Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
EnzoR

Iniziare Da 0 A Produrre Sidro

86 posts in this topic

Silvia ha avuto momenti da incubo aspetta la parte 2! :rofl:

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

XDXDXD

Aspetto aspetto.. Anche se qualcosa ci ha già  raccontato Silvia quando siamo venuti a trovarvi! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie a te peppe! Domani con Silvia che ha qualche foto in più vedo di metter giù la seconda parte!

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Passato un giorno è finalmente ora di finire il racconto! :rofl:

19 ottobre

sveglia presto, colazione velocissima con te e biscotti e poi via a scarpinare verso la minuscola frazione dove aiuteremo un quasi sconosiuto a fare il sidro! Dopo una passeggiata di 7km e qualcosa circondati dal perfetto nullapost-9119-0-44198800-1423906870_thumb.jpgpost-9119-0-08575900-1423906982_thumb.jpg

arriviamo finalmente a Clyst St Lawrence post-9119-0-05295000-1423907236_thumb.jpg dove Mark Venton ci spiega come e cosa dobbiamo fare e verso le 11 iniziamo a lavare tritare pressare di gran carriera!

Innanzi tutto vi lascio un linkino del sommo maestro! http://www.ventons.co.uk/

Le operazioni base sono lavaggio e selezione delle mele al fine di evitare che roba troppo marcia finisca nel sidro e sassi finiscano nel trituratore danneggiandone le lame. post-9119-0-53853800-1423907751_thumb.jpg

In questo caso le mele erano state raccolte con apposito macchinario che è sì più veloce di una persona, ma danneggia i frutti (che quindi non si conservano molto) e soprattutto raccoglie anche foglie sassi etc, che rendono necessario un lavaggio abbastanza impegnativo.

Ricavata la polpa è il momento della spremitura e qui viene il bello! Perchè Mark è uno dei pochi in inghilterra ad utilizzare ancora l'antico metodo della pressatura con la paglia! post-9119-0-02399200-1423908149_thumb.jpg

In sostanza per evitare che la polpa di mela schizzi ovunque durante la pigiatura si crea un ammasso di paglia e polpa a strati alternati in modo che gli steli facciano da filtro e diano consistenza alla massa. post-9119-0-98269800-1423908250_thumb.jpg Arrivati alla massima altezza raggiungibile si esegue una prima pigiatura che causerà  lo schiacciamento e l'allargamento della forma che di conseguenza ai lati non subirà  un'adeguata pressione. Per ovviare a questo problema la forma viene letteralmente tagliata e risistemata sulla sommità  in modo da poter essere nuovamente pigiata. post-9119-0-65880700-1423908388_thumb.jpg Questa operazione verrà  ripetuta anche nei giorni successivi finchè la forma non sarà  quasi completamente priva di succo. Un carico necessita di quasi una tonnellata di mele e per spremerla possono servire anche 4-5 giorni! Inutile dire che il succo estratto viene subito pompato nei fermentatori dove la fermentazione partirà  spontaneamente....

Oltre a questo vecchio metodo dallo scorso autunno Mark ha comprato anche una pressa più tecnologica che garantisce la possibilità  di lavorare in autonomia. Il principio di funzionamento è simile in quanto al posto della paglia si usano dei canovacci (una sorta di BIAB) e per dare solidità  e distribuire meglio la pressione si usano dei ripiani in legno.post-9119-0-70673000-1423908666_thumb.jpg

Le note divertenti della giornata sono state l'enorme mole di lavoro svolto in compagnia di tutto il villaggio che si riunisce per dare una mano a Mark e l'assenza di un pasto a metà  giornata sostituito da pinte e pinte di sidro! Assistito alla tagliata della forma siamo poi stati riaccompagnati al nostro super motel dove ci siamo sfondati di pappa e birra!

20 ottobre

Blandamente riposati al mattino passa a recuperarci il boss della nursery, il buon Adam, il quale ci avrebbe ospitato per insegnarci un pò di cose riguardanti l'allevamento dei meli etc etc.

Ecco il link della nursery se qualcuno volesse ordinare qualche alberello! http://www.talatonplants.co.uk/

La giornata in classico clima britannico è passata rapida tra un insegnamento e uno scroscio di pioggia e la sera per dare un tocco di italianità  al viaggio abbiamo insegnato ai nostri ospiti come fare la pasta in casa!

21 ottobre

La giornata è partita all'insegna del lavoro ed è terminata in modo assurdo!

Per tutto il giorno abbiamo aiutato Adam con una potatura arrogante di una serie di alberi non indifferente fino ad arrivare a sera quando venendoci incontro ci propone di andare da un suo operaio, Tom, che avevamo conosciuto alla fiera qualche giorno prima, che la sera avrebbe fatto sidro in casa e che ci avrebbe ospitati per la notte.... ovviamente nonci siamo fatti scappare l'opportunità  di farci ospitare da perfetti sconosciuti ed in un attimo avevamo le valigie pronte e saltavamo sul furgone che ci avrebbe portato in un posto sconosciuto e dimenticato da dio... Il posto è stupendo,una vera e propria curtis medievale del X secolo ancora abitata da una famiglia allargata proprio come allora e dotata di tutto un fabbricato che era dedicato alla produzione sidricola... insomma uno spettacolo!

post-9119-0-64008900-1423910178_thumb.jpg Lì dalle 20:30 circa sino alle 22:00 passate abbiamo lavato tritato e pressato come se non avessimo già  lavorato prima come schiavi :P

Terminata questa sessione il buon Tom ci ha caricati su di una sorta di fiorino fatish e Silvia davanti e io dietro nel van tra mele e valigie siamo andati prima ad un Thai da asporto a recuperare del cibo e poi a casa dei genitori di Tom dove la corrente elettrica era saltata! :rofl:

Dunque senza doccia etc siam piombati in un profondo sonno in una perfetta cameretta degna dei migliori film horror!

22 ottobre

ricomincia la vacanza vera, dopoun viaggetto in treno verso sud arriviamo ad Exeter post-9119-0-38628200-1423911035_thumb.jpgcittadina molto carina del Devon meridionale dove alloggiamo ovviamente in un pub albergo decisamente gradevole e in posizione tattica tra stazione e centro città ! http://www.citygatehotel.com/

Inutile dire che a naso casco nell'unico locale della città  dove servono birre e sidri locali! http://beer-cellar.co.uk/exeter/

La visita prosegue felice finchè la sera rimango stroncato dall'ennesima pinta durante la cena e mi trascino sul letto dove rinvengo solo al mattino seguente :rofl:

23 ottobre

per non farci mancare nulla e visto che Exeter l'avevamo già  girata in lungo e in largo andiamo ancora più a sud lungo la Manica nella cittadina di Exmouth post-9119-0-13374500-1423911441_thumb.jpgdove dopo una passeggiata sul lungo mare riprendiamo il treno in direzione Bristol per riprendere l'aereo che ci riprterà  in terra italica

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il grosso merito va ai signori e ai ragazzi che ci hanno ospitati come se fossimo amici da una vita! :clapping:

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per fortuna c'è gente così al mondo!!!
Comunque, vi siete fatti un culo enorme, ma sono il tipo di esperienze che a me piacciono da matti!

Poi cazzo, la curtis de Xsecolo... Cacchio, quella sì che avrei voluto vederla!!!

Edited by Tyrion132

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti Enzo mi ero perso questo post... davvero complimenti a te e Silvia! Vi seguirò per vedere i vostri sicuramente positivi progressi.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vai in UK per imparare qualcosa, vedi se riesci a fare un salto in questa azienda agricola

 

http://www.thistlycrosscider.co.uk/contact-us/

 

Da quello che mi hai detto coltivano mele e producono sidro, io ne ho assaggiato uno ed è molto buono niente a che vedere con certe porcherie che si trovano in giro. Magari puoi strappargli qualche segreto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque, da quel che hai scritto, la spremitura delle mele è molto simile a quella che si fa(faceva in realtà , oramai non lo fa quasi nessuno) per "spremere" l'olio dalla pasta di olive.. :)
Anche lì si fa strato di pasta-disco di materiale tipo paglia/stoffa(ha un nome ma non lo ricordo!)-pasta-disco-pasta---- Il tutto impilato e schiacciato da una pressa.. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrebbe chiamarsi fiscolo, si usa per la spremitura a freddo

Edited by stanucc
1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

più o meno sì, il principio è sempre lo stesso, usare dei supporti in cui mettere la poltiglia da spremere in modo che non finisca ovunque quando si applica la forza bruta necessaria ed inoltre avere una sorta di filtro (mele e olive non hanno glumelle! :P ). L'unica differenza nelle presse moderne è che la polpa viene messa in canovacci dentro cui viene pressato mentre la pasta di olive viene intervallata ai dischi, comunque la funzione resta quella! :good:

post-9119-0-66866500-1423933852_thumb.jpg

foto illustrativa del processo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vai in UK per imparare qualcosa, vedi se riesci a fare un salto in questa azienda agricola

 

http://www.thistlycrosscider.co.uk/contact-us/

 

Da quello che mi hai detto coltivano mele e producono sidro, io ne ho assaggiato uno ed è molto buono niente a che vedere con certe porcherie che si trovano in giro. Magari puoi strappargli qualche segreto!

Grazie della segnalazione! :good:

Combinazione ne sto bevendo uno ora (la versione maturata in botti di whisky) e ne bevvi uno tempo fa... son tra i pochi prodotti che arrivano sul mercato nostrano e dovendosi ancora conquistare il palato dei primi avventori non sono sicuramente prodotti estremi! Detto ciò sono sicuramente ottimi ponti per chi vuole avvicinarsi a questa antica bevanda!

ps mannaggia a loro che l'hanno gassato prima dell'imbottigliamento!

Edited by EnzoR

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oramai nessuno usa più quel sistema lì per l'olio(tranne ovviamnte i piccolissimi produttori che hanno ancora l'attrezzatura di anni e anni fa) perchè è lento, scomodo, e con risultati abbastanza imprevedibli..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel progetto, mi fa sorridere come sia del tutto sganciato da un' ottica commerciale e/o di profitto e incentrato su una passione e "so far...so good". In bocca al lupo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

potatura effettuata con successo, forse! :rofl:

a chi mi chiedeva il mini tutorial: sto traducendo un articolo per uso personale molto ben fatto appena finito cerco di contattare chi l'ha scritto per vedere se posso pubblicarlo in italiano.... :good:

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

nuovi alberelli partiti oggi! speriamo arrivino sani e salvi!

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

che figata Enzo!

 

Io per bere gratis come vedi uso altri trucchetti!

Tu invece metti su una cantina........

Avete mooooooolto da imparare da noi genovesi!!

 

:rofl:  :rofl:  :rofl:  :rofl:  :rofl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

haahahahha ho parecchi conoscent e amici giù a Genova! appena riesco una sgambata in riva al mare vengo a farmela!

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutti i nuovi alberelli sono in terra missione compiuta! Ora bisogna finire di pulire per bene e fare i tratti rimanenti di terrazze! A breve aggiorno con un pò di foto e con un articoletto sulla potatura e qualche foto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

tante volte abbiamo discusso sulla presenza di batteri all'interno della polpa e non solo sulla buccia (e ho trovato una sola fonte al riguardo) e tanti chiedevano come facesse la frutta a non fermentare sull'albero... ora ho trovato una mezza risposta, i batteri non possono lavorare in quanto finchè la frutta non è matura gli zuccheri in essa presenti hanno catene troppo grandi (sono sostanzialmente amido) e gli enzimi naturalmente presenti in essa non hanno ancora scisso le catene in zuccheri più semplici gestibili dai lieviti e compagnia briscola! :good:

scusate se posto qui ma non trovavo più le discussioni su cui se ne parlava, se avete altre idee son tutto orecchi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimossimo!!!

Ottima iniziativa, ottime esperienze ed ottima ottica!!!

Di dove sei?

Io vorrei tanto fare qualcosa di simile con dei terreni in Liguria ma ci sono di mezzo parenti e divisioni che sono 4 anni che stiamo litigando

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now