Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Si ma a quel punto tanto vale usare solo l'acido e rinunciare all'effetto tampone. L'idea dietro al prodotto è che non hai bisogno ne di PHmetro ne di analisi precise della tua acqua.

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vale, a me hai colpito proprio tu quando hai sottolineato che alla fine ci ritroviamo con un mosto carico di fosfati come se fosse un salame.

Io non parlo di stravolgere la filosofia del prodotto, solo penso che se invece di usare 8 grammi su 10 litri come formula universale, riusciamo a trovare che ( butto numeri a caso ) per le chiare sono ottimi 11 grammi per 10 litri, per le scure bastano 3 grammi a litro, per le vie di mezzo dose classica a 8g/L, lasciando come unica variabile da tamponare in maniera consistente proprio la componente dell'acqua, abbiamo solo che da guadagnarci in salute e qualità , e il phmetro lo accantoniamo lo stesso ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vale, a me hai colpito proprio tu quando hai sottolineato che alla fine ci ritroviamo con un mosto carico di fosfati come se fosse un salame.

:rofl: :rofl: :rofl: :rofl:

 

Se penso a tutte le porcate di additivi che ci mangiamo mi sento male... :bad:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una volta ho scaricato l'elenco dei codici degli additivi con relativa descrizione e grado di pericolosità , l'ho messo via quasi subito :bad:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una volta ho scaricato l'elenco dei codici degli additivi con relativa descrizione e grado di pericolosità , l'ho messo via quasi subito :bad:

 

A sto punto spiega anche a noi ;)
Inoltre che problemi potrebbero dare sti fosfati?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al volo posso dirti quel che ricordo, che i fosfati, come anche l'acido fosforico della coca cola, facilitano la comparsa di osteoporosi in chi è portato ad averla, perché ostacolano l'assimilazione del calcio.

In rete trovi l'elenco delle sigle di tutti gli additivi, i famosi E220, E368 ecc., con la spiegazione di cosa si tratta esattamente, di quali effetti ha a lungo termine sulla salute, e li ho visti catalogati in 3 fasce, innocqui, mediamente pericolosi, e assolutamente da evitare.

Alla fine ho smesso di leggere, perché altrimenti avrei dovuto smettere di comprare cibo, e crearmi un ettaro di orto e un gregge di pecore per essere autonomo e mandarli tutti a quel paese.

Ma non sono la persona più indicata per spiegare queste cose, sono un elettricista non un medico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

no, vi prego, non facciamo terrorismo... scherzo eh :-)

 

il fosfato è una sostanza endogena (la produciamo internamente). è presente nel DNA solo per fare un esempio... ma non solo. è unelemento fondamentale e deve essere assimilato con l'alimentazione.

 

i fosfati (e i polifosfati) non sono pericolosi se assunti alle giuste dosi... questo vale per quasi qualsiasi prodotto sulla faccia della terra (che sia naturale o di sintesi).

 

una sostanza, se pericolosa a qualsiasi concentrazione non verrebbe venduta. penso facciano eccezione le sigarette :-)

 

il limite di utilizzo consigliato dall'OMS (che NON è viversaniebelli) è di 70mg per Kg di peso corporeo per giorno. significa che una persona di 70Kg ne può assumere fino a 4,9g al giorno. 4/5 grammi è la dose che metto io in 10 litri di mosto e non berrò mai 10 litri di birra al giorno. :-)

 

fonte: http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/77763/1/9789241660679_eng.pdf

mi ero documentato al tempo prima di prenderlo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

aggiungerei anche che il semplice malto è pieno di fosfati, che poi sono alla base del comportamento acidificante nel mash

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, grazie scustu, non volevo fare terrorismo, sono anch'io alla ricerca di informazioni su robe che conosco in maniera molto superficiale, solo scrivendo quel che so ho la possibilità  di essere corretto negli errori.

Grazie del chiarimento, perché il prodotto mi interessa :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Eppure l'idea di usare un additivo non mi "sconfinfera" molto.Sarà  che ho sempre puntato sulla genuinità  della birra che facciamo, almeno per quello che dipende da noi voglio mantenermi sul semplice.

inviato via tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già  che siamo in tema, se li vendono vuol dire che qualcuno li compra.

Mi spiegate allora perché nelle etichette delle birre non sono indicati? Parlo di sali, acidi, alghe, gelatine...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'è l'obbligo di indicare le spezie utilizzate (metti che qualcuno è allergico ad una spezia invece che un altra) figurati se indicano irish moss, gelatine, ecc. ecc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già  che siamo in tema, se li vendono vuol dire che qualcuno li compra.

Mi spiegate allora perché nelle etichette delle birre non sono indicati? Parlo di sali, acidi, alghe, gelatine...

 

vengono consideranti coadiuvanti di processo non ingredienti, quindi legalmente non è necessario indicarli

Share this post


Link to post
Share on other sites

vengono consideranti coadiuvanti di processo non ingredienti, quindi legalmente non è necessario indicarli

 

Confermo e per i sali aggiunti sono comunque considerati parte dell'ingrediente "acqua", che di suo ne contiene giià  in abbondanza e mica ti mettono l'analisi dell'acqua su ogni bottiglia. ;)

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Usato ieri, a me non ha fatto il "miracolo", ho dovuto aggiungere un po di lattico

Share this post


Link to post
Share on other sites

:huh: .... Cavolo... Parli di mosto, non di acqua di sparge, vero?

Io rifarei un mini-mosto di prova giusto per verifica, poi contatterei il produttore. Magari potrebbe far parte di una partita che ha preso umidità , chissà ... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

parlo di mash, guarda era la prima AG, cmq il phmetro era tarato e ho eseguito la misura a 20-25°C...il mash prevedeva 5.5kg di grani 90% maris, 10% crystal, ho usato un rapporto di 3.5L/kg, quindi poco più di 19 litri d'acqua, io ho aggiunto 16 grammi. Possibili cause?

1)dovevo considerare il volume totale dell'impasto e non i litri d'acqua? può essere ma dalle istruzioni è scritto diversamente

2)la mia bilancia non è precisa? può essere, l'ho pagata 10 euro

3)ho usato un rapporto acuqa grani troppo alto? BOOHHHH

4)il prodotto non è miracoloso, cioè non sempre funziona e ci sono vari fattori in gioco?

 

Guarda prima di acquistarlo ho fatto delle ricerche su forum americani, e molti si lamentavano del fatto che non fà  quanto promette (qualcuno voleva pure denunciare per frode la Fivestar...vabbè), ad altrettanti invece fungeva bene.

Edited by Cencio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulle indicazioni del sito dice:

"Istruzioni d'uso:

usare approssimativamente 8 grammi per 10 litri di acqua di mash.
Calcolare il totale d'acqua basandosi sul volume totale del tino.
"

 

A me sembrano due frasi contrastanti, acqua usata nel mash o volume totale raggiunto nel tino? Sarò lento io, ma mi sembra un pò equivoco.

Se il conto era da fare sul volume totale, avresti dovuto mettere poco più di 19 grammi, 3 grammi in più.

A quanto ti era sceso il ph?

E da quando hai inserito grani e sali, dopo quanto tempo hai misurato il ph?

Edited by Thor

Share this post


Link to post
Share on other sites

il ph del mash mi è sceso a 6.2, quella dell'acqua era a 7.3 più o meno....ho misurato dopo circa 15 minuti

Share this post


Link to post
Share on other sites

si in effetti le istruzioni non sono chiarissime...magari la prossima cotta ne metto di più

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie dell'avvertimento, quando comincerò ad usarlo starò più attento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la prossima settimana farò la mia prima Biab (Apa della guida) e non ho comperato il Phmetro ma solo lo stabilizzatore!

Ora ho il dubbio se fare i calcoli con i 35 litri d'acqua o con i 40 del volume.... ci sono circa 4 gr di differenza, farò una media che dite?

Share this post


Link to post
Share on other sites

su un altro forum mi sembra di aver letto che vada corretta solo l'acqua di mash, mentre per quella di sparge va utilizzato l'acido lattico (in via facoltativa).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si si usa solo in mash. Cmq a molti funziona, credo dipenda anche dall'acqua...

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate ragazzi io non ho un ph-metro ma solo delle cartine tornasole, cosa mi consigliate? di prendere questo stabilizzatore o di provare con le cartine a capire il ph e aggiungere acido a seconda del ph di partenza?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×