Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Ricetta per, litri finali 23,0 (in bollitura 29,0)
efficienza  65% ( non fateci caso con le diluizioni devo fare così se no avrei un efficienza del 81%)
bollitura 60 min.
OG 1,060; 
IBU: 16,2; 
EBC: 15;

Malti:
  6000 gr Pils Belga, 85%
  1060 gr Cara Blond, 15%

userò la SAPA mosto di uva cotto 25 ore a fuoco lento che una volta terminata la cottura diventa denso come miele e ne utilizzerò il 2% su 23 litri come fa il birrificio barley.
post-25390-0-94605200-1452196124_thumb.jpg
maltodestrine per compensare l'acidità  del vino nel caso fosse troppo invadente

Luppoli in pellet:
  20 gr Hallertauer Perle, 8,0 %a.a., 60 min, Kettle;

Lieviti:
   Abbaye secco

Mash Steps:
  52 °C 15 minuti
  67 °C 60 minuti
  78 °C 15 minuti

in fine come un buon vino la affinerò in botte di rovere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la vedrei meno corposa, abbasserei le temperature di mash, anche il luppolo ad occhio è poco, anche in considerazione del successivo invecchiamento ne aggiungerei ancora, sempre in amaro

Edited by vincy979

Share this post


Link to post
Share on other sites

per quanto riguarda la temperatura di ammostamento ho pensato che la sapa essendo completamente fermentabile crei della secchezza come se fosse miele quindi ho voluto contrastare.

 

per il luppolo non la voglio troppo amara voglio che il protagonista sia la sapa

Share this post


Link to post
Share on other sites

per quanto riguarda la temperatura di ammostamento ho pensato che la sapa essendo completamente fermentabile crei della secchezza come se fosse miele quindi ho voluto contrastare.

 

per il luppolo non la voglio troppo amara voglio che il protagonista sia la sapa

 

credo sia importante anche sapere l'origine dell'uva per la sapa, Barley ne fa una con cannonau, decisamente piu' caratterizzante di un montepulcano a parita' di concentrazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sapa se hai a disposizione mosto e tempo la puoi fare anche tu, altrimenti online la si trova anche se un po caruccia

 

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi come diceva druido dipende anche dall' uva con cui viene prodotta ... Per quel poco che conosco io devi trovare quella adatta alla birra che vuoi progettare

 

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

io compro spesso il Cortese di Gavi da un ottimo produttore. 

Potrei provare a capire se è in grado di farmi avere del mosto...

poi me lo cuocio io al limite... non mi dispiacerebbe pennnnnniente fare una IGA l'anno prossimo.. 

ma scusate, ma in quei 25 ore di cottura, dove finiscono gli aromi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho provato ha farla con una cottura mooolto più corta ma sinceramente più che aroma è restato gusto ... Siccome ci ho ragionato un po su perché primo o poi ci volevo provare, pensavo che per l' aroma andrebbe integrata con mosto fresco, tipo fine bollitura ... Ma è un mio pensiero

 

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condivido la tua opinione, ho letto un po' su internet in questi 10 minuti, e con la Sapa ci vedo bene una sorta di Belgian Dark Strong Ale, dove la Sapa sostituisce lo sciroppo di zucchero candito

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

la sapa/mosto cotto nasce piu' come dolcificante che per preservare il vero aroma del mosto dell'uva, ma sicuramente a livello di gusto si sente (decisamente meno sull'aroma se paragonato all'uso del mosto d'uva piu' fresco), quindi sono d'accordo con il buon Fabiol

 

lo svantaggio e' che la Sapa costa un sacco per cui il mio consiglio Peperin e' quello di aspettare la stagione giusta per procurati un po' di uva buona ;)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condivido la tua opinione, ho letto un po' su internet in questi 10 minuti, e con la Sapa ci vedo bene una sorta di Belgian Dark Strong Ale, dove la Sapa sostituisce lo sciroppo di zucchero candito

 

infatti l'aggiungerei in seconda fermentazione 

 

@ Comero se vuoi la sapa protagonista io non userei l'abbaye ...ma chiaramente imho

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche mese fa ho fatto una gape....il mio approccio è stato il cercare di renderla più "vinosa" possibile. Ho usato mosto di nebbiolo in quantità  di 20% abbinato ad orzo chiaramente, frumento e un pizzico di segale. Niente malti cara, per come l'ho pensata ho volutamente cercato secchezza. OG 1048 FG 1007. Il mosto l'ho recuperato da una cantina del Novarese, l'ho bollito 10 min appena arrivato a casa x evitarne la fermentazione, l'ho filtrato ed aggiunto in whirlpool. Per il lievito ho usato il saccaromyces brux like trois (wlp644),luppolo hallertau Blanc con gittata in amaro ed una a 10 min x 18 ibu. Ne è risultata una birra particolare, inizialmente in bocca si sente una nota vinosa che poi viene addolcita dal cereale. Carbonazione molto alta (4vol) tramite rifermentazione in bottiglia con safbrew f2.Personalmente sono molto soddisfatto, è fruttatissima e si beve facile...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

come luppoli ci vede bene anche il nelson suavin

sempre per il discorso di mettere la sapa protagonista?  :shok:

Edited by FabioI
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io il Nelson lo boccio alla grande sinceramente, poi col barricato proprio non ce lo vedo. In quel caso andrei con un erbaceo/terroso. Io ho usato hallertau blanc che ha un po' del Nelson ma è molto molto più delicato e cmq non l'ho barricata. Poi su 18 ibu si sente ben poco, e per lo stile poco si deve sentire. Poi chiaro, uno ha sempre libera interpretazione ma dato che era la prima che la facevo mi sono limitato a seguire le linee guida senza strafare, a settembre la rifaccio e aggiusto il tiro su qualcosina in ricetta ma la base sarà  quella.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,riapro questo post perché vorrei brassare per la prima volta una una iga,la mia intenzione è quella di aggiungere il mosto d'uva a 10 minuti dalla fine della bollitura,ieri mi sono procurato 5 litri di mosto,su un articolo di fermento birra leggevo che per conservare il mosto si bolliva per 2-3 ore per far evaporare  il mosto ed avere un concentrato pari al 40% del totale e poi imbottigliarlo per avere un mosto sterile,io da 5 litri dopo 2 ore ho ottenuto 1,2 litri,vorrei usare maris otter,fiocchi d'orzo 5%,luppolo a 60 minuti 23-24 ibu chinnox,lievito us05,secondo voi si può quantificare quanti punti og mi da il mosto d'uva?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...