Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Domiz1991

Discussione Ricette In Programma

Recommended Posts

Ciao a tutti ragazzi ho trovato un paio di ricette dal sito di Beersmith e vorrei dei consigli per sapere cosa ne pensate. Potete dirmi se possono andare? E' la prima volta che faccio questo tipo di ricette e birrifico in BIAB. Grazie

 

Auchouffe.jpg

 

In questa ricetta viene messo lo zucchero da tavola cosa che vorrei evitare perché immagino che ci vada lo zucchero candito, ma prendo quello chiaro o quello bruno?

 

American_Pale_Ale.jpg

 

Se potete fare un check generale su materie prime luppolatura e step di mash ve ne sarei immensamente grato! ciao

 

P.S. Sto leggendo altri consigli sulle tripel e penso che la ricetta verrà  demolita. Quindi fatevi sotto!

Edited by Domiz1991

Share this post


Link to post
Share on other sites

la pale ale ha una luppolatura discutibile...

ricetta semplice per APA: pale, una manciata di crystal, tanto luppolo in aroma e lievito pulito...

li ci sono solo 20 miseri grammi di cascade a 15 min...

 

sulla belga lascio la parola agli esperti...

 

anche tutti i volumi mi sembrano un po' strani...però se fai biab penso che conti poco...

Edited by clau

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi modestissima opinione sulla tripel:

74 grammi di luppolo in amaro sono troppi

4 grammi di coriandolo  sono inutili o togli o vai ad almeno  0,5/1,0  grammi litro . Oltre per me è troppo invadente..poi...degustibus

- bollire lo zucchero chiaro 30 minuti non ha senso.

- il saaz lo metterei fra i 25 e i 20 minuti 

- lievito almeno 2 bustine , e magari idratato

mono step su una tripel non lo farei almeno la sosta a 70-72

 

Inoltre queste birre sono (di solito) molto carbonate . 2,3  non mi sembra ottimale, io farei almeno 2,5

 

Poi stimare una og 1082 e trovarsi 1046......

Edited by terry

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Poi stimare una og 1082 e trovarsi 1046......

Non ci avevo fatto caso, praticamente da una tripel gli è uscita una un e mes' :rofl: :rofl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora adesso mi sono rimesso a fare la APA e vorrei sapere se possono andare bene gittate a 10 min di chinook e Cascade solo che le quantità  per 23 L per stare nel range di IBU non sono poi tnt elevate che ne dite metto qualche gittata a 0 min tipo di 10 gr. per ogni luppolo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

nella mia ultima APA solo gittate da 20' in giù...

dryhopping a manetta!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora ho aggiustato la mia ricetta e ho seguito anche le indicazioni trovate su BYO, le gittate finali le ho pensate considerando anche che i luppoli rimarranno per più tempo di quello previsto all'interno della pentola perché voglio provare con il whirpool invece che con i sacchettini, quindi vorrei stare basso al massimo aumentare un po'.

 

Spero che ora questa ricetta sia più bilanciata!

 

American_Pale_Ale.jpg

 

Grazie per l'aiuto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

il mio consiglio è di osare di più col luppolo in aroma...sei a 2,5 g/l di luppolo negli ultimi 20'...o fai un bel dry hopping o aggiungi una gittata a 0'...oppure tutte e due...

Share this post


Link to post
Share on other sites

tanto per parlare di luppolo, puoi stare tranquillamente sui 6-9 gr/l nelle fasi finali, dh compreso.

Non avere paura!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok grazie mille ragazzi per i consigli. Cmq sono andato su BYO mi sono informato bene sullo stile e ho visto che lo zucchero non è quello candito chiaro ma proprio quello da tavola. Cioè non so se è una cazzata ma sembra che sia migliore perché lascia un finale secco nella birra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho sempre letto il contrario circa lo zucchero...è meglio il candito chiaro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel volume 16-03 May-Jun 2010 di BYO a pag 19 viene scritto questo:

 

 

"Pilsner malt and some table sugar is really all you need"

 

Più sotto nella stessa pagina:

 

"There is no need to use special sugars. The cheapest grocery store brand is perfect. Beet sugar or cane sugar, it does not matter."

 

Quindi essendo la fonte (a mio parere) autorevole penso non sia una cavolata mettere del semplice zucchero da tavola nella ricetta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realtà  è una di quegli argomenti sempre dibattuti: come il travaso, come il protein rest ecc ecc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi vi chiedo un grosso aiuto perché è la prima volta che mi imbatto in una Tripel e sto cercando di informarmi il più possibile anche grazie ai vostri consigli. Che ne dite di questa ricetta che ho sistemato da quella base che avevo visto?
Io penso che possa andare... Ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto!

 

Jonny_Belgian_Tripel.jpg

Edited by Domiz1991

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi stimare una og 1082 e trovarsi 1046......

Quello dipende dal funzionamento di Beersmith. Quei dati non puoi popolarli prima, devi necessariamente "aspettare" la fine della cotta per averli attendibili :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domiz anche a te propongo una ricette dal libro di Gordon Strong "Modern homebrew recipes" ;)

 

ALISON

Remember how I said I sometimes name beers after people who do something memorable when
drinking the beer? At a work party at my wife’s office, Alison took a liking to this beer but didn’t fully
grasp how strong it was. Among the more amusing things she did later was arm-wrestle the (male) host
of the party and win. I like to think the beer had something to do with it, although her impressive
biceps may have also been a factor.

Style: Belgian Tripel (Classic BJCP Style)
Description: A classic tripel in the style of Westmalle Tripel. Dry, bitter, and strong with a spicy and
hoppy nose. Highly carbonated, and dangerously drinkable. Could lead to demonstrations of feats of
strength. Should probably be saved for Festivus.

Batch Size: 6.5 gallons (25 L) OG: 1.080 FG: 1.010
Efficiency: 60% ABV: 9.4% IBU: 36 SRM: 4

Ingredients:
15 lb (6.8 kg) Belgian Pils malt (Dingemans) Mash
4 lb (1.8 kg) White beet sugar Boil
1.5 oz (42 g) US Sterling 7% pellets @ 60
1 oz (28 g) US Sterling 7% pellets @ 15
1 oz (28 g) Styrian Goldings 4.5% pellets @ 2
Wyeast 3787 Trappist Ale yeast
Water treatment:
RO water treated with ¼ tsp 10% phosphoric acid per 5 gallons
0.5 tsp CaCl2 and 0.5 tsp CaSO4 in mash
Mash technique:
Step infusion, mashout, no sparge
Mash rests:
131°F (55°C) 10 minutes
140°F (60°C) 10 minutes
145°F (63°C) 40 minutes
158°F (70°C) 20 minutes
168°F (76°C) 10 minutes
Kettle volume:
8 gallons (30 L)

Boil length:
75 minutes
Final volume:
6.5 gallons (25 L)
Fermentation temp:
68°F (20°C)

Sensory description: Delicious Pils malt flavor with a dry finish and high carbonation. The hops
also add fruity, spicy, and floral notes, and complement the yeast nicely. The yeast strain produces a
peppery, spicy, and fruity quality.
Formulation notes: I used Sterling hops instead of the more traditional Saaz, since they often seem
fresher at my local homebrew shop and their AA% is higher which means adding less vegetal content
to the boil. If you can get fresh Czech Saaz, they are wonderful in this beer. Step mash and add sugar
for attenuation. The best tripels start low and finish low so they have the right dryness. The same
attenuation won’t taste the same if the FG is too high. You can drop the OG (and the FG) even lower if
you think this finishes too big (it’s a little higher than a Westmalle) by cutting out a pound or two of
the Pilsner malt while keeping the sugar the same. Using the round-trip mash program in Tom
Fitzpatrick’s Last Saison recipe in Chapter 10 could also give you a lower FG.
Variations: I provided a more modern tripel recipe in Brewing Better Beer, in the style of La Rulles
Tripel. This same beer will taste different with other yeast strains, or fermented at different
temperatures. My second favorite is White Labs WLP510 Bastogne. If you want to be a hipster, you
can add an ounce or two of debittered black malt in the mashout and create a Black Tripel (that’s a
joke …). You can also dry hop the beer more to be more like an IPA. The style also lends itself to
being fermented with Brett Brux Trois (White Labs WLP644) as the primary yeast strain, which
produces a very dry and fruity beer. Finishing the original beer with Brett Bruxellensis (like White
Labs WLP650) will give it more of an Orval feeling (if you want to go that route, swap the primary
yeast for White Labs WLP510 Bastogne yeast).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie Geepy ma tnt ormai ho comprato già  tutto si tratta solo di aggiustare la ricetta con quello che ho e farla, cmq tutti quegli step non li farò mai sono troppi e lunghi finisce che ci sto 3 ore per fare tutta la fase di mash

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiaramente è solo uno spunto. Anch'io molte volte parto da una ricetta su un libro e poi la modifico con le materie prime che ho disponibili in quel momento.

I tempi di mash sono pensati per un all-grain classico, quindi il mash out lo puoi evitare. Il protein rest, se usi il malto pils, è bene farlo (io lo faccio sempre), per il resto il tempo totale è sempre quello, ma -volendo- si può fare un mash unico, medio, sui 64°C

Una cosa: fai lavoro quel lievito (l'ex abbaye), al di sotto dei 20°C

Edited by Geepy

Share this post


Link to post
Share on other sites
hover2.png

Alla fine ho fatto questa birra seguendo i vostri consigli, mash single step a 65°C e oggi ho fatto il primo travaso, con due bustine di lievito il tutto è partito alla grande, fermentazione spaventosa e tnt schiuma, adesso ho travasato ed è arrivata già  a 1.010, vediamo come va a finire. Cmq l'abbaye è un lievito molto forte come odore, forse anche troppo speriamo che questa puzza di lievito se ne vada con l'avanzare della fermentazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...