Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
siloga

Biab "trappist" + Lavaggio Trebbie: Io Faccio Così.

Recommended Posts

Faccio birra con metodo Biab da non molto tempo, praticamente fino ad oggi ho fatto 13 cotte. Inizialmente facevo il mosto mettendo tutta l'acqua subito poi dopo la delucidazione di Trappist ho iniziato a fare il mosto concentrato come fa lui con la differenza però che l'acqua che man mano aggiungo non la tengo da parte ma la prelevo dalla spina del lavandino che è a circa 70 gradi e la butto direttamente nel mosto. O meglio...solo dopo il Protein rest aggiungo l'acqua direttamente nel mosto, perchè successivamente quando aggiungo l'acqua prima del boil per portare il mosto a totali 37 lt  io verso l'acqua usando una brocchetta sanitizzata all'interno della sacca piena di trebbie che è ancora sospesa. Strizzaggio? Si io strizzo la sacca. Non fino a sfinirla ma strizzo abbastanza per bene. Insomma io faccio una via di mezzo tra Biab classico e metodo di Trappist e lavaggio trebbie tipico dell' All grain classico. So che snaturo il Biab e che faccio una cosa che non è carne ne pesce. Ma le cose sono due: io non ho il posto e ne le pentole per l'All grain classico. Il tempo per brassare non mi preoccupa. Quando brasso dedico il tempo che ci vuole. Infine a me interessa il risultato finale e giudico la birra che faccio molto buona. Efficienza? La calcolo solo una volta ogni tre o quattro cotte (in pratica l'ho calcolata solo 3 volte fino ad oggi) e giro attorno al 74%.

Strizzando la sacca mi trovo nel fermentatore sempre una quantità  di farine rilevante ma tanto poi dopo una settimana travaso nel secondo fermentatore. La birra mi viene comunque bella limpida forse anche grazie all'Irish moss che uso sempre.

Perchè lavo le trebbie? Perchè quando devo allungare il mosto prima del boil trovo più logico versare l'acqua all'interno della sacca che all'esterno. Ecco...io faccio così.

Edited by siloga
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda banale, come fai a controllare la temperatura di ammostamento se aggiungi acqua a 70° dopo il protein rest (da quanto ho capito durante la saccarificazione)?

E come fai a gestire vari profili di mash?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente non è chiaro .......forse adotti un ammostamento mono step? Oppure usi un certo quantitativo di acqua e poi ti aiuti comunque con il fornello per centrare le temperature desiderate

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, tutto sto sbatti per arrivare "solo" al 74% di efficienza, non mi pare una genialata..

Con un BIAB semplice semplice, arrivo a 83%!!

 

Poi ognuno faccia come vuole eh.. Volendo possiamo anche brassare a testa in giù! XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo il protein rest aggiungo acqua a 70° presa dal rubinetto di casa e poi ci do subito di fornellone che me la porta più su. Normalmente faccio due o tre step di temperatura. Correggo il Ph con acido lattico. La temperatura la controllo con sonda ad immersione e stc1000. Efficienza: sono sul 74% il che potrebbe anche non essere moltissimo ma ottengo anche una birra bella chiara e senza depositi.  Poi ovvio che miro sempre ad aumentare questa benedetta efficienza. Dimenticavo: uso anche una pompa di ricircolo iwaky20.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Birra chiara e senza depositi, in bottiglia, la ottengo anche io..

Ma la questione è, vale davvero la pena fare tutto questo tran tran?

Io mi limito a sollevare la sacca e farla scolare, lieve pressata con coperchi(solo se son birre con OG alte) e via.. 83%

Nel senso, una volta che strizzi, perchè risciacquare??
Oppure, una volta che risciacqui, perchè strizzare?

Edited by Tyrion132
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che molto dipenda anche dalla sacca usata. Io l'ho fatta con un telo che è voile sintetico. Se è svizzero non lo so ma è sintetico. Se io non strizzo mi resta davvero molto liquido nella sacca. Quando la sollevo pesa tantissimo e di liquido e ne esce poco o niente (non so come faccia non rompersi) poi però se solo ci appoggio il dito indice e premo ecco uscire il liquido. Forse sfarino troppo e i buchini della sacca si intasano non so. Comunque dopo che l'ho strizzata quando ci butto sopra l'acqua per lavare le trebbie questa esce poco dopo da sotto. Tyrion io sto sperimentando cosa sia meglio...poi magari cambio idea tra un pò.

Share this post


Link to post
Share on other sites

à‰ molto probabile che il tessuto che utilizzi non sia il più idoneo e forse una macinatura un po' fine......concorso di colpa😉 prova per lo meno a macinare più grossolanamente....e cominci a vedere se riesci a recuperare più mosto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Può essere. Però nel Biab si sa che è meglio macinare un pò più fine. Probabilmente sono io che non ho mai ben capito quanto bisogna macinare. Uso una macchina per la pasta comperata per 18 euro dai cinesi alla quale ho rigato con un seghetto i rulli. E' lenta perchè impiego un ora e un quarto a macinare 7 kg di malti però funzia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se metti tutta l'acqua fin dall'inizio indubbiamente estrai molto di più, a mio parere è fatica sprecata.

Piuttosto per ottenere più litri puoi lavorare in hight gravity diluendo il mosto prima di partire con la bollitura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh non credo che mettendo tutta l'acqua subito estraggo molto di piu. Se ne era parlato appunto con trappist che a fare un mash concentrato (cioè poca acqua) gli enzimi lavorano meglio. Poi certo....allungo ai litri richiesti prima  del boil. Tu invece dici che si estrae di piu a mettere tutta l'acqua subito.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente i litri d'acqua in più vanno aggiunti prima di sollevare la sacca..

 

Trappist parlava di miglior controllo degli enzimi, non di miglior efficienza di estrazione..

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per fare un po' di chiarezza

 

questo si basa sull'idea di lavorare alle corrette diluizioni finchè si è in fase di saccarificazione, e poi si aggiunge l'acqua restante (arrivando alle classiche diluizione BIAB) prima del mash out.

Normalemnte in BIAB non si fa mash out, ma in questo caso l'idea è questa:

 

step 1

step 2 

....

step a 72° (se uno lo fa...)

 

tutti questi a diluizione standard (circa 3 l/kg)

 

dopodichè si passa a diluizioni BIAB e si sale a 78°/80°  rimanendoci i canonici 15 minuti

questo riduce la viscosità  del mosto (T maggiore), sollevi la sacca, accendi il fuoco e porti a bollitura mentre la sacca continua a sgocciolare, senza strizzare

Edited by Peperin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trappist usa una via di mezzo tra biab e mash all'inglese, aggiunge acqua da un contenitore esterno per saltare le rampe ed avere un controllo più accurato delle temperature.

Magari inizia facendo un protein rest più concentrato per potersi concedere più step di ammostamento: viene da se che meno acqua metti nel protein rest, sempre restando nei limiti, più acqua avrai a disposizione dopo per salire alzare la temperatura nei vari step.

Che io sappia addirittura non fa neppure il mash out perchè inizia la bollitura con il sacco che si sta scolando sulla pentola

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Che io sappia addirittura non fa neppure il mash out perchè inizia la bollitura con il sacco che si sta scolando sulla pentola

 

eh nu, questa è la prima versione, poi è evoluto :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Piuttosto per ottenere più litri puoi lavorare in hight gravity diluendo il mosto prima di partire con la bollitura.

 

high gravity? 

che è ?

 

ci facci sapere :D :D che io coi volumi sono sempre al filo!!

 

grassssssie in anticipo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per fare un po' di chiarezza

 

questo si basa sull'idea di lavorare alle corrette diluizioni finchè si è in fase di saccarificazione, e poi si aggiunge l'acqua restante (arrivando alle classiche diluizione BIAB) prima del mash out.

Normalemnte in BIAB non si fa mash out, ma in questo caso l'idea è questa:

 

step 1

step 2 

....

step a 72° (se uno lo fa...)

 

tutti questi a diluizione standard (circa 3 l/kg)

 

dopodichè si passa a diluizioni BIAB e si sale a 78°/80°  rimanendoci i canonici 15 minuti

questo riduce la viscosità  del mosto (T maggiore), sollevi la sacca, accendi il fuoco e porti a bollitura mentre la sacca continua a sgocciolare, senza strizzare

Mi hai preceduto di poco, comunque se ti leggi il post di trappist allo step a 72° ha un rapporto di 7.2 l/kg di grani ma da come ho capito il grosso della saccarificazione è già  completato.

Il mash out non viene fatto, come in genere succede nel biab perchè non bisogna stabilizzare il mosto per lo sparge e poi con quella diluizione gli enzimi ancora rimasti fanno un danno trascurabile

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Il mash out non viene fatto, come in genere succede nel biab perchè non bisogna stabilizzare il mosto per lo sparge e poi con quella diluizione gli enzimi ancora rimasti fanno un danno trascurabile

 

Mega, questa è quasi come quella sugli amidi e le proteine..

Ma se gli enzimi ti han convertito tutto fino ad adesso, perchè mai dovrebbero piantarsi di colpo e non fare danni!?!?!?

Il mash out non si fa perchè, non essendoci la fase di sparge, si parte subito in bollitura e quindi gli enzimi non han tempo per fare danni agli zuccheri complessi..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mega, questa è quasi come quella sugli amidi e le proteine..

Ma se gli enzimi ti han convertito tutto fino ad adesso, perchè mai dovrebbero piantarsi di colpo e non fare danni!?!?!?

Il mash out non si fa perchè, non essendoci la fase di sparge, si parte subito in bollitura e quindi gli enzimi non han tempo per fare danni agli zuccheri complessi..

Si parlava di un mash che a forza di diluizioni è arrivato a 7,2 litri per chilo di grani a test iodio ok pronto per la bollitura, praticamente quello dell'esempio del metodo trappist, il senso è che già  nel biab il mash out non è consuetudine per molti, figuriamoci in queste condizioni e passando praticamente da saccarificazione a bollitura quasi immediatamente, non ci vedo nulla di eretico o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nun c'avevo voglia, il metodo è valido ma io faccio biab e sparge per cotte a bassa og e per cotte sperimentali che comunque in genere non sono molto alcoliche e non ho bisogno di tutto quel processo, ciò non toglie che se dovessi iniziare col biab per tutte le cotte ci farei un bel pensierino e mi studierei la cosa per benino

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'eresia è che gli enzimi, a quelle diluizioni, non lavorano più.. :D
Tutto qui..

Io non faccio metodo trappist, faccio BIAB classico.. Sono arrivato anche a fare mash con 8,5 litri kg, senza nessunissimo problema! quindi gli enzimi sono belli che attivi!

In biab non si fa la sosta di mash out perchè, passando direttamente alla bollitura, questa non serve.. Fine, nessun altro motivo oscuro! :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hight Gravity nel senso che arrivi a preboil con un mosto con un Plato più alto rispetto alla ricetta originale e diluisci con acqua prima di bollire (anche se nel vero hight gravity si diluisce a fine bollitura)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi hai preceduto di poco, comunque se ti leggi il post di trappist allo step a 72° ha un rapporto di 7.2 l/kg di grani ma da come ho capito il grosso della saccarificazione è già  completato.

Il mash out non viene fatto, come in genere succede nel biab perchè non bisogna stabilizzare il mosto per lo sparge e poi con quella diluizione gli enzimi ancora rimasti fanno un danno trascurabile

L'eresia è che gli enzimi, a quelle diluizioni, non lavorano più.. :D

Tutto qui..

Io non faccio metodo trappist, faccio BIAB classico.. Sono arrivato anche a fare mash con 8,5 litri kg, senza nessunissimo problema! quindi gli enzimi sono belli che attivi!

In biab non si fa la sosta di mash out perchè, passando direttamente alla bollitura, questa non serve.. Fine, nessun altro motivo oscuro! :P

Non mi sembra di aver scritto che gli enzimi non lavorano più, per il la ragione del macato mash out penso siamo esattamente d'accordo, non serve o meglio per noi è superfluo perchè si va subito in bollitura.

"fanno un danno trascurabile" non vuol dire che siano inattivi, vuol dire che per diluizione e poco tempo trascorso dalla raccolta del mosto alla bollitura poco accade se si rispettano i tempi.....stiamo a litigà  dicendo le stesse cose.....due ciechi a fa a pietrate 8)  :rofl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco bravo mega, io non sono intervenuto perchp mi godevo lo spettacolo :D cmq se ti può fare stare meglio, io avevo capito cosa volevi dire!!  :rofl:  :rofl:

 

cmq se uno non strizza, 15 minuti di mash out aiutano parecchio per la questione della viscosità  ridotta, mentre altrimenti sono pseudo inutili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×