgasando hai creato il problema, se togli pressione la co2 nella birra cerca di andarsene creando montagne di schiuma fino a quando la saturazione del liquido va in equilibrio con la pressione. Se poi il fusto si è anche scaldato, i problemi si sono moltiplicati.

Nei locali, quando capita un fusto sovracarbonato, per riuscire a spillare alzano un poco la pressione, non la abbassano.

On 17/6/2019 at 00:02, ale-75-homeb said:

Dopo tante prove mi sento di confermare quanto detto sopra: in sostanza bisogna usare tubi piccoli!

Ne ho preso uno dal ferramenta che non riesco ad infilare nell'attacco del ball-lock tanto è piccolo (il diametro interno è 3,5mm contro i 7mm dell'attacco ball-lock). Per riuscire a collegarlo l'ho dovuto scaldare col phon (quello x sverniciare) e piantargli dentro un oggetto conico per deformarlo a caldo.

il risultato è ottimo: con un metro circa di tubo e un rubinetto senza compensatore (da 3€) riesco a spillare senza impazzire con la schiuma con il fusto a 0,5/0,8 bar!

Usando un tubo più lungo le cose migliorano ulteriormente: ci metto più tempo a spillare ma non perdo una bolla!

 

 

20190616_235526.jpg

ciao,

Alessandro

Non ti serve un tubo più piccolo, certo riducendo diametro e aumentando la lunghezza ti aiuta a preservare la pressione in fusto limitando la schiuma, ma avresti ottenuto lo stesso risultato strozzando un poco il tubo che avevi subito prima del rubinetto.

La causa primaria dei tuoi problemi è quel cavolo di rubinetto di plastica che si vede in foto, io l'ho usato un paio di volte, mi ci sono trovato decisamente male.

Prendine uno in metallo con compensatore, fai un po' di pratica con la gestione della pressione, e non avrai più problemi.

61eFBn3RhFL._SX569_.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 hours ago, Thor said:

Sgasando hai creato il problema, se togli pressione la co2 nella birra cerca di andarsene creando montagne di schiuma fino a quando la saturazione del liquido va in equilibrio con la pressione. Se poi il fusto si è anche scaldato, i problemi si sono moltiplicati.

Possibile in effetti...

15 hours ago, Thor said:

Non ti serve un tubo più piccolo, certo riducendo diametro e aumentando la lunghezza ti aiuta a preservare la pressione in fusto limitando la schiuma, ma avresti ottenuto lo stesso risultato strozzando un poco il tubo che avevi subito prima del rubinetto.

Su questo non sono d'accordo altrimenti funzionerebbe anche il rubinettino da 3 euro, che altro non fa che strozzare il tubo prima dell'uscita... e anche se provi a strozzare il tubo a metà strada fra il keg e il rubinetto, ottieni che a valle della strozzatura si forma una schiuma densa che poi esce invariata dal rubinettino.

Probabilmente il rubinetto col compensatore ha un meccanismo più sofisticato, questo è certo, ma per me la soluzione è stata quella di abbattere la pressione nel tragitto (nel tubo). Così facendo il rubinettino lo puoi aprire completamente e la birra esce carbonata. In altro modo non sono riuscito!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

4 hours ago, ale-75-homeb said:

Possibile in effetti...

Su questo non sono d'accordo altrimenti funzionerebbe anche il rubinettino da 3 euro, che altro non fa che strozzare il tubo prima dell'uscita... e anche se provi a strozzare il tubo a metà strada fra il keg e il rubinetto, ottieni che a valle della strozzatura si forma una schiuma densa che poi esce invariata dal rubinettino.

Probabilmente il rubinetto col compensatore ha un meccanismo più sofisticato, questo è certo, ma per me la soluzione è stata quella di abbattere la pressione nel tragitto (nel tubo). Così facendo il rubinettino lo puoi aprire completamente e la birra esce carbonata. In altro modo non sono riuscito!

Il compensatore usa un cono inox per tappare l'ingresso prima del rubinetto spillatore, cosa che oltre a evitare la formazione di schiuma nel pitone, dovrebbe minimizzare le turbolenze e quindi la schiuma prodotta prima dell'uscita.

Il rubinetto da 3 euro è una vera schifezza, appena apri la pressione decade per tutta la lunghezza del tubo in uscita, creando una colonna di schiuma fino al fusto, il compensatore nel rubinetto equivale ad avere due rubinetti in serie, dove il primo limita il passaggio mantenendo la pressione in ingresso e impedendo la formazione di schiuma, e il secondo consente l'uscita limitando la schiuma allo spazio tra i due rubinetti.

Il rubinetto con compensatore per me è il massimo della comodità. Certo che se si prova a spillare da un fusto freddo e troppo carbonato, ad una temperatura esterna troppo alta, con una pressione di spinta minore di quella di saturazione del fusto, anche con il compensatore sarà molto difficile spillare qualcosa che non sia panna.

Non scrivo per convincerti di nulla, condivido solo le mie esperienze perché in spillatura non ho nessun problema e spero che diventi così anche per te, hai tutto il diritto di non essere d'accordo con quel che dico, e di fare le tue esperienze basandoti su quel che leggi in giro.

Buona birra, ciao ;-) 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ti preoccupare, a me interessa capire... non c'era polemica, anche se magari ogni tanto mi escono dei post un po' "di getto". Mi fa sempre piacere ricevere opinioni e consigli da chi è più esperto.

Il rubinetto col compensatore lo comprerò di sicuro quando mi sentirò "pronto"... devo avere l'impianto di refrigerazione funzionante (e ahimè ancora non lo è) e poi devo essere un po' sicuro di non buttare altri soldi. Anche perchè so già che quando mi deciderò ne compro due per avere due vie <_<.

Grazie e ciao,

Alessandro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×