Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
inaltomare

Aiuto Prima Ricetta - Belgian Ale

Recommended Posts

CIao a tutti,

vorrei cominciare a fare birra con metodo e+g e vorrei partire con qualcosa di semplice con grani in infusione ma senza partial mash.

Avrei pensato ad una Belgian Ale:

 

Ricetta Belgian Ale E+G

Lt in pentola  15

Lt nel fermentatore 22

EBC  10

IBU 21,9

BU/GU 0,42

ABV 5,2%

OG 1052

FG (ipotizzata) 1013

 

FERMENTABILI:

LME – Light        2500g (58%)

LME – Amber    1000g (23%)

Cara Munich      400g (9%)

Cara Vienna       400g (9%)

 

Infusione dei grani cara per 30’ a 70° C

 

LUPPOLATURA:

Luppolo Styrian Goldings  AA 5,4 %         30g  a 60’

Luppolo Styrian Goldings  AA 5,4 %         50g  a 5’

 

Lievito T-28 una bustina da 11g

Prima parte della fermentazione a 18°C, dopo primo travaso 20°C

 

Cosa ne pensate? Consigli per migliorarla?

Grazie 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

18% di cara?! :o

 

Mi spiace, non sei il nostro campione nazionale che si è spinto straordinariamente al 33% ma ti classifichi a ben ragione al secondo posto. :rolleyes:

 

 

P.S. Sicuro che gli EBC siano giusti?

Edited by Vinc

Share this post


Link to post
Share on other sites

lievito era T58 vero? il T28 mi manca :D

 

con questa ricetta e senza zuccheri semplici, col T58 potresti ottenere attenuazioni da record (negativo).

 

allora, comicia a dimezzare il cara, aggiungi un 10% di zucchero da tavola o un'altro zucchero a tuo piacimento, e cominciamo a parlarne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto grazie per le risposte.

La ricetta l'ho fatta con brewonline ed in effetti il colore mi sembra basso visto anche l'alta percentuale di estratto amber... sicuramente c'è un errore.

Sempre brewonline mi mette come max % malto Cara 20%... Dai vostri commenti capisco che così ho troppo caramello...

 

correggerei trasformando tutto l'estratto amber in estratto light e togliendo il Cara munich lasciando solo il Cara Vienna (stessa quantità ).

 

Il lievito ovviamene era il T58  :)

Se passo al Denstar Abbaye che ha un'attenuazione maggiore del T58 posso evitare di mettere nella ricetta zuccheri semplici?

Share this post


Link to post
Share on other sites

inaltomare, ascolta a zio Vinc: solo estratto light e niente grani. Semplifichi e ottieni un risultato migliore. ;)

 

Il T-58 per una belgian pale ale (che non è di certo tra le belgian più attenuate) va benone anche senza zuccheri semplici, tuttavia un 5% (o anche 10%, come suggerisce l'esimio Peperin) di candito o cassonade è perfettamente in regola.

 

 

Sempre brewonline mi mette come max % malto Cara 20%... Dai vostri commenti capisco che così ho troppo caramello...

 

Il problema è che non è prevista la galera per ste caxxate... :rolleyes: Magari un giorno... :rofl:

Edited by Vinc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok Grazie. Mi piacciono le cose semplici.

 

Solo per capire e imparare, sul BJCP negli ingredienti per la belgian pale ale viene citato il cara vienna e il munich. Perchè è meglio non inserirli nella ricetta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rispondo con una domanda: mi sai dire con precisione con quali malti è ottenuto l'estratto light?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok Grazie. Mi piacciono le cose semplici.

 

Solo per capire e imparare, sul BJCP negli ingredienti per la belgian pale ale viene citato il cara vienna e il munich. Perchè è meglio non inserirli nella ricetta?

Piccolo consiglio:

Se il bjcp CITA l'uso di determinati ingredienti, ciò non vuol dire che siano tutti da usare.. Altrimenti, per assurdo, in una RIS dovresti mettere TUTTI i malti! :)

Poi magari l'avevi già  capito eh! Ma, ai futuri lettori, male non farà .. :)

 

Per le tue altre domande, lascio che siano Vinc e Peperìn a rispondere.. Io, di E+G, capisco poco o nulla!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

No.

Avevo provato a fare delle ricerche su questo aspetto ma non ho mai trovato una risposta certa.

Nei forum (nn ricordo se qui o altrove) avevo letto che presumibilmente l'estratto extra light sia ottenuto da malto pilsner e l'estratto light da malto pale.

Ma questa cosa non la trovo scritta sulle descrizioni degli estratti in vendita, quindi potrebbe esserci dentro di tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi potrebbe esserci dentro di tutto.

 

Ti sei risposto da solo. ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

P.S. Non confondiamo vienna e munich con caravienna e caramunich. Un 20% di munich è un conto (considera che una birra può essere anche al 100% di munich), un 20% di caramunich è assolutamente un'altra cosa (una brutta cosa).

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per essere precisi, il CaraMunich non è un Munich in versione Cara, ma è un Cara del colore del Munich :P

Questa non la sapevo!

Presumo sia lo stesso per il cara vienna..

 

Ma quindi tra caramunich e crystal di pari colore, ci sono differenze?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per essere precisi, il CaraMunich non è un Munich in versione Cara, ma è un Cara del colore del Munich :P

 

Sei sicuro, Peperaus? Perché il munich è da su per giù 20 EBC mentre il caramunich più chiaro da circa un centinaio... :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

le differenze tra cara e crystal sono note solo all'onnipotente :D :D

 

 

detto questo, mi sa che ho scritto una cazzata galattica, non è vera sta cosa del colore!

ho controllato sul sito dell weyermann. cancello il messaggio precedente per non fuoriviare futuri lettori

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sei sicuro, Peperaus? Perché il munich è da su per giù 20 EBC mentre il caramunich più chiaro da circa un centinaio... :huh:

ecco appunto! guarda cosa ho scritto! :D :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi ringrazio tutti quanti.

 

avete altri suggerimenti da darmi per l'e+g?

tipo se è meglio usare estratti secchi piuttosto che quelli liquidi

quali stili vengono bene in e+g?

 

al momento non ho intenzione di affrontare l'AG

Share this post


Link to post
Share on other sites

cancello il messaggio precedente per non fuoriviare futuri lettori

 

Ma dai, lascia! Ti vorremo bene lo stesso come fossi normale. :rofl:

 

 

quali stili vengono bene in e+g?

 

- Tutti quelli in cui il malto ha un ruolo secondario. Quindi sicuramente non le lager (specialmente le bock), non le belgian strong ale, non le stout, porter e mild, ecc:

 

- tutti quelli in cui non hai estrema necessità  di modificare il grado di fermentabilità  del mosto (non potendo agire sulle temperature di mash), ad esempio le dry stout;

 

- tutti quelli in cui non sono necessari fiocchi, cereali non maltati e malti non diastasici (aromatic, melanoidin, brown, amber...).

Edited by Vinc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma dai, lascia! Ti vorremo bene lo stesso come fossi normale. :rofl:

.d

che faccio, lascio??? son solo 3 etti invece di 1

 

cmq ricordati che tu non hai mai letto il mitico post sul protein rest di @megavherr

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

che faccio, lascio??? son solo 3 etti invece di 1

 

cmq ricordati che tu non hai mai letto il mitico post sul protein rest di @megavherr

Quel post non è mai esistito, ti sbagli enormemente

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

- tutti quelli in cui non sono necessari fiocchi, cereali non maltati e malti non diastasici (aromatic, melanoidin, brown, amber...).

 

se si usa il partial mash e un adeguato quantitativo di malto base in questi casi si può ovviare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo. ;)

 

 

cmq ricordati che tu non hai mai letto il mitico post sul protein rest di @megavherr

 

Ebbene no. àˆ un po' come quei film famosi che tutti conoscono ma tu non hai mai visto (tipo Taxi Driver)... Quando sarò pronto spiritualmente mi immergo nella lettura. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

assolutamente sì.

è sufficiente usare un malto base con adeguato contenuto di enzimi (come il pils), usarlo almeno in quantità  pari a ciò che devi convetire (ad esempio minimo 500 gr pils per convertire 500 grammi fiocchi) e sei a posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo. ;)

 

 

 

Ebbene no. àˆ un po' come quei film famosi che tutti conoscono ma tu non hai mai visto (tipo Taxi Driver)... Quando sarò pronto spiritualmente mi immergo nella lettura. :)

 

purtroppo lo cancellò, il maledetto, privandoci del piacere di rileggerlo ogni tanto

è un infingardo, e si sa :D :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, ma è vero che l'ha cancellato! Mannagg... :crazy:

 

Tornando OT: per il partial mash, se la quantità  di grani è trascurabile rispetto a quella di estratto, sempre meglio usare un malto fortemente diastasico come il pils (piuttosto che il pale ale o il maris otter che lo sono di meno) per accelerare i tempi del mash e non è necessario un controllo accuratissimo della temperatura e del pH.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le stout però, è vero che sono basate sul malto(e roasted), però su quelli speciali..
Quando iniziai io, era uno degli stili più consigliati in E+G!

Poi io non ne ho mai fatta una ne.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...