Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
MaxN68

Open Ardbir - Software Di Controllo Per Sistemi A Pentola Singola(Braumeister Clone)

Recommended Posts

Sulla vendita dei PCB o della board completa (sono componenti SMD) ci stiamo ragionando visto interesse suscitato

Una opzione potrebbe essere una "gruppo" di acquisto" ovvero. Raggiungiamo una massa critica per fare un volume da giustificare mini serie.

 

Intanto restiamo e verifichiamo sia tutto OK..

 

Vi teniamo aggiornati e seguite last news sulla pagina facebook

 

Davide

 

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

MySorby,

posso fornire se di vs interesse il contatto di un ns supplier che esegue montaggi di componenti su pcb secondo lo standard jedec.

Possiamo parlarne in privato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie lo tengo presente

Per ora mi sto rivolgendo a assemblatore locale ..vivo pur sempre dove Arduino è nato e viene prodotto 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto contribuire all'economia locale. Mi sono proposto in quanto essendo nell'ambito dei semiconduttori (nota azienda italo-francese) ho maggiore visibilità  e/o opportunità  rispetto ad altri. Cmq sempre disponibile......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve ragazzi,

sono un nuovo del gruppo e mi interessa molto il vostro progetto.

Ho una pentola da 30 litri con cestello interno in acciaio. Sto per mettere la pompa per il ricircolo e adesso penso all'automazione.

Sono appassionato di elettronica e l'idea di avere una gestione totale come offerta dal Ardbir mi attira.

Ho discrete conoscenze software (poco su arduino ma molte su linux o Raspberry) ma sono a zero per l'idea di costruirmi la scheda PCB. Saldare i componenti magari pian piano potrei farlo... ma paura!

C'è qualcuno che mi fornirebbe la PCB per arduino uno? Ovviamente a pagamento.

Non ho capito se comunque allo stato attuale meglio stare con il sistema stabile gia collaudato con arduino uno o prendere già  il Mega.

Attendo vostri consigli e complimenti ancora!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per Adesso il PCB FaiDate Ufficiale è quello di DanielXan Per AdrBir versione O.C che è allegato nel Link dropbox nella firma di Max

 

Se qualcuno non sa incidersi un PCB in casa come ho scritto qualche topic Dietro posso incidere io il PCB

 

Per il Mega o si usano Distanziali o si Salda il connettore Pulsanti al contrario

 

Nel frattempo sto giocherellando con un PCB per i Test Generici ArdBir e Altro basato sempre su Arduino
ma non essendo ne testato ne ufficiale per ora come FaiDa te resta solo il PCB di DanielXan Per AdrBir versione O.C

 

E Grazie ad amici di forum ci hanno anche dato una mano rielaborandolo con Eagle in modo d'avere schema elettrico e i files Grebber che tanto ci chiedevate :D

 

Giusto per la vostra curiostita vi posto una foto su cosa sto giocando ora ma il tempo libero è semrpe pochissimo :(

 

P.S se a qualcuno interessa mi sto Levando Una resistenza 230V da 2k1 e La Pompa "Stesso Modello che Usa il Brauimister Originale" causa Upgrade a modelli più potenti

IMG_20150206_215541.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per Adesso il PCB FaiDate Ufficiale è quello di DanielXan Per AdrBir versione O.C che è allegato nel Link dropbox nella firma di Max

 

Se qualcuno non sa incidersi un PCB in casa come ho scritto qualche topic Dietro posso incidere io il PCB

 

Per il Mega o si usano Distanziali o si Salda il connettore Pulsanti al contrario

 

Nel frattempo sto giocherellando con un PCB per i Test Generici ArdBir e Altro basato sempre su Arduino

ma non essendo ne testato ne ufficiale per ora come FaiDa te resta solo il PCB di DanielXan Per AdrBir versione O.C

 

E Grazie ad amici di forum ci hanno anche dato una mano rielaborandolo con Eagle in modo d'avere schema elettrico e i files Grebber che tanto ci chiedevate :D

 

Giusto per la vostra curiostita vi posto una foto su cosa sto giocando ora ma il tempo libero è semrpe pochissimo :(

 

P.S se a qualcuno interessa mi sto Levando Una resistenza 230V da 2k1 e La Pompa "Stesso Modello che Usa il Brauimister Originale" causa Upgrade a modelli più potenti

 

IMG_20150206_215541.jpg

Ciao Saviothecnic,

costo pompa e resistenza. Prezzi separati.

Grazie

Filippo

Share this post


Link to post
Share on other sites

dovendo ancora fare il pcb ed avendo a disposizione l'Arduino Mega, potrei per favore avere lo schema del pcb su cui state facendo i test? Così se tutto va per il meglio ho già  quello aggiornato ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti.

Vi chiedo scusa se continuo a scocciarvi di nuovo per il mio problema. Non riesco a caricare il software su arduino in quando dopo che confermo di trasferire il tutto su arduino mi da errori gia' citato in precedenza. Sto uscendo matto

su come fare ma non riesco a sistemarlo, prima che mi viene un raptus e schiaccio tutto con i piedi (PCB, Pc, Arduino

ecc. ecc) vi chiedo la cortesia di poter contattare qualcuno in privato per essere assistito direttamente e vedere dove

sbaglio. Cortesemente aiutatemi non so più che cosa fare.

Vi ringrazio in anticipo per la vostra sopportazione  nei miei confronti e spero di risolvere il tutto.

UN abbraccio a tutti voi

 

Giampiero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao per prima cosa calma chi si accinge a fare queste cose deve prima di tutto avere calma e pazienza.

 

Partendo dal presupposto che si risparmia un bel po rispetto a comprare un Brauimister bello e pronto che costa oltre 2k€ il fai da te ovviamente comporta un po di sbattimenti

Ma alla fine la sodisfazione è grande :D

 

Per prima cosa fa pulizia disinstalla la ide arduino cancella la cartella arduino in \user\documenti e cancella dopo aver disinstallato eventualmente cartelle arduino in c:\programmix86

Poi fai una paio di passaggi con ccleaner poi riavvio reinstalli da 0 arduino 1.6 e le librerie necessarie  e provi a ricompilare.

 

Questi giorni sono incasinato altrimenti con una sessione ammy o Tview ti assistevo in remoto ma prima di Lunedi non posso aiutarti
Ma cerca di arrivarci dasolo facendo la prova che ti ho citato eventualmente posta schermate dell' errore che hai ;)

 

P.S in caso non stai usando un Arduino Genuino sappi che:
Alcuni cloni cinesi d' Arduino hanno problemi soratutto quegli che non hanno il chip USB Atmel se volete risparmiare prendendo i Cloni Arduino predeligete quegli della SainSmart

 

Buone Cotte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi ho una domanda: ho visto che i pin digitali 0 ed 1 sono liberi e pertanto utilizzabili per altre funzioni.

Per me sarebbe molto interessante che in corrispondenza della "chiamata utente" oltre al suono del buzzer si attivasse un'uscita.

Questo mi servirebbe perche a questa potrei collegare il mio sistema domotico il quale mi avvertirebbe tramite notifica sul cellulare che devo "tornare a metter le mani".

Ovvio che non è mia intenzione abbandonare la cottura ed andar a far la spesa, ma se si è in una stanza vicina o in un altro piano puo tornare utile.

Avete qualche consiglio da darmi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pin 0 e 1 se gli usi si impalla tutto perche gli Usa Arduino per la comunicazione seriale/usb e non vanno MAI usati

Come volutamente non sono stati usati i PIN 10 11 12 13 destinati a ICSP per future Opzioni ;)

Uscita del Buzzer e pulita da transistor puoi metterci in parallelo una bobina rele e quindi avere un contatto pulito farci quello che vuoi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando potete riaggiornate i file su dropbox che non sono più esistenti, grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema dell'uscita buzzer è che, se ho ben capito da manuale, non da un solo "BIP" ma anche ripetuti in modo ravvicinato... Questo mi manderebbe in palla il sistema domotico :) Oppure sbaglio? 

Premetto che non ho ancora il sistema in mano.. ma ci sto ragionando prima di fare la box :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Davide,

qualche giorno fà  sulla homepage ufficiale di Open ArdBir è stata pubblicata la prova di bollitura di un sistema "non convenzionale" che utilizza come sorgente delle resistenze siliconiche poste a contatto esterno con la pentola. I risultati ottimistici davano un rate di 1C/min con le condizioni riportate di seguito:

Delta t = 80C ;T=80min ;Volume 25L..

Sono rimasto cosi COTTO in quanto SCONOSCEVO QUESTO PARAMETRO :wacko: .

 

Torniamo a noi......se andiamo a variare la quantità  d'acqua da scaldare, esempio da 25L a 20 L (correggi se sbaglio) e manteniamo costante l'efficienza del nostro impianto, il tempo di bollitura si riduce di una certa percentuale con la conseguenza di non rispettare il rate 1C/min (quindi corretto il tuo setup).

 

Il sistema integrato su ArdBir per uso elettrico è il controllo PID. 

 

Definisco da oggi che il mio volume di default è di 20L (ho sempre variato questo valore sulla base dei litri finiti), quindi per avere uno slope di 1C/min devo agire sulla costante KP mentre ottimizzo l'overshut o altro con KP e KI :huh: .

 

Chiedo questo perchè ho settato il mio impianto in modo da raggiugere la temperatura di boil il più veloce possibile e non per avere un rate definito :rolleyes: .

 

Se non è questo il modo di controllare lo slope, pensi che sia utile introdurre questa funzionalità  su una possibile versione di ArdBir? B)

 

 

Grazie per le tue risposte

 

 

Ciao,

Filippo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Filippo

 

Non credo di aver compreso completamente tuoi dubbi e proposte.

Premetto che test delle resistenze siliconiche li ho fatti SENZA ardbir e senza nessun algoritmo di controllo. Massima potenza dall'inzio alla fine

 

Detto cio' la funzione del PID e' quella di raggiungere un set point fissato minimizzando errore tra temperatura letta e set point e cercando di stabilizzare il sistema evitando oscillazioni e sovraelongazioni

 

Piu' rapidamente si arriva al set point e meglio e' quindi non capisco la proposta di "controllo dello slope"

Importante e' precisione e stabilita'

 

Concordo che riducendo il volume a pari potenza arrivi prima a una certa temperatura (fino al bollore dove la temperatura rimane fissa e cambia velocità  evaporazione) ma tipicamnte il limite dei nostri impianti sono le potenze (<3Kw) e non vedo necessita' di limitare la rampa

 

Non so se ho risposto ma in generale se trovi per tuo sistema una buona combinazione di Kp, Ki, Kd non mi farei troppi problemi 

 

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando potete riaggiornate i file su dropbox che non sono più esistenti, grazie!

Il link su dropbox mi sembra funzionante

 

facci sapere se riscorri ancora problemi

 

Dropbox

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema dell'uscita buzzer è che, se ho ben capito da manuale, non da un solo "BIP" ma anche ripetuti in modo ravvicinato... Questo mi manderebbe in palla il sistema domotico :) Oppure sbaglio? 

Premetto che non ho ancora il sistema in mano.. ma ci sto ragionando prima di fare la box :)

 

Ciao Kead

benventuo nel thread e ci fa piacere avere nuovo potenziale sostenitore !

 

In merito al requisito "domotico" (a dire il vero piuttosto originale) ci stiamo ragionando nel senso che era gia' venuto fuori di poter automatizzare le gettate del luppolo e si pensava in assenza di una uscita specifica di "collegarsi" al buzzer. Come hai giustamente rilevato non e' semplicissimo e dipende da cosa vui controllare (un rele', un servo...) La cosa migliore e' quella di aggiungere una uscita digitale ausiliaria e ci stiamo pensando nella nuova revisione delle board

 

stay tuned

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Saviothecnic e grazie per il tuo incoraggiamento, lo so mantenere la calma in questo tipo di situazione

e molte importante, ma sai delle volte mi prende lo sconforto e non ci vedo più soprattutto dopo aver provato

e riprovato senza avere risultati importanti. quello che tu mi ai consigliato  in merito a pulire tutto e ricaricare tutto

lo già  fatto in precedenza 2 volte con lo stesso risultato (ecco perché vado in escandescenza) visto che

sei disposto fare il lavoro in remoto per me' va bene almeno capisco dove cavolo sbagliavo e imparo una

volta per tutte. Se devo aspettare un po' non e un problema ti aspetto ben volentieri per me si può fare

quando vuoi da lunedì in poi l'unica cosa mi devi dire come fare per metterci in cotatto in privato.

ti ringrazio in anticipo per il tuo interessamento

 

Giampiero. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Ciao Filippo

 

Non credo di aver compreso completamente tuoi dubbi e proposte.

Premetto che test delle resistenze siliconiche li ho fatti SENZA ardbir e senza nessun algoritmo di controllo. Massima potenza dall'inzio alla fine

 

Detto cio' la funzione del PID e' quella di raggiungere un set point fissato minimizzando errore tra temperatura letta e set point e cercando di stabilizzare il sistema evitando oscillazioni e sovraelongazioni

 

Piu' rapidamente si arriva al set point e meglio e' quindi non capisco la proposta di "controllo dello slope"

Importante e' precisione e stabilita'

 

Concordo che riducendo il volume a pari potenza arrivi prima a una certa temperatura (fino al bollore dove la temperatura rimane fissa e cambia velocità  evaporazione) ma tipicamnte il limite dei nostri impianti sono le potenze (<3Kw) e non vedo necessita' di limitare la rampa

 

Non so se ho risposto ma in generale se trovi per tuo sistema una buona combinazione di Kp, Ki, Kd non mi farei troppi problemi

 

Davide

Scusa Davide,

allora non è chiaro per me il discorso del rate 1degC/min ( mi sono fissato ).

Indipendentemente dai vari step, per passare da 64degC a 68 degC il sistema dovrebbe impiegare circa 4 min a prescindere dal volume all'interno della pentola. In realtà  questo non è vero perché per 10 litri d'acqua impiego 4 min mentre per 20 litri raddoppio il tempo.

Quindi pensavo ad un algoritmo dove inseriti i valori di:

volume, potenza bollitore, etc....

calcola l'efficienza dell'impianto in modo da accendere la resistenza non alla massima potenza ma di un certa percentuale.

Esempio: fissato il rate per portare l'acqua da 64C a 68C dotrei avere:

Opz A Volume = 10 litri

Eff. Resistenza = 39%

Opz B Volume = 20 litri

Eff. Resistenza = 78%

 

Promesso che questo è il mio ultimo post sull'argomento.

 

Grazie

Filippo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il link su dropbox mi sembra funzionante

 

facci sapere se riscorri ancora problemi

 

Dropbox

Adesso funziona, quello sulla prima pagina della discussione non mi funziona ancora, ma non c'è problema. Grazie mille!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Mysobry (Davide),

anch'io vorrei descrivere il mio impianto interfacciato con l'ArdBir.

L'impianto è costituito da due pentole elettriche (una per lo sparge e 'altra per il mash/boil) interfacciate con due moduli di controllo ArdBir.

Il primo modulo in configurazione manuale solo per mantenere costante la temperatura con il sensore montato tramite pozzetto sulla parete della pentola, mentre la pentola per l'ammostatmento/bollitura in modalità  automatica con l'ArdBir vede il sensore (sempre tramite pozzetto) montato all'interno di una Tee (posizione centrale) che vede scorrere il fluido di ricircolo tramite pompa elettrica in modo da avere una maggiore precisione.

Dovrebbe essere una specie di RIMS con la sola differenza che la resistenza ed il sensore non sono installati all'interno di un tubo d'acciaio, il fluido caldo della zona bassa della pentola viene messo in ricircolo e la temperatura letta in uscita. Non ho notato differenze particolari ed il sistema funziona correttamente.

Il sensore per il controllo automatico è stato configurato tramite l'ArdBir come esterno.

La precedente configurazione prevedeva l'utilizzo di un PID e controllo della pompa in manuale. Avevo iniziato a sviluppare un sistema di controllo tramite labview, ma utilizzando il sistema USB-6009 della NI, ho avuto difficoltà  con la lettura della temperatura, dopo vari test ho abbandonato il progetto.

 

Ciao,

Filippo

Il mio impianto

 

7b3c5f8fba8e036057bef43995285951.jpg

 

Da notare i due controller ArdBir.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ filippo molto bello, lineare e pulito e la mitica bielmeier non tramonta mai...se poi e' controllata ArdBir accoppiata perfetta

 

sul tema PID e rampa sinceramente non capisco utilità  di controllarla..il famoso 1C/min e' una indicazione minma...piu' rapidamente raggiungo set point e meglio e' (e meno dura la cotta...) 

Anzi in alcuni casi conviene disattivare controllo PID nei passaggi intermedi , tanto il delta temperatura sarebbe cosi' grande da avere elemento riscaldante sempre ON, arrivare a massima potenza vicino al nuovo set point e poi riattivare il PID per il controllo di fino

 

la bonta' del PID sta nella precisione e nella stabilita' per il resto non limiterei la potenza disponibile (sempre troppo poca..)

 

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×