Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
RasAle

Travaso tra keg in pressione

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

vorrei fermentare le mie cotte in fusti nc da 19litri con collegato un tubo per blow-off.

A densità stabile pressurizzare leggermente il fusto con CO2 (0,5 bar @ 20 Celsius è ok?) per evitare ossidazione, crash cooling a 0 Celsius per 48h, trasferimento in altro nc keg freddo (pressurizzato a 0,4 bar @ 20 Celsius con CO2) dove fare carbonazione forzata calcolandomi la corretta pressione a seconda dello stile. Secondo travaso in keg nc da 9 litri e resto imbottigliato in contropressione con https://www.morebeer.com/products/deluxe-counter-pressure-bottle-filler.html

 

Nel mezzo tra keg usato come fermentatore e keg usato per carbonazione forzata un bel filtro come questo https://www.morebeer.com/products/beer-filter-kit-10-canister.html

 

La cosa vi quadra? Consigli? Cose che non ho considerato?

 

Sono un po' ignorante in materia se qualcuno mi può indirizzare sul corretto regolatore di pressione,tuberia e collegamenti vari ve ne sarei grato.

 

Grazie, buon pomeriggio e buone birre a tutti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

È scomparsa la reply di Vale?

Comunque avevo pensato a un differenziale minimo e temperatura vicina ai zero gradi per ridurre l inconveniente schiuma... 0.5 bar di differenza puó essere abbastanza?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come farai ad eliminare tutto l'ossigeno dal fusto nel quale effettuerai la carbonazione forzata e in quello di servizio da 9l? Perché se non lo fai tutto sto sbattimento è inutile.. 

Trasferimento da fusto a fusto: collega la bombola co2 al gas-in sul fusto da cui travasare, impostata sul regolatore la adeguata pressione, collega i liquid-out dei 2 fusti. La birra comincera a trasferirsi fin quando la pressione nei 2 fusti si equilibrera: a quel punto agisci sulla valvola di sicurezza o sull'attacco gas del fusto verso cui travasi, facendone abbassare la pressione, e il trasferimento ripartirà. Ti resta sempre da assicurarti che anche i tubi del trasferimento siano "purgati" da ossigeno, altrimenti tutto sto sbattimento è inutile..

Filtro tra i 2 fusti: se fai dry hopping libero nel fusto non riuscirai a travasare dato che gli stretti passaggi degli attacchi Pepsi si tapperanno con il luppolo. Al filtro intermedio non ci arriverai proprio. Dovrai quindi trovare un metodo per filtrare il luppolo prima dell'uscita dal fusto "fermentatore". Se invece non fai dry hopping aspirerai parte del lievito e trub che potrai parzialmente filtrare col tuo filtro. Per minimizzare questo puoi accorciare di qualche cm il tubetto di pescaggio nel fusto. Resta il fatto che dovrai purgare il filtro da ogni traccia di ossigeno, altrimenti tutto sto sbattimento è inutile..

Travasare e imbottigliare birra carbonata può essere una delle esperienze più frustranti nella vita di un homebrewer. Temperatura bassa aiuta ma senza una minima comprensione di come si comportano gas e liquidi sotto pressione diventa improponibile..da qualche parte ci dovrebbe essere una mia guida sui concetti e principi di questo discorso..potrebbe esserti utile. Personalmente ti consiglierei comunque di carbonare nel fusto di servizio, ti eviti un sacco di complicazioni.

Non ti voglio smontare, io fermento le mie cotte sperimentali nei fusti Pepsi ed eseguo diverse delle pratiche viste sopra per evitare ossidazione..voglio solo farti capire che non è una cosa facilissima e, se non curi tutti i particolari, non ne trarrai alcun giovamento. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minutes ago, tbone73 said:

Come farai ad eliminare tutto l'ossigeno dal fusto nel quale effettuerai la carbonazione forzata e in quello di servizio da 9l? Perché se non lo fai tutto sto sbattimento è inutile.. 

Trasferimento da fusto a fusto: collega la bombola co2 al gas-in sul fusto da cui travasare, impostata sul regolatore la adeguata pressione, collega i liquid-out dei 2 fusti. La birra comincera a trasferirsi fin quando la pressione nei 2 fusti si equilibrera: a quel punto agisci sulla valvola di sicurezza o sull'attacco gas del fusto verso cui travasi, facendone abbassare la pressione, e il trasferimento ripartirà. Ti resta sempre da assicurarti che anche i tubi del trasferimento siano "purgati" da ossigeno, altrimenti tutto sto sbattimento è inutile..

Filtro tra i 2 fusti: se fai dry hopping libero nel fusto non riuscirai a travasare dato che gli stretti passaggi degli attacchi Pepsi si tapperanno con il luppolo. Al filtro intermedio non ci arriverai proprio. Dovrai quindi trovare un metodo per filtrare il luppolo prima dell'uscita dal fusto "fermentatore". Se invece non fai dry hopping aspirerai parte del lievito e trub che potrai parzialmente filtrare col tuo filtro. Per minimizzare questo puoi accorciare di qualche cm il tubetto di pescaggio nel fusto. Resta il fatto che dovrai purgare il filtro da ogni traccia di ossigeno, altrimenti tutto sto sbattimento è inutile..

Travasare e imbottigliare birra carbonata può essere una delle esperienze più frustranti nella vita di un homebrewer. Temperatura bassa aiuta ma senza una minima comprensione di come si comportano gas e liquidi sotto pressione diventa improponibile..da qualche parte ci dovrebbe essere una mia guida sui concetti e principi di questo discorso..potrebbe esserti utile. Personalmente ti consiglierei comunque di carbonare nel fusto di servizio, ti eviti un sacco di complicazioni.

Non ti voglio smontare, io fermento le mie cotte sperimentali nei fusti Pepsi ed eseguo diverse delle pratiche viste sopra per evitare ossidazione..voglio solo farti capire che non è una cosa facilissima e, se non curi tutti i particolari, non ne trarrai alcun giovamento. 

 

Per eliminare l'ossigeno dal fusto e dalla linea (i tubi) e dal filtro non faccio altro che mandarlo in pressione e sfiatarlo diverse volte, mi sembra la soluzione migliore.

Riguardo al dry hop pensavo di comprare un dry hopper per keg e accorciare cmq di pochissimo il tubo di pescaggio, il freddo dovrebbe comunque fare in maniera che si alzi meno sporco possibile. Ho comprato un filtro a doppio stadio su ebay quindi pensavo a una cartuccia iniziale "sgrossante" e una seconda da 5 micron.

Voglio carbonare dove faccio la secondaria (quindi sempre keg da 19l) in quanto metà cotta la voglio far andare in bottiglia e metà in keg da 9l.. se dry hop devo per forza fare un ulteriore trasferimento.

Nella vita di tutti i giorni dalle 7.30 in poi lotto contro le ossidazioni... lavoro in una cantina :) la differenza sono i volumi in gioco, il non lavorare in pressione e il fatto che il vino sia molto più stabile (da questo i miei dubbi)

Ora mi cerco il tuo post ma mi pare di averlo visto tempo addietro! Nel frattempo ti ringrazio, se hai altri consigli sono qua :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 hours ago, RasAle said:

 

Per eliminare l'ossigeno dal fusto e dalla linea (i tubi) e dal filtro non faccio altro che mandarlo in pressione e sfiatarlo diverse volte, mi sembra la soluzione migliore.

In quel modo abbassi la percentuale di ossigeno, non lo elimini..ogni volta che sfiati e ricarichi diluisci la percentuale di ossigeno nel fusto...per un risultato accettabile dovresti ripeterlo oltre una decina di volte, con discreti costi...Il miglior modo credo sia di riempire il keg completamente di acqua e "spillare" la stessa fino a svuotamento. In questo modo avrai sostituito l'acqua con co2...dovresti aver quasi completamente eliminato l'ossigeno. 

12 hours ago, RasAle said:

Riguardo al dry hop pensavo di comprare un dry hopper per keg e accorciare cmq di pochissimo il tubo di pescaggio, il freddo dovrebbe comunque fare in maniera che si alzi meno sporco possibile. Ho comprato un filtro a doppio stadio su ebay quindi pensavo a una cartuccia iniziale "sgrossante" e una seconda da 5 micron.

Sei sicuro che alla seconda cotta vorrai far passare la tua birra in filtri usati? O li usi nuovi ogni volta? E in questo caso quanto ti costa ogni benedetta cotta? Io sono preoccupatissimo per la pulizia dello scambiatore a piastre, al punto che non volevo usarlo nonostante con cotte da 120l sia praticamente obbligatorio..solo il pensiero di riutilizzare filtri da 5micron mi fa rabbrividire..poi magari sono paranoie mie..

12 hours ago, RasAle said:

Voglio carbonare dove faccio la secondaria (quindi sempre keg da 19l) in quanto metà cotta la voglio far andare in bottiglia e metà in keg da 9l.. se dry hop devo per forza fare un ulteriore trasferimento.

Questo avrebbe senso se tu facessi priming.. rifletti, se carboni nel fusto di servizio (da 19l), dallo stesso puoi anche imbottigliare; che nel fusto ci siano 1 o 10 litri di spazio libero non cambia molto dato che è co2...così puoi imbottigliare in contropressione birra non carbonata (molto più facile da fare) aggiungendo prima il priming bottiglia per bottiglia, e poi carbonare nel fusto con co2 il resto della birra. 

Così facendo ti risparmi un travaso che significa, oltre a lavoro in meno, minori probabilità di infezioni e ossidazioni...inoltre tieni presente che i fusti da 19l li trovi usati facilmente, quelli da 9l molto meno..

Infine, cosa molto molto importante: dovrai necessariamente contenere il volume delle cotte (o del mosto da fermentare in ogni keg) a max 12/13 litri per tener conto dello spazio della schiuma. La cosa non è da sottovalutare e può diventare particolarmente pericoloso se la schiuma e il trub della fermentazione ti vanno ad ostruire i post e la valvola di sicurezza (ti sconsiglio vivamente di fermentare in un keg che non ne è dotato) hai creato una situazione potenzialmente esplosiva! Attenzione! Pensa sempre bene a quel che fai PRIMA di farlo:good:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa ma non capisco come si quota quindi vedo di andare un po' in ordine...

 

Per quando riguarda lo spingere l'acqua nel fusto con la co2 come soluzione per "scavare" l'ossigeno ci avevo ben pensato.. meglio ancora si potrebbe utilizzare assieme a un sanitizzante no-rinse... e questo si collega al punto due, ho visto sia filtri usa e getta confezionati sterili (costosi e stupidi probabilmente con inferiore superficie filtrante) che candele ad alette incapsulate in un cilindro di plastica (le usiamo anche a lavoro per prelevare campioni).. le seconde possono essere sanitizzate senza problemi. Mi piacerebbe cmq misurare con un ossimetro quanti pbm di O2 rimangono semplicemente pressurizzando e sfiatando (avrei anche dell'azoto disponibile e costa meno della co2)

Per quanto riguarda la "paranoia delle infezioni" non ho mai avuto la sfortuna, e reputo la tua sullo scambiatore appunto una paranoia :) ..... a patto che lo si pulisca prima e dopo ogni cotta (e questo è uno sbattimento se lo si fa come hobby nel poco tempo libero)... te la butto lì... un chiller a glicole e una serpentina?

Da pirla al priming in fusto secondario con trasferimento dal primario al chiuso e senza O2 non ci avevo mica pensato... mi hai aperto un mondo... e volendo si potrebbe usare azoto per fare quasi (o?) tutto ed è un bel risparmio... e la carbonazione naturale me piace de più... mumble mumble... questo è un gran bel contributo, grazie.

per il volume delle cotte gli ammerigani dicono anche 15 se ti porti mosto pulito e lievito non violento. Anche di più se si usano anti-foam come fermcap-s e simili (non fucilatemi ma ho una formazione chimica alle spalle e non sono un purista ma punto al risultato).

I keg che ho acquistato hanno la valvola di sicurezza, non ci dovrebbero essere problemi di bombe! ehehe

Edited by RasAle

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...