Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Sono nuovo in questo forum ma non nella produzione homemade di idromele: dopo qualche anno di esperimenti, l'ultimo idromele è riuscito; potete immaginare la gioia dopo tutta la trafila per imparare e farlo!
Buono si, ma con qualche difetto, a mio gusto,  da correggere: l'idromele che è venuto fuori è risultato molto gassoso e poco alcolico; premetto che mi era stato consigliato un lievito per vini spumanti e alla luce di questo ho pensato che il problema delle bollicine fosse dato da questo, ma indagando e indagando è rimasto un velo di mistero.

 

Qualcuno dice che il gas è dato dagli zuccheri residui, ovvero non mangiati dal lievito, che ossidandosi generano così le bollicine, qualcun'altro invece mi ha detto che è stato a causa del lievito che essendo per spumanti, appartiene ad un ceppo che favorisce la "frizzantezza".
 

Ora voglio ottenere un idromele FERMO e più ALCOLICO; mi hanno proposto due lieviti: un bayanus e uno usato per sidro e birra, ma con il primo non so se riuscirò ad ottenere più alcol, mentre con il secondo, mi viene da pensare che otterrò ancora un idromele frizzante (ovviamente); ne derivano molti dubbi: visto che il residuo zuccherino non mangiato dal lievito ha generato gas, metterò meno miele? Ma così non verrà  un po' svampito? Ma che sia giusto il lievito? Un casino.


Quindi, alla luce di questo mio obbiettivo, quello che vi chiedo è:

- cosa genera la "frizzantezza" in un idromele e come evitarla?
- cosa fa si che un idromele venga più o meno alcolico?
- che lievito mi consigliate?


Grazie!
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao resif

 

 

Quindi, alla luce di questo mio obbiettivo, quello che vi chiedo è:

- cosa genera la "frizzantezza" in un idromele e come evitarla?
- cosa fa si che un idromele venga più o meno alcolico?
- che lievito mi consigliate?

- la frizzantezza (quindi la CO2) la genera il lievito, per evitarla basta prendere un lievito non da spumante

-per ottenerlo più o meno alcolico, viste le quantità  enormi di zuccheri nell'idromele, devi usare un lievito che tollera una gradazione alcolica più elevata rispetto al precedente

-ci sono tanti lieviti (di solito il cerevisiae) sia da idromele che da vino, ad esempio quelli della wyeast o di scott laboratories

 

 

 

visto che il residuo zuccherino non mangiato dal lievito ha generato gas, metterò meno miele? Ma così non verrà  un po' svampito?

le bollicine derivano dall'attività  respiratoria del lievito, quindi dall'anidride carbonicha che emette consumando gli zuccheri; gli zuccheri residui (cioè non utilizzati dal lievito) non rilasciano gas, quindi puoi anche mettere più miele che acqua, ma con il lievito giusto otterrai sempre un vino fermo. Se metti poco miele e non ti piace al massimo puoi aggiungerlo dopo

Edited by delligio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Delligio, direi....impeccabile! Grazie!
Ora il quadro si fa già  più chiaro.

 

 

 

-per ottenerlo più o meno alcolico, viste le quantità  enormi di zuccheri nell'idromele, devi usare un lievito che tollera una gradazione alcolica più elevata rispetto al precedente

 

A fronte della gradazione alcolica, mi avevano consigliato il Bayanus. Sempre rispetto al discorso di voler ottenere un idromele fermo, può andare bene anche il Bayanus?

 

 

 

 

ci sono tanti lieviti (di solito il cerevisiae) sia da idromele che da vino, ad esempio quelli della wyeast o di scott laboratories

 

Ho dato un'occhiata e ho visto che wyeast e scott laboratories vendono o all'ingrosso o lievito liquido che, con un viaggio transoceanico tra temperature alte e basse, non mi fido molto ad utilizzare, ma comunque, ripeto, hanno quantità  troppo grandi per quello che serve a me.
Può andare bene un qualsiasi Cerevisiae?
Su ebay ho trovato molti venditori italiani di Cerevisiae in buste piccole o comunque relativamente piccole (non posso mettere nessun link in quanto sono un nuovo utente e il forum non me lo permette al momento).

 

P.S. Rettifico: ho notato ora la sezione "Home enthusiasts" su wyeast. Comunque ti lascio le domande qui sopra per pura cultura personale

Edited by Resif

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

A fronte della gradazione alcolica, mi avevano consigliato il Bayanus. Sempre rispetto al discorso di voler ottenere un idromele fermo, può andare bene anche il Bayanus?

Si va bene anche il bayanus, dipende tutto da quanto lo vuoi alcolico

 

 

Ho dato un'occhiata e ho visto che wyeast e scott laboratories vendono o all'ingrosso o lievito liquido che, con un viaggio transoceanico tra temperature alte e basse, non mi fido molto ad utilizzare, ma comunque, ripeto, hanno quantità  troppo grandi per quello che serve a me.
Può andare bene un qualsiasi Cerevisiae?
Su ebay ho trovato molti venditori italiani di Cerevisiae in buste piccole o comunque relativamente piccole (non posso mettere nessun link in quanto sono un nuovo utente e il forum non me lo permette al momento).

ma si per cominciare va bene qualsiasi, di lieviti secchi conosciuti c'è il lalvin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torno ancora sull'argomento perché girando qua e la su internet trovo informazioni continuamente discordanti, quindi non riesco ad avere un quadro del tutto chiaro: leggo che il Bayanus viene usato per i vini spumanti, ma allora sviluppa anidride carbonica? Leggo che alcuni lo usano anche per il sidro (quindi bollicine), o altri lo aggiungono dopo la fermentazione per una seconda fermentazione in modo da formare le bollicine... insomma confusione ovunque!
Voi cosa dite?

Share this post


Link to post
Share on other sites

usa il bayanus

il sidro in realtà  è fermo solo per commercializzarlo meglio lo si "spumantizza"

tutto il lievito del mondo nel suo metabolismo sviluppa anidride carbonica e alcoooool per non avere CO2 in botiglia basta attendere che la fermentazione sia finita del tutto

Share this post


Link to post
Share on other sites

per resif

in realtà  esistono diverse forme di bayanus, ad esempio c'è quello per arresti di fermentazione, o quello per la presa di spuma (spumante), o quello per fare vini molto alcolici... dipende molto dal ceppo. Le aziende comunque ti dicono lo scopo a cui il lievito è destinato.

 

Se vuoi andare sul sicuro è il caso di prendere il cerevisiae; al limite se ti piace sperimentare compra i diversi ceppi di bayanus per vedere le differenze

 

per enzo

 

 

tutto il lievito del mondo nel suo metabolismo sviluppa anidride carbonica e alcoooool per non avere CO2 in botiglia basta attendere che la fermentazione sia finita del tutto

è falso, dipende dal lievito

Share this post


Link to post
Share on other sites

esistono anche altre forme di fermentazione lo so era per insistere sul fatto che se leggesse bene i post troverebbe tutte le risposte già  scritte....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie delligio!
 

 

 

esistono anche altre forme di fermentazione lo so era per insistere sul fatto che se leggesse bene i post troverebbe tutte le risposte già  scritte....

La prossima volta mi armo di sfera di cristallo per intuire una cosa del genere dal tuo precedente post. Promesso.
Darò comunque un'occhiata alle altre discussioni. Grazie

Edited by Resif

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mi riferisco solo al mio questa è una sezione in cui su tre topic due parlano della stessa cosa e c'è pure una guida che spiega tutto passo passo basta leggere con un pò di attenzione e si trovano le risposte a tutte le proprie domande

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

a stare dietro i lieviti ci perdi la testa, per esperienza personale ti dico che non è facile controllare la fermentazione dell'idromele! in ogni caso è fondamentale l'OG, in base a quella puoi regolarti! Io ho sempre usato dei secchi s33, due bustine per OG alta, tuttavia lo preferisco spumantino infatti tendo ad imbottigliare leggermente prima per farla carbonare a fine fermentazione (per una produzione creai bombe a tempo, per due idromele secco e poco frizzante)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×