Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
ProfSte

Idromele In Due Fasi (Effetti Collaterali?)

Recommended Posts

Ciao,

per ragioni di tempo volevo fare l'idromele in due step:

oggi pomeriggio sciolgo il miele nell'acqua, e lo travaso nel fermentatore, poi attivo il lievito liquido.

tra tre giorni, quando il lievito è attivato, lo verso nel fermentatore dove c'è l'acqua e il miele che attendono..

 

è un problema lasciare tre giorni nel fermentatore, senza il lievito, il miele disciolto in acqua?

 

grazie

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

onestamente te lo sconsiglio, il mosto in questi 3 giorni sarebbe un ambiente favorevole all'assalto di batteri di ogni genere

Share this post


Link to post
Share on other sites

esatto fa i tutto insieme con lievito attivato e assicurati di avere abbastanza lievito

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altrimenti se abiti vicino a campi coltivati e prati, puoi sempre lasciare il mosto all' aperto per una giornata  ;)   devi preventivare che potresti buttare tutto per colpa di qualche muffa..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altrimenti se abiti vicino a campi coltivati e prati, puoi sempre lasciare il mosto all' aperto per una giornata  ;)   devi preventivare che potresti buttare tutto per colpa di qualche muffa..

????????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ero ironico sul fatto che l' idromele è storicamente prodotto da fermentazione spontanea lasciando il mosto all' aperto soprattutto nel periodo primaverile  ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

aaaaa che poi comunque la maggior parte dei lieviti utili arrivava dall'attrezzatura utilizzata....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Laawiyah
Altrimenti se abiti vicino a campi coltivati e prati, puoi sempre lasciare il mosto all' aperto per una giornata   ;) 

 

 

Parlando seriamente, io ho avuto modo di assaggiarlo un idromele fermentato spontaneamente all'aria di montagna!...non era male come prodotto e l'aroma era molto complesso...aveva dei sentori acetici un capellino troppo marcati ma, era comunque apprezzabile!...specialmente se si tiene conto di tutte le incognite che caratterizzano una fermentazione spontanea!

Ho anche scambiato due parole con il produttore...(un piccolo produttore) e chiedendogli come aveva proceduto, con molta semplicità  mi rispose: acqua e miele millefiori in una botte da 50 litri, lasciato fermentare all'aria per il tempo necessario eeeee...Ualà !... idromele tradizionale!!!

 

aaaaa che poi comunque la maggior parte dei lieviti utili arrivava dall'attrezzatura utilizzata....

 

 

...anche no! nel senso che i lieviti sull'attrezzatura ci finiscono solo in un secondo tempo (e, naturalmente, non ci finiscono solo i lieviti "utili")...quando si impronta per la prima volta una fermentazione spontanea, non è l'attrezzatura a veicolare i lieviti......è l'aria sana di montagna/campagna ad apportare i lieviti al mosto!...oltre a quelli presenti nel miele stesso.............

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×