Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
xabaras88

dubbi Fly Sparge + Motorizzazione

14 posts in this topic

Ciao a tutti,

Vorrei porvi un problema che mi sono posto ora, nel momento di mettere su l'impianto di fly sparge ed automatizzare la pentola.

La mia idea è di mettere un ripiano filtrante inox alto 5cm nella pentola e modificarlo inserendo al centro una guida in cui verrà inserita l'asta di inox con saldate le pale collegata al motore sopra il coperchio della pentola.

A questo punto, credo i problemi possano essere molti, ve li elenco:

1) avendo pentole da 50 litri, è probabile avere anche 10 kg di grani e 30 di acqua. Per motorizzare la pentola ho letto che servono motorini per tergicristallo + motoriduttore. Ma quale potenza devono avere, tra le miriadi esistenti, questi motorini per riuscire davvero a smuovere agevolmente queste quantità? Inoltre, ho letto che si usano anche motorini di gira arrosto, ma cercando on-line noto che vanno a 2 giri\min, mentre su ogni sito di homebrewing leggo che dovrebbero garantire almeno 30 giri\min, è possibile arrivarci?

2) una volta completata la questione motorizzazione, volendo evitare il più possibile di esporre il mosto all'aria (non si sa mai, tra ossidazioni, infezioni, schifezze varie, lieviti,...) vorrei inserire un sistema di flysparge anche lui collegato al coperchio, ossia un anello di rame bucherellato in modo che non si intrecci con la motorizzazione come invece farebbe il fighissimo sparge arm rotante ^^. Il punto è, il rame va bene o devo trovare un tubo inox da piegare in qualche modo?

Questi diciamo sono i problemi realizzativi, ma venendo al fulcro della questione, il processo sarebbe questo: pentole tutte coibentate (coibentate sul serio: primo strato 2mm di sughero, secondo strato 5 cm di lana di roccia, terzo strato stesso sughero, ultimo strato coperta ignifuga che non si sa mai) e con riscaldamento automatizzato, avvio le pale, al momento di fare sparge avrò 2 possibilità:

A ) Aspetto che l'acqua sia sopra le trebbie di circa 3 cm e avvio lo sparge. In tal caso, la motorizzazione dovrei spegnerla o lasciarla accesa? (contemporaneamente inizio a travasare alla stessa velocità, diciamo 0,7 L\min con cui la riempio con lo sparge). Pongo la questione perchè avendo il riscaldamento automatizzato, se scende la T, si accende da solo e non vorrei bruciacchiare i grani.

B ) Contemporaneamente al travaso, inizio lo sparge, quindi sopra le trebbe avrò un livello d'acqua costante per un pò bello alto, in tal caso potrei lasciare le pale in funzione più a lungo essendo il livello di acqua più alto, o fino alla fine... o le spengo..?

Mentre tutto ciò avviere, per tenere i 78°C costanti (secondo le sacre scritture), tengo il sistema automatizzato di riscaldamento acceso sempre, pur avendo sempre meno acqua...?

Grazie :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sa che hai le idee un po' confuse...

Allora se hai pentola da 50 litri coibentazione serve a nulla soprattutto se scaldi a gas.

Se scaldi elettrico e valutabile ma con quei litri ti servono resistenze impegnative.

Il filtraggio lo fai nella pentola di mash o in un tino a parte?

Se usi un piatto filtrante a cosa serve pure un anello per distribuire acqua?

Il motore da tergicristalli basta ma non ti serve motiriduttore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando filtri tieni le pale ferme, assolutamente. Se le lasci in funzione sostanzialmente non filtri un bel niente, perchè continueresti a mandare in giro farine di malto che ti passarebbero nel mosto. Quindi prima di iniziare la filtrazione spegni tutto, fermi le pale, lasci riposare una decina di minuti in modo che le trebbie si compattino e inizi a filtrare. Ricorda che i primi 3/5 litri di mosto lo devi ricircolare perchè è sempre sporco e pieno di farine, quindi devi fare in modo di poterlo reinserire da sopra il sistema, quando poi inizi ad estrarre mosto pulito fai partire il tuo sistema di fly sparge e tieni costante il livello di acqua.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, EnzoR said:

Mi sa che hai le idee un po' confuse...

Allora se hai pentola da 50 litri coibentazione serve a nulla soprattutto se scaldi a gas.

Se scaldi elettrico e valutabile ma con quei litri ti servono resistenze impegnative.

Il filtraggio lo fai nella pentola di mash o in un tino a parte?

Se usi un piatto filtrante a cosa serve pure un anello per distribuire acqua?

Il motore da tergicristalli basta ma non ti serve motiriduttore

Grazie della risposta innanzitutto. Allora, come mai dici che non serve coibentare? Più che altro era per quando devo tenere la T costante, per evitare cali di temperatura.

Riguardo il piatto filtrante aspetta, voglio precisare... il piatto lo uso dentro la pentola dove ho le trebbie ma non va comunque fatto uno sparge? che sia fly, batch... io userei il tubo piegato ad anello per fare fly sparge con l'acqua che scende per gravità dalla pentola che contiene appunto l'acqua di sparge.

Alla fine il tutto va nella terza pentola che sarà quella, senza filtri, che mando in ebollizione e poi vado di whirlpool, lascio depositare, e raffreddo con lo scambiatore di calore a 40 piastre buttando tutto direttamente nel fermentatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, dakmor said:

Quando filtri tieni le pale ferme, assolutamente. Se le lasci in funzione sostanzialmente non filtri un bel niente, perchè continueresti a mandare in giro farine di malto che ti passarebbero nel mosto. Quindi prima di iniziare la filtrazione spegni tutto, fermi le pale, lasci riposare una decina di minuti in modo che le trebbie si compattino e inizi a filtrare. Ricorda che i primi 3/5 litri di mosto lo devi ricircolare perchè è sempre sporco e pieno di farine, quindi devi fare in modo di poterlo reinserire da sopra il sistema, quando poi inizi ad estrarre mosto pulito fai partire il tuo sistema di fly sparge e tieni costante il livello di acqua.

Grazie della risposta :) chiedo venia in quanto newbbo con impianto in costruzione, quindi alcuni procedimenti e termini mi sono ancora confusi.

Scusa, sarebbe da denuncia se il mosto da far ricircolare lo butto nella pentola da cui faccio sparge? Mi sto vergognando anche a scriverlo XD è solo perchè mi è venuta la fissazione di fare di tutto per non aprire mai le pentole se non lo sportello del mash per luppolare e il fermentatore per gettare il lievito.

Però... vorrei precisare che, volendo inserire le pale rotanti e il fly sparge interni alla pentola e senza doverla aprire, il piatto filtrante è giusto un extra per fare da guida all'asta delle pale e per tenere un pò più distanti le trebbie dalla fonte di calore MA... la pentola monta anche uno stupendo filtro bazooka springer.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come scaldi?

Dico che coibentazione è inutile perché con quei volumi io accendo il gas dopo mezz'ora qualche secondo per riequilibrare la temperatura di mezzo grado... in questo periodo che l'ambiente è freddo...

Le paranoie per le infezioni fattele dal boil in poi, prima lavora comodo! Sono inutili pippe mentali

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minutes ago, EnzoR said:

Come scaldi?

Dico che coibentazione è inutile perché con quei volumi io accendo il gas dopo mezz'ora qualche secondo per riequilibrare la temperatura di mezzo grado... in questo periodo che l'ambiente è freddo...

Le paranoie per le infezioni fattele dal boil in poi, prima lavora comodo! Sono inutili pippe mentali

l'idea è che la pentola con acqua di sparge la porto a temperatura con fornello a gas, senza automatismi.. poi avvio una resistenza a immersione da caldaia da 1.2Kw e attacco il PID così tiene la temperatura senza tanto sforzo. Per l'ebollizione, fornellone a gas se non ricordo male ho uno da 8 Kw, niente automatismi anche qui. Mentre per la fare si ammostamento, ho una resistenza corazzata a immersione da 2.5Kw che sale 1 grado ogni 90 secondi senza coibentare ma vorrei sostituire con fornello a gas con fiamam pilota da automatizzare però non l'ho realizzato ancora perchè si serie con la fiamma pilota costano un mucchio di soldi mentre farmelo da me non so.. ho un pò paura a giocare col gas e non trovo una guida perfettamente dettagliata.

L'ambiente in cui posso birrificare ha un T sui 13 gradi ora in inverno, in estate resta piu' fresco di fuori perchè è sotterraneo.

Edited by xabaras88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resistenza nel mash è sconsigliatissima per me, rischi bruciature anche se la tieni sotto al fondo e la conseguenza è buttare tutto

Pentola di sparge mi sembra uno spreco dotarla di pid... considera che 25-30 litri di acqua calda a 78 gradi hanno una bella inerzia mica perdono dieci gradi in un minuto... alla peggio la porti sugli 80/85 e se poi perde qualcosa non importa... molti fanno sparge in secchi di plastica senza coperchio con efficienza superiore all'80% non fossilizzarti sulle perdite di temperatura...

Fai le cose più semplici possibile poi al massimo spendi tempo e denaro ad automatizzare coibentata etc etc... 

Con quello che spenderesti a coibentare, mettere pid, etc etc compri materie prime per fare diverse cotte e capire come e dove migliorare l'impianto.

Io ormai faccio birra in garage... quando inizi in inverno tieni cappello e giacca poi finisci in maglietta e finestre semi aperte...

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non uso alcun automatismo, (faccio birra solo per casa quindi 3 o 4 volte l'anno) ho solo il motore tergicristalli per le pale e con un riduttore di tensione, Gira troppo altrimenti.

Ho le pentole coibentate ma solo con lana di roccia. Il sughero è pericoloso, secondo me.

La prima parte di mosto "sporco" potresti anche versarla nella pentola di sparge, come dici tu ma dovresti avere una quantità d'acqua esatta da utilizzare interamente.

Per essere pignoli, quella parte di mosto verrebbe troppo ossigenata durante lo sparge :)

Come già detto, le pale si fermano quando fai lo sparge.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fai un passo alla volta, poi pian piano modifichi..

Personalmente se scegliessi di usare le pale andrei di filtro halo o tino filtro separato..
Ho un amico che usa pale sopra al falsofondo normale: qualcosina brucia ma pensavo peggio..

In ogni caso a me la combo pale+fondo non convince..

Se dovessi partire da zero e volessi fare qualcosa di diverso andrei sicuramente di tino filtro separato..

Al momento ho una classica polsinelli con doppio fondo e una pompa solarproject..ricircolo continuo che aiuta tantissimo nella pulizia pre boil (le farine che passano vengono ributtate continuamente dentro la pentola..Non ho avuto problemi nemmeno col 55% di frumento)..e come efficienza sono sull'80% per le medie OG

Per quanto riguarda l'automatizzazione puoi fartela da te ma vai a spendere tra tutto un centinaio di euro (40 euro elettrovalvola, 35 pid, 10 euro fiamma pilota e una ventina per raccordi e tubi vari)..io ho fatto così

Per lo sparge ti basta un piatto forato e via..

Cogli il consiglio di Enzo..Parti facile, spendi poco e poi pian piano implementi..
Hai dubbi sul fly sparge? Non sai se è meglio il classico piatto forato, una doccetta o lo sparge arm? Inizia con un batch sparge..non scende nessun demone malvagio a sputarti sulle trebbie scoperte :)

L'automatizzazione è una fissa e basta..o meglio, facendo tutto da solo mi da una mano (il giorno della cotta può essere i m impegnativo se sei da solo)..più che per utilità l'ho realizzata perché sono uno smanettone..in ogni caso se hai dubbi chiedi pure..

Lato resistenza, a meno di un rims con ricircolo continuo io non userei resistenze varie..

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 hours ago, Lucio#09 said:

Fai un passo alla volta, poi pian piano modifichi..

Personalmente se scegliessi di usare le pale andrei di filtro halo o tino filtro separato..
Ho un amico che usa pale sopra al falsofondo normale: qualcosina brucia ma pensavo peggio..

In ogni caso a me la combo pale+fondo non convince..

Se dovessi partire da zero e volessi fare qualcosa di diverso andrei sicuramente di tino filtro separato..

Al momento ho una classica polsinelli con doppio fondo e una pompa solarproject..ricircolo continuo che aiuta tantissimo nella pulizia pre boil (le farine che passano vengono ributtate continuamente dentro la pentola..Non ho avuto problemi nemmeno col 55% di frumento)..e come efficienza sono sull'80% per le medie OG

Per quanto riguarda l'automatizzazione puoi fartela da te ma vai a spendere tra tutto un centinaio di euro (40 euro elettrovalvola, 35 pid, 10 euro fiamma pilota e una ventina per raccordi e tubi vari)..io ho fatto così

Per lo sparge ti basta un piatto forato e via..

Cogli il consiglio di Enzo..Parti facile, spendi poco e poi pian piano implementi..
Hai dubbi sul fly sparge? Non sai se è meglio il classico piatto forato, una doccetta o lo sparge arm? Inizia con un batch sparge..non scende nessun demone malvagio a sputarti sulle trebbie scoperte :)

L'automatizzazione è una fissa e basta..o meglio, facendo tutto da solo mi da una mano (il giorno della cotta può essere i m impegnativo se sei da solo)..più che per utilità l'ho realizzata perché sono uno smanettone..in ogni caso se hai dubbi chiedi pure..

Lato resistenza, a meno di un rims con ricircolo continuo io non userei resistenze varie..

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
 

Ciao, il tino di fondo separato perchè dovrebbe evitare di bruciare le trebbie meglio dell'agitatore? Per tino filtro separato cosa intendi?

Per il resto, il concetto dell'assenza del demone che mi sputa sulle trebbie è convincente ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vuoi usare la pale le cose sono 3:
1) nessun fondo filtrante, pale che toccano il fondo e un altro contenitori con filtro in cui trasferirai tutto l'impasto e poi filtrerai(magari Enzo ti spiega meglio che usa questo sistema)
2) doppio fondo normale impazzendo per far arrivare le pale sotto
3) filtro halo con agitatore

Se vuoi andare con la 2) io ti consiglio di semplificarti la vita prendendo una pompa e facendo ricircolo invece di rimescolamento meccanico..

Se vuoi usare la pale, queste devono per forza "toccare" il fondo..e con un classico doppio fondo è complicato..

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Lucio#09 said:

Se vuoi usare la pale le cose sono 3:
1) nessun fondo filtrante, pale che toccano il fondo e un altro contenitori con filtro in cui trasferirai tutto l'impasto e poi filtrerai(magari Enzo ti spiega meglio che usa questo sistema)
2) doppio fondo normale impazzendo per far arrivare le pale sotto
3) filtro halo con agitatore

Se vuoi andare con la 2) io ti consiglio di semplificarti la vita prendendo una pompa e facendo ricircolo invece di rimescolamento meccanico..

Se vuoi usare la pale, queste devono per forza "toccare" il fondo..e con un classico doppio fondo è complicato..

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
 

Nel caso 1), ho già il filtro bazooka springer in pentola, se costruisco le pale devono avere un minimo di gioco col filtro se sono allo stesso livello quindi non so se andrebbe bene oppure devo farle arrivare non del tutto fino in fondo.. o sbaglio?

il caso 3) lo escluderei appunto perchè ho già il bazooka XD

nel caso 2), l'idea della pompa è interessante, potrebbe anche costare meno che costruire il braccio tutto di inox.

Per essere chiari, le pompre di cui parli sono tipo questa: https://www.amazon.it/gp/product/B00QA8CY1Y/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&psc=1&linkCode=ll1&tag=badmedbrebyil-21&linkId=19271546ca77e73dff5771bc0d64357f

giusto?

a questo punto mi viene un dubbio: un capo lo collego al rubinetto della pentola, l'altro lo userò per ri-immettere in pentola il mosto. Ma va immesso a che altezza della pentola? Ossia, altezza trebbie, sotto al piammo filtrante, o quanto al di sopra delle trebbie? Quindi se non erro, non dovrebbe essere rimesso a cascata ma tangenzialmente per creare un moto diciamo vorticoso giusto? Ma.. il moto vosticoso fatto così, spingerebbe le trebbie a concentrarsi verso il centro e non a svolazzare verso l'altro come invece farebbero le pale inclinate a 45° verso l'altro, quindi... non rimane inalterato il problema di base ossia il bruciare i grani?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho bucato centralmente il coperchio, messo una curva a 90 con due portagomma e reimetto centralmente..
La portata la regoli in modo che non sia troppo forte da smuovere il tutto

Si quella è la pompa che ho..se no per salire ci sono le topsflo..se vuoi il to 150, altrimenti sui 60/70

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now