Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
tbone73

Costruzione Kegerator: il frigo

Recommended Posts

Da più parti mi sono giunte richieste di approfondire la costruzione e la gestione del kegerator. In questa prima parte cercheremo di analizzare le varie possibilità che abbiamo per la macchina che deve tenerci freschi i fusti. 

Abbiamo essenzialmente 2 strade percorribili, possiamo partire da un frigo o da un congelatore a pozzetto. Io ho utilizzato entrambe le opzioni...forse qualcuno ricorda le foto del mio vecchio kegerator..

La scelta tra le due opzioni, a parte chiaramente chi ne ha già uno d'avanzo che può impiegare allo scopo, dipende principalmente da quanti fusti (e di quale tipo) volete accomodare nel frigo. Dei tipi di fusto esistenti, nello specifico, ne parleremo approfonditamente un'altra volta..vi basti sapere che di solito, a parità di ingombro, i congelatori riescono ad offrire uno spazio meglio sfruttabile. 

Ciascuna delle due categorie, per i nostri scopi, ha pregi e difetti, che vedremo di seguito. Andiamo ad analizzare le opzioni una alla volta. 

FRIGORIFERI

Volendo costruire un kegerator partendo da un frigorifero la prima scelta da fare è dove mettere il/i rubinetto/i. Ci sono 2 opzioni, SULLO SPORTELLO oppure con una COLONNA

Fissare il rubinetto allo sportello esclude la possibilità di danneggiare parti del circuito refrigerante che spesso si trovano affogate nell'isolante, nelle pareti e nel cielo dei frigoriferi. Ma soprattutto ho tutta la linea della birra al fresco, ad esclusione del rubinetto. Si pratica con una fresa a tazza per metallo un foro da 26 o 27mm (i rubinetti europei hanno tutti filettatura 5/8'), dall'interno dello sportello faremo con un taglierino un foro più largo (eliminando l'isolamento necessario) visto che si dovranno inserire rondella e controdado, si monta il rubinetto dall'esterno, si stringe il controdado e via..

Utilizzare una colonna invece ha dei pregi prettamente estetici: si trovano colonne molto belle. Avremo però tutta la colonna esterna al frigo, al caldo..la prima pinta di schiuma non ve la toglie nessuno! Qualcuno si ingegna ricircolando nella colonna liquido freddo contenuto in una tanica nel frigo stesso, ma il problema è solo mitigato, non risolto. D'altro canto, nel caso di frigo sottobanco, montare il rubinetto sullo sportello significa trovarselo molto basso, poco comodo, quindi in questo caso di solito si opta per la colonna. E qui vengono i dolori: forare il cielo di un frigorifero è un rischio, c'è la seria possibilità di fare danni. Quindi il lavoro andrà fatto con estrema cautela. Durante il normale funzionamento del frigo ci sono parti esterne che si riscaldano: se individuiamo quelle parti, segnandocele magari con una matita, avremo un'idea del percorso del circuito, anche se non preciso al 100%. A quel punto con una fresetta del dreamel o simili andremo ad aprire la lamiera superficiale del frigo in una zona dove pensiamo non ci siano tubi, con un cacciavite o simili e molta delicatezza andremo a scavare nell'isolamento fino ad arrivare al rivestimento interno. Forato quello potremo montare la nostra colonna. I nostri lavori sul frigo finiscono qui: non abbiamo bisogno di alcun intervento alla parte elettrica del frigo, visto che in linea di massima lavora a temperature idonee al nostro uso. Avremo bisogno di fusto, tubi, raccordi, attacchi, bombola co2 e regolatore..che vedremo un'altra volta. 

CONGELATORI

Con un congelatore le cose si complicano un pochino ma si ottengono, secondo me, benefici che giustificano il lavoro aggiuntivo. Anche in questo caso abbiamo 2 strade percorribili, montare i rubinetti sul frontale o sullo sportello orizzontale di apertura. La scelta implica, in ogni caso, del lavoro di falegnameria. Se guardate l'interno di un pozzetto noterete che tutti o quasi hanno uno scalino interno, sotto il quale è posizionato il motore. Ora, quello scalino porta via spazio in altezza e, soprattutto se usiamo dei cornelius keg o dei fusti comunque stretti e alti, non ci permette di sfruttare correttamente lo spazio. 

Montare i rubinetti sul frontale significherebbe forare la parete del congelatore, con gli stessi rischi che abbiamo visto per i frigoriferi. Inoltre non posso posizionare i fusti, se del tipo stretto e alto, sopra lo scalino del motore perché non riuscirei più a chiudere il pozzetto. Che fare? Colgo 2 piccioni con una fava, aumento l'altezza del pozzetto. e sulla "prolunga" monto i rubinetti. E' quello che HO FATTO IO. Con questo lavoro mi entrano perfettamente 3 cornelius keg da 18 litri. Non è complicatissimo, ci vuole però tempo, pazienza e un po di precisione. Nel mio caso ho realizzato un rialzo di 20 cm con un multistrato da 38mm di spessore, in modo che fungesse anche da isolamento. Il concetto è che va replicata esattamente la battuta originale dello sportello sul legno, in modo che le guarnizioni facciano il loro dovere. Le cerniere sono quelle originali, vengono solo spostate più in alto e fissate sul legno con sistemi idonei. Tra il rialzo in legno e la vecchia battuta dello sportello va interposto un sigillante, io ho usato quella pasta scura che si mette tra lavello e piano di lavoro nelle cucine. Una volta realizzato il rialzo è tutto facile perché si lavora col legno: forare il legno per montare i rubinetti, fissare regolatori, bombole, tubi e accessori vari..è una buona idea inserire una ventolina (come ho fatto io) nella parte alta che "spinga" verso il basso per evitare che nella parte in legno si stratifichi aria calda. 

Montare i rubinetti sul coperchio del congelatore richiede altrettanto lavoro, se non di più. Di solito chi opta per questo sistema non ha bisogno di aumentare l'altezza del pozzetto perché utilizza fusti di forma bassa e larga. Lavorando sul coperchio possiamo montare una colonna come quelle utilizzate sui frigoriferi di cui abbiamo parlato prima oppure realizzare un COFFIN BOX. La prima opzione la eliminerei, ha lo stesso problema di calore e schiuma di prima. Il coffin box invece, se ben pensato e realizzato, può mantenere l'intera linea al fresco. Si tratta di costruire una scatola in legno ben isolata termicamente su cui montare i rubinetti, e praticare delle aperture nel coperchio del pozzetto per far passare i tubi. infine si deve realizzare un sistema di passaggi (andata e ritorno) di aria fresca tra box e congelatore attraverso l'uso di ventoline. Il coffin box ha un impatto importante sul peso del coperchio e non va sottovalutato l'ingombro della scatola aggiuntiva montata sul coperchio quando sarà necessario aprirlo per cambiare fusto o fare manutenzione al kegerator. 

Ma, a prescindere da dove monteremo i rubinetti, non dobbiamo dimenticare di avere a che fare con congelatori che, come tali, appena accesi cercheranno di abbassare la temperatura sotto lo 0 e questo a noi non va bene. Per evitare che questo succeda dovremo usare un termostato: personalmente ho preferito non bypassare quello originale, in modo un giorno da poter ripristinare il congelatore al suo uso originale. Quindi ho semplicemente collegato il filo del congelatore a un TERMOSTATO DA CELLA FRIGO che ho messo direttamente nel kegerator. Nulla vieta di usare un classico STC1000 o simili. 

 

Ho cercato di illustrarvi le possibilità di realizzazione e le configurazioni più utilizzate. Appena avrò tempo parleremo di fusti, raccorderia, tubi, regolatori di pressione e bombole co2. 

  • Like 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il tou freezer a pozzo da quanti litri è?

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...