Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Stuombo

Sidro Con Un Solo Ingrediente?

Recommended Posts

Ciao TNT! Un altro utente aveva posto più o meno la stessa domanda! Ho letto il fatto su di un libro scritto dal "massimo esperto" di produzione casalinga del sidro, diciamo il Bertinotti inglese del caso per intenderci! Sinceramente non so perchè e come mai ciò sia possibile... ma a quanto pare analisi di laboratorio danno questi risultati... Credo che il metabolismo della pianta impedisca la fermentazione, ma prendila come mia personale ipotesi. Altra ipotesi è che gli zuccheri non siano ancora fermentescibili, ma qui servirebbe un microbiologo con doppia laurea in chimica! Sul come finiscano all'interno invece credo la risposta sia più semplice, dopotutto ogni mela è "bucata" sul fondo dove qualche mese prima vi era la corolla di petali, per cui ciò che è fuori può facilmente accedere al torsolo, per cui dei funghi microscopici credo abbiano vita facile a riguardo... Sono ignorante anche io ma quella citazione la so per certa perchè ci ho riflettuto un pò anche io! Purtroppo non ho ancora avuto tempo di approfondire meglio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli zuccheri della frutta sono fermentescibili, ma dentro il frutto c'è anche ossigeno, e quindi i lieviti potrebbero benissimo compiere respirazione aerobica, senza quindi produrre alcool.

Sinceramente non ho mai sentito di lieviti dentro la frutta. Ci possono essere altre infezioni fungine, o batteriche, che colpiscono i fiori, ma questi di solito non diventano neanche frutti perchè il patogeno svolge il suo ciclo abbastanza velocemente e il fiore non dura così tanto da diventar frutto.

Ogni frutto, raggiunte determinate dimensioni, diventa difficilmente attaccabile da microrganismi. Le uniche due possibilità  di ingresso sono quando il frutto è piccolo, e gli stomi sono numerosi (quando cresce ce ne sono sempre meno e la cuticola si inspessisce), oppure in seguito ad agenti atmosferici o insetti(es. grandine,  piogge, u.r. troppo variabile), in cui l'esocarpo si lacera e permette l'ingresso di patogeni. Detto questo la pianta ha vari sistemi di protezione e di contenimento dell'infezione quando viene attaccata da un patogeno. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo anche di averlo studiato da qualche parte, ma non ricordo..

Comunque mi pare di ricordare sia proprio la pianta ad impedire la fermentazione.. Se ritrovo dove l'ho studiato, vedo di riferire! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo anche di averlo studiato da qualche parte, ma non ricordo..

Comunque mi pare di ricordare sia proprio la pianta ad impedire la fermentazione.. Se ritrovo dove l'ho studiato, vedo di riferire! ;)

stessa cosa che pensavo e stessa cosa che risposi all'altro utente.... In fondo per dirla proprio alla becea noi siamo pieni di succhi gastrici ma mica ci autodigeriamo finchè siam vivi!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

al limite si trovano sulla cuticola i lieviti, che poi prenderanno il sopravvento nel caso ci fosse una fermentazione spontanea per produrre sidro.

comunque ripeto: la fermentazione è una reazione anaerobica, e nel frutto c'è ossigeno.

 

aspetto di leggere queste fonti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Don't be afraid of washing away the yeast - you won't. It is a popular fallacy that desirable fermenting yeasts are present on the fruit skin. There are indeed some types of yeast on the skin and in fact there can be as many as 50,000 yeast cells per gram of fruit actually inside the apple itself, which probably get there through the open eye (where the flower petals once were). However these yeasts (species such as Kloeckera and Candida) have only weak fermenting power and they soon die in more than a couple of percent of alcohol. They are not the Sacccharomyces yeasts which are required for the successful completion of fermentation.

Andrew Lea

Craft Cider Making

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di lieviti selvaggi... Siamo sicuri che non morirà³ bevendo quei pallini bianchi in superfice???

post-18362-1416594142,1585_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma quella è una bottiglia?
Io mi preoccuperei più del fatto che possa fare BOOM, piuttosto che di morire bevendola(cosa alquanto improbabile!)

Share this post


Link to post
Share on other sites

pallini più torbidità  = qualche lievito che sta lavorando.... C'è da sperare che non lavori troppo... Dal lato morte per avvelenamento dovresti stare tranquillo

Share this post


Link to post
Share on other sites

delligio come dicevo prima non ho avuto tempo per cercare bene altrove, un paio di produttori di sidro però mi avevano confermato la stessa cosa durante il viaggio che ho fatto ad ottobre... Appena avrò un attimo vado a ravanare un pò nel web!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi finalmente ho stappato la prima! Dopo una notte in frigo la torbidità  era diminuita e i pallini i superficie erano scomparsi, al momento di stappare avevo paura che uscisse tutto dalla bottiglia in una fontana di schiuma, ma alla fine un'allegro PSSS mi fa capire che nulla è andato storto! :rofl:  All'assaggio rimango piacevolmente sorpreso! Mi ricorda un vinello bianco secco e frizzantino, assolutamente bevibile, anzi oserei dire proprio piacevole!!!

Mi sarebbe piaciuto anche un pò più frizzante, ma per essere il primo esperimento di fermentazione posso ritenermi più che soddisfatto, anzi sono proprio felice del risultato!!! :good:

 

Nel frattempo avevo imbottigliato una birra da kit (brewferm blanche), giusto per farmi un idea su sti benedetti estratti... dopo un mese in bottiglia il risultato non mi ha molto soddisfatto (dolciastra, un pò acquosa e per niente blanche), sarà  stato il lievito in dotazione oppure lo zucchero semplice invece dell'estratto di malto, ma non credo che ci riproverò mai con i malti luppolati...

 

Ora, quindi, non mi resta che darmi all'all grain!! :crazy:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi finalmente ho stappato la prima! Dopo una notte in frigo la torbidità  era diminuita e i pallini i superficie erano scomparsi, al momento di stappare avevo paura che uscisse tutto dalla bottiglia in una fontana di schiuma, ma alla fine un'allegro PSSS mi fa capire che nulla è andato storto! :rofl: All'assaggio rimango piacevolmente sorpreso! Mi ricorda un vinello bianco secco e frizzantino, assolutamente bevibile, anzi oserei dire proprio piacevole!!!

Mi sarebbe piaciuto anche un pò più frizzante, ma per essere il primo esperimento di fermentazione posso ritenermi più che soddisfatto, anzi sono proprio felice del risultato!!! :good:

 

Nel frattempo avevo imbottigliato una birra da kit (brewferm blanche), giusto per farmi un idea su sti benedetti estratti... dopo un mese in bottiglia il risultato non mi ha molto soddisfatto (dolciastra, un pò acquosa e per niente blanche), sarà  stato il lievito in dotazione oppure lo zucchero semplice invece dell'estratto di malto, ma non credo che ci riproverò mai con i malti luppolati...

 

Ora, quindi, non mi resta che darmi all'all grain!! :crazy:

Sei morto a causa del botulino presente nel sidro o alla fine è uscito qualcosa di buono? 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×