Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

OK quindi il problema c'è come per un idrometro normale, per avere una misura precisa è comunque necessario prendere un campione e sgasarlo.

Q. How do bubbles from CO2 affect the Tilt?

A. We recommend putting the Tilt in your beer prior to pitching yeast, this will ensure any bubbles will not affect initial readings. Bubbles from dissolved CO2 may cause higher than expected readings for a short time if placed in an active fermenting brew. However, this can be sped up if washed with alcohol (i.e. Everclear). 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me poi il giovedì mattina cammina il cervello, a volte pensa boiate a volte ha colpi di genio e volte non so......oggi per me è il terzo caso, non so.

Ho ancora a casa il WLP540 da destinare a una dubbel, il pensatone possibile sarebbe quello di fare una cotta starter di solo estratto e luppolo in stile trappist single, da una quindicina di litri per una ogi tra 1.045 e 1.050, inoculando il lievito direttamente, senza starter, sulla confezione ci sono le istruzioni e la cosa è fattibile fino a 23l per cotte fino a 1.070, a me sembra una boiata, ma per una og bassa e un quantitativo più basso non ci vedo tanti ostacoli.

La mia ricetta sarebbe di 2kg di estratto e luppolatura con perle e ek golding, @Vale secondo te è fattibile?

Non ho capito bene se vuoi fare una birra di solo estratto o uno starter enorme di ben 15 litri e in questo caso per farci poi cosa... :unknw:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho capito bene se vuoi fare una birra di solo estratto o uno starter enorme di ben 15 litri e in questo caso per farci poi cosa... :unknw:

Ma soprattutto, esistono i calcolatori..

 

Calcola la data di scadenza e guarda se 15l a quell'og puoi farli o meno..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho capito bene se vuoi fare una birra di solo estratto o uno starter enorme di ben 15 litri e in questo caso per farci poi cosa... :unknw:

Allora, brasso una prima birra da solo estratto, una trappist single luppolata con perle e ek golding, una settimana prima della cotta della dubbel, il giorno della cotta la travaso e sul fondo della single ci riverso la dubbel concatenandola.

 

Ma soprattutto, esistono i calcolatori..

 

Calcola la data di scadenza e guarda se 15l a quell'og puoi farli o meno..

Boh, non so, i calcolatori sono generici, le istruzioni sulle fiale le fanno i laboratori che producono, quale la fonte più attendibile? Boh!

Su birramia trovi questo:

http://www.birramia.it/doc/lievito-liquido-white-labs

 

Su the malt miller trovi questo:

http://www.themaltmiller.co.uk/index.php?_a=viewCat&catId=15

 

Non so se la storia del calcolatore con questi nuovi formati va a farsi benedire, in ogni modo, a me la single interessa poco, l'importante è che abbia un buon pitching rate sulla dubbel

Share this post


Link to post
Share on other sites

i nuovi formati hanno di "bello" che tramite il numero del lotto indicato in confezione puoi risalire al calcolo delle cellule al momento della confezione...poi vabbè confezione nuova e menate varie aumentano la longevità  (6 mesi)

 

https://www.yeastman.com/Login/Public/Report/PublicLabQCResult.aspx

 

però dal confezionamento in poi persistono tutti i dubbi che c'erano anche prima...per cui i calcolatori continuano ad avere la loro importanza

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

i nuovi formati hanno di "bello" che tramite il numero del lotto indicato in confezione puoi risalire al calcolo delle cellule al momento della confezione...poi vabbè confezione nuova e menate varie aumentano la longevità  (6 mesi)

 

https://www.yeastman.com/Login/Public/Report/PublicLabQCResult.aspx

 

però dal confezionamento in poi persistono tutti i dubbi che c'erano anche prima...per cui i calcolatori continuano ad avere la loro importanza

Infatti su the malt miller dice che hai tra i 70 e i 140 miliardi di cellule, secondo me l'importanza del calcolatore c'è ancora quantomeno per il conteggio delle cellule necessarie, il mio sta a metà  pressappoco, scade a fine giugno e puoi contare su circa 100 miliardi di cellule, sarei un pelino sotto, ma chissene...boh!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mega ma la concateneresti per un totale di quanti litri?... Ma sempre da estratti la seconda cotta?

 

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

Edited by FabioI

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mega ma la concateneresti per un totale di quanti litri?... Ma sempre da estratti la seconda cotta?

 

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

La seconda cotta è rigorosamente all grain, da dimensionare ma penso non meno di una ventina di litri o anche qualcosa in più, ma se stavolta il lievito mi rifà  lo scherzetto è probabile che divido la cotta in due fermentatori per poi riunire dopo la fermentazione tumultuosa. Vediamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La seconda cotta è rigorosamente all grain, da dimensionare ma penso non meno di una ventina di litri o anche qualcosa in più, ma se stavolta il lievito mi rifà  lo scherzetto è probabile che divido la cotta in due fermentatori per poi riunire dopo la fermentazione tumultuosa. Vediamo.

praticamente avresti una birra fatta con più o meno a metà  con estratti ...non che abbbia qualcosa contro gli estratti eh però ... :unknw:

io il il 540 l'ho usato una volta sola ma sinceramente non mi ha dato sti gran problemi di schiuma... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

praticamente avresti una birra fatta con più o meno a metà  con estratti ...non che abbbia qualcosa contro gli estratti eh però ... :unknw:

io il il 540 l'ho usato una volta sola ma sinceramente non mi ha dato sti gran problemi di schiuma... 

No, non mi hai capito, la prima birra è una cosa a se, la faccio fermentare e la imbottiglio separatamente, sfruttando il suo fondo poi faccio la dubbel ex novo, son due birre con stesso lievito ma evoluzioni separate

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, non mi hai capito, la prima birra è una cosa a se, la faccio fermentare e la imbottiglio separatamente, sfruttando il suo fondo poi faccio la dubbel ex novo, son due birre con stesso lievito ma evoluzioni separate

ah ok sorry non avevo capito... beh ma anche così facendo non capisco tanto il senso della cosa  :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah ok sorry non avevo capito... beh ma anche così facendo non capisco tanto il senso della cosa :huh:

Devo fare un volume di una og che mi richiede uno starter, invece di realizzare lo starter, fermento una birra di volume e og per cui non è richiesto e sfrutto il fondo di questa per fermentare la seconda, più voluminosa e di maggior grado, è una cotta starter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo fare un volume di una og che mi richiede uno starter, invece di realizzare lo starter, fermento una birra di volume e og per cui non è richiesto e sfrutto il fondo di questa per fermentare la seconda, più voluminosa e di maggior grado, è una cotta starter

si questo l'ho capito...non capisco molto l'utilità ...dovrebbe metterti al riparo da un altro eventuale problema di schiuma eccessiva? ... scusa eh, magari sono io che ho letto male fra le righe

Share this post


Link to post
Share on other sites

si questo l'ho capito...non capisco molto l'utilità ...dovrebbe metterti al riparo da un altro eventuale problema di schiuma eccessiva? ... scusa eh, magari sono io che ho letto male fra le righe

Effettivamente si è un poco usciti dal topic, a livello di schiuma non offre vantaggi, ma quantomeno mi evita di star dietro allo starter per tutta la settimana, mi da qualche informazione su attenuazione e temperatura di fermentazione e soprattutto....oh

.....ho della birra in più da bere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma allora lo fai apposta per provocarmi... :diablo:

 

Fai lo starter più grande che puoi e vai con quello che non avrai problemi.

 

P.S. Quella dei due giorni per l'antifoam non so dove l'hai letta, sulla confezione la scadenza è minimo un anno dopo. Conservarlo in frigo insieme al peracetico aiuta a conservare entrambi più a lungo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

.....ho della birra in più da bere

 

su questo non si discute  :good:  :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma allora lo fai apposta per provocarmi... :diablo:

 

Fai lo starter più grande che puoi e vai con quello che non avrai problemi.

 

P.S. Quella dei due giorni per l'antifoam non so dove l'hai letta, sulla confezione la scadenza è minimo un anno dopo. Conservarlo in frigo insieme al peracetico aiuta a conservare entrambi più a lungo.

La birra starter almeno la bevo ho una beuta da 2l e posso farci uno starter a più step da un paio di litri ma è comunque un bello sbattimento, era una cosa che mi è venuta in mente e che penso proverò, vediamo.

P.S:

d2aca8f0863379227c889f4c688449e4.jpg

post-19124-1490273334,1985_thumb.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa me l'ero persa. Considerando che il dosaggio medio consigliato è 20g/hl la confezione da 1kg sarebbe adatta solo a birrifici che fanno almeno 50hl ogni due giorni...

Il mio è da mesi in frigo e funziona ancora benissimo. :unknw:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non per fare sempre il bastian contrario, ma sul sito non c'è scritto come fanno a impedire che le bolle di CO2 che restano attaccate al gadget falsino completamente la misura della densità ...

 

 

C'è un utente del forum, Shockwave82, che ne ha 2. Qualche problemino sulle letture falsate lo ha riscontrato....

Una cosa che da fastidio allo strumento, mi pare, è la schiuma che si forma in fase tumultuosa.

Contattalo! E' molto disponibile e saprà  toglierti ogni dubbio...

 

PS Ha anche fatto un articolo sul Tilt nel suo blog http://www.rovidbeer.it/recensione-del-tilt-hydrometer/ dacci un'occhiata se ti va

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è un utente del forum, Shockwave82, che ne ha 2. Qualche problemino sulle letture falsate lo ha riscontrato....

Una cosa che da fastidio allo strumento, mi pare, è la schiuma che si forma in fase tumultuosa.

Contattalo! E' molto disponibile e saprà  toglierti ogni dubbio...

 

PS Ha anche fatto un articolo sul Tilt nel suo blog http://www.rovidbeer.it/recensione-del-tilt-hydrometer/ dacci un'occhiata se ti va

 

Si, confermo.

Come ho scritto sulla recensione del sito che ha linkato Giuseppe, ho 2 esemplari del TILT e li utilizzo già  da qualche mese. Sono alla nona cotta con questi aggeggi e in 2 casi ho avuto qualche problemino. La prima volta in presenza di troppa schiuma (lievito Belgian Witbier della Wyeast), la seconda volta si è creato uno strano strato di residuo di lievito sulla facciata superiore del TILT (quella che sta fuori dal mosto). Questa ovviamente aveva un suo peso e gravava sul galleggiamento del sensore, falsando la lettura del giroscopio.

Ci tengo a specificare che non ho mai avuto problemi con le bolle di Co2 che sembra si possano "attaccare" al tubo falsando la lettura.

Altro appunto è che con schiuma meno "invasiva" non ho problemi. Ad esempio ho ora in fermentazione una Imperial Stout che sto fermentando con 3 buste di US-05. Ha creato un bello strato di schiuma, ma non è "pannosa" come quella del belgian wit, rimane piu' "leggera" e non falsa il galleggiamento. Per fare un test ho prelevato un campione e  fatto una lettura con densimetro correggendo il valore. Risulta che il TILT misura la giusta densità .

 

Come scritto nell'articolo è un aggeggio che considero ormai fondamentale, ma non mi sento di consigliarlo per via del prezzo. Piuttosto ribadisco che c'è un progetto tedesco per realizzarne un clone e, al contempo, alcuni ragazzi italiani stanno studiando la possibilità  di creare un progetto open source per clonarlo e consentire a chiunque di poterselo costruire artigianalmente, interfacciandolo con Arduino.

Le possibilità  sono tantissime e se riescono nell'intento avremo finalmente un aggeggio utilissimo. Il problema è che ci vuole tempo, sono ancora allo stato embrionale del progetto, ci sono tanti test da fare e il codice da scrivere.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

io il il 540 l'ho usato una volta sola ma sinceramente non mi ha dato sti gran problemi di schiuma... 

Posso chiederti a che temperatura lo hai fatto lavorare e che risultati hai ottenuto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posso chiederti a che temperatura lo hai fatto lavorare e che risultati hai ottenuto?

non ho un bel ricordo, mi aveva tirato fuori un sapore di amaretto che non mi piaceva, però non fa testo perchè non avevo la camera di fermentazione, aveva fermentato alto nei primi giorni e oltretutto era una cotta in E+G

Share this post


Link to post
Share on other sites

...oltretutto ho detto una cazzata perchè ho controllato e avevo usato il 570  :fool:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...