Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Leggendo leggendo ho dedotto che, nel BIAB, sono particolarmente importanti:

-la sacca

-il pH

-la macinatura, più fine che per una AG o E+G.

Che cosa ne pensate, per iniziare, di macinare i grani con un apparacchio tipo questo

http://www.ragstore.it/tritacarne-mincy-rigamonti.html

(ce l'ho già  in casa......)

Grazie e ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mai provato, ma i grani vanno schiacciati e non tritati. Fai una prova casomai, se ti fa a pezzi la glumella lascia stare.
Credo poi che ci metteresti una vita. Cerca in corona casomai...


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non ho mai pensato di usare una tritacarne, ma se trita invece di schiacciare non va bene perché poi non c'è niente che Ti aiuti a filtrare le trebbie durante il mash, il mosto passa ma non trascina con se gli amidi contenuti nell chicco.
Avrai sicuramente una estrazione minore.
Comunque anch'io sono un pà³ in difficoltà  con la macinazione fino che ultimamente mi esce tanta farina nonostante continui ad aprire i rulli :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le controindicazioni di fare a pezzi la glumella in biab?

Infatti: da quel che ho letto, non è un problema ed una macinate aumentura più fine aumenta la resa: sbaglio ?

Sul fatto che il tritacarne sia lunghissimo e poco efficiente non discuto, ma per iniziare può andare ?

Grazie e ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti se la sacca trattiene i pezzi frantumati quale sarebbe il problema del rompere la glumella? Chiedo, perché in effetti non ho letto niente a riguardo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se la sacca ha la giusta trama, delle glumelle non ci importa molto, ma secondo me rischi di avere il problema opposto.

Io farei più attenzione alle lame e al tipo di macinatura che esegue. I grani non hanno la stessa consistenza viscosa della carne che viene macinata in maniera grossolana, se la lama è quella che si vede in foto, potrebbe non solo non sfarinare, ma non tritare correttamente tutti i grani, e la griglia di uscita mi da la sensazione che potrebbe intasarsi frequentemente con l'eventuale macinato.

Comunque basta buttarci dentro una manciata di malto e fare una rapida prova per togliersi il dubbio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti: da quel che ho letto, non è un problema ed una macinate aumentura più fine aumenta la resa: sbaglio ?
Sul fatto che il tritacarne sia lunghissimo e poco efficiente non discuto, ma per iniziare può andare ?
Grazie e ciao
Mario


Ciao Mario, il problema e che se funzionasse secondo me, almeno con la mia sacca è così, di avere tanta di quella farina che per più far uscire il mosto Ti tocca usare la pala ;)



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo ancora partire, raccolgo informazioni per decidere se, tra qualche mese, passerò a E+G o a BIAB.

CIao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites

Passa a biab, molti fornitori possono macinarti il grano su richiesta.

 

Comunque ci sono documenti  riguardo la macinatura? Magari che spieghino se e in che modo un grist ridotto in farina (caso limite) crei problemi alla saccarificazione e fasi successive...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Passa a biab, molti fornitori possono macinarti il grano su richiesta.

 

Comunque ci sono documenti  riguardo la macinatura? Magari che spieghino se e in che modo un grist ridotto in farina (caso limite) crei problemi alla saccarificazione e fasi successive...

Io penso che prima di passare al BIAB qualche cotta in E+G la farei tanto da provare.

Per quanto rigurda la macinatura, penso che sia una cosa molto personale, soprattutto in BIAB, dove oltre alla macinatura, c'è la sacca. Se le farine Ti rimangono nella sacca, ci possono essere problemi di estrazione visto che la sacca non farà  circolare bene il mosto, al contrario se le farine Te le ritrovi in pentola avrai problemi di far uscire il mosto dal rubinetto, se hai tante farine e proteine non c'è Irish o mulinello che tenga ...purtroppo :cray:  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti la sacca non deve far circolare bene il mosto, la sacca nel biab deve essere come una "seconda pelle" per la pentola, poi ovviamente deve permettere lo strizzamento.

 

Il problema è che tu Beccaby hai la pompa per il ricircolo se non sbaglio e per questa le farine sono un bel problema. Ricordo una discussione in cui un utente con la pompa per il ricircolo aveva una continua caramelizzazione sul fondo, probabilmente dovuta al flusso che si instaurava e che "spingeva" le farine contro il fondo caldo.

 

Ma infine qual'è sto problema delle farine? Portano tannini in bollitura? Non sedimentano durante la fermentazione? Dubito fortemente influenzino l'efficenza dell'estrazione degli zuccheri (in biab), al massimo dovrebbero aumentarla aumentando la superficie di scambio. Fatemi capire pls.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti la sacca non deve far circolare bene il mosto, la sacca nel biab deve essere come una "seconda pelle" per la pentola, poi ovviamente deve permettere lo strizzamento.

Il problema è che tu Beccaby hai la pompa per il ricircolo se non sbaglio e per questa le farine sono un bel problema. Ricordo una discussione in cui un utente con la pompa per il ricircolo aveva una continua caramelizzazione sul fondo, probabilmente dovuta al flusso che si instaurava e che "spingeva" le farine contro il fondo caldo.

Ma infine qual'è sto problema delle farine? Portano tannini in bollitura? Non sedimentano durante la fermentazione? Dubito fortemente influenzino l'efficenza dell'estrazione degli zuccheri (in biab), al massimo dovrebbero aumentarla aumentando la superficie di scambio. Fatemi capire pls.


La sacca deve permettere la circolazione del mosto se no come aumenti l'estrazione. Tanto che chi non ha pompa mescola continuamente.
Il fondo si caramellizza se la parte di mosto che rimane sotto al fondo non si mescola con il resto e puoi mescolare solo con la pompa, perchè senza come puoi miscelare il mosto che rimane a contatto con il fondo caldissimo della pentola.
Certo che se usi una pompa che spara il mosto contro la sacca, mai sentito parlare di pompa con bypass?
Noi usiamo la pompetta di solarproject e va giusto bene per tirare l'acqua dal bidone alla pentola e poi anche andarTi a bere un bicchiere nel frattempo ;)
Il problema, io parlo per l'esperienza mia e di mio figlio, rompe per il fatto che mi tappa il filtro bazooka e la pompa, pardon pompetta, fa fatica a far circolare il mosto, ancora di più ora con il RIMS, e addirittura l'ultima volta ci ha piantato, per fortuna a fine cotta.
Per il resto che mi importa se ho un pò il mosto torbido, se ho lavorato bene con le proteine, dopo un paio di giorni di frigo è limpida come la pipi di un bambino :good: Edited by Beccaby

Share this post


Link to post
Share on other sites

Berty mi sembra che sei fuori strada.

La sacca deve permettere la circolazione del mosto se no come aumenti l'estrazione. Tanto che chi non ha pompa mescola continuamente.

 

La circolazione del mosto o mescolamento in alternativa non servono solo ad uniformare le temperature (evitare che si stratifichino)? L'estrazione degli zuccheri dall'amido cosa c'entra in questo...?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La circolazione del mosto o mescolamento in alternativa non servono solo ad uniformare le temperature (evitare che si stratifichino)? L'estrazione degli zuccheri dall'amido cosa c'entra in questo...?

Ciao io penso che appunto la pompa crea il mescolamento del mosto che se tenderebbe a caramellare sul fondo, ma il movimento del trascinamento del mosto attraverso le trebbie aiuta l'estrazione degli amidi. Se tutto fosse fermo ci sarebbe un estrazione minore.  ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao io penso che appunto la pompa crea il mescolamento del mosto che se tenderebbe a caramellare sul fondo, ma il movimento del trascinamento del mosto attraverso le trebbie aiuta l'estrazione degli amidi. Se tutto fosse fermo ci sarebbe un estrazione minore.  ;)

No, non credo.. Altrimenti in all grain, dove il rapporto kg di malto/litri d'acqua è ben più alto, avrebbero "estrazioni di amidi" decisamente inferiori..
E lo sparge serve a risciacquare le trebbie dagli zuccheri(amidi già  convertiti dagli enzimi), che alla fine è quello che facciamo noi nel biab quando striziamo la sacca..

Riguardo alla macinatura... Quando macino ho sempre paura di fare troppe farine, poi inizio a brassare e la paura svanisce.. Mai avuto farina sul fondo..

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, non credo.. Altrimenti in all grain, dove il rapporto kg di malto/litri d'acqua è ben più alto, avrebbero "estrazioni di amidi" decisamente inferiori..
E lo sparge serve a risciacquare le trebbie dagli zuccheri(amidi già  convertiti dagli enzimi), che alla fine è quello che facciamo noi nel biab quando striziamo la sacca..

Riguardo alla macinatura... Quando macino ho sempre paura di fare troppe farine, poi inizio a brassare e la paura svanisce.. Mai avuto farina sul fondo..

Non penso.

Quindi Tu non mescoli e non usi pompa, tanto per capire ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che mescolo, ma per evitare vagamente la stratificazione delle temperature..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che mescolo, ma per evitare vagamente la stratificazione delle temperature..

Ok mi sembrava strano, fatico a capire il Tuo ragionamento. 

Io penso che proprio per il fatto che abbiamo molta più acqua fosse fondamentale far circolare il mosto tra le trebbie per aumentare l'estrazione degli amidi. In AG basta mettere un pò d'acqua alla temperature che decidi secondo che mash vuoi fare e poi li puoi lasciare anche a mollo dentro un contenitore termico senza mescolare proprio per il fatto che non si diluisce perchè c'è poca acqua e poi filtri e lavi le trebbi per recuperare quello che rimane intrappolato e che ha noi non succede perchè si diluisce nel mosto più diluito e per quello che non serve fare sparge nel BIAB ;)

Visto che sei a Asti sarebbe bello poterci incontrare  e scambiarci le nostre esperienze, io sono Pallare prov di Savona, ma sono quasi più vicino a Te che al mare.

Cosa ne dici' Così magari mi fai vedere come macini visto che invece io ho sempre un sacco di problemi per le farine che mi ritrovo in pentola e mi fanno sempre dei casini  :diablo:

 

Fammi sapere adesso che andiamo verso la bella stagione  :good:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adesso ho un po di casini, sono in piena sessione d'esami.. Però una volta si potrebbe fare!

Andando per ordine:
Non credo sia corretto parlare di estrazione di amidi.. Se si estraessero, perchè lasciare i grani nella pentola per tutto il tempo del mash? Una volta che gli amidi sono stati estratti dai grani, questi diventano completamente inutili! Invece no, ce li lasciamo.. Ogni grano ha i suoi enzimi e i suoi amidi, immergendoli in acqua questi s'inzuppano e gli enzimi iniziano a lavorare, consentendo così una rapida conversione degli amidi in zuccheri..  L'acqua assorbita dai grani, per quanto si mescoli, lì rimane, non vi passa più attraverso(o comunque lo fa in quantità  minime!).. 

Per come la vedo io, avendo un contenitore perfettamente isolato anche in BIAB si potrebbe lasciare tutto fermo.. E direi che mescolerei solo alla fine, proprio quando i miei amidi sono convertiti tutti in zuccheri e ho bisogno di far sì che se ne disciolga il più possibile nella mia acqua..

P.s. Tu sei quello che ha fatto il megalavorone in cantina! Ti ho fatto i complimenti sul blog, ma te li rifaccio anche qui! WOW!

P.p.s. Poi questo è ciò che reputo io, secondo la mia logica e secondo ciò che ho studiato, poi posso benissimo star sbagliando tutto, e arriverà  qualcun'altro a correggermi.. Magari stiamo sbagliando tutti e due, e va a finire che, anche chi ci correggerà , sbaglierà  in maniera diversa! L'importante è che la birra venga!

Riguardo alle farine, io uso il corona.. Che da quel che leggo fa molte farine di suo.. Ma non uso filtri nè altre cose che potrebbero intasarsi a causa di quest'ultime! Nè ho problemi di caramellizzazione.. Anzi, avrei tanto voluto che la mia "bock" venisse un pelo più scura!

E per concludere, se mi ricordo, più avanti(prima devo ancora riuscire a regolare il ph!) proverò a vedere le differenze di un mash in cui mescolo di continuo e uno in cui invece non mescolo proprio(se non lo stretto necessario a uniformare la temperatura).. ;)
Perdona il disordine del post, ma scrivo a seconda di cosa mi viene nella crapa!

Edited by Tyrion132

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mah ragazzi, che volete che vi dica...

Io mescolo solo all'inizio, tre minuti, per evitare palle di malto, poi lascio che il mash vada avanti senza ulteriori mescolamenti.

Capisco che:
- ri circolare ed eventualmente riscaldare il ri circolo (maledetto correttore automatico), rende omogenea la temperatura e la stabilizza. Il mash in queste condizioni migliora e rende stabile la percentuale di estrazione.
- mescolare ha lo stesso effetto di rendere omogenea la temperatura fra diversi strati della pentola, ma come ogni operazione di mescolamento genera dispersione di calore. Quindi si aggiusta la temperatura. Troppa farina sul fondo corre il rischio di attaccarsi soprattutto con pentole sottili sottili.

La farina non riduce l'efficienza di per se, rende più aggredibile l'amido dagli zuccheri, ma intoppa il ri circolo, si attacca sul fondo se fai andare la fiamma, a volte ti tappa i pori della sacca ...

Quindi tritare più fine si, sfarinare troppo no, soprattutto pin certe condizioni (pompetta, rima tube con resistenza, pentola sottile con fiamma sotto.

Io per ridurre lo sbattimento, mescolo, copro e aspetto...
L'ho detto che sono pigro...



Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adesso ho un po di casini, sono in piena sessione d'esami.. Però una volta si potrebbe fare!
Andando per ordine:
Non credo sia corretto parlare di estrazione di amidi.. Se si estraessero, perchè lasciare i grani nella pentola per tutto il tempo del mash? Una volta che gli amidi sono stati estratti dai grani, questi diventano completamente inutili! Invece no, ce li lasciamo.. Ogni grano ha i suoi enzimi e i suoi amidi, immergendoli in acqua questi s'inzuppano e gli enzimi iniziano a lavorare, consentendo così una rapida conversione degli amidi in zuccheri.. L'acqua assorbita dai grani, per quanto si mescoli, lì rimane, non vi passa più attraverso(o comunque lo fa in quantità  minime!)..
Per come la vedo io, avendo un contenitore perfettamente isolato anche in BIAB si potrebbe lasciare tutto fermo.. E direi che mescolerei solo alla fine, proprio quando i miei amidi sono convertiti tutti in zuccheri e ho bisogno di far sì che se ne disciolga il più possibile nella mia acqua..
P.s. Tu sei quello che ha fatto il megalavorone in cantina! Ti ho fatto i complimenti sul blog, ma te li rifaccio anche qui! WOW!
P.p.s. Poi questo è ciò che reputo io, secondo la mia logica e secondo ciò che ho studiato, poi posso benissimo star sbagliando tutto, e arriverà  qualcun'altro a correggermi.. Magari stiamo sbagliando tutti e due, e va a finire che, anche chi ci correggerà , sbaglierà  in maniera diversa! L'importante è che la birra venga!

Riguardo alle farine, io uso il corona.. Che da quel che leggo fa molte farine di suo.. Ma non uso filtri nè altre cose che potrebbero intasarsi a causa di quest'ultime! Nè ho problemi di caramellizzazione.. Anzi, avrei tanto voluto che la mia "bock" venisse un pelo più scura!

E per concludere, se mi ricordo, più avanti(prima devo ancora riuscire a regolare il ph!) proverò a vedere le differenze di un mash in cui mescolo di continuo e uno in cui invece non mescolo proprio(se non lo stretto necessario a uniformare la temperatura).. ;)
Perdona il disordine del post, ma scrivo a seconda di cosa mi viene nella crapa!


Ciao, Ti ringrazio per i complimenti sul blog del lavoro in cantina fa sempre piacere.
Non voglio tirare alle lunghe questo post rischiamo di andare fuori OT, ma siamo su due strade completamente diverse.
Probabilmente avrai avuto delle esperienze che Ti avranno portato a pensare così. Io al contrario ho avuto esperienze probabilmente opposte tanto che ho progressivamente incrementato densità  e litraggio man mano che ho sostituito la sacca con una più porosa e con l'aggiunta della pompa, ma Ti ripeto saranno le esperienze vissute d'altronde sono molte le variabili che entrano in gioco.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti per quello dicevo che il tuo era un caso particolare per le tue esigienze.

Se passa farina ti si pianta la pompa, ma non è che tutti hanno la pompa per il biab, anzi... ;-)

 

La mia domanda era che inconvenienti mi può dare tanta farina dalla bollitura in poi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×