Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Cogliaz87

Un freezer... due termostati?

Recommended Posts

Buongiorno a tutti!

sto costruendo una camera di fermentazione con un vecchio freezer,  la regolazione sarebbe necessaria sia a scaldare che a raffreddare visto che a casa mia gli sbalzi di temperatura sono molto elevati tra inverno e estate.

con l’stc1000 collegato al freezer e ad un phon non dovrei avere problemi, ma mi è sorto un dubbio...

la sonda temperatura del termostato è inserita nel fermentatore con un pozzetto in inox..

Potrebbe essere funzionale aggiungere un secondo termostato che regoli la temperatura dell’aria all’interno del freezer? Il mio timore è che per il tempo che il mosto necessita ad arrivare alla temperatura targer, l’aria circostante si raffreddi o scaldi al punto d’avere effetti negativi sulla fermentazione.

...

ma forse... sono solo paranoie eccessive? 

Grazie in anticipo a tutti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fossi in te lascerei perdere il phon prenderei un cavetto riscaldante, di quelli da terrario, la sonda del stc la metterei nella camera di fermentazione e non nel fermentatore, la sonda che hai sul fermentatore la attaccherei solo per visualizzare la temperatura del mosto e ti regoli di conseguenza impostando la temperatura della camera.

Inoltre puoi mettere due interruttori in modo da scollegare la resistenza o il frigo in caso serva uno o l’altro.

Io mi trovo bene così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io anche uso la sonda attaccata sulla parete del fermentatore.. Ma avendo un pozzetto all'interno del fermentatore, probabilmente userei quella..

Sconsiglio anche io il phon.. Molto meglio un cavo da terrario o una fascia riscaldante.. Per una questione di sicurezza..
La resistenza del phone arriva a temperature molto alte e si accenderebbe in maniera incontrollata, essendo in  un posto che non si vede eviterei rischi inutili.. per il costo di un cavo da terrario poi..

Edited by Tyrion132

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della risposta gagge...

Ho gia il cavo riscaldante da mettere intorno al fermentatore, pensavo potesse essere meglio un phon perchè utilizzerei la camera anche per la seconda fermentazione e a quel punto non saprei come riscaldare uniformemente tutte le bottiglie...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Cogliaz87 said:

Grazie della risposta gagge...

Ho gia il cavo riscaldante da mettere intorno al fermentatore, pensavo potesse essere meglio un phon perchè utilizzerei la camera anche per la seconda fermentazione e a quel punto non saprei come riscaldare uniformemente tutte le bottiglie...

A meno che tu in cantina abbia meno di 10°C, non ti preoccupare per la rifermentazione delle bottiglie.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minutes ago, Cogliaz87 said:

Ho gia il cavo riscaldante da mettere intorno al fermentatore, pensavo potesse essere meglio un phon perchè utilizzerei la camera anche per la seconda fermentazione e a quel punto non saprei come riscaldare uniformemente tutte le bottiglie...

Se il cavo riscaldante lo fissi vicino alle pareti della camera ti stanno anche le bottiglie, in ogni caso come ti ha detto Tyrion se non hai temperatura eccessivamente bassa puoi carbonare senza sprecare corrente 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vuoi per compensare l inerzia termica ci sta il termostato della inkbird che costa una trentina di euro e risolvi il problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, CeT_LoLLo said:

Se vuoi per compensare l inerzia termica ci sta il termostato della inkbird che costa una trentina di euro e risolvi il problema.

Era proprio questa la mia preoccupazione... ma in sostanza intendi il PID giusto?

 

Intanto grazie a tutti delle risposte!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 hours ago, Cogliaz87 said:

Era proprio questa la mia preoccupazione... ma in sostanza intendi il PID giusto?

 

Intanto grazie a tutti delle risposte!!

Non è proprio un pid, il pid calcola da solo l inerzia termica, con questo termostato la imposti tu; ci vuole un po' di pazienza perché devi stare lì a guardare di quanto è l inerzia e poi imposti sul termostato di staccare 1o 2 gradi prima della temperatura target (1 o 2 gradi e un esempio, il mio ha 0,8), e hai un controllo migliore senza troppe complicazioni 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×