Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
velleitario

Tecnologie "birraie" - Le Parole Sono Importanti

Recommended Posts

Ad inizio anno ho scritto un post sul'OT del OT che ora è stato inghiottito da tante altre fregnacce che si scrivono, quindi chi ha voglia se lo può andare a ritrovare, eravamo ai primi giorni di gennaio, se non erro...

 

Sarò un tipaccio, ok non me ne frega nulla! Ma queste cose fanno cadere i maroni per terra...

Birraie non è un aggettivo generico, birraie sono le donne che producono o vendono la birra

 

http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/B/birraio.shtml

 

http://www.ansa.it/umbria/notizie/2015/01/21/laurea-in-tecnologie-birraie-a-perugia_0e6f14d1-5545-4647-9e5a-0c8295fecb47.html

Edited by velleitario

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahahah...Velle ricordo sbottasti.

Son d'accordo, ma volevo dirtelo anche altra volta, poi come dici fu inghiottita dall'ot dell'ot come e inevitabile.

Volevo dirti che non comprendo a cosa o a che/chi ti riferisci.....anche se suppongo sia un discorso "in generale".

Ma nel caso se specifichi meglio. ;)

 

Ops...avevo aperto solo primo collegamento  :rofl: ...scusa....ok roger. :good:

Edited by conco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh ma li e riferito a "tecnologie".

Velle, quindi la a definizione esatta....sarebbe?

Tecnologie nella produzione della birra?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io lo ricordo e concordo in pieno.

A me cadono le braccia soprattutto quando è gente del settore (birrai, "docenti", etc)

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Conco, come dice Velleitario "birraie" è riferito alle donne che fanno la birra, è un sostantivo.

La dicitura corretta sarebbe "Tecnologie birrarie", in quanto l'aggettivo è birrario, non birraio ^^

 

[Che poi, sarà  vera la notizia? A me sa tanto di bufala..]

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahahah a scriverlo é l'ansa, quindi si presuppone un giornalista, a meno che non sia stato il portale ad inviare l'articolo, rimane un errore abbastanza grave, ma non mi scandalizzo più di tanto.

Di tanto in tanto leggo qui sul forum "faccio fermentare la birra" in luogo di "faccio fermentare il mosto" la birra non fermenta la fermentazione é terminata quando é birra.

Oppure "sono partito da OG 1050 adesso sono ad OG 1030" qui l'ultimo OG in luogo di densità¡.

E qualcun'altra che ora non mi viene, le parole sono importanti come dice velle, specialmente tra gli addetti ai lavori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche "birrarie" è un po' squallidino anche se linguisticamente corretto, io personalmente preferisco "tecnologie brassicole" che evita anche del tutto di confondersi per assonanza con i mastri birrai del gentil sesso... :rofl:

Edited by Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quanto pare non è una bufala, mi sono informato ed ho trovato un documento dell'Università  di Perugia.

Beh, che dire.. Era anche ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto anch'io documento "I tecnologi della birra si formano a Perugia: al via corso di laurea in Tecnologie Birrarie, l'unico in Italia".

Beh...insomma, io non lo sapevo, non ci avrei fatto caso, ed avete ragione voi ovviamente.

Certo un università .....che da una laurea....insomma la dicitura dovrebbe essere corretta...perché altrimenti già  da li si parte male eh.

Io so 'gnurant.....e ok.

Avvisateli. :acute:

Per il resto i termini che usano hb come segnala Trappist ci stanno....non sono corretti....ma non siamo pro in fondo.

A me manda in bestia "brasare" se e per quello....ma che ci vuoi fare. :unknw:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi riferivo al corso ma ai termini che usano i giornalisti

 Io vedo continuamente questo errore

 

"associazione birraia"; "progetto birraio"; "tecnologie birraie"

 

si dice BIRRARIA, BIRRARIO, BIRRARIE

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'itaGliano è ormai parte integrante dell'evoluzione linguistica. Una volta i giornalisti si affidavano al vocabolario, ora al correttore automatico :P

Biagi aveva fatto una battaglia contro il disuso dei dizionari ( fonetico in primis), ma non ha avuto gli effetti sperati ;)

Edited by Dieghigno
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto anch'io documento "I tecnologi della birra si formano a Perugia: al via corso di laurea in Tecnologie Birrarie, l'unico in Italia".

Beh...insomma, io non lo sapevo, non ci avrei fatto caso, ed avete ragione voi ovviamente.

Certo un università .....che da una laurea....insomma la dicitura dovrebbe essere corretta...perché altrimenti già  da li si parte male eh.

Io so 'gnurant.....e ok.

Avvisateli. :acute:

Per il resto i termini che usano hb come segnala Trappist ci stanno....non sono corretti....ma non siamo pro in fondo.

A me manda in bestia "brasare" se e per quello....ma che ci vuoi fare. :unknw:

Conco, non danno una laurea in "tecnologie birrarie", è un master di primo livello rivolto a chi ha già  una laurea almeno triennale in agraria.

E' ad un passo da casa e se fossi stato laureato in agraria ci avrei fatto un pensierino.  ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conco, non danno una laurea in "tecnologie birrarie", è un master di primo livello rivolto a chi ha già  una laurea almeno triennale in agraria.

E' ad un passo da casa e se fossi stato laureato in agraria ci avrei fatto un pensierino.  ;)

Dall'anno prossimo non ci sarà  solo il master post-laurea ma un vero e proprio corso di laurea triennale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'itaGliano è ormai parte integrante dell'evoluzione linguistica. Una volta i giornalisti si affidavano al vocabolario, ora al correttore automatico :P

Biagi aveva fatto una battaglia contro il disuso dei dizionari ( fonetico in primis), ma non ha avuto gli effetti sperati ;)

Biagi chi!?

Franco di Mare è più famoso :D

Edited by velleitario
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Biagi chi!?

Franco di Mare è più famoso :D

Ammetto di aver guardato lo sceneggiato :sorry: e non mi è neanche spiaciuto, perbenista e parac... ma il popolo vuole quello.

Però per redimermi ho ricominciato a leggere "I quattordici mesi" nei periodi elettorali mi vien sempre da pensare chi lottava per il voto...

 

tanto per parlare dei giornalisti odierni :rofl:  :rofl:

http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2015/01/18/respira-di-piu-e-i-chili-vanno-giu/

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahahah a scriverlo é l'ansa, quindi si presuppone un giornalista, a meno che non sia stato il portale ad inviare l'articolo, rimane un errore abbastanza grave, ma non mi scandalizzo più di tanto.

Di tanto in tanto leggo qui sul forum "faccio fermentare la birra" in luogo di "faccio fermentare il mosto" la birra non fermenta la fermentazione é terminata quando é birra.

Oppure "sono partito da OG 1050 adesso sono ad OG 1030" qui l'ultimo OG in luogo di densità¡.

E qualcun'altra che ora non mi viene, le parole sono importanti come dice velle, specialmente tra gli addetti ai lavori.

Salve sono nuovo del forum e concordo sul fatto che le parole siano importanti. Purtroppo però nel settore birrario ci sono un sacco di termini sbagliati, che vengono usati sia da professionisti, sia dagli homebrewer, ad esempio:

 

Il prodotto dall'ammostamento viene spesso definito: mosto, mosto dolce, pre mosto ed invece si chiama estratto di malto, l'ammostamento è infatti chiamato fase d'estrazione.

 

La birra in fermentazione viene spesso definita: birra o mosto, mentre si chiama birra acerba o birra verde.

 

Per fermentazione secondaria gli homebrewer intendono spesso la seconda fase, dopo il travaso, mentre la fermentazione secondaria è la maturazione.

 

I kit vengono speso identificati come: estratto di malto, malto preparato, malto liquido, mentre invece sono composti generalmente da estratto di mosto.

 

Si usa erroneamente il termine birra rifermentata in bottiglia, per birra che ha subito il priming.

 

Si chiamano fermentatori isobarici, quelli che dovrebbero essere chiamati: tini combinati, combitank o unitank.

 

Si definiscono gli ingredienti della birra come materie prime ed invece sono semilavorati.

 

Si definiscono impianti per la produzione di birra, semplici blocchi cottura, che al massimo producono

mosto.

 

Si dice erroneamente controflusso, che è la traduzione letterale di counterflow, mentre in italiano di dovrebbe dire controcorrente.

 

Si potrebbe continuare ancora, ma purtroppo in Italia se usi termini birrari corretti nessuno ti capisce.

Edited by Addetto

Share this post


Link to post
Share on other sites

ahahah la crociata del Velle.. me ne ha parlato anche a me dopo il matrimonio di TNT, ma non ho seguito molto..

ero troppo impegnato a non morire.

71954325daeic.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve sono nuovo del forum e concordo sul fatto che le parole siano importanti. Purtroppo però nel settore birrario ci sono un sacco di termini sbagliati, che vengono usati sia da professionisti, sia dagli homebrewer, ad esempio:

 

Il prodotto dall'ammostamento viene spesso definito: mosto, mosto dolce, pre mosto ed invece si chiama estratto di malto, l'ammostamento è infatti chiamato fase d'estrazione.

 

La birra in fermentazione viene spesso definita: birra o mosto, mentre si chiama birra acerba o birra verde.

 

Per fermentazione secondaria gli homebrewer intendono spesso la seconda fase, dopo il travaso, mentre la fermentazione secondaria è la maturazione.

 

I kit vengono speso identificati come: estratto di malto, malto preparato, malto liquido, mentre invece sono composti generalmente da estratto di mosto.

 

Si usa erroneamente il termine birra rifermentata in bottiglia, per birra che ha subito il priming.

 

Si chiamano fermentatori isobarici, quelli che dovrebbero essere chiamati: tini combinati, combitank o unitank.

 

Si definiscono gli ingredienti della birra come materie prime ed invece sono semilavorati.

 

Si definiscono impianti per la produzione di birra, semplici blocchi cottura, che al massimo producono

mosto.

 

Si dice erroneamente controflusso, che è la traduzione letterale di counterflow, mentre in italiano di dovrebbe dire controcorrente.

 

Si potrebbe continuare ancora, ma purtroppo in Italia se usi termini birrari corretti nessuno ti capisce.

 

Bentornato,

domani faccio una pils :D

Edited by velleitario
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bentornato,

domani faccio una pils :D

 

Scura? :rofl:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bentornato,

domani faccio una pils :D

 

 

Scura? :rofl:

 

Dai Velle...ora gli faccio sanguinare il cuore!

Io sta sera imbottiglio mia pils....fatta con pils tedesco.....e farò priming...con zucchero...ecco...l'ho detto! :rofl:  :rofl:  :rofl:

So papparo....ihihihih

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahahahah...ciao Cere! :rofl:

Io ancora sto ad aspettare un sacco di moravia che dovevi vendermi un 5 anni fa....e arrivato? :rofl:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma quanta ilarità  su sto forum, fa piacere vedere gente così contenta, sarà  mica il tasso alcolico? :crazy: Dici il malto che dovevi comprare? Lascia stare che se solo sanno che ci siamo parlati, ci accusano di spam, se poi sapessero che siamo coscritti...........

Share this post


Link to post
Share on other sites

La più perduta di tutte le giornate e quella in cui non si e riso. :rofl:

Poi ok...la birra aiuta a farlo a volte....molto dipende anche dalla compagnia.

Beh....tu sei gia stato accusato (e bannato poi...e per ben 2 volte se non erro) di spam...poi quel sacco io non lo vidi mai..quindi. :rofl:

In ogni caso se fossi veramente tu (poi capirai)...e tu non volessi essere accusato di nuovo in futuro di spam basterebbe che inserissi un bel banner sul forum....che problema c'è?

Poi per terminare...io non ho la certezza che tu sia chi io penso che tu sia veramente....ahahah

Ma se pensassero che tu sia quello che io suppongo tu in realtà  sia....beh verrai ribannato. :search:

Da li non si scappa.

Edited by conco
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×