Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Rednose

Stout Idea Bizzarra

Recommended Posts

 

 

 

@Rednose anche io lavoro a capodanno.. :(

Però il tuo mi pare un gran bel programma!! Te lo invidierò assai!

 

Programmato nei minimi dettagli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma si non ho voglia di fare ordini e spendere soldi. Era semplicemente per far fuori le rimanenze

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo è sicuramente più del tuo commento. :)

:rofl:  :rofl:  :rofl:  :rofl:  :rofl:  :rofl:

 

Davvero?

Tu proponi, in sostanza, che una belgian dark strong ale è fatta con una stout con lievito belga e io direi cose insensate?

 

Vaaaaabbè..

Ridiamone tutti, che è meglio..  :rofl:  :rofl:  :rofl: 

Ridine anche tu e non te la prendere.. Ne abbiam scritte tutti di vaccate.. :P

 

 

Tornando a Red: io la farei così con quello che hai.. La fonda di ipa va benone..

Proprio volendo esagerare, potresti lavare il lievito.. Ma son quasi certo che in una birra "fatta" così, sarà  l'ultimo dei tuoi problemi..

Il mio consiglio è: falla, divertiti e quel che viene viene.. :)

Che se poi ti viene meglio di alcune produzioni, ti viene la depressione.. O almeno, a me verrebbe..

 

Prima o poi magari lo farò.. Così, tanto per vedere quanto cambia la birra da kit fatta con le conoscienze che ho ora..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potrebbe essere piacevole anche il cercare di replicare il risultato di una serata nel cazzeggio più totale( sempre che esca potabile)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi ok, i kit son fatti un po' così..
Però è molto più alto il rischio di rendere imbevibile una AG..
Se curi tutta la parte legata alla fermentazione, difficilmente diventerà  imbevibile! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi ok, i kit son fatti un po' così..

Però è molto più alto il rischio di rendere imbevibile una AG..

Se curi tutta la parte legata alla fermentazione, difficilmente diventerà  imbevibile! :)

Effettivamente sto considerando il biab ma devo studiare ancora molto magari poi coi mini kit da 10 litri allgrain di birramia. Per ora ho già  fatto tre cotte negli ultimi 4 mesi e ne riparlerò poi a fine febbraio per altre cotte serie. E vedrò il da farsi ma per ora spulcio il forum in cerca di idee e di spunti vari e devo dire che è immenso questo forum

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cotte e+g intendevo per ora solo quelle con già  dei mash ma sempre e+g

Edited by Rednose

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, se hai già  fatto partial mash sei a cavallo.. :)

Lascia perdere i mini kit..

Puoi sempre fare 10 litri per volta e basta, risparmiando un sacco sugli ingredienti.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo so ma la vedevo come un passaggio sicuro con ricette collaudate e semisicure.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

Davvero?

Tu proponi, in sostanza, che una belgian dark strong ale è fatta con una stout con lievito belga e io direi cose insensate?

 

Beh il tuo commento non era prorpio sensato. Polemiche a parte, io diche che con un kit stout, aggiungendo determinati malti speciali e il giusto lievito, si possa fare una dark strong ale. Non mi pare assurda come cosa. Certo non verrà  una Rochefort 10...

Poi liberissimo di non essere d'accordo.

Sul fatto che sia il lievito a fare la birra (ovviamente con un mosto adeguato), non lo dico io e ad esempio Mikkeller ha fatto una linea in cui splittava le cotte, inoculando lieviti diversi e ottenendo birre opposte. Il mio riferimento era su questo tipo di argomento.

Pace.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok..

Ma da un mosto stout, non ottieni una belgian dark.. non dico che non possa venire potabile, ma i tostati saranno decisamente troppi per una belgian.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo con tyrion...per quanto possano essere pochi gli aromi tostati di una stout sarebbero decisamente troppi e fuori luogo in una bdsa...

 

 

Non puoi fare un'imperial russian stout con quel lievito.

 

 con questo invece sono meno d'accordo...

o meglio... con questo levito ed un kit stout sarà  molto più semplice tirare fuori una ris che una bdsa...

 

io ho letto più volte di come attenuazione e esteri lo rendessero adatto a birre inglesi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

io ho letto più volte di come attenuazione e esteri lo rendessero adatto a birre inglesi...

Infatti io ci ho fatto una ipa in stile inglese tenendolo a 18 gradi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok alla fine brassata ed imbottigliato la ipa ( a cui posterà³ la ricetta nel topic della IPA)

Ed è uscita così la semi irish stout da studio

18 litri totali in pentola

350 grammi di Crystal 150 in ammostamento per 60 minuti a 70/65 gradi

1latta di coopers irish stout

1kg di zucchero bianco

1litro di fondazza della sopracitata IPA opportunamente preso al travaso per carbonizzazione e congelato più il fondo del fermentatore post carbonizzazione

1 bustina di s33 visto che non sono ancora convinto che sia un buon metodo congelare la fondazza di lievito

Og misurata pre inoculo lievito con valore 1050

Divido il " mosto mostro" esattamente a metà  in due fermentatori ottenendo 9,5 litri per fermentatore

Uno fermenterà¡ a 17/18 gradi

E l altro a 23/24 gradi con fascia riscaldante

 

 

 

Almeno così colgo l occasione per vedere questo lievito come lavora di esteri.

Ora vado a stappare una Christmas fatta in eg ad agosto Buon Anno a tutti

Edited by Rednose

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora primo test col densimetro oggi dopo sei giorni è già  si notano differenze

Quella che sta fermentando a 24 gradi ha una densità  di 1000

Mentre l altra a 18 ha una densità  di 1010

Come sempre ho assaggiato i due campioni e quella a 24 ha un retrogusto biscottato con lieve sentore del fuggle della fondazza IPA si sente anche l apporto dell' alcol ed una lieve sfumatura belga, quasi una Christmas

L'altra a 18 è molto meno complessa semplicemente una stout molto luppolata e dolciastra quasi un lecca lecca agrodolce di malto dopo che ti è caduto a terra ( esempio fatto apposta per il sapore del fuggleðŸ˜)

Edited by Rednose

Share this post


Link to post
Share on other sites

più alta la temperatura più veloce la fermentazione....

la seconda sei sicuro che sia agrodolce??non è solo molto dolce??

Edited by clau

Share this post


Link to post
Share on other sites

più alta la temperatura più veloce la fermentazione....

la seconda sei sicuro che sia agrodolce??non è solo molto dolce??

Ha quello amaro dovuto alla fonda IPA (250 grammi di fuggle di cui 90 in bollitura per 80 minuti) che sovrasta molto il dolciastro. E che rende l effetto agrodolce Edited by Rednose

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok...perchè agrodolce dovrebbe essere un aspro(acido)dolce...e se fosse acido non sarebbe un bene...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunatamente niente Fioretti ed altri intrusi muffaioli nei fermentatori. Comunque esperimento molto interessante adesso appena si stabilizzano faccio il priming e poi le imbottiglio tutte in bottiglie da 33 per riuscire a farla arrivare il più in là  possibile e fare sempre degustazione incrociata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Assaggiata oggi con assaggio incrociato. La prima fatta fermentare a 18 gradi in se è una stout fatta e finita pulita e con un impronta caramello che si sposa benissimo con il leggero aroma del fuggle molto beverina

La seconda fatta fermentare a 24 gradi rimane sempre la sopracitata stout con quell'impronta ma con luppoli molto ma molto di contorno esteri dati dal lievito presenti ma che non riesco ancora a decifrare ma che la rendono un po' più birra da meditazione unica pecca nonostante la carbonizzazione uguale per entrambi molto più frizzantina ma tutto sommato non ci sta poi tanto male.

Tirando provvisoriamente le somme mi piacciono tutte due ma la seconda ha quello sprint in piu. Tutto sommato è un esperimento che consiglio per cercare di capire i lieviti e cosa possono creare e che mi sono prefissato di ripetere cambiando ricetta è lievito. Ottimo metodo di studio, vi riaggiorno al prossimo assaggio sperando di darvi più informazioni sugli esteri

Edited by Rednose

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×