Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Infatti uso us05 che ha un'attenuazione media 80%,l'altro della fermentis anche,poi dipende da temperatura mash e grist,l'idea è di stare sui 66° malto base con 5% di cristal,da valutare l'aggiunta di estratto di malto per compensare l'efficienza visto la alta og

Share this post


Link to post
Share on other sites

se ho capito bene fai riferimento all'ex abbey ... non voglio dirti sciocchezze ma quest'ultimo dovrebbe avere una flocculazione meno pulita dell'us05 ... uno è più americano l'altro più belga come stile ... quindi non proprio in stile con BW tradizionali tipicamente inglesi .. ( per questo ho fatto l'errore di sbagliare lievito :D ) ... aldilà dello stile secondo me US05 è un treno abbastanza neutro ... quindi utilizzerei questo ... ma pesa bene le mie parole non sono un esperto :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per l'ex abbey volevo sapere se era molto caratterizzante visto che è belga,altrimenti opto per m42,qualcuno ha avuto esperienze con alte og con questo lievito?Anche se i lieviti mj non li uso tanto,ho usato m31 che dopo 7/8 mesi e ripartito in boccia anche se poco,peccato aroma e sapore non era male in stile,m21 si è piantato in fermentazione e poi e ripartito sempre in fermentazione,in realtà sapevo che per una buona weiss bisogna usare i liquidi ho provato e non mi è piaciuto anche come aromi e sapore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Us 05 va sicuramente sopra i 9, se lo vuoi più cicciotto m15

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minutes ago, EnzoR said:

Us 05 va sicuramente sopra i 9, se lo vuoi più cicciotto m15

Con Peppo e Italo, quello appena imbottigliato una ventina di giorni fa 12 e spicci...dritto e diretto senza tentennamento alcuno.:D

Ero già arrivato ad 11 abbondanti con centenaria.;)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok grazie per le dritte :good:,vado di us05,per la bollitura faccio 1,5 o 2 ore,io di solito ho un'efficienza di 70%,sicuramente sara più bassa (anche se nella triple ho perso 3 o 4 punti og),come compenso?Zucchero o estratto?Per l'estratto dovrei acquistarlo in erboristeria un po scuro ma non importa,lo zucchero non vorrei che mi secchi molto la birra e qui magari alzo di un grado in mash...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei provare ad usare delle scaglie di quercia e per sterilizzare vorrei immergerle nel rum o whisky,qualcuno ha esperienze in merito?Vorrei capire quanti giorni di macerazione nell'alco converrebbe farel,nella birra pensavo dai 7 ai 10 giorni,qualcuno ha già provato

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours ago, Giuseppe V said:

Vorrei provare ad usare delle scaglie di quercia e per sterilizzare vorrei immergerle nel rum o whisky,qualcuno ha esperienze in merito?Vorrei capire quanti giorni di macerazione nell'alco converrebbe farel,nella birra pensavo dai 7 ai 10 giorni,qualcuno ha già provato

Io le mie le conservo proprio nel Whisky.

Però prima le faccio bollire un 10 min circa.

Solo dopo le metto nel liquore.

Operazione che faccio sempre anche al termine del loro utilizzo nel mosto.

Per tempi e quantità va molto ad occhio e a piacere personale....non e semplice dare quantità e tempistiche.

Anche perché le mie han già fatto un po' di fermentazioni e probabilmente non caratterizzano più come all'inizio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che whisky usi?Io stavo pensando ad un bourbon jim beam,jiak daniel honey ma ho paura che il miele mi da molta dolcezza nella birra,ho parlato con un amico barista e mi regala un quarto di bottiglia di jim,per altra roba mi farà un prezzo scontato...,la quantità penso 60 g per 20 litri,la macerazione vorrei fare sui 10 giorni anche più e in fermentazione sui 7 giorni,anche se caratterizza abbastanza la birra è da bere fra un anno abbondante quindi non penso che non avrò problemi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il whisky non stare a sprecare roba potabile..
Meno costa e meglio è..
Non dico proprio quello da discount, ma già un 10€ a bottiglia sono troppi..
Se te lo regalano, tanto meglio.. :D
Alla fine non sarà il whisky a caratterizzarti la birra!

Il jack daniel honey però non è decisamente un whisky.. Lascialo perdere..

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok,il jim beam me lo regala,infatti non volevo spendere tanto per il whisky 8volevo spendere 0),col barista compenso con le mie birre,anche perchè mi riempie di bottiglie vuote e a volte mi da bottiglie scadute da poco,io gli ho detto di non prendere tanta birra qui nel paesino la gente non spende per birra artigianale,mi ha regalato una cassa di sierra nevada stout,ciuff solei qualche decina di bottiglie e altre non ricordo...si fa convincere dal rappresentante...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uso na robaccia da discount....che poi quello che usavo prima non era nemmeno malaccio....ora finita bottiglia ne ho preso un'altro ma questo fa cacare davvero...ahahah

Infatti lo uso per gorgogliatore.

Ma come giustamente dice Tyrion non caratterizza nella maniera più assoluta birra.;)

A me interessa più alcol che ha...per conservare chips.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se fai bollire le chips poi perdi molto,  la mia esperienza e stata buona (nonostante le ho usate al contrario di come viene detto).

Le ho lasciate 3/4 settimane coperte dal whisky e poi le ho messe in una damigiana (whisky compreso) dove le ho lasciate per un anno con la birra a maturare, nessuna infezione e il risultato e stato molto positivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perdonatemi l'intrusione, a me è capitato di farne un paio di BW e ho un caratellino da 10l che ha sete, prima o poi dovrò dargli da bere.

Per esperienza quando faccio queste birre che alla lunga possono fregarti, mi trovo qualcosa per evitare di imbottigliare troppo prematuramente, mi spiego: l'ultima quadrupel l'ho passata nella botticella per un mese, se doveva far qualcosa nelle tre settimane di fermentazione e nel mese in botte, penso l' abbia fatta, la sint 2000 2.0 si è fatta un 7 settimane tra fermentazione e passaggio in chips, la prima sint 2000 l'ho splittata con un mangrove e l'us05 ma poi il primo non mi ha attenuato a dovere e ho riunito, anche li la fermentazione è durata un bel pò ma nessuna di queste birre ha osato ripartire in bottiglia. In questi casi la bottiglia può e deve aspettare, pazienza ci vuole.

Ora di una cosa vorrei spiegazione: perchè fare un barleywine con l'us05? Perchè farci una bitter o una stout che siano sullo stile e sulla luppolatura british? Chi ha assaggiato qualcosa di Samuel Smith (toglietevi il cappello.......rimettetevi il cappello) capisce al volo che il lievito entra a far parte attiva degli aromi della birra, posso capire una versione americana ma per le birre del regno unito a mio parere ci vuole un lievito adatto, S04 è una gran bella bestia che regge fino a 15 gradi alcolici (ci ho fatto un idromele che si è fermato li) e comunque affidabile quanto l'US05, per l'attenuazione apparente che è più bassina, basta regolare il mash sul lievito e siamo a posto. Ci sono poi il Windsor e l'empire ale di mangrove, ma sono dei lieviti difficili, attenuano poco, a volte ripartono in boccia, forse meglio dell'S04 come aromaticità, ma ben più pericolosi, basta saperlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, megavherr said:

 

Ora di una cosa vorrei spiegazione: perchè fare un barleywine con l'us05? 

E perché non farlo?

Ovviamente dipende da cosa uno vuole.

Se una e una gran bella gnocca...resta bella e gnocca pure nuda....anzi di più!:D

Se inizi a mettergli roba addosso per coprire la mortifichi e basta.;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
E perché non farlo?
Ovviamente dipende da cosa uno vuole.
Se una e una gran bella gnocca...resta bella e gnocca pure nuda....anzi di più!
Se inizi a mettergli roba addosso per coprire la mortifichi e basta.
Sto imparando ad apprezzare le birre inglesi, mi sono accorto che la caratterizzazione del lievito fa veramente tanto, non dico per gli stili inglesi brassati in Italia, ormai si sono uniformati nel non considerare questa cosa, ma bevendo una beamish, nella quasi totalità delle smith, un po' meno nella guinness, ma ti sto dicendo solo le più comuni, il lievito è tutt'altro che neutro, entra nell'equilibrio della birra, se nelle belghe il lievito fa l'80% del bouquet, credo che nelle british autentiche un buon 50% sia merito delle bestioline

Inviato dal mio ASUS_Z012S utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minutes ago, megavherr said:

Sto imparando ad apprezzare le birre inglesi, mi sono accorto che la caratterizzazione del lievito fa veramente tanto, non dico per gli stili inglesi brassati in Italia, ormai si sono uniformati nel non considerare questa cosa, ma bevendo una beamish, nella quasi totalità delle smith, un po' meno nella guinness, ma ti sto dicendo solo le più comuni, il lievito è tutt'altro che neutro, entra nell'equilibrio della birra, se nelle belghe il lievito fa l'80% del bouquet, credo che nelle british autentiche un buon 50% sia merito delle bestioline

Inviato dal mio ASUS_Z012S utilizzando Tapatalk
 

Boh la ris di samuel, che e una grandissima ris, non ricordo sto profilo del lievito in primo piano....anzi.

Poi ovvio che se parliamo di bitter o altri stili simili allora hai perfettamente ragione....magari con il 50% hai esagerato un (bel) po'....ma ok.

Ma su un bw francamente non so quanto possa andare ad aggiungere.

Poi ripeto, dipenda da quello che uno vuole...io voglio il malto a farla da padrone, deve essere lui il sole, solo e unico, attorno a cui gira la birra.

Poi se ho aggiunte, tipo botte o altro, a maggior ragione....il sistema diventa binario...e i soli diventano due, il malto e la botte (o altro).

Ma e solo che IO la vedo così.;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minutes ago, conco said:

 

Poi se ho aggiunte a maggior ragione....il sistema diventa binario...e i soli diventano due, il malto e la botte.

Prossimo barley la metto in etichetta! XD

Io invece sono più per malto e lievito ad oggi.. Anche se l'idea di mettere del legno....
Mannaggia a voi.. Prossimo ordine prendo delle chips..
Però concordo su quanto detto, uno può benissimo usare US-05..

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Boh la ris di samuel, che e una grandissima ris, non ricordo sto profilo del lievito in primo piano....anzi.
Poi ovvio che se parliamo di bitter o altri stili simili allora hai perfettamente ragione....magari con il 50% hai esagerato un (bel) po'....ma ok.
Ma su un bw francamente non so quanto possa andare ad aggiungere.
Poi ripeto, dipenda da quello che uno vuole...io voglio il malto a farla da padrone, deve essere lui il sole, solo e unico, attorno a cui gira la birra.
Poi se ho aggiunte, tipo botte o altro, a maggior ragione....il sistema diventa binario...e i soli diventano due, il malto e la botte (o altro).
Ma e solo che IO la vedo così.
La ris di samuel smith è un capolavoro da bere! Il discorso non è quello del lievito che la fa da padrone ma che si integra in tutto quello che c'è, nella ris lo senti ma in sottofondo, per bitter, nut brown ale o altre sue creazioni sale un po' di più, fa il suo mestiere, fa da collante, crea complessità, tutte cose che un lievito neutro non riesce a fare. Dal lievito ti accorgi che chi ha pensato quella birra ha progettato il grist, l'amaro, la sensazione tattile del corpo e via dicendo ma che ci ha sapientemente infilato anche il ruolo del lievito. Per il bw ci vedo la stessa situazione, per me non si vive di solo malto

Inviato dal mio ASUS_Z012S utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha senso usare un 5% scarsi di malto peated in un BW l'idea mi incuriosisce,ne vorrei acquistare 1 kg e usare 0,5 nel BW e il restante in una RIS,ho letto un po ed è molto caratterizzante,qualcuno ha avuto esperienze?Intanto ho messo a macerare le chips....

 

Edited by Giuseppe V

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 hours ago, megavherr said:

La ris di samuel smith è un capolavoro da bere! Il discorso non è quello del lievito che la fa da padrone ma che si integra in tutto quello che c'è, nella ris lo senti ma in sottofondo, per bitter, nut brown ale o altre sue creazioni sale un po' di più, fa il suo mestiere, fa da collante, crea complessità, tutte cose che un lievito neutro non riesce a fare. Dal lievito ti accorgi che chi ha pensato quella birra ha progettato il grist, l'amaro, la sensazione tattile del corpo e via dicendo ma che ci ha sapientemente infilato anche il ruolo del lievito. Per il bw ci vedo la stessa situazione, per me non si vive di solo malto emoji23.png

Inviato dal mio ASUS_Z012S utilizzando Tapatalk
 

 

21 hours ago, conco said:

Poi ripeto, dipende da quello che uno vuole...

Più chiaro di così Mega....non voglio entrare in un ginepraio come quello che ho appena letto sulle old ale...mi hai fatto venire quasi il mal di testa.....ahahahah...e tra l'altro da lassù stanno a ride quelli che nel 1800 facevano le old ale....:D

Edited by conco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il peated noi lo usiamo quasi sempre in questo stile in dosi omeopatiche, non vogliamo che si senta ma aiuta (secondo noi) la beva

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×