Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
blacks

aromatizzare birra con malto pronto

Recommended Posts

Buongiorno,

so che l'argomento sarà trito e ritrito, ma più cerco e più mi si confondono le idee.

Se io faccio la birra con dei malti pronti (nello specifico ho fatto una 86 days cooper ed ora ho in preparazione una sparkling ale cooper), posso o non posso aromatizzarla in qualche modo?

Che ne so, con qualcosa al miele, che è la prima cosa che mi viene in mente. Inoltre, è meglio usare aromi alimentari concentrati, o direttamente il miele o le spezie o i frutti o quel che è?

Ma sopratutto: quando andrebbe fatta questa aromatizzazione?

mi riferisco come detto alla sola birra in KIT pronto!! niente EG o AG, visto che non sono attrezzato!

Grazie a tutti e buona giornata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Puoi aromatizzare un po' con quello che ti pare ma il discorso è un altro: perché peggiorare i kit che sono di per sé scadenti facendo in modo che il risultato si allontanerà ancor di più da una buona birra? :)

P.S. Se ti fossi informato meglio sapresti che per l'E+G non ti serve affatto dell'attrezzatura che non sia quello che già hai in cucina. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mi sono informato quasi per nulla sull'e+g in realtà, sarei passato direttamente ad AG...a meno che me lo sconsigliate! mi pare di aver capito che è una specie di step intermedio di cui si può fare a meno.

 

Quindi dici che qualsiasi aromatizzazione non farebbe che peggiorare il malto pronto? Che ne pensi se tra un 4-6 mesi passo direttamente ad AG quindi ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me l'E+G non è un passo intermedio. Secondo me l'E+G è il primo passo da compiere per un homebrewer data la sua semplicità (considera che i grani non sono necessari in questa tecnica e si tratta di bollire solo una parte dell'estratto col luppolo). :)

Poi ovviamente troverai chi dice che è meglio iniziare con i kit ma io non sono tra quelli, come scritto più volte.

Aromatizzare i malti pronti non solo ti dà un risultato incerto ma ti fa perdere di vista lo spirito dell'homebrewer neofita che è quello di avere una birra quanto più vicina alle buone birre artigianali che trovi in commercio (quando si diventa un po' più bravini lo spirito è quello di brassare birre migliori di quelle in commercio e con una buona dose di personalità).

Insomma, "buttarla in caciara" con miele, spezie e quant'altro per me è un grave errore, quasi quanto utilizzare un lievito sbagliato, nella quantità sbagliata e alle temperature sbagliate. :)

Edited by Vinc

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minutes ago, blacks said:

non mi sono informato quasi per nulla sull'e+g in realtà, sarei passato direttamente ad AG...a meno che me lo sconsigliate! mi pare di aver capito che è una specie di step intermedio di cui si può fare a meno.

Però giustamente tu dici che l'attrezzatura per AG è cara..
Per cominciare a fare qualche cosa e con un'attrezzatura minima(giusto una pentola da 15litri se non erro) inizi a combinare qualcosa.. E almeno scegli tu che birra fare, non il produttore di kit.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute ago, Tyrion132 said:

(giusto una pentola da 15litri se non erro) inizi a combinare qualcosa

Te la cavi addirittura anche con 8-10 litri. ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, Vinc said:

Secondo me l'E+G non è un passo intermedio. Secondo me l'E+G è il primo passo da compiere per un homebrewer data la sua semplicità (considera che i grani non sono necessari in questa tecnica e si tratta di bollire solo una parte dell'estratto col luppolo). :)

Poi ovviamente troverai chi dice che è meglio iniziare con i kit ma io non sono tra quelli, come scritto più volte.

Aromatizzare i malti pronti non solo ti dà un risultato incerto ma ti fa perdere di vista lo spirito dell'homebrewer che è quello di avere una birra quanto più vicina alle buone birre artigianali che trovi in commercio.

Insomma, "buttarla in caciara" con miele, spezie e quant'altro per me è un grave errore, quasi quanto utilizzare un lievito sbagliato, nella quantità sbagliata e alle temperature sbagliate. :)

Vinc sa perfettamente come la penso a riguardo, ma visto che il nostro amico è agli inizi, mi ripeto.. :)

Vera la prima parte.. Un po' rimpiango di non aver fatto E+G per più tempo..
Iniziare però con i kit, ovvero dovendo solo controllare la fase di fermentazione(e PULIZIA!!!) è una gran cosa secondo me.. E da un'idea di quanto possa piacere la cosa.. Tanti che conosco si sono fermati quando han capito cosa volesse direi tenere pulito tutto(fermentatori, attrezzi, BOTTIGLIE!!!)

Quoto al 100% quanto detto sui kit.. Se arrivi a volerli modificare, tanto vale passare all'E+G.. Assolutamente..

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene allora direi che per questo giro (che è in corso) ed il prossimo (dato che voglio rifare un lotto di "86 days" di scorta) vado avanti con il kit, ma già da ora mi informo bene su EG visto quanto mi avete detto! Se senza spese riesco ad ottenere un prodotto più personalizzato e di qualità, ben venga e mi organizzo per questo inverno!

Comunque già il kit, che per voi sarà ormai superatissimo, a me ha dato molta soddisfazione, sia per il gusto di averlo fatto sia (sopratutto) per il risultato, che non mi spiace per nulla

 

edit: dimenticavo, grazie molte  per i vostri interventi!

Edited by blacks

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma è normale che sia così. Poi quando sarai passato all'E+G e assaggerai rimarrai talmente di stucco che cambierai opinione rispetto alle birre precedenti, è un dato di fatto. ;)

Buone cotte e buono studio (senza il quale il tuo hobby durerà poco come un bicchiere di un'ottima pils al termine di una lunga giornata estiva :D )!

 

P.S. Dimenticavo: nonostante tu faccia i kit è buona norma utilizzare lieviti specifici per gli stili e alle temperature specifiche consigliate dai produttori.

Esempio: la sparkling ale pare sia una golden ale quindi andrebbe bene un lievito Fermentis US-05 fatto fermentare a 17-18°. La 86 days invece pare sia una pilsner quindi andrebbe più che bene un Fermentis W-34/70 tenuto a 12°.

P.P.S. È buona norma utilizzare estratto di malto secco al posto dello zucchero nella stessa quantità oppure malto liquido in proporzione 4/3.

Edited by Vinc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto Vinc e aggiungo fatti qualche altro kit e soprattutto una camera di fermentazione per fare lavorare bene i lieviti, non fare come ilrost che ha speso na fortuna in impianti automatici e non aveva un caxxo di frigo da 20 euro( senza offesa@ilrost)

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

:D

Eh già, la fermentazione è la parte più importante di tutto il processo: se la ricetta (o il kit) fa schifo ma la fermentazione è buona allora la birra sarà comunque decente; se la ricetta è ottima ma la fermentazione non è curata, la birra farà schifo al 110% (anche questo è un dato di fatto ed è più certo della morte). :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minutes ago, Pils said:

Quoto Vinc e aggiungo fatti qualche altro kit e soprattutto una camera di fermentazione per fare lavorare bene i lieviti, non fare come ilrost che ha speso na fortuna in impianti automatici e non aveva un caxxo di frigo da 20 euro( senza offesa@ilrost)

Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk
 

Tutti a dare contro @ilrost, povero..
Ma cosa vi ha fatto di male!?!?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh già, controllare la temperatura in fermentazione è davvero importante hahaha

Comunque l'e+g aiuta a smorzare il costo dell'acquisto dell'attrezzatura per l'AG.

Io non faccio testo, ma seguire la strada kit/e+g/AG è una scelta sensata

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Vinc said:

P.S. Dimenticavo: nonostante tu faccia i kit è buona norma utilizzare lieviti specifici per gli stili e alle temperature specifiche consigliate dai produttori.

Esempio: la sparkling ale pare sia una golden ale quindi andrebbe bene un lievito Fermentis US-05 fatto fermentare a 17-18°. La 86 days invece pare sia una pilsner quindi andrebbe più che bene un Fermentis W-34/70 tenuto a 12°.

P.P.S. È buona norma utilizzare estratto di malto secco al posto dello zucchero nella stessa quantità oppure malto liquido in proporzione 4/3.

ecco questa è una cosa interessante. ci avevo pensato e visto che me lo confermi farò proprio così, mi procuro un W-34-70

Riguardo la camera per fermentare ho un mini ripostiglio in cucina che uso solo per questo, che ora fa' la bellezza di 26 gradi. Se riesco a raffreddarlo questo inverno ci infilo un lievito di quel tipo, altrimenti dovrò valutare la cantina!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza una camera di fermentazione, evita di usare lieviti a bassa( come quello citato).. oltre a fermentare a bassa temperatura, serve anche lagerizzare..

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora è il caso che allestisca la camera...vedo che si puo fare con poco con del fai da te,ci devo studiare

Inviato dal mio HUAWEI LYO-L01 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io penserei prima a prendere quel poco di attrezzatura necessaria a fare e+g..

Vero che bisogna fare lavorare il lievito alle sue temperature, ma è anche vero che si possono usare lieviti c'è fermentano alle temperature che hai a disposizione.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema è che questo mini ripostiglio potrebbe avere poi sbalzi considerevoli...magari questo inverno mi ritrovo 18 gradi,poi 22 poi 15...se trovo un frigo usato magari preferirei sistemare la questione per non rimanere fregato!

Inviato dal mio HUAWEI LYO-L01 utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×