Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
clau

Pannello Di Controllo Pid Con Timer

Recommended Posts

finito il trasloco e ripresa l'attività  brassicola vorrei completare il mio impianto con il rims e il pannello di controllo.

Ho gia resistenza e rims tube, mi manca qualche raccordo  e tutto il pannello. 

Come pid vorrei usare il sestos facendolo arrivare dalla cina. Se non sbaglio il modello giusto è D1S-VR-220 (qualcuno mi conferma questa cosa? se avete suggerimenti per altri pid, che arrivino dall'europa e non costino un patrimonio, sono ben accetti).

nel pannello di controllo vorrei inserire un timer, qualcuno ne ha uno? dove lo avete preso?

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai già  valutato il progetto smartpid presente anche nella sezione autocostruzione del forum, immagino...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, bell'iniziativa, ma mi é parso di capire che con quello che mi costa lo smartpid io faccio tutto il pannello...e poi mi é parso di capire che lo smartpid faccia fin troppe cose rispetto a quello che mi serve...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto realizzando la stessa cosa, con Pid, Rims e timer. Io ho preso i timer con guida din, alimentati a 220v. Li avvio manualmente, però.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potresti mettere una foto o un link?

Cos'è la guida din?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il PID prova a guardare cosa offre Inkbird. àˆ la copia esatta del Sestos e viene spedito da Amazon.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io prederei il sestos che ha Auto turning, e si regola solo, ho l'inkbird e per regorarlo ho perso mezza giornata, mi sforava di 2 gradi in più, adesso solo di 0,2 gradi...😉

Con sensore pt100 e rele a stato solido

Share this post


Link to post
Share on other sites

ITC-100VH-220V, con l'uscita a 12v per il rele ssr, ma qualsiasi modello prendi le regolazioni sono uguali per tutti, io vorrei provare il sestos per quello che costa a, 33€ spedito...

Edited by salvo81

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono sbagliato sull'auto turning dell' inkbird, ecco un video per il settaggio :sorry:  

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche l'Ibkbird ha auto tuning ed è possibile settare un offset di lettura in caso la sonda non legga la temperatura corretta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In pratica si può tarare la sonda?

Il seatos non ha questa cosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

All'ora, intendiamoci, la taratura della sonda è una cosa, praticamente regoli la temperatura della sonda secondo una temperatura "esatta" , mentre l'auto turning ( no tuning ) è la taratura automatica del pid, io l'ho fatta manualmente in base a quei tre parametri che spiega nel video, ma soltanto perché non avevo letto bene il manuale essendo in inglese, che aime non capisco molto bene,

 

Per rispondete a clau la taratura della sonda ce l'hanno tutti i termostati sia pid che non

Edited by salvo81

Share this post


Link to post
Share on other sites

All'ora, intendiamoci, la taratura della sonda è una cosa, praticamente regoli la temperatura della sonda secondo una temperatura "esatta" , mentre l'auto turning ( no tuning ) è la taratura automatica del pid, io l'ho fatta manualmente in base a quei tre parametri che spiega nel video, ma soltanto perché non avevo letto bene il manuale essendo in inglese, che aime non capisco molto bene,

 

Per rispondete a clau la taratura della sonda ce l'hanno tutti i termostati sia pid che non

ok, avevo capito giusto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

il progetto è rimasto accantonato a lungo...ora vorrei completarlo, e rispetto all'idea originale vorrei inserire un paio di upgrade...

oltre al sestos a gestire la resistenza del rims vorrei tenere d'occhio la temperatura all'interno o in uscita dalla pentola...solo un termometro, niente pid o termostati, per essere sicuro della temperatura di mash. Ho provato a cercare quindi un termometro da pannello ma a prezzi ragionevoli ho trovato ben poco. Sarei tentato di prendere un stc 1000 e usarlo come termometro ma ho un dubbio: il sestos monta una pt100, l'stc una ntc 10k, ha senso usare due sonde diverse nello stesso pannello? oppure una delle due è talmente più imprecisa dell'altra che usarle insieme è inutile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla precisione delle sonde non ti so dire, però so che più sonde hai più riesci a fare una media; come hai tarato la sonda che hai? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per ora non ho ancora tarato nulla...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se sei sicuro che una volta montato tutto puoi tarare alla perfezione una sonda, allora una basta, se non sei sicuro della taratura ti conviene usarne 2 o anche 3 e prendere due stc1000 come termometri. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ci capiamo....

Voglio due sonde non perché non mi fido di una sola...

Voglio due sonde perché voglio sapere anche la temperatura nel mash tun oltre a quella del rims tube...

Il fatto che il rims mi consenta di immettere continuamente nel mash tun mosto ad una certa temperatura non mi garantisce di avere quella temperatura nel mash tun...

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 hours ago, clau said:

Non ci capiamo....

Voglio due sonde non perché non mi fido di una sola...

Voglio due sonde perché voglio sapere anche la temperatura nel mash tun oltre a quella del rims tube...

Il fatto che il rims mi consenta di immettere continuamente nel mash tun mosto ad una certa temperatura non mi garantisce di avere quella temperatura nel mash tun..

Scusa, non avevo capito. 

Comunque se fai 23 litri e hai una pompa buona e un flusso costante non dovresti avere problemi, se proprio vuoi stare tranquillo metti una sonda in uscita dal rims e una in uscita dal rubinetto della pentola, così hai una misurazione di quello che entra e di quello che esce. Però non la vedo una cosa indispensabile, se tutto è ben coibentato la dispersione termica è minima.

Tieni anche conto della spesa, con 20 euro lo fai, quindi se vuoi essere certo di quello entra e che esce sono 20 euro spesi bene. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×