Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
darkmaster

Prove Di Sidro (Mele Vs Succo)

Recommended Posts

Nell'attesa di verificare le mie dame di idromele, e visto che mi era avanzata mezza bustina di safale us05, ho comprato 4 litri di succo 100% mela al pennymarket e ce li ho messi in una dama...dopo 8 giorni il mosto ha cominciato a chiarificarsi e ho travasato, la densità  mi da 1001 (og 1043)...

Ovviamente ho assaggiato il campione per la densità , e il risultato non mi è piaciuto, secco,aspro...ora aspetto un paio di giorni se si chiarifica meglio poi imbottiglio meta con primi g e metà  senza, e vedremo tra qualche settimana/mese come va...

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate, non ho piu' riferito del mio " esperimento"

 

ho utilizzato succo di mele al discount, non so dirvi la qualita',  sul cartone sembravano verdi, e in effetti anche il succo era di un verde che avrebbe fatto luce al buio!

 

in 5 litri ho sciolto del miele portando a 1065  altri solo mele.

lievito kolsch  provenienti da una birra dopo accurato lavaggio.

 

il lievito non ha lavorato molto bene, la densita' non e' scesa molto e ha impiegato piu' di un mese, poi per cercare di separare il piu' possibile la sedimentazione, ho lasciato un mese e mezzo il sidro con il miele in frigo, ma non ha aiutato poi molto, imbottigliato senza priming, e' una sorta di vino, molto denso, accettabile da bere, ma non ripetero'.

i 5 lt di solo succo dopo 3 mesi di cantina era diventato aceto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho imbottigliato il "sidro", con priming, e nel frattempo ho riassaggiato: rispetto a 4 giorni prima è tutta un altra cosa, anche se non è diventato buono, ma Ä— molto meglio dello scorso assaggio. Secondo me il problema più grande è che il succo che ho usato faceva schifo, poi l'ho assaggiato e faticherei a chiamarlo succo di mela...potevo assaggiarlo prima? Certo, ma non l'ho fatto...

 

Comunque ora sa di poco ma lascia un leggero retrogusto di mela, vediamo dopo 2/3 settimane di priming e maturazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

il lievito non ha lavorato molto bene, la densita' non e' scesa molto e ha impiegato piu' di un mese, poi per cercare di separare il piu' possibile la sedimentazione, ho lasciato un mese e mezzo il sidro con il miele in frigo, ma non ha aiutato poi molto, imbottigliato senza priming, e' una sorta di vino, molto denso, accettabile da bere, ma non ripetero'.

i 5 lt di solo succo dopo 3 mesi di cantina era diventato aceto.

Ovvio che il lievito non ha lavorato bene!

Hai usato un lievito che si era preparato per fermentare maltosio e lo hai messo a fermentare zuccheri semplici! Difficilmente ci si sarebbe abituato in fretta e senza grandi shock!

Prova a portare uno scandinavo a lavorare nel deserto, ovviamente soffre un sacco e lavora male! Ecco, con il lievito(che è un essere vivente pure lui!) hai fatto la stessa cosa.. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovvio che il lievito non ha lavorato bene!

Hai usato un lievito che si era preparato per fermentare maltosio e lo hai messo a fermentare zuccheri semplici! Difficilmente ci si sarebbe abituato in fretta e senza grandi shock!

Prova a portare uno scandinavo a lavorare nel deserto, ovviamente soffre un sacco e lavora male! Ecco, con il lievito(che è un essere vivente pure lui!) hai fatto la stessa cosa.. ;)

Quindi che lievito consigli?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un lievito non utilizzato in precedenza per la birra..
Poi non ho mai fatto sidro, quindi non saprei dirti lieviti specifici..

So solo che il lievito, quando si prepara  a fermentare maltosio, produce enzimi diversi da quelli che usa per fermentare saccarosio..

Se prima fermenta birra(maltosio) e poi sidro(fruttosio e saccarosio) non riuscirà  a fare bene il suo lavoro..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un lievito non utilizzato in precedenza per la birra..

Poi non ho mai fatto sidro, quindi non saprei dirti lieviti specifici..

So solo che il lievito, quando si prepara  a fermentare maltosio, produce enzimi diversi da quelli che usa per fermentare saccarosio..

Se prima fermenta birra(maltosio) e poi sidro(fruttosio e saccarosio) non riuscirà  a fare bene il suo lavoro..

ok....quindi va bene prenderne una da birra basta che sia "nuovo" e non di riutilizzo o consigli proprio di stare alla larga da quelli della birra e buttarsi su quelli da vino?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche uno da birra(non utilizzato prima) andrà  benone..

Ma non saprei dirti quale sia meglio tra i due.. In giro si legge che è meglio quello da vino, ma non ho esperienze in merito..

Share this post


Link to post
Share on other sites

usa lieviti da vino, sappi che il prodotto finito sarà  molto secco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tempo di riprendermi e scaricare le foto e metto su un topic nella sezione viaggi magari!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io x il prossimo sidro vorrei usare un lievito specifico per una cotta e del lievito da vino per un altra per vedere la differenza, perchè quello da vino lo rimedio facile, quello da sidro lo devo ordinare su internet

Io sto facendo il tuo stesso esperimento, ma con lievito specifico Mangrove Jachs yeast M02 .... Che tempi di fermentazione hai aspettato? Primi giorni?

 

 

Buona birra a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

No.. asp.. ricordo di un amico che studiava chimica alle superiori e mi aveva raccontato che avevano fatto delle analisi, come prova di laboratorio, su diversi succhi di frutta.. e diceva che quelli del lidl erano pieni di conservanti, antibiotici e compagnia bella.. aveva inoltre aggiunto che quelli della coop erano i più naturali.. non so quanto possa risultare vero o se negli anni sia cambiato qualcosa.. ma io, a naso, non mi fiderei troppo dei prodotti alimentari del lidl

Share this post


Link to post
Share on other sites

Invece della coop ti fidi???

Queste prese di posizione sono alquanto ridicole.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho provato a fare due sidri, entrambi con succhi, il migliore è quello fatto con succo metà  Zuegg e metà  Rauch. Mi è costato un po' di più, ma rispetto a quello fatto col succo della marca del supermercato c'è differenza.. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensa che, al 90% la marca che fa il succo del supermercato è una "grande maca" :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensa che, al 90% la marca che fa il succo del supermercato è una "grande maca" :D

Ho guardato nel "prodotto da" del succo del supermercato ed era una marca sconosciuta... 

 

La prossima volta proverò in altri supermercati a vedere se i rispettivi prodotti "marchio supermercato" sono fatti da aziende conosciute. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

chiedo scusa ma approfitto un attimo della discussione aperta per porre una domanda a tutti voi che producete sidro.. anche io mi sono cimentato ultimamente seguendo il post di bertinotti, adesso è nel fermentatore, vedremo cosa ne uscirà .. ma qui sul forum ho letto cose che non ho trovato altrove, tipo enzo che parlava di solfitazione.. quindi, volevo chiedervi un testo a cui fare riferimento, possibilmente reperibile online.. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve, sono nuovo del forum... e delle fermentazioni.

 

Approfitto anch'io di questa discussione sull'argomento sidro.

 

Da appassionato di birra sono da molto tentato dalla produzione domestica di quest'ultima, ma vorrei cominciare con il sidro di mele per fare pratica con qualcosa di più semplice da produrre, magari ricavandone anche qualcosa di decente da bere, eventualmente...

 

Oggi ho fatto una cosa un po' barbara, ho svuotato un paio di cartoni da 1,5l di succo del Lidl ogniuno in una bottiglia da 2l da acqua minerale appena svuotata, aggiungendo del banale liveito secco da panificazione, un po' di sciroppo bollito di zucchero e succo, tappando con dei comuni palloncini (lavati prima con acqua, poi acqua ossigenata ed infine acqua bollente), da queste è già  tanto se ricaverò del liquido al sapore di sidro con fetta di pane ammuffito immersa all'interno, ma è solo una prova... In questi giorni cercherò un negozio di enologia al fine di reperire almeno del lievito da vino bianco, da quì però ho un paio di (nabbe) domande...

 

Il sistema dei "micro-fermentatori" da 2 litri è sconsigliato? Trovo comode le bottiglie da sistemare in modo discreto in casa. E, nel caso andrebbero sanificate comunque? Mi sono fidato del "Microbiologicamente pura" impresso sulla confezione, contando inoltre che nelle birre da kit si suggerisce di aggiungere l'acqua al mosto concentrato direttamente dalla bottiglia, dunque non le ho sanificate. In ultimo, probabilmente per via del lievito poco adatto la schiuma tende a "sfiatare all'esterno" dal bordo inferiore del palloncino, ci butto un po' di acqua ossigenata ogni tanto quando si accumula all'esterno della bottiglia, non mi avvelenerà  vero...?

 

Scusate se sono andato OT e grazie in anticipo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
 

Salve, sono nuovo del forum... e delle fermentazioni.

 

Approfitto anch'io di questa discussione sull'argomento sidro.

 

Da appassionato di birra sono da molto tentato dalla produzione domestica di quest'ultima, ma vorrei cominciare con il sidro di mele per fare pratica con qualcosa di più semplice da produrre, magari ricavandone anche qualcosa di decente da bere, eventualmente...

 

Oggi ho fatto una cosa un po' barbara, ho svuotato un paio di cartoni da 1,5l di succo del Lidl ogniuno in una bottiglia da 2l da acqua minerale appena svuotata, aggiungendo del banale liveito secco da panificazione, un po' di sciroppo bollito di zucchero e succo, tappando con dei comuni palloncini (lavati prima con acqua, poi acqua ossigenata ed infine acqua bollente), da queste è già  tanto se ricaverò del liquido al sapore di sidro con fetta di pane ammuffito immersa all'interno, ma è solo una prova... In questi giorni cercherò un negozio di enologia al fine di reperire almeno del lievito da vino bianco, da quì però ho un paio di (nabbe) domande...

 

Il sistema dei "micro-fermentatori" da 2 litri è sconsigliato? Trovo comode le bottiglie da sistemare in modo discreto in casa. E, nel caso andrebbero sanificate comunque? Mi sono fidato del "Microbiologicamente pura" impresso sulla confezione, contando inoltre che nelle birre da kit si suggerisce di aggiungere l'acqua al mosto concentrato direttamente dalla bottiglia, dunque non le ho sanificate. In ultimo, probabilmente per via del lievito poco adatto la schiuma tende a "sfiatare all'esterno" dal bordo inferiore del palloncino, ci butto un po' di acqua ossigenata ogni tanto quando si accumula all'esterno della bottiglia, non mi avvelenerà  vero...?

 

Scusate se sono andato OT e grazie in anticipo.

 

Ciao anche io ho fatto quell'esperimento la prima volta, per farmi un'idea... 
La sbobba che produssi era chiaramente infetta ed imbevibile, tuttavia per sfumare il petto di pollo in padella era ottima :D 

Comunque, per l'attrezzatura io lascio tutto a bagno per una ventina di minuti in acqua con 1 tappo di candeggina ogni 5-10 litri circa, poi risciacquo con acqua del rubinetto più volte e appena sono sicuro di non avere più tracce di candeggina riempio il contenitore. 

Procurati come hai detto tu un pacco di lievito da vino o da birra, e fai anche un gorgogliatore e un densimetro (spenderai meno di 10 euro in tutto, lievito incluso) 
Le bottiglie piccole meglio lasciarle perdere perchè tra una cosa e l'altra alla fine ti esce mezzo bicchiere di roba da bere. 
Come contenitori l'importante è che siano di un materiale che non rilasci gusti o porcherie (Vanno quindi bene il Vetro, l'acciaio Inox, plastiche quali il PET....) e più lisci possibile (senza ripiegamenti, ghirigori o quelle robe tipiche delle bottiglie di plastica delle bevande). Io sto usando un boccione di vetro e dei contenitori in PET dove stava l'acqua demineralizzata del ferro da stiro. Ho anche preso uno di quei contenitori di PET per trasportare il vino, ma è tutto bitorzoluto e decisamente scomodo da usare. Tutti i recipienti che ho sono da 5 litri. 

Se vuoi fare il sidro di succo di mela, non serve che fai bollire il succo di mela (perchè tanto finchè sta nel suo contenitore chiuso è già  quasi sterile), basta sanitizzare il recipiente. Nel gorgogliatore metti acqua e un alcolico forte a tua scelta.
In casa occhio a tenerle, specie di questo periodo, perchè il risultato finale della tua fermentazione varierà  anche in base alle condizioni ambientali (temperatura, luce, umidità ..). Meglio tenere tutto in cantina, al buio. 
Ogni lievito poi hai le sue preferenze, ma grossomodo a tutti piace stare al fresco e al buio. Alcuni vogliono proprio il freddo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

In primis grazie per la risposta.

 

Sulla questione sanitizzazione, bottiglie a parte, è una bella rogna... Riguardo i recipienti che in origine contenevano acqua minerale non mi convince il fatto di risciacquare con acqua di rubinetto, a quel punto m'è sembrato conveniente usarli tal quali, probabilmente mi sbaglio, è che cerco di limitare la chimica il più possibile in qualcosa che si suppone poi debba bere... Pensavo di orientarmi sui boccioni in pet da 5litri d'acqua che vendono all'Auchan (se li vendono ancora, ricordo di averli visti mesi fa...), come tutte le dame in pet che ho visto hanno dei ripiegamenti, per quale motivo li sconsigli...?

 

Insieme al lievito mi conviene comprare anche del metabisolfito? leggo che alcuni lo usano, altri lo sconsigliano...

 

Per la bollitura si, il succo è pastorizzato, ho bollito solo una piccola parte per sciogliervi dentro lo zucchero in modo da scongiurare infezioni dallo stesso...

 

Per le temperature, già , in casa ho 27°... Ma ho un appartamento in città , senza cantina, sto infatti ponderando di aspettare settembre per cominciare a fermentare qualcosa più seriamente, specie per la birra vorrei approfittare dell'estate per attrezzarmi ed essere pronto per l'autunno... Altrimenti, considerazione forse becera, il bayanus riesce a fermentare a temperature piuttosto alte senza rilasciare esteri al sentore di gatto morto in tangenziale e yogurt scaduto nel '94...?

 

Altra, ennesima, domanda, come fissi in modo ermetico il gorgogliatore o il tubo all'imboccatura del contenitore...?

 

EDIT: Stranamente se uso faccine mi dice che il messaggio contiene link...

Edited by Heisenberg845

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...