Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Finalmente domenica farò la mia prima cotta in E+G dopo i kit luppolati. Ho una domanda da fare che sicuramente x voi più esperti sarà  di semplice risposta : durante la bollitura dovrò girare spesso il mosto oppure no ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Soprattutto all'inizio per sciogliere bene gli estratti (e ovviamente anche alla fine se fai late addiction).durante la bollitura no,non serve girare..l'importante è che resti una bella bollitura vigorosa

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti conviene far bollire solo una piccola parte dell'estratto (ad esempio 500 g) col mosto proveniente dai grani (per un totale ad esempio di 6 litri) ed il luppolo e aggiungere il restante direttamente in fermentatore, facendolo sciogliere col mosto ancora caldo (sui 40°).

Il resto dell'acqua aggiunta in fermentatore, magari messa in congelatore per qualche ora, abbasserà  la temperatura fino a 20° o meno all'istante.

 

In tal modo eviti la caramellizzazione dell'estratto, il colore della birra sarà  più chiaro, avrai bisogno di meno luppolo per ottenere le IBU desiderate, consumi meno gas, raffreddi in molto meno tempo senza bisogno di serpentine o scambiatori, eviti fastidiose incrostazioni in pentola, usi una pentola più piccola, in 3 ore sbrighi tutta la faccenda.

 

Per il calcolo delle IBU effettive ti basta usare la funzione "diluizioni e concentrazioni" del tuo software di progettazione. Questo è l'unica operazione che ti tocca fare ma che ti costa 3 minuti del tuo tempo. Tutto il resto è a tuo vantaggio.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti conviene far bollire solo una piccola parte dell'estratto (ad esempio 500 g) col mosto proveniente dai grani (per un totale ad esempio di 6 litri) ed il luppolo e aggiungere il restante direttamente in fermentatore, facendolo sciogliere col mosto ancora caldo (sui 40°).

Il resto dell'acqua aggiunta in fermentatore, magari messa in congelatore per qualche ora, abbasserà  la temperatura fino a 20° o meno all'istante.

 

In tal modo eviti la caramellizzazione dell'estratto, il colore della birra sarà  più chiaro, avrai bisogno di meno luppolo per ottenere le IBU desiderate, consumi meno gas, raffreddi in molto meno tempo senza bisogno di serpentine o scambiatori, eviti fastidiose incrostazioni in pentola, usi una pentola più piccola, in 3 ore sbrighi tutta la faccenda.

 

Per il calcolo delle IBU effettive ti basta usare la funzione "diluizioni e concentrazioni" del tuo software di progettazione. Questo è l'unica operazione che ti tocca fare ma che ti costa 3 minuti del tuo tempo. Tutto il resto è a tuo vantaggio.

Grazie x il consiglio. Io pensavo di fare così : 1000 grammi subito per un'ora con il luppolo, in circa 10 litri d'acqua. Il restante dell'estratto negli ultimi 5 minuti. Per raffreddare ho già  la serpentina ( in rame ) e come pentola ne ho una in acciaio inox 30x30 da 21 litri. Nel programma che uso spunto late addiction...tutto giusto ? Ahh, la serpentina la metterò già  nella pentola gli ultimi 10 minuti. Ovvio che se il metodo scritto da te è più comodo........

Share this post


Link to post
Share on other sites

Va bene anche così. Fai come ti trovi meglio. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dubbio...: dal tuo consiglio quindi l'estratto che metto nel fermentatore non sarà  bollito la solo sciolto tramite acqua a 40 gradi. In questo caso non rischierei però infezioni ? Provo a rispondermi da solo : no perché l'acqua ha bollito con il luppolo...ho scritto una fesseria ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, perché pare che l'alta concentrazione zuccherina dell'estratto lo renda inattaccabile dai batteri. In base alla mia esperienza empirica non posso che confermare.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono riuscito a ritagliarmi qualche minuto x accendere il pc...in pratica : stampo la ricetta e ne faccio una da 6 litri con estratto e luppoli nelle varie gettate, salvo. Poi ne faccio una con 17 litri ed estratto messo a zero minuti senza luppolo, salvo. Poi apro diluizioni e concentrazioni e metto se a questo...( la prima ricetta ) aggiungo questo ( seconda ricetta )...ottengo...: mi esce il risultato. àˆ giusto ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, perché pare che l'alta concentrazione zuccherina dell'estratto lo renda inattaccabile dai batteri. In base alla mia esperienza empirica non posso che confermare.

 

il fatto che l'elevata concentrazione zuccherina abbia un'azione batteriostatica non è in discussione...però questo non vuol dire che l'estratto sia sterile..o che non possa essere contaminato prima o dopo l'apertura... (che so...dall'apriscatole sporco....)

io per sicurezza quando facevo e+g il late addiction lo facevo a 5 minuti dalla fine della bollitura (senza fare bollitura concentrata...) e per avere mosto più chiaro usavo l'estratto secco...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo, se sull'estratto ci va a finire una cacata di piccione, ecco, io non lo userei. :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo, se sull'estratto ci va a finire una cacata di piccione, ecco, io non lo userei.

Magari è altamente zuccherina anche quella Hahaha

 

Comunque anche un asteroide potrebbe colpire la terra, ciò nonostante viviamo sereni

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo, se sull'estratto ci va a finire una cacata di piccione, ecco, io non lo userei. :P

Oppure si utilizza e si viene a scoprire un sapore niente male...😂

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'aggiunta di estratto o zucchero falla sempre a fiamma spenta e mescolando. Col fuoco acceso c'è il rischio che si attacchi al fondo se ci arriva troppo denso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmmm allora sbagliavo ( e sbaglio tutt'ora) ad inserire tutto l estratto a fuoco spento prima della bollitura? Da qualche parte ( forse qua sul forum) ho letto che sarebbe sempre meglio far bollire il luppolo nel mosto completo per non ritrovarsi con amari ed aromi sballati per la troppa diluizione. Poi sarà  che io mi trovo comodo così con la mia pentola da 35 litri, e devo dire che mi sono uscite anche Weiss abbastanza chiarine nonostante tutto l'estratto in bollitura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmmm allora sbagliavo ( e sbaglio tutt'ora) ad inserire tutto l estratto a fuoco spento prima della bollitura? Da qualche parte ( forse qua sul forum) ho letto che sarebbe sempre meglio far bollire il luppolo nel mosto completo per non ritrovarsi con amari ed aromi sballati per la troppa diluizione. Poi sarà  che io mi trovo comodo così con la mia pentola da 35 litri, e devo dire che mi sono uscite anche Weiss abbastanza chiarine nonostante tutto l'estratto in bollitura

La tua pratica vale più della teoria che leggi quì  ;) .

Se ti piace come viene, e riesci a ripetere la tua cotta, va benissimo così. Perché prima viene la qualità  della birra, poi è fondamentale saperla ripetere.

La teoria dice che meno estratto di malto in bollitura vuol dire birra più chiara e meno luppolo necessario a parità  di amaro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La tua pratica vale più della teoria che leggi quì ;) .

Se ti piace come viene, e riesci a ripetere la tua cotta, va benissimo così. Perché prima viene la qualità  della birra, poi è fondamentale saperla ripetere.

La teoria dice che meno estratto di malto in bollitura vuol dire birra più chiara e meno luppolo necessario a parità  di amaro.

A replicarle non ci ho ancora mai provato più che altro perché mi piace cercare di migliorare la ricetta partendo dalla cotta precedente anche se la prossima cotta ci provo a replicare la weizenbock anche se alzerò i gradi di fermentazione a 20 gradi per sentire un pochino di esteri bananosi dati dal wb06 visto che fermentando a 18 gradi erano totalmente assenti e quindi se poi esce come la voglio io il mio scopo sarà  quello di farla uguale, così finalmente a novembre potrò riproporla ad un contest ( ho un anno per perfezionare il tutto partendo dai giudizi che mi dicevano che i sentori di banana erano totalmente assenti e per questo ero fuori stile)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×