Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
elsinoro

Densità post imbottigliamento

Recommended Posts

Posso controllare una eventuale infezione (tipo lieviti che degradano anche destrine) misurando la densità post imbottigliamento?esempio se parto da mosto a 1046 e imbottiglio a 1013 (FG stabile da 3gg) con priming 5gr/litro, dopo 3 settimane in bottiglia quale densità dovrei aspettarmi se tutto va bene?

 

Inviato dal mio Redmi Note 4 utilizzando Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il comportamento dei microrganismi in bottiglia è del tutto diverso da quello in fermentazione, entrano in stress per la scarsità di ossigeno e nutrienti e il mix di una eventuale infezione verrebbe influenzato da tutti i fattori possibili, tra temperatura, esposizione alla luce, grist di base, mix e quantità di luppolo ecc. ecc. 
comunque non penso tu possa seguire in bottiglia queste variazioni, in primis ti falsa al densimetro la CO2 e se anche tu usassi un rifrattometro l'associazione densità-microbi fermentanti è talmente basilare che non sarebbe affatto accurata. L'unico modo per seguire un'infezione oltre i segni che lascia (visivi, olfattivi, gustativi) è fare un piastramento :P 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh se ha un'infezione che metabolizza zuccheri la densità scende e la gassatura sale per cui col rifrattometro o col densimetro la vedi eccome... il campione ovviamente va sgasato

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, EnzoR said:

Beh se ha un'infezione che metabolizza zuccheri la densità scende e la gassatura sale per cui col rifrattometro o col densimetro la vedi eccome... il campione ovviamente va sgasato

Non tutte le fermentazioni producono CO2..


Comunque i segni d'infezione in genere sono:
Odori e sapori sgradevoli/anomali
Patine e filamenti nel prodotto
Aumento della carbonazione e relativo abbassamento della densità(che se considerevole è facilmente riscontrabile tramite un controllo della densità)..

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il punto dell'osservazione di segni d'infezione risultanti all'osservazione diretta sta proprio nell'impossibilità di avere metodi affidabili per risalire con la densità alla traccia di attività fermentanti che vadano oltre il lavoro del Saccharomyces; mettiamo anche il caso che tu abbia nella birra un organismo anaerobio a fermentazione alcolica di glucidi complessi, che non abbia bisogno di un granché di proteine per replicarsi, che sia riuscito ad emergere dalle migliaia di altri microrganismi diversi che consideriamo nel caso di situazioni di infezione (attrezzatura sporca, confezionamento non curato ecc.)...e già a questo punto ti rendi conto che stai escludendo troppe variabili per essere accurato, ma mettiamo il caso: usi il rifrattometro per essere il più preciso possibile, vedi che da FG 1.010 sei arrivato a 1.002. Bene e ora? potrebbe essere un contributo positivo o negativo? a che ti serve saperlo? se stai a Notre dame d'Orval forse è utile per sapere se l'inoculo di Brett che hai fatto a fine fermentazione è servito magari dopo un periodo di grossi sbalzi di temperatura su un determinato lotto (e comunque non penso usino questi metodi), ma se stai a casa tua ti basta sapere che se vedi una patina biancastra filamentosa nel fermentatore è fioretta e nessuno si vorrebbe bere della candida :P 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se bevi spontanee di candida ne bevi a galloni :rofl:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

3/4 delle spontanee nostrane sono nate dalla candida :lol: 

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 6/10/2018 at 10:17, elsinoro said:

 

Posso controllare una eventuale infezione (tipo lieviti che degradano anche destrine) misurando la densità post imbottigliamento?esempio se parto da mosto a 1046 e imbottiglio a 1013 (FG stabile da 3gg) con priming 5gr/litro, dopo 3 settimane in bottiglia quale densità dovrei aspettarmi se tutto va bene?

 

Il calcolo è abbastanza semplice.

5 g/l di zucchero fermentabile al 100% producono con buona approssimazione 2.5 g di alcool etilico. La densità dell'alcool etilico è 0,789 g/l da cui calcoliamo il volume dell'alcool prodotto:

 

2.5 / 0.789 = 3.17 ml

 

Il tuo litro di birra + 5 g di zucchero dopo la rifermentazione in bottiglia peserà quindi 1.013 kg + 0.0025 kg = 1.0155 kg il che farebbe pensare che la densità sia aumentata, ma per effetto della produzione di alcool che si miscela con l'acqua ma non va in soluzione il volume è aumentato di 3.17 ml ovvero 0.00317 l. Il nuovo volume è quindi di 1.00317 l e la nuova densità si calcola con:

1.0155 / 1.00317 = 1.012

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutto ok ma 

2 hours ago, Vale said:

alcool che si miscela con l'acqua ma non va in soluzione

WTF

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Vale said:

 

 

 di alcool che si miscela con l'acqua ma non va in soluzione

 

BEH, BEH

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mii come siete puntigliosi, volevo dire "non va in soluzione polare" e quindi il volume è pari alla somma dei due volumi parziali...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Menomale che non è un forum di chimica generale :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Menomale che c'è sempre gente competente e disponibile

Inviato dal mio Redmi Note 4 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×