Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
tbone73

Carbonazione forzata di un keg e pressione di servizio: facciamo chiarezza

Recommended Posts

Come da titolo, provo a spiegare i concetti che stanno alla base della carbonazione forzata di un fusto. Vedremo che questo ci interessa anche se quel fusto lo carboniamo col priming e poi lo andiamo a mettere in un kegerator. Dato che non sono un'ingegnere potrei scrivere qualche castroneria/inesattezza che vi invito a segnalarmi. 

Partiamo dal concetto che un gas tenderà a entrare in soluzione con un liquido se sottoposto ad adeguata pressione. A pressione e temperatura fisse, i due fluidi giungono a un punto di equilibrio in cui il gas smette di disciogliersi nel liquido. Se aumentiamo la pressione il gas ricomincerà a disciogliersi nel liquido fino al punto di equilibrio successivo. Se manteniamo la pressione stabile ma abbassiamo la temperatura succederà la stessa cosa, il gas comincerà a disciogliersi nel liquido fino al punto di equilibrio. In pratica possiamo dire che la quantità di gas disciolti in un liquido è direttamente proporzionale alla pressione e inversamente proporzionale alla temperatura. Per approfondimenti QUI trovate la legge di Henry, magari spiegata un pò meglio:D 

Tutto questo per introdurvi alla tabella sotto. Nell'asse verticale trovate la temperatura del liquido in gradi centigradi, nell'asse orizzontale la pressione in kilopascal (1kpa=0.01bar) 

Cosa ci dice questa tabella? Che, ad esempio, se ho un fusto di IPA non carbonata nel kegerator, a 5°C, e voglio una carbonazione di 2.3 volumi di co2, dovrò settare il regolatore di pressione a 0.7bar. Ok ma in quanto tempo avremo la carbonazione desiderata? Già, perchè il gas impiegherà del tempo a disciogliersi nella nostra birra..nella mia esperienza in circa 10 gg si ottiene la carbonazione desiderata di un fusto da 18 litri a temperatura di servizio (5-7°C), ovvero il gas raggiunge il punto di equilibrio e smette di disciogliersi nella birra. Il tempo impiegato è anche funzione della quantità di liquido: un fusto da 9 litri o anche uno da 18 riempito a metà impiegherà meno tempo a raggiungere l'equilibrio.

Questo discorso è molto importante anche se al mio bel fusto di IPA ho fatto il priming e quindi è già carbonato: se lo metto nel kegerator a 5°C e, per dire, regolo il gas a 1.5bar tra qualche giorno mi troverò la mia fantastica ipa carbonata a 3.4vol, come un lambic! Quindi la tabella ci darà la giusta pressione da impostare anche in caso di birra già carbonata. 

Qualcuno dirà: ma possibile che devo aspettare 10 giorni per bere la mia IPA con carbonazione forzata? A questo punto faccio il priming! Giusto. La risposta è si, si può fare una carbonazione forzata più veloce, ma bisogna prestarci attenzione, arrivarci per gradi, il rischio è di sovracarbonare e poi tornare indietro non è facile. Ci sono diversi metodi. Alcuni raffreddano il fusto, collegano co2 e regolano a 2.5-3bar, staccano il gas, agitano il fusto, poi riattaccano il gas... ripetono il tutto 10-15 volte. In questo modo puoi avere un fusto carbonato in 30 minuti ma non sai a quanto lo hai carbonato..poco? troppo? boh.. e poi non mi piace shakerare la mia amata birra.

Io se vado di fretta faccio così: fusto da 18 litri raffreddato a 2-3°c attacco gas e regolo riduttore a 2 BAR. Dopo 24 ore sgaso il fusto e regolo a 1.2 BAR. Dopo 24 ore sgaso e regolo a pressione e temperatura di servizio. Normalmente 1 o 2 giorni dopo è perfetta. 

Spero di aver chiarito le idee a chi aveva chiesto informazioni e spero di non aver sbagliato sezione; in tal caso invito i moderatori a spostare la discussione nella sezione corretta.

force_carbonation.png

  • Like 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi intrometto con domande banali banali, una volta riempito il fusto va carbonato subito o può restare li fermo un tot di tempo sigillato ? Immagino abbia guarnizioni a tenuta che ogni tot si sostituiscono.
mentre gli attacchi jolli come si puliscono?

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente una volta riempito il fusto se voglio berlo a breve lo metto nel kegerator e inizio subito a carbonarlo, altrimenti metto lo zucchero per il priming..perché dovrei lasciarlo a temperatura ambiente senza carbonarlo? Comunque se gli dai un po di pressione per sigillarlo non vedo motivo per il quale non possa attendere non carbonato. Però, ripeto, non ne vedo il senso. 

Si, i cornelius keg hanno diverse guarnizioni, tutte sostituibili quando necessario. 

Gli attacchi jolly, una volta smontati dal fusto, li metto a bagno in soluzione detergente (soda o altro), poi li risciaquo, sanifico e rimonto subito prima di infustare. Potrebbe essere utile un esploso dei cornelius. Quelli con attacco che noi chiamiamo jolly in realtà si chiamano ball lock, mentre quelli della coca cola si chiamano pin lock.

kegdiagrams.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aspetta..ma tu con "attacchi" intendevi quelli sul fusto o quelli montati sul tubo? La mia risposta era relativa a quelli in acciaio attaccati al fusto che sarebbe meglio chiamare "post" . Gli attacchi jolly sono quelli in plastica da collegare, tramite tubo, al regolatore di pressione e al rubinetto. In pratica: QUESTI sono i post e QUESTI  sono gli attacchi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capito tutto , ma un fusto col ball lock si può trasformare quindi in PIN lock basta cambiare l attacco o hanno filetti diversi?

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci potresti fare una lista di quello che serve? Magari con qualche link...

Inoltre vedo che questo keg non sono proprio economici, anzi se penso che se voglio infustare tutte le cotte me ne servono almeno 4, mo li vado a fregare in giro XD

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si trovano anche usati a 30/40€ l'uno. Per la lista e guida dovete darmi un po' di tempo, mi viene scomodo farlo col cellulare..quando torno a casa ho il pc e la provo a fare:good:

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questi che attacchi hanno?614df433893a291bc8f1be1eda2657a0.jpg6565ec4f29850eaaa5c9491db19d5e0b.jpg

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono pieni di resina a scambio ionico per demiberalizzare acqua penso che basta na bella lavata e via festa che dite?

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne ho recuperato uno usato per lo stesso scopo. Purtroppo non ne ho trovati altri.

A quanto mi hanno detto, l'azienda che li usa per le resine, spesso non ritira i fusti con le resine usate ma ne manda di nuovi con resina nuova.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sapevo che li usassero per fare versioni saccopeliste degli addolcitori a scambio ionico... :lol:

Comunque confermo che si possono riutilizzare tranquillamente previo svuotamento e risciacquo accurato.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
41 minutes ago, Vale said:

Non sapevo che li usassero per fare versioni saccopeliste degli addolcitori a scambio ionico... :lol:

 

Vale, ma sei tornato in terra teutonica???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma la resina esausta è da buttare o la rigenerano?

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se è esausta viene buttata quindi ci sta che non vigliano ritirarla. I fustini evidentemente li pagano molto meno di noi, altrimenti a 90€ al pezzo se li riprenderebbero di sicuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Tyrion132 said:

Vale, ma sei tornato in terra teutonica???

No, sempre in Italia e sempre a spasso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours ago, Vale said:

No, sempre in Italia e sempre a spasso...

Ah..
Perchè in genere diventavi simpatico quanto nel messaggio sopra solo quando eri in Germania! :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

La buttano, anche perchè a quanto ho visto si tratta di un letto misto di resine anionica e cationica e quindi prima di rigenerarle dovrebbero separarle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque i fusti non è che non li ritirano o siano a noleggio, vengono pagati assieme alla resina nel primo acquisto poi ti paghi la ricarica, forse riesco a tarmarne due

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho smontato e pulito i fusti ma ho visto che sia ingresso cioddue che uscita sulla astina di metallo ci sono dei filtrini in plastica penso servissero per non fare uscire la resina@dfat te li hai levati? Mi sa che poi l astina pescante l hanno accorciata si può sostituire immagino ma smontare mi sembra non semplice, suggerimenti?

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho capito, vuoi smontare il tubetto di pescaggio, quello lungo che arriva sul fondo? Basta svitare i post con una 22 e i tubetti si sfilano, entrambi, sia quello lungo che quello corto. Comunque se è stato accorciato poco non è un problema, quei fusti di solito dentro hanno un avvallamento in corrispondenza di dove arriva il tubetto di pescaggio, serve per avere lo svuotamento totale, o quasi. In quella zona nei nostri fusti c'è principalmente lievito e residui vari che è meglio rimangano li. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok grazie proverò perche hanno messo sti filtrini penso per non fare passare le palline di resina e non credo siano food grade e comunque volevo smontare tutto

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tbone73 quando ci fai il capitolo delle bombole e manometri e spine? Hai qualche rivenditore da consigliare? Perché mi son procurato intanto fusti è un piccolo congelatore e debbo prendere i pezzi che mancano!!

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×