Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
MaxN68

Open Ardbir - Software Di Controllo Per Sistemi A Pentola Singola(Braumeister Clone)

Recommended Posts

@ filippo molto bello, lineare e pulito e la mitica bielmeier non tramonta mai...se poi e' controllata ArdBir accoppiata perfetta

 

sul tema PID e rampa sinceramente non capisco utilità  di controllarla..il famoso 1C/min e' una indicazione minma...piu' rapidamente raggiungo set point e meglio e' (e meno dura la cotta...) 

Anzi in alcuni casi conviene disattivare controllo PID nei passaggi intermedi , tanto il delta temperatura sarebbe cosi' grande da avere elemento riscaldante sempre ON, arrivare a massima potenza vicino al nuovo set point e poi riattivare il PID per il controllo di fino

 

la bonta' del PID sta nella precisione e nella stabilita' per il resto non limiterei la potenza disponibile (sempre troppo poca..)

 

Davide

Adesso è chiaro.... si parla di una indicazione minima , quindi sono salvo  ;) my rate >1.4degC/min

 

Purtroppo mi ero fissato perchè applicavo questo concetto mio di base:

 

Eseguo dei cicli caldo/freddo basandomi sull'efficienza del compressore/ riscaldatore (rampe troppo lente o troppo veloce), quindi senza nessuna regola e controllo, oppure eseguo ad esempio un ciclo Ford con rate di 8.5degC/min (positiva/negativa), quindi applicando una regola.

Se esiste una regola perchè non applicarla? Creiamo il modello (potrei svilupparlo tramite labview e vedere come integrarlo su arduino)......  

 

Grazie come sempre per il tuo feedback 

 

Ciao,

Filippo

 

PS Ho capito che sei di Ivrea, li abita il mio ex capo.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiariamo una volta per tutte il funzionamento del PID in ArdBir.
Il controllo PID si attiva solo quando viene registrata una temperatura dentro una soglia di DELTA rispetto al SET POINT, questo per consentire un rapido avvicinamento alla temperatura prefissata e un lavoro di approssimazione contenuto negli ultima gradi senza indurre un'isteresi elevata.
Nelle versioni rilasciate questo DELTA equivale a 5°C, nell'attuale versione in fase di test questo DELTA è stato accorciato a 3,5°C. E' stato inoltre introdotta un'inibizione al PID nell'avvicinamento alla temperatura di ebollizioni (si va quindi dritti al boil con 100% di potenza e poi si regola tramite PWM).

Share this post


Link to post
Share on other sites

@giampy68
Quello che ti serve sono poche cose:
- la IDE di arduino per la programmazione dell'interfaccia scaricabile direttamente dal sito di arduino (è uscita la 1.6)

- le librerie aggiuntive (sono anche nel dropbox di riferimento)
- il codice ArdBir

Per prima cosa installi la IDE, poi carichi le librerie.
La procedura di installazione delle librerie è semplice, puoi seguire 2 strade:
- individui il file zippato attraverso la IDE usando la sezione ADD LIBRARY
- aggiungi la cartella a mano (il percorsco è Documeti/Arduino/libraries

Dopo aver messo le librerie conviene sempre chiudere la IDE e riavviarla, dopodichè carichi il codice e provi a compilarlo (ricordati di settare correttametne il tipo di scheda arduino in uso sulla IDE).

Per il caricamento connetti Arduino via USB e scegli la porta di comunicazione dalla IDE e poi trasferisci il codice

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiariamo una volta per tutte il funzionamento del PID in ArdBir.

Il controllo PID si attiva solo quando viene registrata una temperatura dentro una soglia di DELTA rispetto al SET POINT, questo per consentire un rapido avvicinamento alla temperatura prefissata e un lavoro di approssimazione contenuto negli ultima gradi senza indurre un'isteresi elevata.

Nelle versioni rilasciate questo DELTA equivale a 5°C, nell'attuale versione in fase di test questo DELTA è stato accorciato a 3,5°C. E' stato inoltre introdotta un'inibizione al PID nell'avvicinamento alla temperatura di ebollizioni (si va quindi dritti al boil con 100% di potenza e poi si regola tramite PWM).

 

Grazie Max per la precisazione sul algoritmo implementato in ArdBir. Esattamente quanto cercavo di spiegare a Filippo ovvero che quando si e' distanti dal set point successivo (fuori dal DELTA) e' inutile prevedere un controllo di fino PID e si va a massima potenza riducendo i tempi fino in prossimita' del target per poi stabilizzare il tutto con PID e raggiungere con precisione il set point

Questo indipendentemente dai volumi/potenze in gioco e quindi dalla "pendenza" della rampa

 

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Max in ottica della successiva integrazione in Ardbir della capacità  di controllo di un sistema Rims sarebbe possibile inserire un controllo della portata attraverso il Rims tramite misuratore di portata ad effetto hall, in modo da controllare eventuali sovra temperature causate da portate insufficienti? Ad esempio un controllo di questo tipo è integrato nelle librerie Rims di Arduino...

Eventualmente si potrebbe, in caso di portate insufficienti, provvedere a segnalare l'errore e ridurre di conseguenza la potenza della resistenza invece che bloccare proprio il riscaldamento.

 

P.S.: Avevo chiesto se fosse possibile avere il disegno del PCB non definitivo per il mega, in modo da incidermi direttamente quello (ed eventualmente poi rifarlo) e non stare a fare quello per l'uno, ma non ho ricevuto risposta...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Chiariamo una volta per tutte il funzionamento del PID in ArdBir.

Il controllo PID si attiva solo quando viene registrata una temperatura dentro una soglia di DELTA rispetto al SET POINT, questo per consentire un rapido avvicinamento alla temperatura prefissata e un lavoro di approssimazione contenuto negli ultima gradi senza indurre un'isteresi elevata.

Nelle versioni rilasciate questo DELTA equivale a 5°C, nell'attuale versione in fase di test questo DELTA è stato accorciato a 3,5°C. E' stato inoltre introdotta un'inibizione al PID nell'avvicinamento alla temperatura di ebollizioni (si va quindi dritti al boil con 100% di potenza e poi si regola tramite PWM).

Ciao Max 68,

grazie!!!

concetto abbastanza chiaro.

 

//Filippo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Max per la precisazione sul algoritmo implementato in ArdBir. Esattamente quanto cercavo di spiegare a Filippo ovvero che quando si e' distanti dal set point successivo (fuori dal DELTA) e' inutile prevedere un controllo di fino PID e si va a massima potenza riducendo i tempi fino in prossimita' del target per poi stabilizzare il tutto con PID e raggiungere con precisione il set point

Questo indipendentemente dai volumi/potenze in gioco e quindi dalla "pendenza" della rampa

 

Davide

Ciao Davide,

adesso è chiaro ciò che volevi dire.

Pensavo di controllare la rampa tramite dei nuovi setpt correnti lungo la pendenza fino alla temperatura target.

 

//Filippo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate la domanda magari stupida, ma il controllo PWM per la potenza della resistenza si fa con modulo aggiuntivo esterno o lo fa direttamente ardbir? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si Ardbir controlla direttamente il PWM ovvero pilota il relè di potenza allo stato solido (SSR) a cui è connessa la resistenza per modularne la potenza

 

Il principio del pwm è molto semplice: utilizzi un segnale alternaro a frequenza fissa e vari il duty cycle (non la frequenza!) ovvero il rapporto tra "acceso" e "spento".

Nel caso di ardbir hai la possibilità  di impostare la frequenza o meglio la base tempo..il controller poi procede a controllare duty cycle. Supponiamo che hai impostato 4s se vuoi il 50% di potenza il relè sara chiuso per 2s e aperto per i rimanenti 2s

 

Il controllo è automatico pilotato dal PID nelle fasi di ammostamento e manuale raggiunta la bollitura (puoi ridurre la potenza per evitare overboil)

 

Nel caso di opzione a gas non potendo modulare una potenza attraverso la valvola del gas il pwm è escluso e si utilizza un controllo on\off con isteresi

 

D.

 

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve e scusate la domanda forse banale ma oltre questo post esiste qualche altra guida online dove reperire informazioni più dettagliate in merito al progetto?

intendo delle guide su come montare i componenti , programmazione ect...

Share this post


Link to post
Share on other sites

bene... premetto che non sono ne un programmatore ne un esperto di elettronica ma con le giuste guide e dritte mi sono districato in progetti ardui in passato...

 

detto ciò ho scaricato i file per il pcb da dropbox:

1) il pcb da realizzare è quello chiamato OpnArdBir.bmp vero?

2) gli altri che si chiamano OpnArdBir-ic, OpnArdBir-bom e OpnArdBir-silk sono le sovrapposizioni del pcb con la scheda arduino one e i componenti della lista da acquistare vero?

3) come si carica il firmware in arduino?

 

per il momento è tutto...

se gentilmente potresti essere elementare nella risposta dato che non sono ferrato in materia di elettronica

 

grazie per la tua collaborazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto il materiale lo trovi nel link Dropbox in firma.
Per quanto riguarda la compilazione e il caricamento del FW su Arduino devi usare l'IDE che trovi sul sito di arduino (Vers 1.6) collegando il computer con arduino via usb.
All'IDE di Arduino ci sono da integrare le librerie come descritto qualche post sopra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il pcb da costruire a cui vanno attaccati i componenti elencati nel file txt è quello chiamato OpnArdBir.bmp?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella cartella eagle/altium hai lo schematico, i file CAD e Gerber per il PCB

 

D.

 

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il file BMP è quello per l'incisione casalinga del PCB.
E' un file 1:1 quindi nello stamparlo attenzione a mantenere invariate le dimensioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi ho un problema con il funzionamento di Ardbir. Ho assemblato tutto, caricato correttamente il firmware in arduino ma una volta avviato il display mostra solo due righe di caratteri pieni (vedi foto).

Premendo i tasti, un po a casa, si sente che il sistema ogni tanto risponde con beep o accensione dei Led.

Cosa può essere? Il dispay è il classico 20x4. Nel firmware non ho toccato nulla visto che per default è impostato questo schermo in Italiano. La PCB è quella ardbir attualmente sul dropbox.

Sto sbagliando il collegamento del monitor? Invertendo la rastrelliera (da 1 a 16) lo schermo si accende ma non compare nulla...

Boh?

813928ef13761186247300a8e7669c2c.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Risolto... Così come da foto i cavi erano invertiti. Nell'altra connessione non vedevo nulla perché dovevo modificare il contrasto dello schermo :)

Scusatemi.

Magari serve anche ad altri :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Facci sapere come ti trovi col controller e se hai critiche o suggerimenti sono sempre ben accetti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho nuovamente un problema e credo questa volta piu reale.

In sostanza i tasti di comando non rispondono correttamente...

Il sistema si avvia perfettamente ma, cercando di scorrere nei menu, i tasti rispondono ai comandi una volta su 10 ed in modo errato.

Ho ovviamente controllato i tasti fisici e provato ponticellando direttamente i morsetti ma è proprio un problmea di interpretazione dei contatti.

Ho ricaricato il firmware ma non è servito a nulla.

Da cosa puo dipendere? Uso arduino mega versione Saintsmart.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che vuol dire rispondono in modo errato?

Che pulsanti usi?

Come sono collegati?

Che pcb usi?

àˆ correttamente settato nel codice?

Che versione sw?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come pulsanti uso i classici normalmente aperti da pannello (come quelli che ho visto usi anche tu).

Sono collegati con un polo a massa GND e l'altro in uno degli ingressi (setup, up ecc..)

La PCB è l'ultima di Daniel presente sul sito dropbox

Nel codice è settata da default questa PCB

Uso l'ultima versione SW, la 2,6,70b10

I pulsanti rispondono in modo errato nel senso che rispondono ai comandi una volta su 10 e il comando che viene recepito non corrisponde esattamente a quello riportato sul menu.

I collegamenti sonbo esatti... anche perchè son 4 fili. Se vuoi ti riporto un video e vedi la situazione...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' solo che la cosa mi sembra molto strana in quanto questo problema sei l'unico a riscontrarlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unica cosa che mi viene in mende è relativo al "rimbalzo" del segnale quando chiudi il pulsante, cosa che è cmq gestita dal software ma probabilmente i tuoi pulsanti generano un andamento anomalo di questo rimbalzo che va oltre i parametri usati 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unica cosa che mi viene in mende è relativo al "rimbalzo" del segnale quando chiudi il pulsante, cosa che è cmq gestita dal software ma probabilmente i tuoi pulsanti generano un andamento anomalo di questo rimbalzo che va oltre i parametri usati 

 

Ma i pulsanti non seno semplicemente dei contatti NA/NC??

Cmq stasera faccio un video cosi ti puo essere piu utile a capire il problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×