Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

PREMESSA:
 

Ciao a tutti, apro questo topic anche se è da pochissimo che mi sono affacciato attivamente al mondo del BIAB (come ho già  detto in altri post ho fatto solo 3 cotte in 1 settimana e sto ancora tarando l’attrezzatura e migliorandola), sono però alcune settimane che cerco info sulla tecnica, sui materiali, sui posti dove acquistare cio’ che serve ecc… e alla fine sono riuscito a trovare tutto, ma non ho trovato, appunto, un post “unico†in cui si possa capire DOVE e COSA acquistare esattamente, per questo voglio crearne uno, per evitare ad altri di dover girovagare per settimane e spendere soldi e tempo in cose non utili.

Ho deciso di farne una piccola guida proprio per evitare a chi, come me, si affaccia su questa tecnica e vuole provarla “in piccoloâ€, col proprio fornello da cucina ed iniziare a fare delle prove.

Come da titolo questi materiali permettono di fare piccole cotte (per un totale di 10 litri o piu’ a seconda della dimensione della pentola e dall’efficienza del proprio fornello) in poco tempo (circa 4 ore compresa pulizia dei materiali quando ci avete preso un po la mano e ovviamente a seconda dei tempi di mash previsti dalla ricetta).

 

P.S.

Non mi dilungherò nella spegazione dell’effettiva procedura in quanto è già  presente sul forum una guida esaustiva.

 

 

              14051330982_8c89e747a2.jpg

Ecco cosa intendo per "fornello grande", quello che uso io. Se siete fortunati ed avete invece un fornello a doppia corona potete spingervi ad utilizzare pentola più grande per produrre piu' litri.

 

 

ELENCO DEI MATERIALI E DOVE REPERIRLI:

 

  • LA SACCA: Inizierei con LA SACCA. Su questo argomento ci sono già  centomila discussioni qui su questo e su altri forum; non mi dilungherei piu’ di tanto, mi limiterei a consigliare un tessuto poliestere 100% a maglie fini. Come già  abbiamo visto in altre discussioni il materiale “perfetto†è il VOIL SVIZZERO, ma ho ottenuto buone cotte anche con tessuto a maglie leggermente piu’ larghe (ho acquistato un paio di tende da Leroy Merlin e le ho tagliate e ne ho fatto fare un sacco). Una cosa importante è che la sacca deve essere in tutto e per tutto una “seconda pelle†per la pentola. Quindi consiglio di farsela fare esattamente su misura, misurando perfettamente e facendo varie prove. Consiglio anche di far fare un orlo sulla cima del sacco, nel quale inseriremo una corda e un pulsante per poterlo stringere. Io solitamente stringo il sacco al di sotto dei manici, in modo che non si muova quando vado a mescolare il mosto col cucchiaio (straconsiglio questo accorgimento visto che quando non lo usavo avevo i lembi del sacco che si spostavano molto e rischiavano di andare dentro alla pentola.). Per quanto riguarda rinforzi e manici del sacco io per queste quantità  di mosto li sconsiglio. Ho acquistato un sacco per BIAB da un vendor inglese su Ebay (piu’ che altro per capire com’era fatto e farmelo replicare piu’ in piccolo) e m’è arrivato appunto con grandi manici e un grosso rinforzo tutto attorno. Questo serve se avete grosse quantità  di grani (e quindi molto pesanti quando zuppi di mosto) ma sono superflui per quel che dobbiamo fare “noiâ€.

14051276811_c1ff04f521.jpg    14031344446_88582aaaba.jpg    14054487965_b587823b76.jpg

 

  • LA PENTOLA + COPERCHIO: La dimensione e il tipo di pentola dipende molto dai fornelli che avete a disposizione. Ovviamente piu’ la pentola è “grossa†e “grande†e più calore (e tempo soprattutto) serve per portarla alle varie temperature. Quello da ricercare è la pentola perfetta per il tipo di fuoco che si ha a disposizione. Io ho un normalissimo fornello “grande†a fiamma unica e mi sto trovando bene con una pentola da 16 litri diametro 30cm alta 27cm in Acciaio INOX (pagata 27 euro + 5 di coperchio in un negozio di articoli da cucina della mia zona) con la quale riesco a produrre 10 litri di mosto. Alcuni hanno fuochi piu’ grandi o fuochi a 2 corone con 2 fiamme; In questi casi potete tranquillamente provare con pentole piu’ grandi e con una produzione di piu’ litri (come già  fanno molti sul forum). Come materiale l’INOX è sicuramente migliore e piu’ indicato, ma l’alluminio è piu’ sottile e dovrebbe raggiungere piu’ in fretta le temperature (non ho provato ma cosi’ dicono).

                                                                                                  14031349426_26e8713f57_z.jpg

  • DOPPIOFONDO PER PENTOLA: Altro oggetto FONDAMENTALE per questa tecnica è un doppiofondo per la pentola, che evita che il sacco venga a contatto diretto con il fondo caldo e che possa fondersi. A questo uso potete in realtà  utilizzare centomila cose diverse (griglie, colapasta, reti, sottopentola, sottotorta). Io personalmente ho trovato qualcosa di PERFETTO; nel negozio in cui ho acquistato la pentola ho trovato anche una teglia per pizza tonda esattamente della stessa identico diametro interno della pentola, gli ho fatto dei fori con il trapano (farne molti visto che la temperatura del mosto al di sotto del doppiofondo dev’essere il piu’ possibile uguale a quella del mosto sopra e non ci deve essere sbalzo termico). Altro accorgimento per il doppiofondo è che non sia troppo “altoâ€, infatti se mettete un colapasta fatto a mezza sfera perderete molto spazio che andrebbe occupato dal sacco (ricordate che stiamo “lavorando†con 14 litri di acqua e non con 30, quindi, proprio perché siamo “nello strettoâ€, quello spazio andrebbe occupato dai grani in infusione), molto meglio quindi un doppiofondo il piu’ basso e “piatto†possibile. Altra cosa fontamentale è un “sistema†per poter togliere il doppiofondo una volta che si è finita la fase di mash e si passa alla bollitura. Io nel mio caso ho messo una corda che esce dalla pentola (e che lego al manico della pentola durante il mash per evitare che vada a bruciarsi col fuoco sotto) e che tiro semplicemente una volta finito il mash. Altra possibilità  è trovare qualcosa che abbia una maniglia (o applicare una maniglia al doppiofondo), possibilmente qualcosa di discreto e non tagliente in modo che il sacco non ne risenta, che potremo andare a “prendere†con la parte finale del cucchiaio o mestolo, fatta solitamente a uncino o con qualcosa del genere.

                                                             14031419426_cbfa3a18b3.jpg                               14074576693_67f49f111f.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • GUANTI IN SILICONE: per lo strizzaggio del sacco. Alcuni dicono che è “da fighetti†strizzare il sacco coi guanti (cit.ZeligPlanet), ma io penso siano indispensabili per uno strizzaggio “perfetto†del sacco e per recuperare il piu’ possibile ciò che resta nei grani. D’altra parte questa tecnica elimina del tutto la fase di lavaggio delle trebbie, sostituita appunto da questo passaggio, per questo penso sia fondamentale effettuarla al meglio. Io ne ho provati un paio acquistati su ebay ma in realtà  non reggono al 100% il calore che emana il sacco alla temperatura di mash out (fase che dalla prossima cotta eliminerò in quanto mi hanno convinto che sia superflua e quasi dannosa per la tecnica BIAB), quindi, su consiglio di altri utenti del forum, oggi ne ho acquistato da IKEA un altro paio, che dicono reggano al 100%.

                                                                                                     14051329982_e08ed8ce8e.jpg

  • ALTRO MATERIALE PER STRIZZAGGIO: Apparte i guanti, per poter strizzare il sacco consiglio anche qualcosa su cui appoggiarlo. Alcuni mettono un colapasta nella pentola in cui si è fatto il mash, ma il colapasta, come dicevo precedentemente, è fatto “a mezzasfera†e quindi nel nostro caso, con pentola piccola e quasi piena di mosto, rischiamo che il colapasta vada a contatto con il mosto e quindi non avremo la possibilità  di strizzarlo. Ho ovviato a questo problema con una seconda pentola e un colapasta che vi entri. Io ne ho uno che, con i manici, si appoggia al bordo della pentola. Ho notato però che in fase di strizzaggio si “muovevaâ€, ho quindi risolto il problema legando i manici della pentola a quelli del colapasta con delle fascette (che vanno poi tagliate e buttate una volta finita l’operazione). Altra possibilità  è trovare qualcosa di “piatto†e forato (tipo una padella per castagne) che possa inserirsi nella pentola di mash. Oltre a colapasta e pentola supplementare consiglio anche di utilizzare un coperchio o un piatto per aiutarsi a strizzare il sacco, in modo da non tenere per troppo tempo le mani coi guanti a contatto col mosto caldo (visto che dopo qualche secondo ci scotteremo e per un po saremo impossibilitati a strizzare ulteriormente). Anche la fase di strizzaggio sembra la cosa piu’ semplice del mondo ma richiede un po di pratica.

                                                           14051316471_14b4749441.jpg             14051355791_3487fb6703.jpg

  • SERPENTINA PER RAFFREDDAMENTO “VELOCEâ€: Una cosa che reputo “indispensabile†per questo tipo di tecnica è la serpentina di raffreddamento. Non mi dilungherò più di tanto su questo punto in quanto già  ampiamente discusso in altre sedi. Non è necessario comprare una canalina già  â€œcostruita†dal costo di 60 euro e passa sui vari negozi online… basta procurarsi un 8-10 metri di tubo di rame diametro 10-12mm (da Leroy Merlin 10 metri diametro 12 costano 34,99 euro), un tubo Crystal della misura giusta da poter inserire al di fuori di quello di rame (la lunghezza dipende da quanto lontano è il fornello con la pentola dal rubinetto e dal lavello). Per collegare il tubo al rubinetto io ho utilizzato dei raccordi da giardino che si adattano alla perfezione, sono abbastanza economici e consentono un collegamento perfetto e senza perdite d’acqua. La serpentina sapete già  come si utilizza, io per limitare lo spreco d’acqua corrente solitamente procedo in questo modo: inserisco la serpentina (dopo averla spruzzata di sanitizzante, soprattutto per la parte che rimarrà  al di fuori del mosto) in pentola a 15-20 minuti dalla fine della bollitura, in modo da farla bollire col resto del mosto e da sterilizzarla, poi a fine bollitura apro il rubinetto dell’acqua fredda (occhio che l’acqua che esce dal circuito inizialmente è bollente e c’è il rischio di scottarsi), lascio il flusso d’acqua al massimo fino a quando non sento che l’acqua in uscita si sta raffreddando; a quel punto abbasso un po il rubinetto e inizio a muovere in su e in giu’ la serpentina (movimenti lenti, non decisi) in modo da mischiare l’acqua e raffreddare meglio. In questo modo vedrete che l’acqua in uscita si riscalderà , segno che state raffreddando il mosto. Poi ri-aumento il flusso e lo ri-abbasso quando l’acqua torna fredda; procedo cosi’ fino a quando il mosto non è alla giusta temperatura per il trasferimento nel fermentatore e l’inoculo del lievito. L’acqua di uscita nel lavello la utilizzo per lavare il materiale che ho utilizzato per la cotta, cosi’ facendo abbrevio i tempi e spreco meno acqua. Altri metodi di raffreddamento non li vedo necessari, per quella quantità  di mosto la serpentina è economica e veloce (in una 20ina di minuti raffreddo 10 litri) e il rischio di infezione dovuto alla troppa permanenza del mosto in raffreddamento a contatto con l’ambiente circostante si riduce al minimo (con il metodo “classico†dell’immersione della pentola nel lavandino invece si perde molto tempo e il rischio d’infezione aumenta).

               14054478685_d2e43d7f23_c.jpg             14054908394_b2edbe5a6c.jpg

  • MULINO: Ecco che arriva il punto dolente. Nella tecnica BIAB,infatti, i grani vanno macinati volutamente piu’ fini rispetto a come si macinano in All-Grain classico (devono “sfarinare†di più), quindi non è indicato acquistare i grani già  macinati dai vari fornitori on-line, pena una bassa efficienza, è invece consigliabile macinarseli da se. Nel nostro caso i grani da macinare non sono molti, solitamente per cotte da 10 litri finali si mettono sui 2 chili e poco piu’ di grani. Io ho lungamente ponderato i vari mulini presenti dai rivenditori online; si trovano il Marga e quello a dischi sui 60 euro, ma molti li sconsigliano (il marga è minuscolo e con tramoggia piccolissima, quindi ci vogliono delle mezzore per macinare qualche chilo di grani; quello a dischi dicono che non sia il massimo, difficile da regolare e non sempre efficiente con tutti i tipi di grani). Altra possibilità  è prendere una vecchia (o nuova) macchina per la pasta e farci dei solchi sui rulli (inizialmente lisci) in modo da poterla utilizzare per macinare i malti. In questo caso però ci sarà  molto lavoro da fare; oltre appunto ai solchi sui rulli (sembra una cosa facile ma vi assicuro che non lo è, ho guardato sui vari forum e ognuno ha trovato un modo diverso ma tutti molto difficoltosi perché i rulli sono duri), bisogna anche crearsi una propria tramoggia (alcuni la fanno in legno, altri in metallo) e se non la si fa bene si rischia che i grani vadano da tutte le parti fuorchè dove devono. Il mulino migliore (ad uso casalingo) è quindi il mulino Barley Crusher, con ampia tramoggia e rulli che macinano chili e chili di malti in pochi minuti. Il problema è il costo, il Barley originale costa piu’ di 200 euro; come fare quindi? Semplice, c’è un tizio olandese (che probabilmente ha attrezzatura per lavorare il metallo) che ha preso il barley originale e ne fa dei cloni (o almeno questo è quello che ho capito), che sono perfettamente identici e funzionano a meraviglia… costo 100 euro (io in realtà  non mi fidavo del sito del tizio, anche se tutti dicono funzioni a meraviglia e sia affidabile, quindi l’ho preso dal suo account ebay a 110 euro). Perché spendere 60 euro oggi per poi pentirsene e andarne a spenderne altri 100 fra qualche mese? Per me conviene spenderne 100 subito ed avere già  il meglio che il mercato offre a prezzo abbordabile.

 

                                       14031388386_2d8e4c98fc.jpg           14031384726_a3414d57ed.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
  • FERMENTATORI: Probabilmente avrete già  1 o 2 (o piu’) fermentatori in quanto avete già  provato a produrre kit da malti luppolati, quelli pero’ sono fermentatori da 30 litri, molto molto piu’ grandi rispetto ai 10 litri che dobbiamo produrre. Nessuno ci vieta di utilizzarli comunque, l’unico rischio (anche se molto molto limitato a mio parere) è che in questo caso, una volta che andremo ad aggiungere il lievito al mosto, avremo 20 litri di aria all’interno del fermentatore. Aria significa sempre possibilità  di infezione (almeno fino a quando la fermentazione non l’avrà  riempita di anidride carbonica). Ovviamente avremo già  provveduto a sanificare tutto, ma non si sa mai… per questo vi consiglio di acquistare dei piu’ piccoli fermentatori da 16 litri, disponibili a 16 euro da Pinta.it. L’unica pecca è che non hanno i segni con i litri, quindi io me li sono fatti da me ( ci si perde un po di tempo e sono segni “imprecisiâ€, ma almeno si ha un’idea generaledi quanto mosto è in fermentazione).

                                        14031397676_0c94c1e4ee.jpg           14031394826_b9de624fc6.jpg

  • COPERTA TERMICA PER MANTENERE LA TEMPERATURA: Altro utilissimo oggetto è appunto la coperta termica, si tratta di quelle coperte color argento metallizzato che si usano solitamente per tener calde le persone; si trovano facilmente in farmacia o su ebay a un prezzo molto contenuto (sui 5-6 euro cercando “coperta isotermicaâ€) e una volta acquistata dura teoricamente per sempre (in realtà  la mia è venuta a contatto con il mosto durante la prima cotta e io sbadatamente l’ho appallottolata, quindi una volta che si è seccato il mosto sono andato a riaprirla è s’è un po appiccicata, strappandosi in alcuni punti; è comunque utilizzabile anche cosi’). In pratica durante la fase di mash si porta il mosto a temperatura, poi si chiude il coperchio, si spegne il fuoco (importante) e si copre la pentola con la coperta cercando di non lasciare “buchi liberiâ€, cosi’ facendo la pentola tiene la temperatura (perde si e no 1 grado ogni ora). Per il basso costo e la grande utilità  lo reputo un accessorio imprescindibile per questo tipo di tecnica.

 

                                         14055022454_9fb47c31b0.jpg                           14051644351_10abd41a5f.jpg

  • SPIDER HOP: Ho trovato utile, per la fase di bollitura, l'utilizzo di uno spider hop (facilmente costruibile da soli con un qualsiasi tubo, come coppapasta o cose del genere, e delle viti con bulloni + un sacchetto, ottimo se dello stesso materiale della sacca). Questo è utile per poter inserire il luppolo in bollitura senza averlo poi sfuso a navigare per il mosto, ma contenuto appunto nel sacchettino dello spider hop. Utilissimo soprattutto se si usa luppolo in pellet, piu' efficace, ma per il quale non è possibile l'utilizzo di hop-bag.

         14031325666_17460a4bed.jpg     14054915704_8f5ffd2e38.jpg     14054930654_c6d017fd4d.jpg

 

  • ALTRI ACCESSORI: Come per l’All-Grain servono anche altri accessori, alcuni sicuramente li avrete già  perché avete già  acquistato un kit per malti luppolati, altri accessori invece indispensabili (almeno per le prime cotte e per tarare inizialmente l’attrezzatura) sono: termometro per misurare le temperature del mosto (io preferisco quello a colonna con gabbia esterna in plastica rispetto a quello digitale, ma per sicurezza li ho presi entrambi a prezzo abbastanza contenuto). PHmetro con relativi liquidi per tararlo e consigliato anche il liquido per mantenere l’elttrodo; oppure cartine tornasole (indispensabile un sistema per misurare il PH del mosto, io consiglio il PHmetro che da una misura precisa e, una volta acquistato tutto il kit, potremo utilizzarlo quante volte voglamo senza il senso di “spreco†che si ha con le cartine tornasole, sempre a patto di trattarlo bene). Acido lattico (o altro acido equivalente )per diminuire il PH in caso sia troppo alto (per esperienza solitamente alla “mia†acqua servono 1 cucchiaino e mezzo di acido lattico). Tintura di Iodio per il relativo test dello iodio da effettuare a fine mash (si puo’ prendere in farmacia o aggiungere al carrello quando si ordina altra attrezzatura dai fornitori di materiale per homebrew online). Pestello per macinare le essenze da aggiungere alle cotte (essenzialmente lo uso per macinare il coriandolo per produrre birre blanche, ho acquistato il pestello di IKEA, 9,90 euro, modello ADELSTEN, e funziona benissimo). Mestoli e ramine varie per mescolare il mosto (l’importante è che non siano in legno ma sempre in metallo perché il legno assorbe e rilascia sostanze, da evitare soprattutto in fase post-bollitura in cui tutto deve essere sanitizzato). Ulteriore utile accessorio è il tubo da collegare al rubinetto tramite connettori “da giardino†che si puo’ utilizzare per riempire la pentola a inizio cotta. Ultima cosa INDISPENSABILE è la pellicola di alluminio da mettere sui fornelli per evitare di sporcare tutto (si puo' vedere nella foto sotto e in altre nella pagina).

 

              14051367761_d6f27368e3_c.jpg    

 

        14074450543_ba43017b3a.jpg                14054503415_7de6332a64.jpg

 

CONCLUSIONI:

 

Spero che a qualcuno possa essere utile questa guida (più che guida è una sequenza di consigli). Come ho già  detto nella premessa sono un novizio di questo tipo di tecnica (ma come potete vedere mi piace aiutare gli altri per quanto possibile), quindi accetto (anzi spero ce ne siano) consigli e precisazioni per migliorarMI e migliorare questa guida.

 

 

DOVE ACQUISTARE IL MATERIALE:

 

LA SACCA:

 

per la sacca consiglio di acquistare al negozio di tessuti, come già  detto, qualche metro di tessuto VOIL SVIZZERO (oppure se proprio non lo trovate un tessuto in poliestere a maglie fini, ma prima di farvi costruire la sacca provate che faccia passare l'acqua senza trattenerla altrimenti è inutile), poi vi fate cucire un bel sacco (con gli accorgimenti che ho già  citato) dalla mamma, nonna, suocera ecc...

 

Oppure qua sul forum si trova la discussione aperta da "Beato" (Sergio), che ha trovato il modo di far costruire le sacche in maniera perfetta ad alcune mamme, progetto nato per aiutare chi non ha la possibilità  di costruirsele da solo e, soprattutto, per sostenere economicamente le famiglie di queste persone. Il link è alla pagina del forum in cui si vedono foto delle sacche e ci sono i recapiti telefonici per richiedere info. Se siete interessati al progetto consiglio di leggere attentamente tutta la discussione (per ora solo 6 pagine, si fa veloce) e di procedere scrivendo in privato all'utente "Beato":

Questo il link alla discussione:

http://forum.areabirra.it/topic/15943-sacca-biab-italiana-speriamo/page-5

 

LA PENTOLA CON COPERCHIO:

 

Questo è un punto sul quale non so aiutarvi piu' di tanto (anzi chiedo consiglio a chi dovesse conoscere rivenditori online a prezzi contenuti). Consiglio di fare come ho fatto io; girare i negozi rivenditori di materiale da cucina e vedere di trovare una pentola (come ho detto consiglio acciaio) della misura che fa per voi (e per i vostri fornelli e aspettativa di litri finali) con relativo coperchio. Come detto alcuni usano pentole in Alluminio e dicono siano piu' veloci ad arrivare in temperatura anche se con fonto piu' sottile (ma noi avremo il sacco staccato dal fondo e non avremo malti a diretto contatto con il fondo, quindi non ci sono problemi di caramellizzazione o di bruciatura del sacco).

 

DOPPIOFONDO PER PENTOLA:

 

Come ho detto io ho trovato una teglia per pizza del diametro giusto, ma si possono trovare altri centomila modi per fare doppifondi, lascio alla vostra fantasia la scelta.

Se proprio non avete fantasia c'è il solito Amazon; basta fare una semplice ricerca:

http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=teglia+tonda+30&rh=i%3Aaps%2Ck%3Ateglia+tonda+30

Oppure Ebay.

Vi ricordo che alla teglia (se scegliete questa strada) vanno poi fatti fori col trapano e ci va applicata una maniglia o una corda per poterla togliere dopo il mash.

 

GUANTI IN SILICONE:

 

Consiglio senza dubbio il modello GUNSTIG di IKEA; ne esistono 2 modelli, uno corto e uno lungo... sicuramente consigliato quello lungo che copre meglio la mano e non rischiamo di scottarci:

http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/70185137/

 

ALTRO MATERIALE PER STRIZZAGGIO:

 

Qua lascio a voi la scelta. Io ho risolto con pentola e colapasta che ci stia di misura (e qui lascio a voi trovarne uno a seconda della pentola che avete a disposizione), ma potete trovare altri metodi.

 

SERPENTINA IN RAME:

 

Come ho detto si trova da Leroy Merlin tubo da 10 metri diametro 12mm a 35 euro circa, perfetto a questo scopo. Vi serviranno poi raccordi per tubo da giardino e del tubo crystal di diametro adeguato (si trova tutto sempre da Leroy Merlin o in negozi simili), più eventuale materiale per il taglio e la piegatura del tubo (si fa anche a mano ma dipende dalla dimistichezza che avete con quel tipo di materiale).

 

Oppure su Birramia si trova il tubo già  bello e piegato a 51€ circa; a cui bisogna pero' poi abbinare il tubo crystal (disponibile sempre sullo stesso sito) e raccordi da giardino:

http://www.birramia.it/attrezzature-per-birra/e-g-e-all-grain/serpentina-raffreddamento-in-rame-ideale-per-pentole-di-circa-36-litri.html#.U2At6VfrY9A

 

MULINO:

Come da guida consiglio il clone olandese che si trova o sull'ebay (con 10€ di spesa in piu' ma forse piu' garanzie):

http://www.ebay.it/itm/6040Home-Brewing-barley-maltmill-crusher-malt-mill-Equipment/181390807055?_trksid=p5197.m1992&_trkparms=aid%3D111000%26algo%3DREC.CURRENT%26ao%3D1%26asc%3D14%26meid%3D6540955432840367009%26pid%3D100015%26prg%3D1006%26rk%3D1%26rkt%3D10%26sd%3D181390807055%26clkid%3D6540956531589196969&_qi=RTM1489587

O direttamente sul sito del fornitore a 100€ spedito (molti ci hanno acquistato senza problemi e dicono che manda in omaggio anche un PHmetro economico ma funzionale):

http://mega-direct.com/index.php?action=article&aid=13&group_id=9〈=EN

 

La spedizione è stata molto piu' veloce di quel che pensavo (e di quel che dicevano qua sul forum tempo fa); mi è arrivato in meno di una settimana.

 

FERMENTATORI:

 

Ho consigliato fermentatori da 16 litri, disponibili da Pinta.it a 16€ (tra tutti i siti del settore da cui ho acquistato pinta.it è risultato quello piu' veloce nelle spedizioni. Se non hanno problemi in giornata spediscono e il giorno dopo arriva tutto):

http://www.pinta.it/prodotti/1304/fermentatore_16_lt_rtg.html

 

COPERTA TERMICA:

 

Io l'ho acquistata su Ebay a circa 5-6 euro, facilmente reperibile cercando "coperta isotermica"; ecco un esempio:

http://www.ebay.it/itm/Coperta-isotermica-/291036623333?pt=Artigianato_ed_Industria&hash=item43c32271e5

 

Oppure si puo' trovare, dicono, anche in farmacia (ma non so a che prezzo).

 

SPIDER HOP:

 

Non si trova già  costruito, consiglio di acquistare un coppapasta rotondo (o se avete un pezzo di tubo di metallo o qualcosa che possa andar bene) e delle viti con bulloni; per il sacchetto, come ho già  detto, risulta ottimo quello con cui avete fatto la sacca o comunque un sacchetto in poliestere.

 

ALTRI ACCESSORI:

 

Io vi linko i siti dove ho acquistato i MIEI materiali ma poi vedete voi, anche cercando di raggruppare ordini da un unico fornitore per pagare meno (o non pagare; da Pinta oltre i 65 euro circa non si paga spedizione ad esempio) la spedizione.

 

Mortaio e Pestello: http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/60201251/

Termometro Digitale: http://www.birramia.it/attrezzature-per-birra/strumenti/elettronici/termometro-elettronico-digitale-50-150-c-604.html#.U2AxFVfrY9A

Termometro a immersione con gabbia: http://www.pinta.it/prodotti/1111/termometro_a_immersione_con_gabbia.html

Tintura di Iodio: http://www.mr-malt.it/catalog/product/view/id/2958/s/tintura-di-iodio/category/157/ (oppure in farmacia, chiedendo esattamente tintura di iodio e non altri prodotti analoghi)

Acido Lattico: http://www.mr-malt.it/lactic-acid-80-ml-100.html

Irish Moss: http://www.mr-malt.it/catalog/product/view/id/2940/s/irish-moss-25-g/

 

Ho acquistato anche il detergente sanitizzante Star San: http://www.mr-malt.it/star-san-hb-ml-473.html

(ma non lo cosiglierei, continuo ad usarlo in coppia con il metabisolfito)

 

PER LA MISURA DEL PH:

Cartine Tornasole: http://www.birramia.it/attrezzature-per-birra/strumenti/classici/cartine-di-tornasole-indicatrici-di-ph-4-5-9.html#.U2Ay0lfrY9A

OPPURE:

PHmetro: http://www.pinta.it/prodotti/1096/tester_ph_checker.html

Soluzioni per tarare il PHmetro: http://www.pinta.it/prodotti/1308/soluzione_ph_4_01_flacone_da_500_ml.html e http://www.pinta.it/prodotti/1309/soluzione_ph_7_01_flacone_da_500_ml.html

oppure si trovano in sacchetti monouso: http://www.pinta.it/prodotti/1307/5_x_soluzione_tampone_ph_4_01_ph_7_01.html

Liquido per mantenere l'elettrodo del PHmetro: http://www.birramia.it/attrezzature-per-birra/strumenti/elettronici/soluzione-conservazione-elettrodo-tester-ph-60-ml.html#.U2AxJlfrY9A

 

 

NEGOZI ONLINE DI MATERIALE HOMEBREWING:

 

Vi scrivo i piu' famosi, se ne conoscete altri sarò lieto di aggiungerli:

 

http://www.pinta.it/

http://www.birramia.it/

http://www.mr-malt.it/

http://www.polsinelli.it/

http://www.canevaribirra.it/

http://www.beerewine.it/

 

E poi il fornitissimo (ma non italiano) e non testato personalmente:

 

http://www.brouwland.com/en/

 

 

GUIDE E VIDEOGUIDE :

 

GUIDA ALL GRAIN DON METODO BIAB: http://forum.areabirra.it/topic/12047-la-miniguida-per-i-biabisti/

 

VIDEOGUIDA ALL GRAIN CON METODO BIAB (su fornelli da cucina) PARTE 1:

VIDEOGUIDA ALL GRAIN CON METODO BIAB (su fornelli da cucina) PARTE 2:

( Altri video molto molto utili sul canale Zeligplanet: https://www.youtube.com/user/ZeligPlanet/videos )

 

Videoblog utilissimo (anche se birrifica in all-grain classico) ma va citato per la simpatia e divertimento che offre. https://www.youtube.com/channel/UCCwHYlolCF02_0CHa8tkIfw

 

LINK INTERESSANTI :

 

Sito FONDAMENDALE per trovare ricette e informazioni: http://www.hobbybirra.info/

 

Guide Areabirra: http://www.areabirra.it/italian/articolo_tecniche_homebrewing.php?idnews=33&start=

Tabella Stili Areabirra: http://www.areabirra.it/_modules/download/download/articoli/AreaBirra_tabella_stili_e_materie_prime.pdf ( formato Excel: http://www.areabirra.it/_modules/download/download/articoli/AreaBirra_tabella_stili_e_materie_prime.xls )

 

BJCP guida agli stili ( tradotto in Italiano: http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&cad=rja&uact=8&ved=0CDEQFjAA&url=http%3A%2F%2Fm.friendfeed-media.com%2F2b240830f6514003b5fe9458eee388059abe57f1&ei=yR1lU9DGHsKf0QW3yoHwDg&usg=AFQjCNGjgWD5f0S5bLocZlIrNU3Rl31fpA&sig2=Nfv_AW9Ria_gWwlgA6Yexw&bvm=bv.65788261,d.d2k

Edited by shockwave82
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima guida! riporto qui a seguito il link per l'acquisto del mulino che hai inserito nella guida perchè penso che molti non avevano mai sentito di questo mulino olandese e quindi chi lo vuole acquistare può farlo da qui

http://www.ebay.it/itm/6040Home-Brewing-barley-maltmill-crusher-malt-mill-Equipment/181390807055?_trksid=p5197.m1992&_trkparms=aid%3D111000%26algo%3DREC.CURRENT%26ao%3D1%26asc%3D14%26meid%3D6540955432840367009%26pid%3D100015%26prg%3D1006%26rk%3D1%26rkt%3D10%26sd%3D181390807055%26clkid%3D6540956531589196969&_qi=RTM1489587

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, se compri il mulino olandese nel loro sito, oltre a risparmiare 10 euro, ti regalano anche un PHmetro economico, ma funzionante.

Confermo che i guanti verdi non tengono molto la temperatura, nell'ultima cotta mi è capitato di sentire calore strizzando la sacca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spezzo una lancia a favore del Corona..
Per imparare  a regolarlo, basta prenderci un poco la mano, dopo aver fatto le varie modifiche che consigliano su ogni topic a riguardo..  E per ora non ho avuto problemi a macinare diversi grani(pils, pale, frumento, carapils, chocolate e altri).. Ci vuole solo un po di pazienza, ma vale tutti i suoi 60euro! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nei prossimi giorni mettero' link ai vari siti e negozi in cui acquistare il materiale che ho messo nella guida, ho appena ricevuto l'autorizzazione dagli admin.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima guida, bravo! Credo che mancano solo due righe sulle pompe di ricircolo per uniformare temperatura e azione enzimatica, ottima alternativa alle pale motorizzate che nel biab sono di non facile attuazione per via della mobilità  della sacca...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima guida, bravo! Credo che mancano solo due righe sulle pompe di ricircolo per uniformare temperatura e azione enzimatica, ottima alternativa alle pale motorizzate che nel biab sono di non facile attuazione per via della mobilità  della sacca...

Eh si, io ho messo quello che possiedo e come sto lavorando al momento... conta che lavoro su 10 litri di mosto totali, non di piu'. Ritengo la pompa utile su piu' litri di mosto... non vedo nemmeno la possibilità  materiale di andare a fare un buco ed inserire un rubinetto in una pentola cosi' piccola, per me non ha davvero senso...

 

Piuttosto sto già  ponderando l'acquisto di una pentola piu' grande e di una pompa per il ricircolo come tu consigli... sarà  il mio prossimo passo... con gli 80 euro di Renzi ci compro la pentola, poi vedremo AAHAHAHHAAHAHA

Edited by shockwave82

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie !

Consiglio anche di dare un'occhiata a Biabrewer.info, molto (troppo) ricco di informazioni; in inglese.

Ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie !

Consiglio anche di dare un'occhiata a Biabrewer.info, molto (troppo) ricco di informazioni; in inglese.

Ciao

Mario

Si, anch'io ci sto guardando... l'ostacolo dell'inglese un po mi blocca... lo capisco abbastanza bene, solo che mi stanco a leggerlo ehehe... comunque si possono prendere ottimi spunti da quel sito... stavo pensando di inserire alla fine della guida una lista di siti utili e altro... mo vedo di farlo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho aggiornato mettendo i link per acquistare il materiale che utilizzo io.

Aggiornerò poi ulteriormente con link a guide e altro.

 

A mio parere sta venendo fuori qualcosa di bello e utile, chiedo però a voi esperti di aiutarmi a stilare una guida che possa realmente togliere ogni dubbio ai neofiti.

 

Grazie a tutti del sostegno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Utilissima guida e molto ben fatta, grazie.

 

Per quando riguarda la serpentina per il raffreddamento, mi chiedevo se il rame è adatto per uso alimentare, o meglio se quello venduto da Leroy Merlin lo fosse. O è un problema da non porsi?

 

Silvio

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un problema che io personalmente non mi sono posto. Presumo che non ci siano problemi, in quanto la serpentina è consigliabile metterla a bollire negli ultimi 10-15 minuti di bollitura del luppolo, appunto in modo da sterilizzarla ed evitare eventuali problemi di contaminazione (la parte che rimane "scoperta" dalla bollitura è meglio sanitizzarla con l'apposito liquido prima di immergere la serpentina).

 

Non ho mai sentito parlare di rame particolare per uso alimentare; so che esistono anche in acciaio ma è una spesa enorme e inopportuna per il tipo di "lavoro" che dobbiamo fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima guida, molto pratica e concreta. Bel lavoro e grazie per la citazione delle sacche.

 

Se può interessare, nel rispetto della filosofia di fondo del BIAB,  stiamo studiando un sacchetto SPIDER HOP LIGHT per il quale non serve la struttura in acciaio. Presto lo proporremo per l'autocostruzione o per l'acquisto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il rame nn ce né uno ad uso alimentare e uno ad altro scopo, sempre rame è! Quella in acciaio inox è troppo costosa e meno efficiente in quanto il rame trasmette meglio il calore! Cmq il rame nella distillazione è consigliato per levare alcune sostanze che reagiscono con esso.

 

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, io ho fatto la mia prima cotta biab qualche settimana fa sui fornelli della mia cucina ed a dire la verità  ho usato una pentola da 50 LT polsinelli che poggiata su tutti i 4 fuochi del piano cottura non mi ha dato problemi in fase di bollitura. Bisogna avere l accortenza di girare un po più spesso e di spegnere il fuoco 2-3 gradi prima di raggiungere la temperatura richiesta. Quando assaggio la birretta speriamo sia buona :D

 

Sent from my ZP810 using Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho aggiunto qualche link utile e link a guide e videoguide.

 

Se avete consigli su quali guide o video aggiungere fatemi sapere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella guida e grazie per la citazione dei miei video!  :good:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella guida e grazie per la citazione dei miei video!  :good:

 

Che onore!! un complimento dal mio mentore!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la sacca io consiglio la tenda Teresia di ikea che è 100% poliestere bianca e costa 8 € e io ci ho fatto almeno due sacche per la pentola da 100 L e varie sacche per hop spider e hop bag ecc ecc. La devo testare domenica in realtà  ma penso che mi potrà  soddisfare alla grande! Ciao :-)

 

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la sacca io consiglio la tenda Teresia di ikea che è 100% poliestere bianca e costa 8 € e io ci ho fatto almeno due sacche per la pentola da 100 L e varie sacche per hop spider e hop bag ecc ecc. La devo testare domenica in realtà  ma penso che mi potrà  soddisfare alla grande! Ciao :-)

 

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk

 

Hai poi provato questa sacca? Ho anche io quel tessuto e ora ho il dubbio se farla con uno o due strati.

 

Il materiale va bene anche per l'hop spider?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai poi provato questa sacca? Ho anche io quel tessuto e ora ho il dubbio se farla con uno o due strati.

 

Il materiale va bene anche per l'hop spider?

anch'io ho fatto la sacca con questo tessuto e con un solo strato e devo dire che tiene veramente bene.

 

questo tessuto va bene anche per il luppolo?

 

Sent from my ZP810 using Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora io ho avuto parecchio da fare con l'università  però penso che uno strato solo basti perché a livello di trama è molto fine ma per la resistenza non saprei che dirti perché io la metto dentro un cestello di acciaio e quindi quando tiro su il cestello non la sforzo! sarebbe da provare! appena ho dei risultati vi faccio sapere!
Io l'ho fatta a sacco, cioè cuciture solo sui lati, qualcuno l'ha fatta diversamente? tipo cucendo il fondo rotondo sotto e poi ai lati?!?! ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×