Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
Basilisco

Imbottigliamento Direttamente Da Fermentatore, Differenze?

Recommended Posts

Salve a tutti, vi sottopongo un quesito raccontandovi la mia esperienza, pronto ad ascoltare i vostri pareri...

 

Ho sempre letto che non è corretto imbottigliare direttamente dal fermentatore, quindi io ho sempre passato la birra dal fermentatore alla base del lauter tun (una sorta di zapap ma in acciaio, visto che è ricavato da un vecchio fermentatore) e dalla base del lauter tun alle bottiglie, sempre con rubinetto e avendo cura di non ossidare la birra.

 

Ora, l'ultimo imbottigliamento essendo la base del lauter tun solo 23 litri ed avendo io fatto 30 litri di birra ho imbottigliato i primi 23 litri con questo solito metodo...poi ho detto vabbe, proviamo, ho imbottigliato i rimanenti 7 litri direttamente dal fermentatore in bottiglia. Ieri faccio il primo assaggio con la mia famiglia e un amico, 2 bottiglie di quelle imbottigliate da lauter tun e 2 bottiglie imbottigliate direttamente da fermentatore...ora, io non ho rilevato NESSUNA differenza nè olfattiva, nè gustativa, però ho detto magari è un'impressione mia...allora senza dire quale fosse una quale l'altra l'ho proposta a un mio amico che era a cena e agli altri membri della mia famiglia, e gli dico, queste sono due birre simili ma un po' diverse, ditemi quale vi piace di più...e tutti hanno detto, ma sono identiche...poi ho detto, bevete con calma, se proprio doveste scegliere quale vi sembra migliore? E tutti hanno insistito nel dire che non potevano scegliere perchè erano identiche, poi su mia insistenza su 4 che eravamo (io mi sono astenuto) 2 hanno detto che era meglio quella imbottigliata direttamente addirittura, e solo uno che era meglio quella da tino.

 

Ora, mi chiedo, ma allora serve davvero passare dal lauter tun? E' un caso che questa volta siano venute identiche?  O forse perchè avendo imbottigliato la parte ultima (quindi la più lontana dal fondo) direttamente dal fermentatore non ho avuto alcuna differenza, mentre se avessi imbottigliato subito direttamente in bottiglia avrei avuto un peggioramento rispetto al passaggio da tino?

 

Poi certo  3 litri di assaggio non sono certo  significativi statisticamente, però volevo comunque un parere su questa esperienza da parte vostra.

 

Grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che metodo usi?

Io in e+g quindi mi manca tutta la parte sull'ammostamento, però che io sappia il lauter tun non serve prima di imbottigliare ma al massimo quando dalla pentola di boil passi al fermentatore o comunque per filtrare i residui dell'ammostamento.

Prima di imbottigliare basta un semplice travaso per togliere quel mezzo cm di fondo che si crea, in quanto il grosso l'hai già  tolto col primo travaso.

 

Anche perchè i lieviti sono cellule, eventuali filtri si misurano in micron, col lauter tun non fai niente...

 

Che io sappia TUTTI imbottigliano direttamente dal fermentatore...

Edited by Paul

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, estratto anch'io in questo caso, ma come detto non ho usato il lauter tun in quanto tale...ho usato solo la base dello stesso come tino di imbottigliamento perchè mi tornava comodo. In pratica di solito passo dal fermentatore al tino di imbottigliamento (che nel mio caso è la base del lauter tun, ma potrebbe essere qualsiasi cosa) e poi imbottiglio...che è quel che ho fatto per i primi 23 litri. Negli ultimi 7 invece direttamente dal fermentatore ho messo in bottiglia. Di solito appunto faccio sempre il passaggio in un tino perchè ho sempre letto che non è corretto imbottigliare direttamente dal fermentatore, non per il fondo (quello non viene comunque fuori dal fermentatore se il rubinetto è posizionato bene), ma per "mescolare" la birra io pensavo, cioè perchè sia omogenea, ma magari è solo un'idea mia, comunque appunto avendo sempre letto che non era corretto passare dal fermentatore in bottiglia direttamente ho sempre fatto questo passaggio.

 

Spero di essere stato chiaro :)

Edited by Basilisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perdonami ma non riesco a seguire il filo del tuo ragionamento.

Ti dico come faccio io che è il metodo "classico" per chi lavora a casa alla meglio con i bidoni.

 

Nel giorno della cotta metti la birra nel fermentatore 1.

 

Primo travaso dopo 7 giorni nel fermentatore 2.

 

Il giorno dell'imbottigliamento, ri-travasi la birra nel fermentatore 1. 

Calcoli la quantità  di priming (se non lo fai direttamente in bottiglia), versi lo sciroppo di acqua e zucchero e mescoli senza ossigenare.

Con fissi l'asta di imbottigliamento al rubinetto e imbottigli, mescolando di tanto in tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa ma non riesco a capire cosa non ti è chiaro. Allora riassumo quello che faccio io.

 

Io lavoro ancora più "alla meglio" di te :D perchè ho un solo fermentatore.

 

Il giorno della cotta metto la birra nel fermentatore. Quando è pronta, attacco al rubinetto  la canna, la metto nel tino di imbottigliamento. Nel tino di imbottigliamento metto il priming, apro il rubinetto del fermentatore e ci metto la birra, mescolo, poi apro il rubinetto del tino di imbottigliamento (che ripeto, nel mio caso è la base del lauter tun che uso per l'all grain, ma potrebbe essere un qualsiasi secchio con un rubinetto) e metto in bottiglia. Questo è il metodo che ho sempre letto come più corretto, è quello che ho sempre usato, e che ho usato per i primi 23 litri.

 

Per gli ultimi 7 litri invece ho usato un procedimento meno corretto, a meno stando a quanto ho sempre letto/sentito da altri homebrewers.

 

Quando era pronta, dopo aver fatto per i primi 23 litri quando sopra detto, per i restanti 7 litri ho messo direttamente in priming nelle bottiglie che serivano per quei 7 litri, ho aperto il rubinetto del fermentatore e ho messo direttamente la birra in bottiglia senza usare il tino di imbottigliamento come passaggio intermedio.

 

Non ho rilevato differenze tra i due metodi, nonostante il primo dovrebbe essere più corretto. Mi chiedevo se sia solo un caso o meno.

 

Spero di essermi spiegato ora :mellow:

Edited by Basilisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sa che c'è un pò di confusione quì.

Dipende tutto da come fai il priming.

Se tu aggiungi lo zucchero in ogni singola bottiglia, puoi tranquillamente imbottigliare direttamente dal fermentatore, che non ti cambia nulla.

Se invece il priming lo fai aggiungendo tutto lo zucchero nel fermentatore, aumenti la precisione delle dosi e ti elimini lo sbattimento delle singole aggiunte, ma sei obbligato a mescolare questo zucchero affinchè si misceli perfettamente.

Se vai a mescolare nel fermentatore dove la birra ha fermentato, sollevi tutta la porcheria e i lieviti morti che si sono depositati sul fondo, e te li ritrovi in bottiglia e possono far danni su limpidezza, gusto e stabilità  nel tempo, ed è quindi d'obbligo fare prima un travaso in altro contenitore per lasciarti dietro quelle fondazze.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

il metodo che tu hai appena citato io lo uso da tempo ma dovresti utilizzarlo solo con certe accortezze ad esempio prima di imbottigliare devi portare la birra a 0 gradi per qualche giorno questo serve per chiarificare e far compattare i depositi su fondo poi se imbottigli puoi semplicemente mettere la birra nelle bottiglie senza fare travasi però per il priming io ti consiglio di inserire con una siringa l'acqua con disciolto lo zucchero invece se infausti come faccio ip lascio sempre nel frigo per una settimana a 0 gradi e collego la bombola di co2 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora il priming  di solito lo faccio nel tino di imbottigliamento appunto, ovviamente non si può farlo nel fermentatore...però anche facendo il priming direttamente in bottiglia (cosa che ovviamente ho dovuto fare per imbottigliare direttamente dal fermentatore) io ho sempre letto/sentito appunto che in ogni caso era meglio passare da un tino di imbottigliamento, come dice 88ale questo metodo andrebbe usato, secondo la teoria, solo con alcune accortezze appunto, mentre io usandolo così come descritto non ho avuto nessuna differenza, mi chiedevo se fosse un caso o no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ai 7 litri hai fatto priming nelle bottiglie, se i grammi/litro sono gli stessi, è giusto che non si rilevino differenze percettibili con le altre bottiglie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora il priming  di solito lo faccio nel tino di imbottigliamento appunto, ovviamente non si può farlo nel fermentatore...però anche facendo il priming direttamente in bottiglia (cosa che ovviamente ho dovuto fare per imbottigliare direttamente dal fermentatore) io ho sempre letto/sentito appunto che in ogni caso era meglio passare da un tino di imbottigliamento, come dice 88ale questo metodo andrebbe usato, secondo la teoria, solo con alcune accortezze appunto, mentre io usandolo così come descritto non ho avuto nessuna differenza, mi chiedevo se fosse un caso o no.

 

Allora, se la differenza è tra priming in fermentatore o priming in bottiglia a livello qualitativo non c'è nessuna differenza.

 

Il priming in bottiglia però è molto più lento, molto più impreciso e comunque ti da qualche piccola probabilità  di infezione (molto bassa comunque).

E' vero che nel fermentatore può stratificare, però in bottiglia ti basta sbagliare di un grammo per sconvolgere la carbonazione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unica differenza col metodo diciamo tradizionale è che come hai fatto tu rischi di portarti dietro un pò di fondi e di conseguenza avere una birra meno limpida per il resto è tutto uguale

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi che ti è stato spiegato tutto..

Consiglio di rileggere(o leggere per la prima volta) qualcosina, dai tuoi interventi sembri decisamente confuso su alcuni punti:

Es: Travasare la birra per renderla più omogenea(????? Se la birra non fosse omogenea, dovresti scuotere ogni bottiglia prima di versarla nei bicchieri) :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora il priming  di solito lo faccio nel tino di imbottigliamento appunto, ovviamente non si può farlo nel fermentatore...però anche facendo il priming direttamente in bottiglia (cosa che ovviamente ho dovuto fare per imbottigliare direttamente dal fermentatore) io ho sempre letto/sentito appunto che in ogni caso era meglio passare da un tino di imbottigliamento, come dice 88ale questo metodo andrebbe usato, secondo la teoria, solo con alcune accortezze appunto, mentre io usandolo così come descritto non ho avuto nessuna differenza, mi chiedevo se fosse un caso o no.

 

Metodo da usare solo con alcune accortezze????

L'unico scopo del travaso prima dell'imbottigliamento, è quello di lasciarsi dietro i fondi del secondo fermentatore, e lo fai anche se non fai crash cooling a 4 gradi ( o a 0 se potete e preferite ), perchè comunque hai un residuo sul fondo che è bene non portarsi in bottiglia.

Non è che stiamo parlando di tecniche particolari come il no chill o late addition, è solo un travaso per pulire.

Che altro pensate che faccia il passaggio per il tino di imbottigliamento?

P.S.

Aggiungo, forse in e+g hai meno porcherie in sospensione rispetto all'AG, ed eventuali effetti e difetti si notano meno.

Anche se non senti la differenza subito al palato, la potresti però notare come chill haze, o come minore stabilità  di profumi e aromi nel tempo, minore conservabilità  ecc. Questi sono i motivi che io ho sempre letto come giustificazione di una birra imbottigliata più pura possibile.

Edited by Thor
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il travaso va fatto, un velo di lieviti sul fondo delle bottiglie è sinonimo di birra non filtrata, mezzo centimetro di una birra fatta male

Share this post


Link to post
Share on other sites

Metodo da usare solo con alcune accortezze????

L'unico scopo del travaso prima dell'imbottigliamento, è quello di lasciarsi dietro i fondi del secondo fermentatore, e lo fai anche se non fai crash cooling a 4 gradi ( o a 0 se potete e preferite ), perchè comunque hai un residuo sul fondo che è bene non portarsi in bottiglia.

Non è che stiamo parlando di tecniche particolari come il no chill o late addition, è solo un travaso per pulire.

Che altro pensate che faccia il passaggio per il tino di imbottigliamento?

P.S.

Aggiungo, forse in e+g hai meno porcherie in sospensione rispetto all'AG, ed eventuali effetti e difetti si notano meno.

Anche se non senti la differenza subito al palato, la potresti però notare come chill haze, o come minore stabilità  di profumi e aromi nel tempo, minore conservabilità  ecc. Questi sono i motivi che io ho sempre letto come giustificazione di una birra imbottigliata più pura possibile.

thor quando fai il travaso per imbottigliare e quando imbottigli direttamente senza travasare che cosa cambia? è la stessa cosa, se ti devi portare dei fondi te li porti lo stesso

se fai prming col metodo tradizionale cioè mescolando di continuo mettendo mosto o acqua con zucchero o qualsiasi fermentabile allora è giusto travasare ma in caso contrario non è indispensabile

Share this post


Link to post
Share on other sites

thor quando fai il travaso per imbottigliare e quando imbottigli direttamente senza travasare che cosa cambia? è la stessa cosa, se ti devi portare dei fondi te li porti lo stesso

se fai prming col metodo tradizionale cioè mescolando di continuo mettendo mosto o acqua con zucchero o qualsiasi fermentabile allora è giusto travasare ma in caso contrario non è indispensabile

 

Mi sa che diciamo la stessa cosa e non ci capiamo.

Quello che stai dicendo tu, l'ho scritto nel mio primo post.

Ora si parlava di differenze con e senza travaso, e ho già  scritto che le hai quando fai priming in fermentatore, quindi il priming in bottiglia lo avevo già  escluso.

Ma guarda che non voglio assolutamente fare gare di chi ne sa di più, posso averli espressi male, ma credo sinceramente di aver solo scritto concetti base che si trovano in tutte le guide più diffuse.

Se pensi che sbaglio fammi capire dove, sono quì anch'io per imparare e correggere errori ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Es: Travasare la birra per renderla più omogenea(????? Se la birra non fosse omogenea, dovresti scuotere ogni bottiglia prima di versarla nei bicchieri) :)

Io sono qui per imparare, ho un'esperienza di pochi mesi e mi baso su quel che ho letto. Io ho letto da più fonti che nel fermentatore c'è rischio che la birra stratifichi, con la parte più densa in basso e la parte meno densa in alto, e il travaso precedente all'imbottigliamento serve anche per "mescolare" la birra ed evitare di trovare birra differente nelle varie bottiglie. Poi ovviamente quando la versi la birra la versi dall'alto al basso pensavo, quindi comunque si mescola versando anche senza scuoterla se si dovesse stratificare in bottiglia.

Se mi dici che non esiste il fenomento della stratificazione, beh grazie mille, ho imparato una cosa nuova, ripeto, io mi baso su quel che ho letto, sta cosa della stratificazione non l'ho letta in un posto solo ma da varie fonti appunto, quindi l'ho presa per buona senza mai sperimentarla perchè non mi sembrava una cosa così impossibile, un liquido sempre tende a stratificare se ha elementi a differente densità  al suo interno. 

Ora che mi dite che non esiste è più chiaro allora che non vi siano differenze tra imbottigliare direttamente e passare dal travaso. Grazie. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono qui per imparare, ho un'esperienza di pochi mesi e mi baso su quel che ho letto. Io ho letto da più fonti che nel fermentatore c'è rischio che la birra stratifichi, con la parte più densa in basso e la parte meno densa in alto, e il travaso precedente all'imbottigliamento serve anche per "mescolare" la birra ed evitare di trovare birra differente nelle varie bottiglie. Poi ovviamente quando la versi la birra la versi dall'alto al basso pensavo, quindi comunque si mescola versando anche senza scuoterla se si dovesse stratificare in bottiglia.

Se mi dici che non esiste il fenomento della stratificazione, beh grazie mille, ho imparato una cosa nuova, ripeto, io mi baso su quel che ho letto, sta cosa della stratificazione non l'ho letta in un posto solo ma da varie fonti appunto, quindi l'ho presa per buona senza mai sperimentarla perchè non mi sembrava una cosa così impossibile, un liquido sempre tende a stratificare se ha elementi a differente densità  al suo interno. 

Ora che mi dite che non esiste è più chiaro allora che non vi siano differenze tra imbottigliare direttamente e passare dal travaso. Grazie. :)

 

Purtroppo hai letto una cosa non vera che, ripetuta da più fonti, è finita col diventare credibile anche se infondata. O meglio, un nocciolo di verità  c'è ma si riferisce a fermentatori ben più grandi dei nostri (centinaia di ettolitri) dove si può creare una stratificazione per via di una distribuzione non uniforme dell'attività  del lievito, che porta la birra negli strati superiori a fermentare più rapidamente che nella parte inferiore del fermentatore, col rischio addirittura di avere una parte della cotta fermentata e una parte ancora allo stato di mosto non fermentato. :vava:

Con i recipienti da poche decine di litri che usiamo noi è impossibile che si stratifichi perchè la densità  è la stessa a qualsiasi altezza la misuri (e in qualsiasi momento durante la fermentazione) e mescolando inutilmente si porta solo ossidazione alla birra finita.

 

Ciao,

 

Vale

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

La stratificazione di cui parli è quando aggiungi lo sciroppo di acqua e zucchero per il priming, se non mescoli di tanto in tanto questo tende ad andare sul fondo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paul, quello che dici tu avviene nel "tino di imbottigliamento" mentre quello che dice Vale avviene nel fermentatore durante la fermentazione, non a fermentazione conclusa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per gli utili chiarimenti, ora mi sono più chiare molte cose.

 

Quindi, concludendo, secondo voi nessuna differenza nei risultati, tra fare priming (preciso, ovviamente) in bottiglia e passare da tino di fermentazione e fare li il priming?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualitativamente no a parte forse nelle ultime bottiglie se imbottigli da fermentatore, perchè un poco del fondo può smuoversi e cominciare ad andare in sospensione.

La differenza principale credo sia più di tipo pratico, quando cominci a imbottigliare 80-120 bottiglie, eliminare il passaggio della dose di zucchero ti sveltisce il lavoro e diminuisce i rischi di infezione sempre presenti, e porta a preferire quell'ultimo travaso per mescolare lo zucchero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paul, quello che dici tu avviene nel "tino di imbottigliamento" mentre quello che dice Vale avviene nel fermentatore durante la fermentazione, non a fermentazione conclusa...

 

Si si abbiamo risposto insieme e io non l ho quotato ma dicevo a lui

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille, ora è tutto chiaro. Continuerò col tino...è mille volte più comodo fare la dose totale che non pesare che poi un po' rimane sempre sul dosatore comunque. Però ora so che in caso di necessità  non ci saranno problemi a farlo direttamente in bottiglia!

Edited by Basilisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...