Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Bryan

Maturation Tank, Questo Sconosciuto

Recommended Posts

Ciao a tutti, ultimamente mi stavo interessando ai differenti metodi di produzione di un brewpub rispetto a un normale birrificio: spesso quello che distingue il primo è la spillatura tramite maturatore, ma come funziona? Purtroppo in rete non ho trovato molto e mi piacerebbe approfondire l'argomento tutti insieme.

Per cominciare butto giù qualche personale domanda:

- La carbonazione avviene tramite spunding, krausening (priming) o vengono usati entrambi a seconda dei casi?  

- Come funziona la gestione della pressione del tank? 

- Come funziona il sistema di mescita da un maturatore?

-  qual'è la shelf life del prodotto nel maturatore? 

- mescita a parte, i maturatori per birrifici e brewpub sono identici?

 

Grazie a tutti per la pazienza... 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma perchè usate tutti sti inglesismi???
Poi ci tocca subire parole come petaloso, quando non usiamo nemmeno quelle che già  abbiamo!!! :P

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma perchè usate tutti sti inglesismi???

Poi ci tocca subire parole come petaloso, quando non usiamo nemmeno quelle che già  abbiamo!!! :P

Ahahahaha pure al tg...petaloso....non si può sentire...

 

Inviato dal mio HUAWEI GRA-L09 utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pazzesco e poi:

Parola già  usata in passato

Ma vi pare di fare tutto sto casino per una "parola nuova"??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pazzesco e poi:

Parola già  usata in passato

Ma vi pare di fare tutto sto casino per una "parola nuova"??

Hahaha dicendo che il bambino sicuramente si dedicherà  alla letteratura e trovare nuove parole...ma vaff...

 

Inviato dal mio HUAWEI GRA-L09 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esatto..

Poi oh, contento per il bimbo ne..

Un sorriso, un applauso, un abbraccio, un complimento, ma poi basta!!!!

Perchè farci tutto sto bordello!

 

Ha "inventato" petaloso, non supercalifragilistichespiralidoso(o come si dice).. E, come lui, l'hanno sicuramente già  scritto altre persone prima, bambini e adulti..

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi bryan, riassumendo, il tank del brewpub è petaloso, mentre quello dei birrifici è solo peloso......

scusa l'OT :D :D :D

cmq personalmente non ne son nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adesso rispondo alle domande:

1- questo dipende da produttore e produttore. Bon è una regola ma.uno dei metodi del.birrificio

 

2-a quanto sembra si satura con co2 prodotta del.lievito

 

3-non lo so

 

4-dipende dal tipo di birra. In teoria al pari di una bottiglia

 

5-sono identici ma cambiano le dimensioni.

 

Questo è quello che ho trovato.in rete girovagando

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, ultimamente mi stavo interessando ai differenti metodi di produzione di un brewpub rispetto a un normale birrificio: spesso quello che distingue il primo è la spillatura tramite maturatore, ma come funziona? Purtroppo in rete non ho trovato molto e mi piacerebbe approfondire l'argomento tutti insieme.

Per cominciare butto giù qualche personale domanda:

- La carbonazione avviene tramite spunding, krausening (priming) o vengono usati entrambi a seconda dei casi?  

- Come funziona la gestione della pressione del tank? 

- Come funziona il sistema di mescita da un maturatore?

-  qual'è la shelf life del prodotto nel maturatore? 

- mescita a parte, i maturatori per birrifici e brewpub sono identici?

 

Grazie a tutti per la pazienza... 

 

Alcuni  maturatori hanno delle sacche usa e getta interne tipo i fusti keykeg. Quando spillano introducono Co2/aria compressa/acqua  nell'intercapedine tra acciaio e la sacca con una pressione leggermente superiore a quella della birra. In questo modo la birra non è a contatto con niente e si conserva di più. La regolazione della pressione è molto simile a quella di un comune impianto di spillatura.

Altri invece sono normali tini e per spillare introducono CO2 o carboazoto. Chiaramente in questo caso la shelf life è più corta ma se non si spilla non è un grosso problema. Solitamente i birrifici hanno maturatori senza sacca per questo motivo e sopratutto perchè costano meno!

 

Se la carbonazione viene fatta naturalmente (spunding, krausening o priming) conviene farla in fermentatori isobarici. Almeno la birra che finisce nei maturatori è pulita. Basta regolare il gorgogliatore alla pressione che interessa avere. Poi però si deve travasare con un sistema isobarico (non tutti sono in grado di farlo).

 

Se invece la carbonazione è forzata (aggiunta di CO2 da bombole)  si può fare sia in fermentatore che in maturatore.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alcuni  maturatori hanno delle sacche usa e getta interne tipo i fusti keykeg. Quando spillano introducono Co2/aria compressa/acqua  nell'intercapedine tra acciaio e la sacca con una pressione leggermente superiore a quella della birra. In questo modo la birra non è a contatto con niente e si conserva di più. La regolazione della pressione è molto simile a quella di un comune impianto di spillatura.

Altri invece sono normali tini e per spillare introducono CO2 o carboazoto. Chiaramente in questo caso la shelf life è più corta ma se non si spilla non è un grosso problema. Solitamente i birrifici hanno maturatori senza sacca per questo motivo e sopratutto perchè costano meno!

 

Se la carbonazione viene fatta naturalmente (spunding, krausening o priming) conviene farla in fermentatori isobarici. Almeno la birra che finisce nei maturatori è pulita. Basta regolare il gorgogliatore alla pressione che interessa avere. Poi però si deve travasare con un sistema isobarico (non tutti sono in grado di farlo).

 

Se invece la carbonazione è forzata (aggiunta di CO2 da bombole)  si può fare sia in fermentatore che in maturatore.

 

Grazie, fino ad ora la tua mi sembra la spiegazione più esaustiva...

Ad ogni modo mi piacerebbe che ognuno dica la sua, vorrei  approfondire l'argomento...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...